Treni, Monza più collegata con il sistema dei trasporti nazionali e con l’Europa. Tra pochi mesi direttamente con sito Expo

 Con l’orario entrato in vigore il 15 giugno 2014 Monza beneficia di un deciso potenziamento dei collegamenti con Milano Centrale, quindi con tutto il sistema dei trasporti nazionali, con la Valtellina e con la Svizzera. Attivati inoltre, fino a settembre, i collegamenti nei fine settimana con le località di mare. E tra pochi mesi sarà anche disponibile un link diretto con il sito di Expo. Lo prevede il piano adottato da Regione Lombardia in accordo con le compagnie che effettuano il servizio di trasporto ferroviario, i cui dettagli relativi a Monza sono stati illustrati oggi dall’assessore alla Mobilità Paolo Confalonieri.

 32 treni internazionali e 34 per la Valtellina

Novità assoluta è il collegamento diretto con Zurigo, importante hub trasportistico a livello europeo, e altre città della Svizzera. In totale da giugno fermano a Monza32 treni internazionali, di cui: 14 treni EuroCity al giorno da e per Zurigo; 17 treni Regionali Express da e per Lugano e Bellinzona. I collegamenti EC sono svolti con materiale ETR 470, i treni per Bellinzona sono effettuati invece con materiale rotabile moderno FLIRT (i cosiddetti treni TILO di colore bianco e rosso). Sono 6  invece le nuove corse da e per la Valtellina che portano ad un totale di 34 i collegamenti diretti al giorno tra Monza e Sondrio/Tirano e viceversa. Questi treni sul lato italiano fanno tutti capolinea a Milano Centrale, potenziando di conseguenza anche i collegamenti con il resto dell’Italia attraverso un maggior numero di coincidenze in Stazione Centrale.

 I treni del mare

Dal 15 giugno al 7 settembre inoltre, tutte le domeniche e nei giorni festivi, circolano 4 coppie di treni da Gallarate, Milano, Lecco e Bergamo verso le spiagge della Liguria, su cui è possibile salire con biglietti regionali o sovraregionali. Monza è interessata in particolare alla fermata del treno che collega Lecco con Sestri Levante. L’auspicio è che per il prossimo anno i ‘Treni del mare’ in partenza da Gallarate, Milano e Lecco siano effettuati anche di sabato, come già avviene anche per il treno in partenza da Bergamo.

 

Bilancio e prospettive

In questi anni quindi il servizio da e per Monza ha visto notevoli passi avanti:

Incremento del numero di corse a servizio della città, portando a 350 il numero totale di corse/giorno fra Monza e Milano, con cadenze proprie di una linea metropolitana ma con respiro regionale (per confronto, la linea metropolitana M2 ha circa 200 corse al giorno tra Milano e Gessate e viceversa).

Nuovi treni GTW sulla linea Monza-Molteno-Lecco che hanno fortemente alzato la qualità del servizio, attirando sempre più passeggeri trasportati.

Per quanto riguarda il prossimo futuro, è auspicabile prevedere, lavorando insieme a Regione Lombardia, Trenord e RFI, ulteriori passi avanti a favore degli utenti e dei pendolari della città di Monza e del territorio: per EXPO 2015 Monza e la Brianza avranno un collegamento diretto con il sito espositivo, attraverso la fermata di Rho-Fiera, possibile anche oggi, ma con cambio a Porta Garibaldi.

Il miglioramento dei collegamenti con la Valtellina, attraverso il progressivo rinnovo del materiale rotabile, anche utilizzando i nuovi treni “Coradia”,

L’allargamento della sagoma nelle gallerie di Monza e di Cucciago per consentire anche il transito di treni passeggeri più capienti.

Il potenziamento delle corse nella fascia serale 21-24, per rendere ancor più metropolitano il servizio tratta Milano-Monza

 Miglioramenti in stazione e nuova fermata Monza Est

Mentre procede il lavoro di RFI in accordo con il Comune di Monza e Regione Lombardia per implementare il progetto di una nuova fermata ferroviaria a Monza Est Parco, negli ultimi anni la storica Stazione di Monza ha visto le fermate di sempre più treni, ma ha anche compiuto un notevole sforzo per migliorare l’accessibilità, grazie anche a RFI: l’accesso EST di Porta Castello, dove c’è il principale nodo di interscambio con i bus; l’innalzamento dei marciapiedi per favorire l’accesso ai treni; i nuovi sistemi elettronici per l’informazione in tempo reale dei treni in partenza; l’attivazione degli ascensori che portano a tutti i binari; l’installazione, avvenuta in questi giorni, delle canaline sulle scale per agevolare la salita e la discesa a mano delle biciclette.