85° Formula 1 Gran Premio d’Italia Antonio Rossi

Fuori GP 2014 intervista al Pres. Prov. Monza Brinza Dario Allevi

UP AND GO VESTE L’INGRESSO DELL’AUTODROMO NAZIONALE MONZA

A pochi giorni dal più atteso evento motoristico, il tempio della velocità monzese cambia faccia sin dal suo ingresso.

Villasanta, 04 settembre 2014. In occasione del Gran Premio di Formula 1 sportivi, appassionati e spettatori varcheranno la “nuova porta” dell’Autodromo monzese. Ad attenderli una scenografia dal forte impatto comunicativo che ben si contestualizza nel recente rinnovamento di gestione del polo motoristico più importante d’Italia. Si tratta di un’istallazione che ben evidenzia l’identità della struttura e che riconferma, sin dal suo ingresso, la valenza e il ruolo di primo ordine del circuito per le più importanti manifestazioni sportive. Una nuova cornice dunque per il viale alberato che conduce nel cuore dell’impianto che nel prossimo fine settimana sarà varcato da migliaia di ospiti. L’istallazione temporary richiama i colori storici del marchio monzese conosciuto nel mondo. A realizzare il progetto è stata la società Up and Go di Villasanta, leader nel settore degli allestimenti e partner di numerosi brand importanti, che con i suoi architetti e designer ha sviluppato l’idea proponendone l’innovativa soluzione e avvalendosi di materiali e tecnologie di ultima generazione. Stupire l’ospite sin dall’ingresso, far cogliere la maestosità di un luogo che ha visto passare i più grandi sportivi di tutto il mondo: questo l’obiettivo dell’operazione realizzata in tempi da record per arrivare puntuali all’appuntamento con la Formula Uno di questo fine settimana. “Abbiamo studiato e messo a punto un layout che esprimesse a pieno l’identità di Autodromo Nazionale Monza – spiega Andrea Rossetto, responsabile commerciale di Up and Go – per noi è un grande orgoglio aver creato un adeguato supporto scenico ad una struttura di questo calibro che merita di mostrarsi al mondo in tutto la sua importanza anche attraverso un’immagine chiara, giovane, dal grande impatto scenografico. Auspichiamo che questo moderno ingresso possa diventare simbolo di buon auspicio per un rinnovato successo del circuito più conosciuto al mondo: una nuova porta, per un nuovo Autodromo”.

Monza; Presentazione dell’85° Formula 1 Gran Premio d’Italia

AUTODROMO DI MONZA, STORIA E INNOVAZIONE VERSO UN NUOVO FUTURO “Dopo tanti Gran Premi d’Italia vissuti nelle vesti di tifoso, di pilota e di commentatore televisivo, è per me un onore ed un’emozione presentarmi per la prima volta quale presidente di una gloriosa Associazione che da 111 anni tutela gli automobilisti e gli utenti della mobilità e promuove lo sport motoristico. E che dal 1922 gestisce questo impianto unico nel mondo per la sua storia e per le sue caratteristiche, da tutti conosciuto come il tempio della velocità”. Con queste parole il presidente dell’Automobile Club Milano, Ivan Capelli ha aperto la conferenza stampa di presentazione del Gran Premio d’Italia 2014, svoltasi questa mattina presso la sala stampa “Tazio Nuvolari” dell’Autodromo Nazionale Monza. “L’Automobile Club Milano e lo stesso Autodromo devono riaprire un dialogo fattivo con le istituzioni, con i soci, con i tifosi. Da un lato, ha sottolineato Capelli, va ricreata una attiva vita associativa, dall’altro l’impianto va vissuto intensamente in tutte le stagioni da un numero maggiore di frequentatori che devono trovare nuovi servizi e nuove attrazioni” “L’Autodromo è un importante asset territoriale con grandi potenzialità, inserito in un sistema unico – ha affermato il presidente di Sias (la società che gestisce l’Autodromo di Monza) del quale fanno parte il Parco e la Villa Reale – che può dare valore e occupazione anche in vista di Expo 2015, una grande opportunità a cui stiamo lavorando. “Sono abituato a ragionare da imprenditore con un’ottica di lungo termine, ha proseguito Dell’Orto: il primo obiettivo è ovviamente il rinnovo del contratto relativo alla Formula 1, ma puntiamo a migliorare e sviluppare nuovi progetti, poiché l’Autodromo ha creato innovazione e tecnologia e la Formula 1 non può fare a meno di storia e innovazione. Mi aspetto dei fatti. Abbiamo nuove e tante sfide davanti: lavoreremo insieme con impegno e passione” “Finché sarò presidente dell’ACI si farà il Gran Premio d’Italia di F1 a Monza. Il Mondiale F1 non può prescindere dall’Italia e da Monza”, ha sottolineato di seguito il presidente dell’Automobile Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani. “L’Autodromo di Monza è il tempio dello sport automobilistico – ha continuato Sticchi Damiani – e stiamo lavorando intensamente per ribadire la centralità del Gran Premio d’Italia a Monza nel calendario mondiale della F1: una sfida che possiamo vincere solo con il sostegno sinergico di tutti. Non ci accontenteremo di una conferma protempore tra i GP incerti di anno in anno”. Alla conferenza stampa hanno partecipato – oltre ai presidenti di ACM, Sias ed ACI – il sindaco di Monza, Roberto Scanagatti, l’assessore allo Sport della Regione Lombardia, Antonio Rossi, il presidente della Provincia di Monza Brianza, Dario Allevi, il presidente del Coni Lombardia, Pierluigi Marzorati.

GRAN PREMIO DI ITALIA 2014: TORNA LA FORMULA UNO A MONZA

Gran Premio d’Italia, un brand che vale 3,8 miliardi di euro. Per la settimana dell’evento l’indotto diretto è di circa 28,5 milioni di Euro, di cui 14,5 milioni per la Brianza, oltre 8,6 milioni per Milano e 3 milioni per Como.

Torna la Formula Uno a Monza, l’evento sportivo che porterà benefici economici per le attività del territorio. L’edizione 2014 del Gran Premio d’Italia genera, in una sola settimana, un indotto turistico “diretto” di 28,5 milioni di Euro. Il sistema della ricettività alberghiera ed extralberghiera beneficerà di 9,3 milioni di Euro. I turisti sportivi faranno shopping per 9,2 milioni di Euro mentre sono in arrivo con il GP per il settore della ristorazione 7,6 milioni di Euro. Per il comparto della mobilità, fra trasporti e parcheggi, l’indotto è di circa 2,1 milioni di Euro. E il GP è un affare non solo per Monza e Brianza, ma anche per tutto il territorio limitrofo: l’edizione 2014 porta più di 14,5 milioni di Euro nelle casse di albergatori, ristoratori e commercianti brianzoli, ma genera indotto turistico anche nell’area milanese per oltre 8,6 milioni di Euro, nelle località lacustri e di villeggiatura di Como e di Lecco con un indotto turistico rispettivamente di 3 milioni di Euro e di circa 900mila Euro. E’quanto emerge da una stima dell’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza su dati Registro Imprese, Istat, Censis, Isnart, Autodromo Nazionale Monza. Il brand “Gran Premio d’Italia” è stato stimato dall’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza in 3,8 miliardi di Euro, sulla base di un insieme di parametri: conoscenza e attrattività della manifestazione a livello nazionale ed internazionale, flussi turistici generali e legati all’evento, competitività economica del territorio (imprese, indice di apertura commerciale, PIL), a partire da “Anholt Brand Index”, dati Autodromo Nazionale Monza, Registro Imprese, Istituto Tagliacarne.

Da domani parte MonzaEstate, prosegue l’offerta musicale cittadina. Dal 3 al 20 luglio.

Giovanni Falzone (domani sera), musica etnica, omaggio a De Andrè e Pink Floyd. Il 4 luglio spettacolare marching band canadese con 120 elementi

Domani, giovedì 3 luglio, dopo il jazz nel centro storico cittadino dei giorni scorsi, avrà inizio la rassegna di spettacoli MonzaEstate,iniziativa promossa dal Comune per intrattenere monzesi e visitatori fino al 20 luglio con spettacoli dal vivo e gratuiti che si terranno sotto i portici dell’Arengario, in piazza Roma.

L’evento inaugurale vedrà l’esibizione, domani sera alle 21.30, di Giovanni Falzone e delle sue Mosche Elettriche in Around Nirvana, nuovo progetto dedicato al famoso gruppo grunge americano, da cui sono stati presi in prestito diversi spunti poi rimescolati in una potentissima salsa jazz-rock. Lo spettacolo di Falzone e due successivi appuntamenti musicali di Monza Estate sono inseriti nella programmazione di Suoni Mobili 2014, messa a punto dall’Associazione Musicale Musicamorfosi, che collabora con l’amministrazione comunale.

La sera dopo, venerdì 4 luglio dalle 20.30, con partenza da piazza Carrobiolo, si terrà invece, in collaborazione con l’Associazione Italia Marching Show Band, uno spettacolare evento musicale con una band di fama mondiale proveniente dal Canada, la Red Deer Royals Show Band, gruppo di 120 elementi di età compresa tra i 10 e i 20 anni. Nel corso degli anni, i Royals hanno ottenuto numerosi premi a livello nazionale e internazionale. Grazie alla loro fama mondiale, i Red Deer sono molto apprezzati per la ottima preparazione, istruzione, qualità tecnica, la varietà del repertorio e l’originalità delle loro esecuzioni musicali. La manifestazione terminerà con una spettacolare esibizione in Piazza Trento e Trieste.

Il programma di MonzaEstate prevede inoltre per martedì 8 luglio alle 19.00 lo spettacolo della Gioventù Musicale Italiana e dei Numeri Primi, con il duo Francesco Granata (pianoforte) Riccardo Cellacchi (fagotto), vincitori del Premio Internazionale Tim di Parigi 2012, e il duo Jacopo Taddei (sax) e Filippo Farinelli (pianoforte). Il 10 luglio alle 21.30 sarà la volta del gruppo Violon Barbares che proporrà una musica dalla forza inaudita, che sa esprimere le emozioni e l’autenticità di tradizioni lontane, dalle steppe dell’Asia alla Bulgaria. Un trio composto da Dandarvaanchig Enkhjargal (morin khuur, violino mongolo e canto diplofonico), Dimitar Gougov (gadulka, lira bulgara e voce), Fabien Guyot (percussioni e voce). Questi i primi tre appuntamenti.

La rassegna proseguirà poi con altri appuntamenti musicali e spettacolari, organizzati dal Comune in collaborazione con diverse realtà del territorio, tra cui,mercoledì 16 luglio, un omaggio a De Andrè, e, domenica 20 luglio, un concerto di chiusura che sarà un suggestivo omaggio ai Pink Floyd.

“Quest’anno – commenta l’assessore a Turismo e Spettacolo, Carlo Abbà - proponiamo un’offerta che valorizza artisti capaci di coinvolgere il pubblico in modo intelligente e vivace. Credo che i Royals daranno una positiva scossa a tutti coloro che vorranno godere di uno spettacolo elettrizzante e coinvolgente, così come sono sicuro delle ottime performances che saranno capaci di offrire artisti del calibro di Giovanni Falzone. Voglio ringraziare le associazioni cittadine e del territorio, tra le più attive e interessanti, per la positiva collaborazione”.

 

Buona Pasqua!