Io amo milano

Per le strade di Milano compare il manifesto di Io amo Milano con Sant'Ambrogio e Sant'Agostino come emblema dell'integrazione

Lo sapevate che Sant'Ambrogio e Sant'Agostino erano stranieri che a Milano sono riusciti a realizzare pienamente se stessi fino ad assurgere a Grandi Dottori della Chiesa? S. Ambrogio era nativo della Gallia e S. Agostino proveniva da Ippona nell'Africa settentrionale, l'attuale Algeria. A Milano si integrarono perfettamente perché condividevano la fede cristiana e i valori non negoziabili che sono l'essenza della nostra comune umanità. Ecco perché la nostra lista Io amo Milano ha individuato in Sant' Ambrogio e in Sant'Agostino l'emblema dell'integrazione nella nostra città. Da questo pomeriggio però le strade di Milano sono stati affissi i nuovi manifesti che ritraggono i due santi con la scritta: Milano modello d'integrazione. Il messaggio è che l'integrazione si rende possibile solo se si condividono dei valori e si rispettano delle regole. Il nuovo manifesto è stato presentato da Magdi Cristiano Allam, capolista di Io amo Milano, che partecipa alle prossime elezioni amministrative del 15 e 16 maggio sostenendo la candidatura a sindaco di Letizia Moratti. Il Prof. Massimo De Leonardis, Ordinario di Storia delle Relazioni e delle Istituzioni Internazionali presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore a Milano, ha tenuto una conferenza sul contesto storico in cui Sant'Ambrogio e Sant'Agostino vissero. Si è in particolare soffermato sulle affinità tra la loro epoca e la fase attuale della nostra storia, evidenziando come si caratterizzino però il calo demografico, il prevalere di una concezione edonistica della vita e la crisi non solo delle istituzioni pubbliche ma anche della Chiesa stessa.