DE CECCO CAMPIONE ITALIANO 100KM. SU STRADA

Assegnato il titolo a Seregno
DI CECCO, RE D’ITALIA
L’ultramaratoneta abruzzese, sotto le sette ore, è il nuovo campione italiano di cento chilometri su strada. Prima tra le donne Barbara Cimmarusti. Oltre mille gli ultramaratoneti in gara.
È Alberico Di Cecco il «re d’Italia» di cento chilometri. L’ultramaratoneta abruzzese, 40 anni, nazionale italiano, domenica 30 marzo ha vinto la «Cento Chilometri di Seregno
– Trofeo Italsiva» valida per il campionato italiano di 100Km. su strada. La svolta intorno al 60esimo chilometro quando uno dei favoriti Pietro Colnaghi, secondo alla 100
chilometri del Passatore del 2012, in testa fin dall’inizio con Di Cecco, è «saltato». Sotto le
sei ore (06.47.43) Di Cecco («Vini Fantini by Farnese») che ha battuto il lodigiano Valerio
Conori («GP Corno Giovine», 43 anni), secondo al traguardo con il tempo di 07.26.24. Sul
podio anche il livornese Marco Lombardi (33 anni, «Atletica Libertas Runners Livorno»).
Per lui 07.31.16 il tempo al traguardo. Alberico Di Cecco, un nono posto alla maratona
olimpica di Atene 2014 e un personale di 06.28.47, ottenuto a Faenza nel 2011, era stato
terzo al mondiale 2012 corso in Brianza.
La «regina» è Barbara Cimmarusti («Atletica Futura ASD»). Corsa solitaria per la
42enne ultramaratoneta toscana, che ha chiuso con il tempo di XX, quest’anno ha vinto la
maratona di Crevalcore ed è stata terza a Terni e Ferrara. Seconda sotto le XX ore un’altra toscana, la 40enne Cristina Pitonzo («G.S. Maiano»), vice campionessa italiana, con XX.
Terza Scilla Tonetti, 39 anni, di Samarate, un terzo posto al «Tor des Géants», compagna
di squadra della Cimmarusti, che chiude con il tempo di XX.
Gli ultramaratoneti hanno corso sullo stesso percorso del mondiale 2012: un anello di 20
chilometri da percorrere cinque volte attraverso cinque Comuni della provincia di Monza
e Brianza (Seregno, Cabiate, Giussano, Verano Brianza e Carate Brianza), con partenza e
arrivo al Parco alla Porada.
Nella «Sessanta» il 45enne bergamasco Emanuele Zenucchi (Runners Valseriana) bissa
il successo dell’anno scorso con 03.55.30. A più di un quarto d’ora il 40enne comasco
Stefano Ripamonti («G.S.A. Cometa»). Sul gradino più basso del podio il torinese Stefano
Alzani (38 anni de «Il Giro d’Italia Run») con 04.20.34. Tra le donne vince la ligure
Giuliana Arrigoni, 49 anni del «Baia del Sole Alassio-Laigueglia», veterana del «Tor des
Géants», con 04.53.47. Sotto le cinque ore anche la 37enne monzese Daniela Viccari
(«Monza Marathon Team») che chiude a 04.55.50. La terza, Chiara Milanesi, 39 anni
dei «Runners Bergamo» taglia il traguardo con 05.13.41. Per molti ultramaratoneti
la «Sessanta» è servita per preparare la 24 ore di Torino del 12/13 aprile, test per
il prossimo Campionato Mondiale di 24 ore che si svolgerà nel 2015 nel capoluogo
piemontese.

Il bergamasco Igor Rizzi (42 anni), maratoneta d’esperienza del «Gruppo Alpinistico
Vertovese», ha vinto la «Maxi Sport Half Marathon» con il tempo di 01.08.56 (media
03.16). Alle sue spalle con 01.09.33 la giovane promessa della mezza maratona, il
brianzolo Michele Belluschi (22 anni dei «Daini Carate Brianza»), recente campione
lombardo dei 10 mila metri in pista. Sul gradino più basso del podio sale il 40enne Paolo
Pizzato della «Polisportiva Libertas Cernuschese» con 01.10.47.
Vince di esperienza anche Giovanna Meroni (45 anni), tra le donne. L’atleta canturina
(«Cantù Atletica») ha fermato il cronometro a 01.22.10. Seconda Cristina Clerici («G.S.
Bernatese») che, alla soglia dei 50 anni, chiude in 01.25.05. «Medaglia di bronzo» per la
varesina Lorenza Di Gregorio (45 anni dello «Sci Nordico Varese») con 01.26.04.
Più di mille gli iscritti alle tre gare (100Km., 60Km. e mezza maratona). E sicurezza
garantita da circa 600 volontari impegnati a controllare il percorso durante tutta la
giornata.
Accanto alle tre gare competitive si è corsa la «Straseregno», una gara non agonistica di 6
e 12 chilometri aperta a tutti. Più di due mila, tra famiglie e bambini, al via.
La corsa ha il patrocinio della FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera), della
IUTA (Associazione Italiana Ultramaratona & Trail), del CONI – Comitato Regionale
Lombardia, della Regione Lombardia e della Provincia di Monza e Brianza. In prima linea
nell’organizzazione il Comune di Seregno e i Runners Desio.