GIOVANI PADANI: STOP AL RAZZISMO DI ROMA

Sabato 22 settembre ’12 i giovani padani della provincia di Monza e della Brianza volantineranno  fuori da numerosi istituti del territorio per manifestare il loro pieno dissenso rispetto alla scelta fatta  dal ministro Profumo di destinare migliaia di tablet agli istituti scolastici di Puglia, Calabria, Sicilia
e Campania.
“Riteniamo inaccettabile che il ministro Profumo abbia deciso di spendere 31,8 milioni di € per  l’acquisto di un’ingente quantità di tablet destinati solo ed esclusivamente a 2.128 scuole del sud,  questo è il vero razzismo e si consuma contro i padani!
Ci hanno raccontato che sono fondi destinati alle regioni in crisi, ma noi ci chiediamo quali  regioni non siano in crisi in questo momento, i dati economici ci dicono che ogni giorno chiudono  moltissime imprese qui al nord, è ora di dire BASTA, è ora di dire PRIMA IL NORD!” spiega  Federico Arena, coordinatore provinciale del Movimento studentesco padano.
Sulla stessa linea il coordinatore provinciale dei giovani padani Andrea Villa, che
avverte: “Saremo fuori da tutte le scuole della Padania per raccontare cosa succede a Roma con i  nostri soldi. Ringraziamo il ministro Profumo che ha tolto la maschera al Governo, mostrandolo per  quello che è: una banda di principianti attenti solo alle banche e all’assistenzialismo meridionale.
La dichiarazione del Ministro Profumo è solo l’ultimo schiaffo che gli studenti del Nord ricevono  da questo Governo. Oltre a pagare tasse scolastiche più alte rispetto alla media nazionale, lo  studente lombardo merita una discriminazione del genere?”