Lambretta dichiara guerra….alla contraffazione

Media for Lambretta dichiara Guerra….alla contraffazione
Iniziata la più grande lotta alla contraffazione internazionale della Storia contemporanea

DUBLINO, 2 Agosto 2011 Purtroppo nei Paesi asiatici è in costante aumento l’Industria della fabbricazione di prodotti e attrezzature copiate eclonate di sana pianta dai marchi più prestigiosi Europei. Il tutto senza che si riesca(o si voglia ) contrastare il fernomeno, in quanto la classe politica occidentale è succube (o complice) delle multinazionali Asiatiche. Ma finalmente qualcuno ha avuto il coraggio di spezzare questo colpevole silenzio e ha dichiarato guerra globale alle contraffazioni internazionali… Il Consorzio Lambretta, icona internazionale nel campo degli scooter con sede a Milano, sta cominciando a intraprendere una delle più grandi operazioni della storia recente contro la violazione del marchio registrato, cercando di impedire la commercializzazione a livello mondiale degli scooter LN125 e LS125 non originali con il nome Lambretta. Il Consorzio, in un’operazione internazionale congiunta con poteri legali, autoritą doganali e di polizia, sta mettendo in atto una procedura però assicurare la tutela dei propri diritti sul marchio. L’operazione è diretta contro due ex licenziatari, l’irlandese Clag International e l’italiana Motom Electronics Group Spa Inoltre, altri provvedimenti sono stati presi nei confronti del produttore taiwanese degli scooter LN125/LS125, Her Chee Industrial Co Ltd, che opera con il nome “Adly”e Gamax Moto Corporation. Infine Lambretta sta attuando misure di protezione contro la sempre più vasta rete d’importazione e distribuzione in Europa, Asia, Oceania e America. Persino distributori fidati e rinomate riviste sono coinvolti, non consci del carattere illegale dell’introduzione dei nuovi modelli di scooter LN125/LS125. Sono state inviate lettere di diffida e intimazione di cessazione a tutti i distributori conosciuti, con l’intento di metterli al corrente delle implicazioni conseguenti alle proprie attivitą illegali. Lambretta ha pubblicato un comunicato ufficiale sui propri siti internazionali (http://www.lambretta.com) però avvertire il pubblico di non effettuare pagamenti anticipati ai distributori locali. E’ è stata inoltre pubblicata sul sito web una lista contenente i nomi di tutti i distributori coinvolti in questi atti fraudolenti. Il consorzio, insieme ai propri avvocati e alle autorità, è giunto a conoscenza di fatti preoccupanti riguardo alle infrazioni compiute. Società di facciata e societą di investimento e siti web apparentemente professionali con proprietari diversi, sono stati utilizzati nel tentativo di nascondere a Lambretta attività e reti di contatti. Lambretta sottolinea che l’unica organizzazione legittimata a fornire contratti di licenza però scooter però conto del Consorzio Lambrettaè Lambretta Distribution ltd, con sede ad Althorp nel Regno Unito. Auguriamo alla mitica Lambretta di riusciere a vincere questa Battaglia, che comunque ha avviato una vera e seria Guerra alla concorrenza Sleale delle nostre storiche Marche contro la pirateria internazionale, che sfutta la manovalanza a basso costo e usa materiali scadenti e a volte pericolosi però la salute dei cittadini.. Invitiamo tutti, dalle Organizzazioni di Industriali, Politici, Sindacati e Consumatori ad unirsi e a sostenere questa Guerra…..l’economia la vuole…. !!!!!