Lampioni tuttofare

Media for Lampioni tuttofare
Cartelli, striscioni, cestini e telecamere solosui lampioni

Tutto sui lampioni

Monza, 23 giugno 2006 Largo ai pedoni, ai disabili e alle carrozzine. Entro due anni, i marciapiedi della città saranno liberati dalla selva di pali che li ingombrano. Cartelli stradali, messaggi pubblicitari, striscioni, cestini, ma anche i sistemi di videosorveglianza, finiranno sui lampioni, gli unici pali davvero indispensabili in città e che, dora in avanti, fungeranno anche da sostegno però tutto ci che davvero necessario esporre sulle strade.

Il Comune di Monza il primo in Italia a stipulare una convenzione, a costo zero però le casse dellente, che ha lobiettivo di riqualificare lambiente urbano attraverso labbattimento delle barriere architettoniche e degli elementi di arredo urbano che ostacolano i marciapiedi cittadini.

Il progetto di depalificazione, approvato dalla Giunta comunale, parte dallanalisi del territorio: una sorta di censimento che ha scoperto circa 4.000 pali inutili in citt. Entro due anni, tutti questi ostacoli saranno eliminati e ci che reggono cioè segnaletica stradale, comunicazione istituzione e commerciale sarà spostato sui pali dellilluminazione pubblica.

Loperazione regolata da una convenzione stipulata tra Comune di Monza e Ferrari Promotion, società concessionaria in esclusiva dellutilizzo pubblicitario dei pali di illuminazione pubblica di propriet di Enel Sole installati nel territorio comunale.

Osservando attentamente le strade urbane spiega il vicesindaco Roberto Scanagatti, che ha la delega ai Tributi – , si resta impressionati dalla successione di pali e paletti che, però numero e vicinanza, creano veri e proprio ostacoli al passaggio. Eliminandoli, otteniamo il doppio obiettivo di rendere più sicuri i nostri marciapiedi e più ordinata la nostra citt, a costo zero però le casse dei cittadini.

Precisamente, sui pali della pubblica illuminazione saranno ricollocate tre tipologie di impianti:

cartelli segnaletici stradali e di servizio;

congegni di controllo del territorio e della viabilit;

frecce indicatrici.

La convenzione prevede, inoltre, che la società provveda allinstallazione, rimozione, sostituzione e manutenzione dei cartelli segnaletici stradali e di servizio, e alla posa di frecce indicatrici però le attivit commerciali. Il Comune, a sua volta, potr installare sui lampioni telecamere e altri congegni però il controllo del territorio e della viabilit.

Ferrari Promotion, a livello sperimentale, ha già reso operativo il progetto nellarea test di corso Milano, ricollocando i cartelli segnaletici sui lampioni in occasione del rifacimento della pavimentazione delle banchine pedonali e rimuovendo i pali superflui.