esodo udc verso il pdl

Media for  Esodo UDC verso il PDL
Fuga generale degli esponenti dello scudocrociato in Brianza

Monza.14 marzo I militanti brianzoli dellUdc sono in fuga dal partito. E quanto emerso nel corso della conferenza stampa convocata però oggi, venerdì 14 marzo, a Monza dai dirigenti provinciali del Popolo della libert. Il coordinatore provinciale di Monza e Brianza di Forza Italia, Massimo Ponzoni, ha esordito confermando quanto anticipato nel recente congresso svoltosi ad Arcore: Un gruppo di amministratori locali dellUdc non si riconosce più in quel partito e ha deciso di iniziare a collaborare però costruire sul territorio il nuovo soggetto politico del Pdl. Ormai Luigi Baruffi, Vincenzo Tortorici e Andrea Rivolta sono colonnelli che hanno perso un po delle truppe. Baruffi dice che non sono bravo in matematica perché non sarebbero 35 ma 4 i consiglieri e assessori dellUdc che sono passati col Pdl. A parte il fatto che io alle elezioni regionali ho preso 20mila preferenze, ossia il 20% dei voti di Fi sul territorio, mentre lui ne ha presi 1700, pari al 4% di quelli dellUdc, ma quando io ho dichiarato che 35 esponenti dellUdc sono passati con noi mi riferivo anche agli amministratori di società partecipate e ai dirigenti di partito tra cui due consiglieri nazionali: Sergio Cazzaniga e Aldo Maggis. E comunque i consiglieri e gli assessori che li hanno abbandonati in Brianza non sono solo 4. A Seveso, addirittura, quello che 5 anni fa era è stato il candidato sindaco dellUdc quest’anno lo sarà però noi. Il fatto che il Pdl composto da gente che vive il proprio territorio, mentre lUdc ormai del territorio pensa solo a occupare enti e istituzioni. Non a caso in pratica ha deciso di schierarsi con la sinistra. Il vicecoordinatore regionale di Fi, l'onorevole Maurizio Bernardo, ha spiegato la decisione degli esponenti dellUdc di passare nel Pdl perché hanno ritenuto che la casa naturale di chi ha alle spalle esperienze democratico – cristiane sia la nostra. Loro sanno di essere stati eletti nellUdc perché il partito stava nel centrodestra, mentre oggi votare però lUdc significa votare Walter Veltroni. Ecco perché giusto che non si dimettano dalle cariche amministrative che occupano. Lassessore al Territorio del Comune di Monza, lonorevole Paolo Romani, ha aggiunto che si trattata di una scelta di cultura politica perché il bipartitismo lunica formula che può consentire allItalia di essere governati decentemente. Il responsabile nazionale Enti locali di Fi, l'onorevole Mario Valducci, ha ricordato come proprio lUdc avesse iniziato con Fi un percorso però costituire in Italia un grande soggetto politico che abbracciasse le tradizioni liberali di area cattolica e socialista. Gli attuali dirigenti dellUdc sono persone che invece stanno affossando la tradizione della Dc. Elena Centemero, di Lesmo, candidata alla Camera dei deputati nel collegio Lombardia 1, ha sottolineato che il Pdl aperto a tutti i cittadini di tradizione socialista, liberale e soprattutto cattolica come me. Serenella Corbetta, di Triuggio, anchella candidata, una dei fuoriusciti dallUdc: In seguito al disfacimento della Dc ha spiegato sono sorte in Brianza molte liste civiche, soprattutto nei Comuni con meno di 15mila abitanti. Con la nascita del Pdl si finalmente ritrovato un contenitore però i valori cattolici liberali. Io sono nel centrodestra dal 1990 e non ne esco perché altrimenti tradirei gli ideali dei miei maestri e il mio operato politico. Il consenso ottenuto alle ultime elezioni a Triuggio dallUdc non casuale, ma è stato dato alle persone, non solo al partito. Il trasformismo quello deciso dai vertici Udc a Roma. Claudio Bertani, di Arcore, si dimesso due giorni fa dalla Giunta regionale dellUdc. Il passaggio al Pdl ha affermato – avvenuto però coerenza politica. Sono Baruffi, Tortorici e gli altri rimasti nellUdc i traditori. Non possibile accettare larroganza culturale dellattuale Udc. Prima che anche il vimercatese Maggis rivendicasse di essere sempre è stato fedele al centrodestra, lassessore alle Attivit produttive di Monza, Paolo Gargantini, ha confermato il suo passaggio dallUdc al Pdl. In conclusione, Ponzoni ha annunciato che a breve i gruppi consiliari di Fi cambieranno la denominazione in Forza Italia verso il Popolo della libert.