Internazionalizzazione: ai brianzoli piace la Tunisia

Una due giorni di incontri bilaterali con una delegazione di 60 imprese del territorio per i consiglieri dell’Apicam e i delegati della CTICI alla XXII Convention Mondiale delle Camere di commercio Italiane all’Estero”

Monza, – Alle imprese brianzole piace la Tunisia. Nel corso delle XXII Convention Mondiale delle Camere di Commercio Italiane all’Estero all’Autodromo di Monza uno spazio è stato dedicato anche alle attività della Chambre Tuniso Italienne de Commerce et d’Industrie – CTICI e di Apicam – Associazione Promozioni Industriali, Commerciali e Agricole nel Maghreb.

A margine dell’incontro internazionale, il Direttore Generale della CTICI, Mourad Fradi ,il Consigliere Delegato per Monza e Brianza dell’Apicam, Cristiano Puglisi e il Consigliere Delegato per la Provincia di Savona Luigi Salsa hanno incontrato una delegazione di oltre 60 imprese brianzole interessate al mercato tunisino.

Attualmente la Tunisia prevede, per le imprese italiane che volessero investire produttivamente sul suo territorio, fiscalità zero per un periodo di dieci anni dall’apertura della società.

Quella della Tunisia – spiega il Consigliere Delegato di APICAM Cristiano Puglisi – è un’opportunità spesso poco conosciuta ma incredibilmente interessante. Purtroppo le imprese si sono fatte spaventare da quanto accaduto nel 2011, tuttavia oggi la Tunisia è un Paese affidabile, con interlocutori come la CTICI disponibili a fornire tutte le informazioni alle imprese italiane che avessero necessità di sondare questo nuovo mercato”.

Nella giornata di domani una delegazione di imprese italiane partirà insieme ad Apicam alla volta di Tunisi per una quattro giorni di incontri direttamente sul territorio.

Internazionalizzazione: ai brianzoli piace la Tunisia

Una due giorni di incontri bilaterali con una delegazione di 60 imprese del territorio per i consiglieri dell’Apicam e i delegati della CTICI alla XXII Convention Mondiale delle Camere di commercio Italiane all’Estero”

Monza, – Alle imprese brianzole piace la Tunisia. Nel corso delle XXII Convention Mondiale delle Camere di Commercio Italiane all’Estero all’Autodromo di Monza uno spazio è stato dedicato anche alle attività della Chambre Tuniso Italienne de Commerce et d’Industrie – CTICI e di Apicam – Associazione Promozioni Industriali, Commerciali e Agricole nel Maghreb.

A margine dell’incontro internazionale, il Direttore Generale della CTICI, Mourad Fradi ,il Consigliere Delegato per Monza e Brianza dell’Apicam, Cristiano Puglisi e il Consigliere Delegato per la Provincia di Savona Luigi Salsa hanno incontrato una delegazione di oltre 60 imprese brianzole interessate al mercato tunisino.

Attualmente la Tunisia prevede, per le imprese italiane che volessero investire produttivamente sul suo territorio, fiscalità zero per un periodo di dieci anni dall’apertura della società.

Quella della Tunisia – spiega il Consigliere Delegato di APICAM Cristiano Puglisi – è un’opportunità spesso poco conosciuta ma incredibilmente interessante. Purtroppo le imprese si sono fatte spaventare da quanto accaduto nel 2011, tuttavia oggi la Tunisia è un Paese affidabile, con interlocutori come la CTICI disponibili a fornire tutte le informazioni alle imprese italiane che avessero necessità di sondare questo nuovo mercato”.

Nella giornata di domani una delegazione di imprese italiane partirà insieme ad Apicam alla volta di Tunisi per una quattro giorni di incontri direttamente sul territorio.

A dieci anni dalla scomparsa Monza ricorda Vladimiro Ferrari

Sabato 5 ottobre alle 18 l’inaugurazione della mostra in Galleria Civica

Si inaugurerà sabato 5 ottobre alle 18 in Galleria Civica (via Camperio, 1) la mostra “Monza vista da Vladimiro Ferrari. Omaggio a un uomo, un sindacalista, un politico a dieci anni dalla sua scomparsa”. In esposizione 60 scatti da lui realizzati nella sua città, alla cui vita politica ha partecipato per decenni da protagonista, come consigliere comunale, dal 1964 al 1992, e come vicesindaco nel 1978. Ferrari ha ricoperto anche importanti incarichi sindacali a livello nazionale, nonché il ruolo di presidente della sezione monzese di Anpi per vent’anni, dal 1984 al 2003, anno della morte.

 All’inaugurazione parteciperanno il sindaco Roberto Scanagatti e l’assessore alle Politiche culturali Francesca Dell’Aquila. Presenti anche Loris Maconi, presidente Anpi Monza e Brianza, e Rosella Stucchi, presidente Anpi di Monza.

 La mostra, a ingresso libero, rimarrà allestita fino a domenica 13 ottobre.

Orari: da martedì a venerdì 15 – 19; sabato e domenica 10 -12, 15 -19. 

CONI: CONTRO LA VIOLENZA nello SPORT

La Delegazione CONI di Monza e della Brianza in occasione della settimana dedicata a “LO SPORT CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE” organizza “La provincia di Monza e della Brianza incontra il Presidente del CONI Giovanni Malagò”

Giovedì 3 ottobre – ore 16.30 presso l’AUTODROMO NAZIONALE DI MONZA Interverranno: i rappresentanti delle Istituzioni locali; il Presidente CONI Regionale Pierluigi Marzorati; il Maestro Gianni Maddaloni; il Sostituto Procuratore dott. Alessandro Pepè.

MARONI: LE BCC FONDAMENTALI PER IL TERRITORIO

IL PRESIDENTE HA CELEBRATO I 110 ANNI DEL CREDITO COOPERATIVO DI CARATE BRIANZA

Il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni e il ministro Maurizio Lupi a colloquio in occasione delle celebrazioni dei 110 anni della Bcc in cui sono stati inaugurati anche il nuovo auditorium e la struttura polivalente

 

“In questa fase di difficoltà economica le grandi banche non hanno aiutato il sistema produttivo, preferendo pensare ai propri conti e interessi e lasciando sole le imprese, mentre le banche di credito cooperativo hanno fatto il contrario, perché il 95% dei loro interventi è stato a favore del territorio e soprattutto delle piccole e medie imprese”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, intervenendo questa mattina a Carate Brianza (MB) – accompagnato dal sottosegretario con delega all’Expo Fabrizio Sala – alla cerimonia di celebrazione dei 110 anni dalla fondazione della Banca di Credito Cooperativo di Carate Brianza e alla contestuale inaugurazione della nuova struttura polivalente dell’auditorium della stessa Banca di Credito Cooperativo di Carate Brianza, ricavato dalla precedente struttura riveduta ex novo ed ampliata: un bene privato messo a disposizione della comunità locale di Carate Brianza come punto di incontro e di aggregazione per il territorio. IL VALORE DELLA SOLIDARIETA’ – “La Banca di Credito Cooperativo di Carate Brianza ha uno statuto – ha proseguito il presidente Maroni – dove c’è scritto che tra i suoi valori primari ci sono la solidarietà e lo sviluppo del proprio territorio. Sono valori positivi che questa banca ha e si tratta di un circuito virtuoso che mi piace molto e che intendo sostenere come presidente della Regione perché esprime i valori in cui noi crediamo, i valori della solidarietà e dello sviluppo del territorio. Questo legame straordinariamente forte tra questa banca ed il suo territorio, questo legame tra le istituzioni e il territorio, rappresenta il nostro modo di vivere ed è ciò che io voglio rafforzare, perché in un momento di crisi economica come questo sono questi valori, quelli della solidarietà e dell’aiuto reciproco, i valori di cui abbiamo bisogno”. IL RUOLO FONDAMENTALE DELLE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO – “Come Regione Lombardia – ha ricordato il presidente Maroni – abbiamo adottato iniziative importanti per aiutare le imprese in questa fase difficile, per sostenere le imprese e rilanciarsi, abbiamo preso iniziative per i comuni, creando un circuito virtuoso tra mondo della finanza, istituzioni locali e le nostre imprese per dare sostegno alla nostra regione e in tutte queste misure le banche di credito cooperativo hanno avuto un ruolo fondamentale. Questo è un approccio federalista al credito perché vede il territorio e le proprie radici come il punto di riferimento principale e infatti – ha concluso Roberto Maroni – le imprese lombarde in questo momento di crisi hanno trovato un amico e un sostegno nella banca di credito cooperativo”. (Ln)

Il Colonnello Spina saluta la Brianza!

Gilera Day 2013

Una giornata per Arcore e la ‘sua’ Gilera. Per il secondo anno consecutivo, il Registro Storico Gilera e il Gilera Club Arcore hanno proposto, nell’ambito del Settembre arcorese, l’iniziativa intitolata ‘Gilera Day’, andata in scena domenica 22: e come sempre capita quando protagonista di giornata è la Casa motociclistica dei due anelli incrociati, Arcore e gli arcoresi hanno risposto ‘presente’. Soci, amici e simpatizzanti dei due sodalizi locali hanno infatti aderito con entusiasmo alla kermesse affollando, per tutta la mattinata, l’ingresso del parco della Villa Borromeo, sia per ammirare le due ruote d’epoca messe in esposizione, sia per assistere alla conferenza dedicata, quest’anno, agli stabilimenti della Gilera d’Oltremare, di Tripoli e in Argentina. Una conferenza introdotta da Adolfo Brioschi e da Massimo Lucchini Gilera, con un gradito intervento da parte del Sindaco Rosalba Colombo che ha colto l’occasione per annunciare che la via Ferruccio Gilera sarà intitolata anche al padre Giuseppe, fondatore della Casa motociclistica arcorese. L’incontro è poi entrato nel vivo grazie alle ricche e suggestive testimonianze di chi ha vissuto anni lontano da casa per far crescere la Moto Gilera di Arcore anche oltreoceano. Quattro i relatori d’eccezione: Roberto Galliani, Mario Motta, Fernando e Amanda Penati, questi ultimi sposati da ben 57 anni e conosciutisi proprio nel Paese d’origine di lei, quell’Argentina dove Fernando ha trascorso un ventennio della sua vita lavorativa trovando anche l’amore. Al termine della seguitissima conferenza tenutasi nella Sala del camino (adiacente alla quale è stata allestita una mostra di documenti e di fotografie provenienti da Tripoli e dall’Argentina), per le strade di Arcore hanno sfilato sidecar, Saturno, Nettuno, Marte, Giubileo, scooter, 125, 150, 175, 300, da strada e fuoristrada, assistiti dalla Polizia stradale e dal Gruppo Protezione civile di Arcore. Tornati all’ingresso del parco, i centauri vintage hanno concluso l’edizione 2013 del ‘Gilera Day’ condividendo un ricco buffet. Daniela Confalonieri