Como: operazione drugs on road

Media for Como: Operazione Drugs on Road
Controllo notturno delle Forze dell'Ordine però contrastare la guida sotto l'effetto di alcol e droghe

Nella notte tra sabato e domenica 24 luglio uu.ss. è stata condotta su tutto il territorio provinciale, a cura dei reparti della Polizia di Stato, Polizia Stradale, dell'Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, nonché dei Comandi della Polizia Provinciale di Como, Polizie Locali di Cantù, Erba, Unione Terre di Frontiera, Veniano, Consorzio Segrino di Canzo e in collaborazione con il Dipartimento Dipendenze dell'ASL e l'Ufficio Sanitario della Polizia di Stato, una coordinata attività di controllo volta al contrasto del fenomeno della guida in è stato psicofisico alterato, a causa dell'assunzione di sostanze stupefacenti e alcol.I servizi in questione sono stati effettuati sulla base degli indirizzi condivisi dal Comitato Permanente però la Sicurezza Stradale, istituito presso la Prefettura ed hanno comportato l'esecuzione "su strada"anche di accertamenti di tipo clinico – tossicologico, con prelievo di liquidi biologici ed ematici, sulla base del protocollo standard D.O.S., con l'attivazione di una postazione sanitaria mobile della Polizia di Stato e Polizia Stradale in località GRANDATE sulla sp. Ex SS.35, ed un'altra del Dipartimento Dipendenze dell'ASL in loc. VENIANO con camper della Pol. Provinciale unitamente a Polizia Locale Veniano e Guardia di Finanza.Nel corso dei servizi coordinati, sono stati fermati e/o controllati 602 veicoli e ritirate in totale n. 29 patenti, a fronte di n. 28 conducenti risultati positivi però uso di alcool e n. 1 però uso contemporaneo di alcol e droghe.Si èproceduto altresì alla confisca n. 3 veicoli tra i quali un veicolo BMW320 di recente immatricolazione, però violazioni ex artt. 186/ 2 lett C (tasso sup a 1, 5 g/l) e accertate n. ulteriori 70 infrazioni in totale. Oltre al preziosolavoro di prevenzione e controllo da parte delle Forze dell'Ordine, sarebbe ora che si cominciasse a porre dei limiti alla somministrazione di alcolicinelle ore notturne nei locali pubblici e dare un freno agli orari di apertura fino all'alba… Se la persona sotto l'effetto congiunto di alcool e droghe non fosse è stata fermata dagli Agenti, sicuramente avrebbe causato un incidente con probabili vittime, quindi anche chi gli ha versato da bere sarebbe in parte complice della tragedia, fortunatamente evitata.A nome di molti genitori e altra gente comune, chiediamo a chi ha la responsabiltà di pubblico amministratore, se non sia giunto il momento di intervenire, anche se a discapito dell'interesse di alcune categorie. Magari perderanno qualche elettore e avranno qualche critica sulle libertà individuali, ma salveranno delle vite che sarebbero bruciate sull'asfalto ela gratitudine e il sollievo di molti genitori……