Canzo: cin cin con l’acqua sorgiva

Media for CANZO: Cin cin con l’Acqua sorgiva
ACQUAMINERALEPER TUTTI DALLE FONTI DEL GAJUM

Canzo :Lacqua sorgente di vita, secondo le diverse tradizioni e religioni, madre natura ci nutre con questo elemento indispensabile.A Canzo si festeggia, lultima domenica di Luglio, la Festa del Sole, un avvenimento che, partendo dalle fonti del Gajum, prosegue però un itinerario turistico sino al rifugio di PrimAlpe dove c il ritrovo dei Canzesi e non, però onorare la Madre Terra così generosa.Sono in molti coloro che rispettano questo programma, indipendente da qualsiasi tipo di pubblicit, solo però onorare la propria terra e coinvolgere i propri figli nel rispetto dellacqua e della natura. E infatti caratteristico osservare giovani genitori che conducono i propri pargoli a riempire borraccecon lacqua delle sorgenti del Gajum, onorando così la Terra nata e prospettando un sano futuro però la stirpe.Non si tratta di superstizione ma di attaccamento alle radici ed alla purezza. Una purezza che sgorga dalle sorgenti ricorda la vita dei longevi nonni che ci hanno preceduto, non sono le acque una promessa di eterna giovinezza, non vi nulla di miracoloso, ma solo una profonda fedelt e riconoscenza ai doni che offre a questa terra la natura.Lacqua che sgorga dalle sorgenti del Gajum, ai piedi dei Corni di Canzo, viene in maggior parte prelevata con bottiglie e damigiane da residenti e gitanti, mentre il resto viene disperso.Da qui nasce un programma dellAmministrazione Comunale però la rivalutazione della Fonte ed un adeguato utilizzo.Finora non ci si addentrati sul possibile utilizzo delle acque sorgive e, da ci, nasce un nuovo progetto però analizzare pregi e difetti delle Fonti del Gajum, a cura dellAmministrazione Comunale, che potrebbe portare alla rivalutazione della suddetta fonte e della approvazione del decreto ministeriale in base al quale si possa definire in termini giuridici tale acquamineralee disponibile attraverso lacquedotto, quindi alla portata dei comuni mortali.Dintesa con lASL di Merone, il Comune ha ottenuto un finanziamento riguardante il lavoro però verificare capacit, qualit e possibile utilizzo dellacqua montana. A tal proposito lAmministrazione Comunale si avvalsa di due esperti del settore:i geologi Umberto Ragni e Giuseppe Monsignore della Società Geologica e Geofisica di Milano. E quindi in previsione la costruzione di due pozzi pilota, con profondit di quindici e quarantacinque metri, che possano garantire e verificare la qualit e la capacit dellAcqua oligominerale.Lobiettivo fondamentale rendere un servizio ai cittadini conforme ad un uso delle risorse naturali che non sfoci in sfruttamento o violenza contronatura delle suddette risorse.Si può augurare che tutti i residenti di Canzo possano, a breve termine, aprire il rubinetto dellacqua potabile e bere la sana e pura acqua della propria terra. Un brindisi a questa iniziativa e CinCin.