Con parco Arese Borromeo, Cesano partecipa a ’100 giardini per Expo 2015′

unnamed

Cesano partecipa col suo parco a “100 giardini per Expo 2015″ – Grazie all’adesione di Cesano a ReGIS – la Rete dei Giardini Storici nata nel 2006 che già unisce i parchi di Cesano, Cinisello, Desio, Lainate e Sesto San Giovanni, oltre a Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, Fondazione Minoprio, scuola Agraria del Parco di Monza, provincia di Milano, Politecnico di Milano BEST, Soprintendenza per i Beni Artistici e Paesaggistici di Milano – la città parteciperà con parco Arese Borromeo senza alcun costo a “100 giardini per l’Expo 2015″, un itinerario di visita per giardini, orti e frutteti che sarà messo a disposizione dei visitatori dell’Expo. Un unico brand per un’offerta turistica di interesse – La proposta di “100 giardini per l’Expo” è quella di un pacchetto turistico che racchiuda in un unico brand – facilmente riconoscibile dal pubblico, dalle istituzioni e dai mass media -, un percorso nel verde ‘coltivato’ che possa costituire un’offerta escursionistica valida e innovativa, capace di attirare parte dei visitatori attesi per la grande esposizione di Milano dell’anno prossimo. Parco e palazzo Arese Borromeo insieme – L’itinerario in cui il Parco di palazzo Arese Borromeo sarà inserito rappresenta una proposta strutturata e coordinata, che condurrà il visitatore a spasso tra i più bei giardini, orti e frutteti di Brianza – nel nostro caso, veramente ‘a un tiro di schioppo’ dai padiglioni dell’Expo milanese -. Una proposta turistica che potrà naturalmente andare oltre il semestre dell’Expo per costituire un’attrattiva turistica permanente (e non solo): nelle intenzioni, infatti, il marchio costituirà anche un rete per facilitare la circolazione e lo scambio di competenze e ‘buone pratiche’ trai 100 curatori dei Giardini aderenti. Gli step di lavoro di “100 giardini per Expo 2015″ prevedono, entro primavera, una serie di conferenze stampa di presentazione del progetto in Italia e all’estero e la distribuzione di brochure; quindi, dall’estate, l’implementazione delle visite nei parchi, giardini, orti e frutteti grazie alla creazione dell’itinerario turistico, di un portale on-line e di una campagna di comunicazione ad hoc per il nuovo itinerario. Le bellezze paesaggistiche, le coltivazioni caratteristiche e autoctone della regione, il patrimonio artistico e botanico dei giardini di cui è ricca in particolare l’area del nord milanese – già dal ’600 meta di villeggiatura della nobiltà meneghina, che vi ha lasciato tracce significative nelle dimore e nei parchi ancora presenti – saranno di stimolo all’interesse ed alla curiosità dei visitatori che, in particolare a Cesano – grazie alla presenza di palazzo Arese Borromeo – potranno unire le valenze ambientali a quelle storico-monumentali di eccellenza.