Il Castello di Monguzzo mostra i suoi “Tesori “…

castello sal
Domenica 14 settembre 2014,
 In una bella giornata di sole, che invita ad una escursione nelle verdeggiante Alta Brianza, precisamente a Monguzzo,vicino a Erba ,per visitare il suo Castello, costruito nel punto più elevato della collina morenica, tutt’ora in uso come Centro Studi Ordine Ospedaliero Fatebenefratelli, Ordine di San Giovanni di Dio.
Discreta la  partecipazione di pubblico, sopratutto molto interessato e curioso .
Per la visita ci accompagna la guida Sig. Patrizia,che si occupa di  tutto il patrimonio da diversi anni.
Ottima organizzazione, gestita dalla Pro Loco, ricostituitasi da 4 anni or sono, con il Presidente il Sig. Riccardo Fiorile, che si impegna nelle visite guidate gratuite al Castello di Monguzzo e  ai  momenti di ricreazione e aggregazione durante l’anno, Grande interesse e partecipazione di giovani musicisti, per la due giorni di musica di fine estate.
Costruito da Re Berengario nel 917, passa poi ai Canonici di Monza, che ne fanno una prigione di Stato.
Poi arrivano gli Sforza, che conquistano tutto il feudo.
Gli ultimi proprietari ad occupare il Castello, sono Il Cav. Ferruccio Benocci , un  imprenditore milanese , il quale venne ucciso in un agguato e la moglie decise di donarlo alle ACLI, infine ai Frati.
Il Castello di Monguzzo, totalmente agibile, si trova al centro di un parco di 60.000 mq.
All’interno una sala biblioteca con 10.000 libri compreso un erbario e di una sala Farmacia con ancora i vasi per contenere erbe medicamentali, appartenuti ad una famiglia di farmacisti vaticanensi.
Le stanze hanno decori, stemmi e quadri rappresentanti tutti colori che in qualche modo sono passati in quel Feudo.
Lo scalone in stile gotico del XII e XIV secolo, 48 camere per ospiti e la stanza del Consiglio tutt’ora operante.
Nel cortile interno un pozzo manufatto di pietra costruito con in un  pezzo unico .Cosi imponente , ne esiste solo un’altro in tutta Europa. 
 Foto e Testo di Marisa Mauri