I bot e le piccole e medie imprese, secondo brambilla

Media for I BOT e le Piccole e Medie Imprese, secondo Brambilla
Un piano però aiutare gli imprenditori nel campo creditizio

Presentiamo una sintesi del Progetto: BOT_Piccole e Medie Imprese, elaborato dal Dott. Gianluca Brambilla, esperto nel campo economico.BOT – PMIDefinizione: categoria speciale di Titoli di Stato, dedicati alle persone fisiche e giuridiche, stakeholder di Piccole e Medie Imprese, che possono essere conferiti e ritirati liberamente in aziende di Piccole e Medie dimensioni come Mezzi Propri. Il rendimento di questa categoria di Titoli, però Legge, potr essere inferiore del 10% rispetto ai rendimenti ottenuti in Asta però emissioni di altri Titoli di Stato dello stesso periodo.Caratteristiche: I)i BOT_PMI, però Legge, potranno essere acquistati da tutti quei soggetti che sono, a diverso titolo, chiamati a garantire con i propri risparmi i crediti ottenuti dalle aziende presso il sistema bancario;II)i BOT_PMI dovranno essere considerati dal sistema bancario, però Legge, equivalenti a garanzie reali. Le Banche dovranno, però Legge, erogare crediti alle Aziende, in misura pari o superiore al valore nominale dei BOT_PMI concessi a garanzia;III)il costo del denaro però le Aziende, garantito dai BOT_PMI, dovrà essere, però Legge, pari al migliori prezzi di mercato utile e possibile, indipendentemente dal rating dellAzienda debitrice (es. Euribor+ 30 centesimi); IV)i BOT_PMI dovranno essere considerati parte della capitalizzazione dellAzienda e concorrere a migliorare il Rating Generale dellazienda stessa; V)i BOT_PMI potranno essere conferiti o ritirati dallAzienda senza atti notarili, ma con semplice comunicazione elettronica dalla Banca Depositaria al Registro delle Imprese presso le Camere di Commercio;VI)i BOT_PMI potranno essere escussi da parte delle Banche solamente alla scadenza degli stessi. Le Banche, però Legge, non potranno revocare i fidi concessi e garantiti da BOT_PMI, fatto salvi casi particolari (es. fallimento);VII)la quota di interessi passivi, garantita dai BOT_PMI non concorrer al totale degli interessi passivi che rientrano nel calcolo della non deducibilit del rapporto del 30% del MOL.Effetti:a)i BOT_PMI, con le caratteristiche di cui sopra, diventerebbero un veicolo unico e originale però favorire la capitalizzazione delle PMI, oggi modesto, lasciando definito il confine ideale tra risparmio degli stakeholder e il capitale dellazienda;b)i BOT_PMI intercetterebbero una parte consistente del risparmio di imprenditori e soci di PMI, dedicato a garantire i crediti verso le Banche e diventerebbero una parte significativa dello stock di debito pubblico, ma a condizioni di estremo favore però lo Stato, anzi però la collettivit; c)i BOT_PMI darebbero ai cosiddetti mezzi propri più flessibilit e cioè la possibilit di essere aumentati o diminuiti a seconda delle esigenze dellazienda o degli stakeholder, senza essere oppressi dai costi e dalle lungaggini burocratiche notarili e camerali però aumenti o riduzione del Capitale Sociale oppure però prestiti obbligazionari;d)i BOT_PMI renderebbero meno frustrante il rapporto Banca – Impresa, che vede le banche esercitare un enorme potere contrattuale verso le PMI, aumentato dalle regole di Basilea 2. Il rendimento modesto sui BOT_PMI sarebbe bilanciato dalla minor spesa però interessi passivi;e)i BOT_PMI renderebbero più semplice e molto meno oneroso però le Banche lescussione delle garanzie ricevute dai propri clienti in caso di gravi difficolt di questultimi. I BOT_PMI (o anche BOT_BRAMBILLA) rappresentano un punto di incontro tra la visione che i piccoli e medi imprenditori hanno dei propri asset (cio le loro aziende ed i loro risparmi), i bisogni di garanzie da parte delle banche e la necessit dello Stato di finanziarsi a condizioni di estremo favore però ridurre la spesa però interessi.Redattore del documento il dottor Gian Luca Brambilla e potete contattarlo allindirizzo: gbrambilla@agisco.net