COMPLETATO IL RESTAURO DELLA VILLA REALE DI MONZA

Cerimonia di fine lavori per questo primo caso in Italia di project financing al servizio di una realtà culturale pubblica

Attilio Maria Navarra, Nuova Villa Reale Monza Spa, “Orgogliosi di poter restituire, in tutta la sua originaria bellezza, alla comunità monzese e al Paese, nei tempi previsti e nel pieno rispetto del piano di investimenti, il capolavoro del Piermarini. Grazie alla piena collaborazione tra pubblico e privato, l’Italia torna a riappropriarsi non solo di un insigne monumento, carico di memoria storica e di qualità artistica, ma soprattutto di un luogo vivo e vitale pensato per promuovere attività ed eventi culturali e sociali”.

 La Villa Reale di Monza torna al suo antico splendore. Si sono conclusi nei giorni scorsi i lavori di restauro curati da Nuova Villa Reale Monza Spa, società controllata da Italiana Costruzioni Spa, e partecipata da Malegori Comm. Erminio Srl e Na.Gest. Global Service Srl.

Il bando di Infrastrutture Lombarde (Regione Lombardia) per la progettazione, restauro e gestione della villa rappresenta il primo caso di project financing di una realtà culturale pubblica. L’intervento è stato reso possibile grazie anche al contributo di Arcus Spa, società per lo sviluppo dell’arte, della cultura e dello spettacolo.

In poco più di due anni quasi un centinaio fra operai e restauratori hanno lavorato nel corpo centrale della reggia, una struttura di 10 mila mq per oltre 40 stanze, 3.500 mq di superficie, 2.000 mq di parquet, 800 mq di superfici lapidee e 1.200 metri di impianti.

Alla cerimonia di fine lavori di restauro hanno preso parte, fra gli altri, Caterina Bon Valsassina, direttore regionale per la Lombardia del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Roberto Maroni, presidente della Regione Lombardia, Roberto Scanagatti, sindaco di Monza e presidente del Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, Attilio Maria Navarra, amministratore delegato di Nuova Villa Reale Monza Spa e presidente di Italiana Costruzioni Spa.

I lavori, iniziati a marzo 2012, hanno interessato il piano terra (interventi sulle pareti e componenti lignee, consolidamento delle strutture), il primo piano nobile (consolidamento del cornicione del Salone delle Feste, restauro della Sala Bianca) e Il Belvedere (consolidamento e messa in sicurezza). I lavori più corposi hanno riguardato il secondo piano nobile. Sono stati realizzati interventi di consolidamento, pulitura, messa in sicurezza, integrazione pittorica e delle parti mancanti su volte, parquet e apparati lignei. Restaurati anche lo scalone d’onore e la facciata della reggia.

Entro fine agosto saranno conclusi i collaudi tecnici e a settembre il complesso architettonico del Piermarini sarà aperto al pubblico.

Per i prossimi 20 anni Nuova Villa Reale Monza Spa si occuperà della gestione degli spazi della reggia con il supporto di un comitato scientifico, composto da professionisti di spicco nel mondo dell’arte, della cultura e dell’informazione, e di un comitato di vigilanza e controllo che garantirà la qualità e l’efficienza della gestione. Nuova Villa Reale Monza Spa sarà affiancata da società di lunga esperienza nel ramo culturale-museale (Triennale di Milano), della ristorazione (F&Degroup di Marcello Forti) e degli eventi (Vision Plus).

E’ una grande soddisfazione – ha dichiarato il Sindaco di Monza e presidente del Consorzio Villa Reale e Parco di Monza - vedere come i lavori appena conclusi abbiano riportato al suo antico splendore uno dei gioielli più preziosi della nostra città e del suo territorio. Un bene che arricchisce il patrimonio dell’Italia, a pochi mesi da Expo, e che presto, da settembre, sarà a disposizione di tutti i cittadini. Intendo proporre, in accordo con il concessionario, un periodo di apertura straordinaria al pubblico della Villa Reale e una serie di iniziative per far arrivare il più lontano possibile il messaggio che un bene di eccezionale valore è tornato sulla scena del ricco panorama culturale italiano. E’ stato svolto un ottimo lavoro e di questo dobbiamo essere grati agli architetti, ai tecnici, agli operai e ai restauratori che si sono impegnati con passione e competenza. Desidero inoltre ringraziare tutti i membri del Consorzio per la proficua attività svolta in questi due anni: sempre in stretto e costruttivo rapporto con Nuova Villa Reale Monza, credo di poter dire che siamo riusciti a collaborare per promuovere e sostenere le migliori soluzioni per un uso pubblico e di gran qualità degli spazi appena restaurati. La scelta dei soggetti che in diversi modi avranno il compito di gestire gli spazi recuperati, testimonia della volontà di valorizzare la villa quale museo di se’ e come luogo che si candida a ospitare mostre ed eventi di livello internazionale, a partire dall’esposizione permanente sul design in collaborazione con Triennale Milano. Tutto ciò in vista di Expo 2015 e con l’ambizione dichiarata di voler mettere in moto un volano economico a vantaggio di tutto il territorio”.

Siamo molto soddisfatti – ha commentato Attilio Maria Navarra, amministratore delegato di Nuova Villa Reale Monza Spa e presidente di Italiana Costruzioni Spa – del lavoro svolto dai nostri professionisti nell’arco di questi due anni. La reggia di Monza è finalmente tornata a risplendere e fra qualche mese, dopo aver portato a termine i necessari collaudi, potremo restituirla ai monzesi e, più in generale, agli italiani. Siamo contenti di aver partecipato attivamente a questo primo caso di gestione mista del patrimonio culturale pubblico che preservi la fruizione da parte dei cittadini e lo mantenga nel tempo con una gestione imprenditoriale. Vorrei ringraziare in modo particolare le istituzioni locali e tutti gli attori coinvolti in quest’opera per la loro preziosa collaborazione. Anche se può sembrare scontato voglio ribadire con l’occasione che la villa è e resta dei brianzoli e sarà sempre a disposizione della comunità”.