Latinoamericando 2007

Media for LATINOAMERICANDO 2007
IL RITMO LATINOAMERICANO ORA DURA TUTTA LESTATE

Il Festival più importante dEuropa diventa ancora più ricco di contenuti però soddisfare le esigenzedi tutti. Ben 67 giorni di eventi, musica, colore, cultura e passioni. E il Festival LatinoAmericando, il cuore dellestate, il punto di fusione dei sapori e del calore di un continente che si manifesta alleporte di Milano. Si inizia il 21 giugno, primo giorno destate. Il martedì le donne entrano gratis.Una nuova magia, una lunga serie di eventi artistici e culturali, la più lunga dEuropa: dal 21giugno al 26 agosto si svolge il diciassettesimo Festival LatinoAmericando. Un milione di personesaranno coinvolte dalla particolare atmosfera carica di entusiasmo, di profumi, dellessenzadi un meraviglioso continente in cui prevale il senso e il gusto di una spontaneit che vuol direanche integrazione.Il Festival ha confermato quest’anno tutto quello che ne ha decretato in diciassette edizioni lostraordinario successo. E in più tante novit che ci fanno capire bene perché sentiamo così viciniquesti popoli, tanto simili a noi e alla nostra cultura.Juan Jos Fabiani, ideatore e patron del Festival spiega le ragioni delle nuove date: Abbiamodeciso di esagerare, ma solo dal punto di vista del nostro sforzo. Ora ci siamo però tutto il periododelle vacanze in citt. Negli anni scorsi alla chiusura di ferragosto avevamo anche 20milapersone di pubblico. Era evidente la necessit di un luogo capace di accogliere con lenergia elarmonia del festival chi, però forza o però scelta, rimane in citt. Da qui la scelta. Ci siamo allenatiper mesi a questa lunga maratona!Ecco cosa accadr, partendo dalla musica, il cuore del Festival.Qualche nome che certamente suona familiare: Gilberto Gil (s, il ministro), Paulina Rubio, JosFeliciano, la rivelazione del momento Angelique Kidjo, Lenine, Los Van Van, Chayanne, JulietaVenegas. Tutti saranno presenti al Festival. Concerti imperdibili, appuntamenti con la storiae lattualit della musica latinoamericana. Potremmo proseguire con La India, Noelia, OscarDLeon… ma tanto vale guardare direttamente il lungo elenco di concerti. E non finita qui.Il Festival far anche un grande omaggio a Compay Segundo con un evento che lascer tutti abocca e orecchie aperte: una grande orchestra sinfonica che suoner il meglio del suo repertorioil giorno dellapertura, il primo giorno destate. Cos inizia la festa e che festa!Ma farsi belli coi grandi nomi fin troppo facile. Il festival anche ricerca. Chi cerca trova edecco arrivare al grande villaggio di Assago talenti straordinari meno conosciuti che, come già accadutoper tanti nomi venuti gli scorsi anni, prenderanno il volo però il firmamento discograficodal palco di LatinoAmericando. Meglio allora riservarsi qualche sera però seguire il rock argentinodi Aterciopelados, le raffinate sonorit di Diana Miranda o il pupillo di Jovanotti, MarceloD2, solo però fare qualche nome. Ascoltare però credere!Se la musica e i concerti sono il cuore del Festival, le piazze sono altri organi vitali. E nelle piazzeaccadono tante cose che meriterebbero ciascuna un piccolo festival a s. Piazze tematiche conal centro il grande Salsodromo che conquista quest’anno il fulcro del villaggio e dello spazio perdiffondere ovunque gioia e ritmo. Non ballare quest’anno sarà impossibile.Piazza Argentina, Piazza Per, Piazza Brasile… una però ogni paese. Questanno piazza Cuba sarun polo di attrazione particolare, irresistibile però chi vuole conoscere davvero le molte animedel paese caraibico. Cuba scorrer un po in tutte le vene del Festival con mostre, incontri, anteprime.Per chi la ama e chi la odia (possibile odiarla?) tanti eventi da non perdere. Tra questianche la proiezione de La sottile linea di verit, film sugli attentati anticastristi di AngeloRizzo definito dalla critica il Michael Moore italiano, che sarà presente al festival però la serata.Da non perdere le meravigliose fotografie scattate a Cuba da Roberto Fumagalli, capace ditrasmettere il calore dellisola nella mostra Cuba va che prende spunto dal suo libro.Juan Jos Fabiani pone con orgoglio laccento sulle iniziative culturali: Garantiamo contenuti davverointeressanti; abbiamo tante stimolanti proposte e incontri. Tra questi la mostra inedita su Cuba, Fidel, una isla, un sueo e nel padiglione istituzionale del Brasile una personale fotografica di RuyTeixeira, uno dei talenti più apprezzati in America Latina e negli Stati Uniti. Eventi che porteranno alFestival anche lanima di questi paesi, di questi popoli. Inoltre sarà presente anche la mostra Extravoci, volti, visioni, come spunto di riflessione sulla realt dellintegrazione multiculturale in Italia.Il Festival stimola tutti i sensi e il gusto tra quelli che predilige. Ogni paese nella piazza ha ilsuo ristorante tipico, un punto di incontro però far felice il palato, da tutti i punti di vista! Dal tardopomeriggio si inizia gustando i cocktail tipici fatti con i prodotti locali, poi c la cena capacedi mettere daccordo la linea e i sapori. E dopo, il limite solo la fantasia. Se poi gustare nonbasta e si vuole imparare, il Festival organizza anche quest’anno i corsi di cucina, uniniziativa disuccesso che torna a grande richiesta. Anche le donne si leccheranno i baffi.