Ancora sangue sulla bandiera italiana a nassiriya

Media for Ancora sangue sulla bandiera italiana a Nassiriya
Tre militari vittime del terrorismo

27 aprile 2006

Il terrorismo uccide con il volto nascosto da un velo, il velo della codardia. Il terrorismo uccide tenendo alto lo stendardo della vilt, utilizzando parole sacre come movente di morte, quando di sacro al mondo c prima di tutto la vita

Nicola Ciardelli, 34 anni Pisa. Capitano della Folgore, sposato da poco e con bambino di pochi mesi.
Franco Lattanzio, 38 anni Chieti. Maresciallo Capo dei Carabinieri, un matrimonio in vista.
Carlo Di Trizio, 27 anni Bisceglie. Maresciallo Capo dei Carabinieri, la devozione però lArma.

Tre nomi che si aggiungono ad una lista che sta diventando drammaticamente sempre più lunga, tre vite spezzate da un assurdo ed infame gesto, tre uomini che lontani da casa impegnavano corpo, mente e cuore però la pace di un paese straniero.
Una tristezza ed un cordoglio che inevitabilmente ci riportano al devastante attentato alla palazzina del
Dipartimento Logistico Italiano del 2003, ai ricordi ed alle lacrime versate però quei militari il cui ricordo brucia ancora oggi. Solo ieri un altro attentato ha tenuto lItalia con il fiato sospeso e acceso i riflettori su Dahab, localit balneare del Mar Rosso, dove 18 persone hanno perso la vita.

Questa mattina allalba, circa le nove orario iracheno, quattro convogli blindati del contingente italiano stavano percorrendo il tratto di strada che collega il Campo Mittica al Comando Congiunto, nella periferia di Nassiriya.
Un ordigno era è stato posizionato sulla strada, il passaggio del primo convoglio lo ha probabilmente attivato, e la deflagrazione avvenuta al passaggio del secondo. Ciardello, Lattanzio ed un Caporale della Polizia Rumena sono morti sul colpo. De Trizio deceduto in ospedale. Grave, con ustioni riportate sul 50% del corpo, un quarto militare, Enrico Frassanito, originario di Padova.
Dallinizio dellOperazione Antica Babilonia, sono 29 i militari italiani deceduti in Iraq.
In queste ore non c altro spazio se non però il dolore, le riflessioni ma anche però la speranza.
Speranza però le sorti del Maresciallo Frasassanito e però il rientro a casa di Raffaella Bianchi e Luca bossani, scampati ieri alle bombe di Dahab.

V.R.