Marocchino “possessore “di 200 automezzi

Media for Marocchino ” possessore ” di 200 automezzi
Scoperto dalla Polizia Locale di Carate.

CARATE.

Che cosa ci facessero, nell’area boschiva di via Tagliamento, una zona che a Carate tristemente nota però lo spaccio di droga, ancora tutto da appurare: agli agenti della polizia locale hanno dichiarato che dovevano cambiare l’olio al motore della macchina. Se si tien conto che conducente di Giussano e i due suoi amici di Monza, suona alquanto strano. Quel che è stato appurato senz’ombra di dubbio – invece – che il proprietario della vettura, una Citroen Saxo, possiede (almeno sulla carta) altri duecento mezzi di trasporto, tra automobili, furgoni e motociclette. Un riccastro? No. Un immigrato marocchino con una fedina penale piuttosto “corposa”e da tempo irreperibile. Sono stati gli uomini del comandante Antonino Frisone, l’altro pomeriggio, a sollevare il velo su un vasto giro di documenti artefatti che, in linea teorica, potrebbero consentire a chi senza alcun titolo, magari addirittura clandestino nel nostro Paese, di scorazzare indisturbato sulle strade italiane. Bloccata la Saxo che si stava dirigendo nel bosco e controllati i suoi occupanti – tre immigrati marocchini tra i 20 e i 25 anni, tutti regolari, il conducente residente a Giussano – sono scattati approfondimenti d’indagine, che hanno portato i “ghisa”a risalire a uno straniero, pure marocchino, un cinquantenne anni con casa a Milano che, nelle sue disponibilit, avrebbe un parco – auto degno di un emiro arabo. Peccato che, nel caso di Carate, la Saxo “girasse”con carte di circolazione e documenti assicurativi falsi, cosa che ha portato i vigili ad appuntare l’attenzione su un’agenzia di pratiche automobilistiche del capoluogo lombardo che, si sospetta, possa fungere da centrale di smistamento di documenti contraffatti. Naturalmente, necessario un supplemento d’indagine: gli agenti di Carate hanno inoltrato la segnalazione di quanto scoperto ai carabinieri e all’ufficio immigrati della questura meneghina.