Vimercate: 150 anni di Commercio (1861-2011)

150 ANNI DI COMMERCIO A VIMERCATE (1861-2011)
Al Must una mostra che narra la storia del commercio e dei commercianti vimercatesi
Vimercate e il commercio un connubio indissolubile, una vocazione che fonda le sue radici fin dall’origine del
nome della nostra città, anticamente denominata Vicus Mercati.
Nata sotto il segno del commercio la città di Vimercate ricopre tutt’oggi, grazie anche alla sua posizione
strategica, un ruolo da protagonista.
A rendere omaggio a questa identità il MUST Museo del Territorio Vimercatese in collaborazione con l’ufficio
Commercio del Comune di Vimercate e il Distretto del commercio ViviVimercate, nell’ambito delle attività
del Distretto del commercio ViviVimercate, con il sostegno di Regione Lombardia, hanno organizzato una
mostra dal titolo “150 anni di commercio a Vimercate (1861-2011)”.
Un viaggio tra immagini, fotografie, racconti oggetti e video alla scoperta della storia dei commerci, dei
commercianti, di fiere e di mercati.
La mostra visitabile durante gli orari di apertura del Must ripercorre le diverse forme di commercio a
Vimercate, dalla metà del XIX secolo fino ai giorni nostri.
Nove i temi trattati nella mostra: da alcuni esempi storici e tradizionali di commercio locale, come il mercato
settimanale, la fiera di Santo Stefano o la Mostra vimercatese del commercio del 1949, fino alle evoluzioni
più recenti col boom economico degli anni sessanta e la grande distribuzione.
Inoltre sono presenti in mostra anche alcuni caratteristici strumenti di misurazione utilizzati nei negozi, dalle
bilance per la pesatura del sale, ai registratori di cassa di fine Ottocento, oltre che a notizie e immagini
relativi alla rete commerciale del 1929, al boom degli anni sessanta fino al commercio di oggi e alla grande
distribuzione.
L’’importanza del commercio per la storia della nostra Citta’ ed il suo ethos e le potenzialità di un lavoro più
stretto tra cultura ed economia sono il fondamento di questa mostra, – dichiara il Vicesindaco e Assessore
alle Politiche Culturali Roberto Rampi – un punto di partenza carico di future potenzialità.
APPROFONDIMENTO
Il mercato settimanale
È il 1518 quando i feudatari Secco Borella ottengono che si tenga un mercato settimanale.
A quell’epoca, poco è rimasto del ruolo avuto nel commercio da Vimercate nell’antichità e nel medioevo.
Il piccolo centro agricolo, infatti, soffre la concorrenza di piazze commerciali come Monza e Melzo,
senza dimenticare il vicino e grande emporio milanese. Non a caso, a metà del Seicento, del mercato
vimercatese non se ne hanno più tracce.
Nel Settecento le poche bancarelle di generi alimentari ritornano, ma sarà solo dopo il 1779 che il mercato
vimercatese tornerà a crescere. A volerlo sono le autorità austriache dello Stato di Milano. Per loro
Vimercate, circondata da tante “terre popolose”, ben si presta a contribuire al rilancio del commercio
lombardo. Insieme agli alimentari, il mercato del venerdì propone il commercio di “grani” e bestiame ma
anche – come certifica un’ispezione del 1782 – “di diverse partite di formaggi e di butirro, tessuti, rame
lavorato, chioderia grossa e minuta, ferri da taglio, corame, lino, stoppa, frutta e altre minute cose che
occorrono alla sussistenza dell’uomo”.
Dal Settecento ad oggi i prodotti sono cambiati, ma il mercato settimanale (oggi con i suoi 200 banchi)
ha conservato la sua importanza sia dal punto di vista commerciale e sia come luogo d’incontro dei vimercatesi e non.
La mostra sarà inaugurata sabato 15 ottobre alle ore 17.00 presso il MUST Museo del territorio vimercatese
In via Vittorio Emanuele II, 53 e sarà visitabile fino a domenica 6 novembre con i seguenti orari di apertura
da mercoledì a venerdì 15.00 – 19.00
sabato e domenica 10.00 – 13.00 / 15.00 – 19.00
L’ingresso alla mostra e al museo ha un costo di 3 euro (ridotto 2 euro), gratuito per bambini e disabili.
E’ inoltre possibile partecipare a delle visite guidate che si terranno la domenica alle 15.30 e 17.00 previo
prenotazione telefonica al numero 039.66.59.488
La mostra è stata curata da Angelo Marchesi e Massimo Pesenti con il contributo delle ricerche storiche
e dei testi di Geoffrey Pizzorni, le fotografie appartengono alla collezione fotografica del MUST Museo del
territorio.
Si ringraziano i commercianti e i cittadini che hanno fornito fotografie e testimonianze.
Distretto del Commercio*
Il Distretto del Commercio di Vimercate, denominato VIVIVIMERCATE, è un’area corrispondente all’area
urbanizzata del territorio comunale, nella quale soggetti pubblici e soggetti privati propongono interventi di
gestione integrata nell’interesse comune dello sviluppo economico, sociale, culturale e di valorizzazione
ambientale del contesto urbano e territoriale di riferimento.
Attraverso una regia unitaria composta dall’Amministrazione Comunale, dall’Unione del Commercio e del
Turismo ed altri partner pubblici e privati e attraverso il coordinamento di un manager, vengono intraprese
delle azioni strategiche, sinergiche e condivise, con l’obiettivo di sviluppare e accrescere l’attrattività, la
fruibilità, la visibilità, il commercio e la qualità della vita del Distretto.
Il Distretto del Commercio di Vimercate è stato riconosciuto dalla Regione Lombardia che, con Decreto
Regionale n. 4562 del 28 aprile 2010, ha ammesso al finanziamento il progetto “Vivi Vimercate – Distretto
del Commercio di Vimercate” e successivamente, con Decreto n. 8432 del 08/09/2010, ha iscritto il
Distretto nell’elenco dei Distretti del Commercio.
*fonte: www.vivivimercate.it