About brianzanews

Brianza Channel: la 1° televisione della Brianza su Sky , Web ,Snet. Nel 1992 un gruppo di esperti della Comunicazione, coordinati da Gianfranco Beretta, inizia una collaborazione tecnica con tv locali lombarde e nel 1996 viene assunta la Direzione di Brianza 6 Nel 2000, decidono di dare vita ad un nuovo progetto multimediale che precede di molto le tecnologie di allora, lasciandosi alle spalle le vecchie Tv Locali, ancora legate ai vincoli tecnici analogici. Nasce Promedya, che raccoglie appassionati in trasmissioni Tv Satellitari, giornalisti e informatici e subito parte il primo portale di informazione con filmati via Web della Brianza: BRIANZA NEWS.IT. In poco tempo diventa la prima WEB TV dei territorio di Monza , anche se vengono trasmessi altri programmi su reti Tv Italiane e estere . Da sempre la Redazione pone l’attenzione sui problemi della gente, delle Associazioni,degli Artigiani e Imprenditori , che rappresentano il vero polso del territorio e si batte per la difesa dell’ambiente e delle radici storiche e folcloristiche, comprese le zone di Como e Lecco. Benché nello Staff ci siano molti interessi diversi, l’impegno per alcuni obiettivi è sempre stato comune, sia per ottenere la Nuova Provincia, sia per la difesa della funzionalità dell’Autodromo, sempre , chiaramente, senza nessuna titubanza . Per Info : brianzatv@yahoo.it

GLI IMMEMORI DI UNA VERGOGNA…

Riflessioni ..di Gianmaria Italia
Il 30 novembre 1946 un noto quotidiano di Partito  scriveva:
“Non riusciremo mai a considerare aventi diritto ad asilo coloro che si sono riversati nelle nostre grandi città. Non sotto la spinta del nemico incalzante, ma impauriti dall’alito di libertà che precedeva o coincideva con l’avanzata  degli eserciti liberatori. Non meritano davvero la nostra solidarietà né hanno diritto a rubarci pane e spazio che sono già così scarsi”.
Quel giornale era… L’Unità.
Quell’incitamento venne preso alla lettera in occasione di un episodio tristemente passato alla Storia come “il treno della vergogna”: un convoglio di carri merci su cui viaggiavano nostri profughi che, provenienti da Pola erano sbarcati ad Ancona dalla nave Toscana ed erano diretti a Bologna. In questa stazione li attendeva il massimo dell’ostilità: il treno venne preso a sassate mentre aderenti alla CGIL minacciarono di scioperare se a quegli esuli  fosse stato dato da mangiare.
Era il 18 febbraio del 1947.
Alcuni attivisti di sinistra arrivarono a rovesciare sui binari i contenitori del latte messo a disposizione per sfamare i bambini … Erano tutti Italiani , fratelli  contro fratelli ..
Forse non lo sa chi taccia di razzismo quegli Italiani che si oppongono all’arrivo indiscriminato di migranti.
Oppure la memoria è corta per convenienza elettorale?
E invece, un momento i riflessione per le umiliazioni patite dai nostri connazionali espulsi dalle italiche terre giuliano dalmate proprio no?
Meditate  Cittadini , meditate ….
Articolo di Gianmaria Italia.
Video Storico :
https://www.youtube.com/watch?v=hWRjMVX1Mo0