Marco bussolotti incanta monza

Media for Marco Bussolotti incanta Monza
Il sedicenne alla Yamaha R6 Cup Series

Grande show a Monza nel secondo round della Yamaha R6 Cup Series. Sulla pista più veloce i sedicenni terribili ancora sotto i riflettori, rivincita di Marco Bussolotti sul rivale Danilo Petrucci. Con le entusiasmanti prestazioni di Mugello e Monza (una vittoria ciascuno) le due rivelazioni del monomarca più competitivo si sono guadagnati la wild card della Federmoto Italiana però debuttare nella prova d'europeo Superstock 600 che si corre a Monza insieme al Mondiale Superbike. Sebastiano Zerbo si conferma padrone della R6 Santader Cup; gli altri successi a Roberto Rossi (R6 Leo Vince Cup) e Marcello Sunda (R6 Ohlins Cup).Le cinque prove iniziali (due già disputate) qualificano i migliori dieci di categoria alla finalissima del Mugello (14 ottobre) che metter in palio il titolo di Supercampione e la fiammante Yamaha YZF – R6. RAGAZZI CHE VOLANO – La Yamaha R6 Cup Series la culla delle più belle speranze del motociclismo italiano. Marco Bussolotti e Danilo Petrucci stanno percorrendo la stessa strada imboccata nel 2003 da Massimo Roccoli, attuale pilota ufficiale Yamaha, tricolore in carica e punta italiana nel Mondiale Supersport. Il loro livello tecnico già altissimo: la gara dei giovani (R6 Metzeler Cup) è stata veloce quanto la R6 Santader Cup (piloti Expert). Patrizio Valsecchi premiato dalla sig.ra Bracco della Metzeler Il vantaggio del dominatore Sebastiano Zerbo, pilota di grandissima esperienza e vincitore delle ultime due edizioni, si ridotto a pochi centesimi: con il suo tempo sulla distanza Bussolotti avrebbe pagato a Zerbo appena 3"sulla distanza di gara. Anche la prestazione assoluta quasi identica: Zerbo ha fatto il giro veloce in 1'56"253 (nuovo primato ufficiale di Monza) mentre nella R6 Metzeler Cup il record è stato firmato dal terzo arrivato Patrizio Valsecchi, 19 anni, in 1'56"400. Da qui alla finalissima del Mugello restano tre round che permetteranno ai ragazzini di affilare ulteriormente le armi. La nuova formula del campionato permette a piloti di differente et ed esperienza di prepararsi con calma alla sfida finale. Che promette scintille e un pronostico molto aperto.