Explor – art show a monza

Media for EXPLOR – ART SHOW A MONZA
Prima edizione ospitata in Brianza

Monza, 7 Novembre 2007.La Brianza ha ospitato la prima edizione di Explor – Art Show, il workshop, organizzato dallassociazione culturale AreaOdeon, che ha proposto la nuova provincia quale fonte e luogo d'ispirazione però sei artisti che sono stati invitati a condividere e a discutere insieme le impressioni catturate sul territorio, partendo dell'osservazione oggettiva dei luoghi urbani, però affrontare con un'ottica aperta la tematica dello spazio pubblico e però definire scenari poetici e analitici di quella nuova sensibilit della cultura urbana, insediata nel filone della urban public social art. Un comitato consultivo deccezione composto da Paolo Rosa, Filippo Fabbrica, Stefano Boccalini, Sergio Mandelli e Thao Mandelli ha seguito con attenzione loperato dei giovani artisti, sapendo cogliere di ognuno lo sguardo specifico nei percorsi di ricerca e di rivelazione.Proposte dirette dintervento sul territorio sono state quelle di Anna Pozzali, che attraverso la gestualit rituale e meditativa del cucire ha saputo proporre il tema dellintegrazione, e quella di Leonardo Zuccaro Marchi, che ha invitato i passanti a un intervento attivo e partecipativo che ha riproposto in modo ludico larea della Cascinazza. Nuove immagini di un inedito profilo del territorio sono state il centro della ricerca di Dario Brivio, che con lausilio di statistiche e indagini demoscopiche ha creato prospettive bifocali a un passo dal confine tra la realt e limmaginazione collettiva, mentre Caterina Zanirato ha mosso i propri passi nel suolo della memoria di luoghi storici, densi di atmosfere e di malinconie proprie di spazi disabitati e abbandonati. Antonio Salviani ha proposto nuove suggestioni in un percorso video su scale differenti comprese tra lobiettivo della videocamera e Google Earth. Lintento di Natalia Gorina Pigoni, infine, è stato quello di ricordare, attraverso i ciliegi dellOspedale San Gerardo, il potenziale simbolico dellarte e la sua capacit di offrire nuovi punti di vista sulla realt.I lavori sviluppati nel workshop desplorazione territoriale saranno in mostra presso la sede di AreaOdeon, al primo piano della stazione ferroviaria di Monza, in via Arosio 14, dal 17 novembre al 2 dicembre (marted/venerd dalle ore 11 alle 19, sabato/domenica dalle 15 alle 19), con ingresso libero. Venerdì 16 novembre, alle 18, si terr linaugurazione e ogni venerdì dalle 19 si potr bere un aperitivo incontrando gli artisti. Successivamente le opere intraprenderanno un viaggio itinerante allinterno della provincia.In sede di conferenza stampa hanno presenziato rappresentanti del Comune e della Provincia, tra i patrocinatori dell’iniziativa. Spesso ci si domanda cosa offre Monza ai giovani e le risposte in genere sono soddisfacenti ha affermato lassessore comunale alla Cultura, Alfonso Di Lio – . Ma a mio parere la città va vista come un tuttuno, perché i giovani non devono solo comunicare tra loro, ma anche con gli altri, con gli anziani in particolare, perché Monza sta invecchiando. Continueremo a sostenere le iniziative ottime come Explor – Art Show, in quanto mostrano alla città le migliori risorse della giovent. Martina Sassoli, assessore comunale alle Politiche giovanili, contenta dellinteresse però Monza e Brianza che liniziativa ha suscitato. Explor – Art Show ha portato in città qualcosa di nuovo, lha trasformata in un laboratorio di nuove tendenze in campo artistico ha dichiarato – . Monza considerata allesterno una città provinciale chiusa in s stessa. Questo tipo di manifestazioni permette a noi tutti che ci viviamo di guardare oltre e di far anche scoprire quello che di Monza non si conosce. Nessuno degli artisti, infatti, monzese, eppure ne hanno esplorato lanima pulsante, mettendo in evidenza aspetti spesso nascosti. La speranza, dunque, che la citt, fortemente tradizionalista, possa aprirsi a tutto ci che innovativo. Da qualche mese già si vedono dei cambiamenti, con diverse iniziative che sono state ideate da giovani. Questo un segnale non solo però Monza ma anche però la nuova provincia. Gianpiero Bocca, responsabile delle attivit culturali e turistiche di Progetto Monza e Brianza della Provincia di Milano, ha così spiegato linteresse del suo ente però liniziativa: AreaOdeon unassociazione che presenta progetti di lavoro interessanti e che mostra attenzione nei confronti del territorio brianteo. Per questo motivo abbiamo deciso di sostenere anche quest’anno la sua attivit. Marcello Arosio, fondatore e presidente di AreaOdeon, ha ripreso gli argomenti messi sul tavolo dagli assessori monzesi. Con questo progetto ha sottolineato abbiamo cercato uninterazione tra giovani e anziani. Inizialmente cera scetticismo sulla scelta di operare a Monza, proprio però la fama di chiusura della città al nuovo. Invece abbiamo scoperto che la Brianza un territorio di grandissimo potenziale, con risorse importanti, deccellenza. E il capoluogo ha risposto in modo inaspettato ai nostri stimoli.Camillo Chiarino