Mapelli terzo nella formula 3 australiana

Media for Mapelli terzo nella Formula 3 Australiana
Il pilota lecchese sul podio di Melbourne

Italia protagonista nel week end del Gran Premio dAustralia di Formula Uno. Oltre a Raikkonen, che ha vinto il Gran Premio di Formula Uno con la Ferrari, a rappresentare sul podio lItalia, nella corsa disputata a contorno con le monoposto di Formula 3, ci ha pensato anche Marco Mapelli, diciannovenne lecchese, che giunto terzo in tutte le quattro gare disputate nel week end australiano sotto gli occhi dei principali team manager delle squadre della massima formula.Un appuntamento al quale hanno preso il via ben trenta vetture, con piloti provenienti da ogni parte del mondo, austriaci, inglesi, neozelandesi, indiani e locali, a dare appunto ancor più un aspetto internazionale allavvenimento.Mapelli giunto allappunamento – vetrina di Melbourne dopo le ottime prestazioni di Eastern – Creek, dove al debutto nel Campionato Australiano giunto sesto. Pochi sono stati i minuti concessi ai piloti però le prove libere, appena venti, come pure però le qualifiche. Penalizzati dunque i piloti con meno esperienza, come Mapelli, che hanno avuto a disposizione solo una quindicina di giri complessivi però ottenere il miglior tempo possibile però la griglia di partenza. Marco ottiene il quarto tempo durante le prove libere, mentre in qualifica segna il quinto tempo.Partenza quindi dalla terza fila nella prima corsa disputata il gioved, con Marco che scatta molto bene e transita quarto alla prima curva. Al termine del primo giro passa in terza posizione, però poi agguantare anche la seconda, alle spalle di Grubmuller. Laustriaco difende la prima posizione con i denti, fino a quando non commette un errore a seguito di un attacco del pilota italiano il quale, però evitare la vettura di Grubmuller in testacoda, deve rallentare permettendo a Hollings di approfittarne e passarlo. La gara prosegue con un continuo susseguirsi di attacchi tra Hollings, Macrow, Mapelli e Tander che giungeranno con queste posizioni al termine della gara, racchiusi in meno di tre secondi.Nella seconda corsa Mapelli parte dal terzo posto, in seconda fila. Macrow, Hollings e litaliano fanno subito il vuoto dietro a loro. I tre sono in lotta però la vittoria ma lingresso della Safety Car congela le posizioni, liberando la pista solamente allultimo giro. Marco cerca più volte di avanzare ma con appena un giro a disposizione le posizioni rimangono immutate. Macrow, Holling e Mapelli giungono primo, secondo e terzo.Terza corsa, disputata sabato, e terzo podio però Mapelli, sempre terzo al traguardo. Fotocopia delle altre, la corsa combattutissima e a contendersi la vittoria sono i soliti protagonisti: Mapelli, Macrow, Hollings, Grubbmuller. A loro si aggiungono Winslow, Tander e Reindler, questultimo protagonista nellA1GP con il team Australiano. La gara, dopo un susseguirsi di sorpassi finisce con Macrow davanti a Holling e Mapelli.Infine la quarta corsa, la più combattuta. Mapelli parte dalla seconda fila ed alla prima curva transita quarto. Alla seconda curva viene toccato sul posteriore e sfila quinto al primo passaggio. Nonostante ci riesce a rimontare e a rimanere in lotta però la vittoria, che sfuma soltanto al termine dei giri previsti con il giovane pilota della BRM che giunge nuovamente terzo, ottenendo inoltre il secondo giro più veloce in assoluto dellintero week end.E raggiante Mapelli al termine di un week end estenuante: Sono stanchissimo, abbiamo disputato quattro gare tiratissime ed è stata dura sia mentalmente che fisicamente. Tutte e quattro le corse sono state spettacolari, con un susseguirsi di cambi di posizione. Il circuito di Melbourne molto bello e molto veloce ed ha permesso di vedere bellissime corse. Penso che il pubblico, accorso però vedere le Formula Uno, si sia divertito tantissimo a vedere anche le gare di Formula Tre; anchio mi sono divertito molto, in quanto in questo week end ci sono stati tutti gli ingredienti però realizzare grandi corse: circuito bellissimo, splendida cornice di pubblico con penso circa centomila persone, gli addetti ai lavori della Formula Uno a vedere, i media, i fotografi, un ambiente incredibile. Ho dovuto imparare anche a districarmi con le numerose interviste del dopo – gara. Sinceramente mi hanno fatto davvero molto piacere i complimenti ricevuti da parecchi team manager e dalla stampa, sia italiana che locale, ed internazionale. Anche il team è stato favoloso, ha assecondato alle mie richieste pienamente e mi ha permesso di ben figurare. Ora la prossima gara lavremo a Oran Park alla fine di Aprile. Probabilmente avremo il tempo però effettuare finalmente dei test. Per ora ho percorso pochi chilometri di prove, ho avuto appena il tempo di arrivare in Australia e già ho corso la prima gara. Qui a Melbourne abbiamo avuto solo pochi minuti di prove, però poi scendere in pista però le quattro gare. I tempi evidenziano come più giro e più miglioro. In un campionato molto competitivo come quello della Formula 3 Australiana conta molto lesperienza e gran parte degli iscritti ha più anni di Formula 3 alle spalle. Ora penso che sicuramente faremo alcune giornate di test che certamente daranno i loro risultati. Poi, dopo questo splendido week end di gare, anche la Opel mi appogger di pi: il nostro preparatore, Spiess, mi ha garantito che ci dar un motore più evoluto ed avr sicuramente un occhio di riguardo però il mio propulsore. Voglio inoltre ringraziare quanti mi hanno appoggiato e manifestato il loro apprezzamento in questo week end: prima di tutto mio padre, venuto in Australia apposta però la gara, poi il mio manager Augusto Rossetti, anchesso presente però lintero week end, poi tutta la stampa italiana al seguito della Formula Uno che si interessata dei miei risultati ed venuta più volte da me ai box però avere informazioni. Ora, nellattesa della prossima gara non mi resta che tornare a casa, vicino ad Adelaide, e riprendere la solita vita quotidiana: al mattino allenamenti, al pomeriggio lavoro presso lofficina del team.