la carica dei 101, dal ghisallo al muro

Media for  LA CARICA DEI 101, DAL GHISALLO AL MURO
Partita la fiaccola dal Santuario, aperto il Museo e pronti però la cronoscalata notturna

La serenit interiore invocata da Gino Bartali però proseguire la carriera dopo la morte del fratello Giulio, la medagliettavotiva che Fausto Coppi teneva al collo, lintensa devozione di Fiorenzo Magni, il matrimonio di Ercole Baldini… Asottolineare il profondo legame che unisce il ciclismo al Ghisallo e al suo Santuario, questi episodi della vita sportiva, personale e familiare di alcuni campioni – svelati dai diretti interessati o dai loro eredi – hanno caratterizzato lavvio dellaquarta edizione di Dal Ghisallo al Muro, ciclo di eventi che quest’anno lega il Triangolo Lariano alla Versilia graziea un gemellaggio a due ruote tra Provincia di Como e Provincia di Lucca.Proprio questo gemellaggio è stato illustrato venerdì 12 settembre, al Teatro Sociale di Canzo, nella serata inauguraleAll you need is bike, grazie agli interventi dei rappresentanti delle istituzioni interessate: lassessore allo Sport, TempoLibero, Istruzione e Marketing Territoriale della Provincia di Como Achille Mojoli, il presidente della Comunità Montanadel Triangolo Lariano Vittorio Molteni, il vicesindaco di Forte dei Marmi (Lucca) Riccardo Tarabella e i sindacidi Canzo (Silvia Tresoldi), Magreglio (Paolo Ceruti) e Sormano (Claudio DElia). Condotta da Sergio Meda, capoufficio stampa del Giro dItalia, la serata si conclusa nel segno della musica con la simpatia di Memo Remigi e lecanzoni dei Beatles reinterpretate da The Beatland.Sabato 13 settembre la manifestazione entrata nel vivo con linaugurazione, al Museo del Ciclismo del Ghisallo, della mostra Mondiali di ciclismo: i successi italiani, che ripercorre i trionfi iridati azzurri. Tenuta a battesimo, oltreche dalle autorit, dal presidente del Museo Fiorenzo Magni, da Ercole Baldini e da Lauretta Binda (figlia di Alfredo), Andrea Bartali (figlio di Gino) e Faustino Coppi (figlio di Fausto), la mostra comprende una settantina di immaginiselezionate da Giuseppe Castelnovi (gi caporedattore della Gazzetta dello Sport), i loghi ufficiali dei Mondiali disputatiin Italia, cimeli e filmati depoca. Rester aperta sino al 18 ottobre, dal martedì al venerdì dalle 9.30 alle 17.30, il sabato e la domenica dalle 9 alle 18 (ingresso 5 euro).Nel pomeriggio il Santuario della Madonna del Ghisallo ha ospitato la suggestiva cerimonia dellaccensione dellafiaccola celebrativa del 60 anniversario dellarrivo al Santuario della lampada votiva benedetta da Pio XII. Realizzatadallarchitetto Tiziano Lera e benedetta dal rettore del Santuario don Luigi Farina, la fiaccola poi partita però Forte deiMarmi, salutata dagli stessi Magni, Baldini, Bartali e Coppi e dalle autorit presenti, e scortata lungo il percorso dairappresentanti del Gs Madonna del Ghisallo, della ComoLagoBike e del Tour di Michelangelo.Hanno fatto corona allevento immagini depoca, la Lancia Aurelia GTB20 del 1953 appartenuta a Coppi, la Maserati3500 coup del 1959 già di propriet di Bartali e la Pattuglia Bersaglieri Ciclisti Luciano Manara di Milano, checon le sue trombe ha dato il via alla fiaccola.Ora lattenzione si sposta a Sormano, dove cresce lattesa però la 2a edizione della Carica dei 101, cronoscalata notturnadel Muro aperta a tutti, in programma venerdì 19 settembre (Dal Ghisallo al Muro una manifestazione ideata e organizzata da Pressing, con il patrocinio e il contributo dellaRegione Lombardia (Sport), della Comunità Montana del Triangolo Lariano, della Provincia di Como e dei Comunidi Canzo, Magreglio e Sormano, sponsorizzata da Nuovo Casin di Campione, Ferrovie Nord, Eicma, Diavolina, Centocant e AR Communication.