Arcore: Gilera Day

Si tinge di rosso Gilera la città di Arcore. Domenica 23 l’inedita manifestazione voluta dal
Registro Storico Gilera e inserita nell’edizione 2012 del Settembre arcorese ha suscitato l’ampio consenso della cittadinanza accorsa numerosa per ammirare i bolidi della Casa motociclistica dei due anelli incrociati. Un’esposizione statica allestita all’ingresso del parco  della Villa Borromeo (dalle 10 alle 18), una sfilata lungo le vie principali del paese con partenza  dalla nuova sede del Registro presso l’Area industriale ex Gilera (alle 14.30) e una conferenza incentrata sulla storia architettonica dello stabilimento di via Cesare Battisti (alle 15.30), hanno tenuto banco nella prima edizione del ‘Gilera Day’.

Un giorno, quindi, tutto dedicato alla gloriosa Casa motociclistica che il commendator
Giuseppe Gilera seppe far nascere, crescere e prosperare proprio ad Arcore: e quando il rosso Gilera chiama, Arcore risponde sempre ‘presente’, a dimostrazione di quel felice connubio nato negli anni Venti e destinato a durare ancora nel tempo. Una risposta da parte del paese che per la prima volta ha coinvolto anche i suoi negozianti che, per l’occasione, hanno dato spazio nelle proprie vetrine a moto e trofei, nonché libri, foulard e dvd tutti dedicati alla storia delle rosse di Arcore.
Oltre quaranta gli esercizi commerciali che hanno aderito all’iniziativa, citati e ringraziati a uno a uno al termine della conferenza pomeridiana: la Casa del formaggio di Gianni Ferraro, Caffetteria In di Matteo Cerulli, fiorista Fratelli Mazza, Agenzia di viaggi La Zattera, Pasticceria Due Più, Anna 2000, Macelleria Comi, Ottica Optik, La Clessidra, Snoopy, Mariani Ferramenta, Sogni di carta, Rosso Studio d’Arte, Master Dog, Elettroshop, Onoranze funebri Caglio, parrucchiere De Ganis, parrucchiere di Rosanna Bisogno, Butterfly, Abbigliamento Pizzati, I Tesori, Erboristeria L’Herbier, la Casa del formaggio di Carron e Perego, Apple Chic, Cantu’ Baby, Camilla Intimo, Abbigliamento Chablis, Ottica Migliorini, Robert Calzature, Bar Sport di Otello Lietti, Autofficina Bestetti, pizzeria Civico 50, Fiore all’occhiello, Abbigliamento Cose In, Mandelli Gioielleria, Jolly Motors, fiorista Nicola Dartè, bar L’Elite Cafè, Libreria Novantadue, Coeco e Profumo di dolce che ha curato il buffet di fine conferenza.

Conferenza che ha visto al tavolo dei relatori il Sindaco Rosalba Colombo, il presidente del
Registro Storico Massimo Lucchini Gilera e l’architetto Gianni Corbetta che, introdotto
dal moderatore Adolfo Brioschi, ha relazionato sul tema ‘Gilera, architetture industriali’,
fra le mura di una Sala del camino gremita in ogni angolo di posto. Dopo aver presentato
l’argomento della conferenza ed evidenziato la valenza sociale e tecnica dello stabilimento,
Brioschi ha dato la parola al Sindaco Colombo che ha ricordato l’importanza della fabbrica
Gilera di Arcore ponendo l’accento sulla presenza delle Maestranze che ne facevano parte e che rappresentano uno dei suoi ricordi più vivi. E’ intervenuto poi Lucchini Gilera richiamando l’importanza del lavoro di Corbetta che fissa nel tempo il ricordo di una grande fabbrica che è patrimonio di Arcore: il nome di Giuseppe Gilera, al quale il paese non ha ancora dedicato alcun ricordo pubblico, è stato salutato da calorosi applausi. Corbetta ha quindi ripercorso, passo dopo passo, la formazione e lo sviluppo dello stabilimento, accompagnando la proiezione di disegni con una breve storia dei fatti salienti della società: non ha mancato di evidenziare alcune realizzazioni particolari come la torre idrica e il rifugio contro i bombardamenti, ed ha richiamato l’attenzione su alcuni particolari di abbellimento architettonico inusuali per queste costruzioni. Alcune domande sull’azienda provenienti dal pubblico si sono infine mescolate a ricordi personali di ex dipendenti, al termine di una conferenza che ha suscitato il vivo apprezzamento del numeroso pubblico accorso per l’occasione.
Come numeroso è stato il pubblico che sin dal mattino è venuto in Villa Borromeo per
ammirare le moto Gilera in esposizione sotto il gazebo del Registro Storico, pubblico che
non ha fatto mancare il proprio calore nemmeno nel primo pomeriggio quando, lungo le vie
principali del paese, sono sfilate le rosse di Arcore: partite dall’area industriale ex Gilera di
via Nazario Sauro, hanno attraversato Arcore da Nord a Sud, scortate dalla Polizia stradale e
assistite, all’ingresso nel parco, dalla Protezione civile.
In altre parole, è stato più che positivo il primo Gilera Day proposto dal Registro Storico di
Arcore.
Daniela Confalonieri