VIOLENZA SESSUALE IN BRIANZA?

Grimoldi (Lega): “Massimo della pena e rivedere Codice penale”

“Auspico il massimo della pena per il trentenne marocchino arrestato dai carabinieri e ritenuto l’autore del bestiale e ripetuto stupro denunciato ad Aicurzio lo scorsa aprile. Se certi fenomeni continuano a ripetersi è perché la
nostra società è purtroppo ancora piena di vergognosi retaggi medioevali. Ma la colpa è in buon parte anche del nostro Codice penale: lo stupro equivale
all’omicidio di una donna, che non si riprenderà mai dallo shock. Bisogna inasprire le pene e usare condanne esemplari. Mi congratulo con i carabinieri di Bernareggio per aver identificato l’autore di questa orribile violenza: quando i giudici emettono le sentenze, dovrebbero pensare anche al lavoro delle Forze dell’ordine, troppo spesso mortificato per motivi ideologici”.