Agostini e Pirovano al battesimo del Museo della Velocità

Museo Monza 2

Esposizione fisica e multimediale in continuo divenire. Francesco Ferri: “Solo una tappa del processo di rinnovamento dell’Autodromo”

 

Si concretizza un’altra tappa del percorso di rilancio che il nuovo management dell’Autodromo Nazionale Monza ha programmato per il futuro del circuito. Quest’oggi è stato inaugurato il Museo della Velocità, uno spazio espositivo previsto nel piano industriale redatto dalla dirigenza Sias con l’obiettivo di fornire una cornice di attività e iniziative per permettere ai visitatori di vivere l’autodromo a 360 gradi. Un ulteriore luogo aperto al pubblico dopo l’Infopoint inaugurato nelle scorse settimane.

Il prosieguo del cammino per l’Autodromo Nazionale Monza, iniziato con l’insediamento del nuovo consiglio di amministrazione, ha richiesto la condivisione dei propositi con il territorio e i partner strategici. A dimostrare la vicinanza al nuovo corso dell’Autodromo Nazionale Monza, la presenza tra il parterre alla Premiére del Museo della Velocità del presidente ACI Angelo Sticchi Damiani, del vicepresidente AC Milano Marco Coldani e del sindaco Roberto Scanagatti. Sticchi Damiani e Coldani hanno confermato la volontà di impegnarsi per il mantenimento del Gran Premio d’Italia di Formula 1 a Monza.

 

Giacomo Agostini e Fabrizio Pirovano sono stati testimonial d’eccezione per la Premiére del Museo della Velocità, il nuovo padiglione espositivo multimediale inaugurato questa mattina all’Autodromo Nazionale Monza. Nell’area a fianco del villaggio dei negozi, è aperto al pubblico da quest’oggi il Museo della Velocità, uno spazio in cui il visitatore può vivere un’esperienza multisensoriale attraversando quattordici aree tematiche differenti che narrano la storia del circuito con automobili, motociclette e piloti. A fianco di pezzi rari da collezione, trovano posto immagini, dati, filmati e installazioni di edutainment. Il museo non vuole essere un insediamento statico ma al contrario vivrà trasformazioni continue e dinamiche nell’ottica di interpretare al meglio la logica della velocità, ruotando periodicamente l’apparato espositivo. Una meta pertanto non solo per gli appassionati di motorsport ma anche per famiglie e bambini che si avvicinano per la prima volta al mondo dei motori. L’esposizione non rimarrà racchiusa tra le mura del padiglione ma proseguirà anche in tutto l’autodromo con un’applicazione per smartphone che guiderà il visitatore nei luoghi simbolo del circuito, continuando la narrazione iniziata al museo con immagini, video e curiosità.

Ecco il Video dell’Evento  :  https://www.youtube.com/watch?v=CNbBguf9IzE