Fuori GP 2014 intervista al Pres. Prov. Monza Brinza Dario Allevi

UP AND GO VESTE L’INGRESSO DELL’AUTODROMO NAZIONALE MONZA

A pochi giorni dal più atteso evento motoristico, il tempio della velocità monzese cambia faccia sin dal suo ingresso.

Villasanta, 04 settembre 2014. In occasione del Gran Premio di Formula 1 sportivi, appassionati e spettatori varcheranno la “nuova porta” dell’Autodromo monzese. Ad attenderli una scenografia dal forte impatto comunicativo che ben si contestualizza nel recente rinnovamento di gestione del polo motoristico più importante d’Italia. Si tratta di un’istallazione che ben evidenzia l’identità della struttura e che riconferma, sin dal suo ingresso, la valenza e il ruolo di primo ordine del circuito per le più importanti manifestazioni sportive. Una nuova cornice dunque per il viale alberato che conduce nel cuore dell’impianto che nel prossimo fine settimana sarà varcato da migliaia di ospiti. L’istallazione temporary richiama i colori storici del marchio monzese conosciuto nel mondo. A realizzare il progetto è stata la società Up and Go di Villasanta, leader nel settore degli allestimenti e partner di numerosi brand importanti, che con i suoi architetti e designer ha sviluppato l’idea proponendone l’innovativa soluzione e avvalendosi di materiali e tecnologie di ultima generazione. Stupire l’ospite sin dall’ingresso, far cogliere la maestosità di un luogo che ha visto passare i più grandi sportivi di tutto il mondo: questo l’obiettivo dell’operazione realizzata in tempi da record per arrivare puntuali all’appuntamento con la Formula Uno di questo fine settimana. “Abbiamo studiato e messo a punto un layout che esprimesse a pieno l’identità di Autodromo Nazionale Monza – spiega Andrea Rossetto, responsabile commerciale di Up and Go – per noi è un grande orgoglio aver creato un adeguato supporto scenico ad una struttura di questo calibro che merita di mostrarsi al mondo in tutto la sua importanza anche attraverso un’immagine chiara, giovane, dal grande impatto scenografico. Auspichiamo che questo moderno ingresso possa diventare simbolo di buon auspicio per un rinnovato successo del circuito più conosciuto al mondo: una nuova porta, per un nuovo Autodromo”.

Monza; Presentazione dell’85° Formula 1 Gran Premio d’Italia

AUTODROMO DI MONZA, STORIA E INNOVAZIONE VERSO UN NUOVO FUTURO “Dopo tanti Gran Premi d’Italia vissuti nelle vesti di tifoso, di pilota e di commentatore televisivo, è per me un onore ed un’emozione presentarmi per la prima volta quale presidente di una gloriosa Associazione che da 111 anni tutela gli automobilisti e gli utenti della mobilità e promuove lo sport motoristico. E che dal 1922 gestisce questo impianto unico nel mondo per la sua storia e per le sue caratteristiche, da tutti conosciuto come il tempio della velocità”. Con queste parole il presidente dell’Automobile Club Milano, Ivan Capelli ha aperto la conferenza stampa di presentazione del Gran Premio d’Italia 2014, svoltasi questa mattina presso la sala stampa “Tazio Nuvolari” dell’Autodromo Nazionale Monza. “L’Automobile Club Milano e lo stesso Autodromo devono riaprire un dialogo fattivo con le istituzioni, con i soci, con i tifosi. Da un lato, ha sottolineato Capelli, va ricreata una attiva vita associativa, dall’altro l’impianto va vissuto intensamente in tutte le stagioni da un numero maggiore di frequentatori che devono trovare nuovi servizi e nuove attrazioni” “L’Autodromo è un importante asset territoriale con grandi potenzialità, inserito in un sistema unico – ha affermato il presidente di Sias (la società che gestisce l’Autodromo di Monza) del quale fanno parte il Parco e la Villa Reale – che può dare valore e occupazione anche in vista di Expo 2015, una grande opportunità a cui stiamo lavorando. “Sono abituato a ragionare da imprenditore con un’ottica di lungo termine, ha proseguito Dell’Orto: il primo obiettivo è ovviamente il rinnovo del contratto relativo alla Formula 1, ma puntiamo a migliorare e sviluppare nuovi progetti, poiché l’Autodromo ha creato innovazione e tecnologia e la Formula 1 non può fare a meno di storia e innovazione. Mi aspetto dei fatti. Abbiamo nuove e tante sfide davanti: lavoreremo insieme con impegno e passione” “Finché sarò presidente dell’ACI si farà il Gran Premio d’Italia di F1 a Monza. Il Mondiale F1 non può prescindere dall’Italia e da Monza”, ha sottolineato di seguito il presidente dell’Automobile Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani. “L’Autodromo di Monza è il tempio dello sport automobilistico – ha continuato Sticchi Damiani – e stiamo lavorando intensamente per ribadire la centralità del Gran Premio d’Italia a Monza nel calendario mondiale della F1: una sfida che possiamo vincere solo con il sostegno sinergico di tutti. Non ci accontenteremo di una conferma protempore tra i GP incerti di anno in anno”. Alla conferenza stampa hanno partecipato – oltre ai presidenti di ACM, Sias ed ACI – il sindaco di Monza, Roberto Scanagatti, l’assessore allo Sport della Regione Lombardia, Antonio Rossi, il presidente della Provincia di Monza Brianza, Dario Allevi, il presidente del Coni Lombardia, Pierluigi Marzorati.

GRAN PREMIO DI ITALIA 2014: TORNA LA FORMULA UNO A MONZA

Gran Premio d’Italia, un brand che vale 3,8 miliardi di euro. Per la settimana dell’evento l’indotto diretto è di circa 28,5 milioni di Euro, di cui 14,5 milioni per la Brianza, oltre 8,6 milioni per Milano e 3 milioni per Como.

Torna la Formula Uno a Monza, l’evento sportivo che porterà benefici economici per le attività del territorio. L’edizione 2014 del Gran Premio d’Italia genera, in una sola settimana, un indotto turistico “diretto” di 28,5 milioni di Euro. Il sistema della ricettività alberghiera ed extralberghiera beneficerà di 9,3 milioni di Euro. I turisti sportivi faranno shopping per 9,2 milioni di Euro mentre sono in arrivo con il GP per il settore della ristorazione 7,6 milioni di Euro. Per il comparto della mobilità, fra trasporti e parcheggi, l’indotto è di circa 2,1 milioni di Euro. E il GP è un affare non solo per Monza e Brianza, ma anche per tutto il territorio limitrofo: l’edizione 2014 porta più di 14,5 milioni di Euro nelle casse di albergatori, ristoratori e commercianti brianzoli, ma genera indotto turistico anche nell’area milanese per oltre 8,6 milioni di Euro, nelle località lacustri e di villeggiatura di Como e di Lecco con un indotto turistico rispettivamente di 3 milioni di Euro e di circa 900mila Euro. E’quanto emerge da una stima dell’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza su dati Registro Imprese, Istat, Censis, Isnart, Autodromo Nazionale Monza. Il brand “Gran Premio d’Italia” è stato stimato dall’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza in 3,8 miliardi di Euro, sulla base di un insieme di parametri: conoscenza e attrattività della manifestazione a livello nazionale ed internazionale, flussi turistici generali e legati all’evento, competitività economica del territorio (imprese, indice di apertura commerciale, PIL), a partire da “Anholt Brand Index”, dati Autodromo Nazionale Monza, Registro Imprese, Istituto Tagliacarne.

Dell’ Orto nuovo Presidente SIAS

Come anticipato durante la presentazione della lista Sport e Rinnovamento ,l’Automobile Club Milano ha scelto questa mattina il nuovo presidente della Sias (Società incremento automobilismo e sport S.p.A.), la società che gestisce l’Autodromo Nazionale Monza.

E’ Andrea Dell’Orto, 44 anni, laureato in ingegneria gestionale, vicepresidente esecutivo dell’azienda di famiglia produttrice di carburatori e presidente della Dell’Orto India. Dal maggio 2013 è presidente di Confindustria Monza Brianza. E’ inoltre membro della Giunta nazionale di Confindustria e presidente del “Gruppo parti moto” dell’Associazione nazionale ciclo motociclo e accessori.

“L’Autodromo Nazionale Monza è un patrimonio del territorio che va valorizzato e rivitalizzato con un progetto che lo riporti al centro del panorama mondiale e con investimenti che lo rendano operativo tutto l’anno. Su queste due strade saranno incentrate la mia presidenza in Sias e l’azione della nuova squadra che verrà definita dopo il Gran Premio d’Italia”, ha dichiarato Dell’Orto al termine della riunione che lo ha eletto presidente.

Il nuovo presidente Sias ha voluto poi ringraziare le imprese, le istituzioni, il presidente AC Milano Ivan Capelli e tutti i membri del Cda per il sostegno e il consenso che gli hanno accordato. Dell’Orto ha ringraziato inoltre la Procura di Monza e i militari del Gruppo di Monza della Guardia di Finanza per il lavoro che hanno svolto e stanno svolgendo in questi mesi che ha permesso di creare le condizioni per poter operare al meglio per il futuro dell’Autodromo.

Il presidente dell’Automobile Club Milano, Ivan Capelli, ha sottolineato come il Consiglio direttivo Acm, eletto dai Soci lo scorso 22 luglio, abbia individuato in Dell’Orto “la persona giusta per guidare l’Autodromo verso quel rinnovamento necessario a ridare nuova linfa e nuove energie ad uno degli impianti motoristici più prestigiosi nello scenario sportivo mondiale.”

Sindaco Monza su elezioni Aci Milano: “Vittoria netta, si apre fase nuova”

 ”La vittoria della lista Sport e Rinnovamento è netta e apre una fase nuova nella quale i vertici di Aci Milano, che controllano Sias e quindi l’Autodromo nazionale, dovranno dimostrare di sapere cogliere le importanti sfide che li attendono, a cominciare dal rinnovo del contratto per continuare lo svolgimento del Gp d’Italia a Monza, anche dopo il 2016. Sono sicuro che la nuova compagine, sotto la guida di Ivan Capelli e, per quel che riguarda Sias, del presidente Andrea dell’Orto, sarà capace di raggiungere l’obiettivo senza cedere a ricatti di sorta, che in passato si sono potuti manifestare anche per una oggettiva debolezza legata a vicende che nulla avevano a che fare con la lunga tradizione sportiva dell’impianto. Ora si può guardare al futuro con fiducia, sapendo che è condivisa la visione secondo cui l’Autodromo è una grande risorsa di cui va valorizzata non solo la vocazione sportiva ma anche la capacità di essere un volano economico per Monza e la Brianza. Voglio ringraziare Carlo Valli per il suo lavoro, svolto in un periodo molto difficile ma sempre nell’interesse del territorio”.

Lo dichiara il Sindaco di Monza, Roberto Scanagatti, commentando l’esito delle elezioni che hanno stabilito i nuovi vertici di Aci Milano.

Rinnovo dei vertici di Aci Milano

Allevi: “Ora investire sul rilancio dell’Autodromo Nazionale di Monza”

Buon lavoro al neo Presidente Ivan Capelli e al suo team: ora  è tempo di accelerare sul progetto di rilancio dell’Autodromo Nazionale di Monza”. Con queste parole il Presidente della Provincia MB Dario Allevi ha accolto oggi i risultati delle elezioni che hanno portato al rinnovo del consiglio direttivo di Aci Milano.

Conosco il programma della lista Sport e Rinnovamento – aggiunge il Presidente – Un progetto ambizioso che concentra investimenti ed innovazione su quel monumento alla velocità, conosciuto in tutto il mondo, che è il nostro Autodromo: l’auspicio è che il nuovo board individui subito le priorità operative in grado di assicurare un futuro certo e solido al Tempio della Formula1”.

Sport e Rinnovamento taglia il traguardo ACI .

Accolto da una grande soddisfazione i risultati rilasciati dal Notaio  Cambareri , sui risultati delle votazioni  per l ‘ elezione dei componenti del Consiglio Direttivo dell’Automobile Club Milano per il quadriennio 2014/2018. Infatti tutti i 4 membri della Lista Sport e Rinnovamento sono stati eletti  , sui 5 previsti dallo Statuto .

Dopo  una serrata comunicazione tra gli sportivi , la Lista n.1 ha convinto e stravinto questa tenzone tra i conservatori e i “rinnovatori “. Adesso con l’ arrivo di Ivan Capelli ,Radaelli, Meda e Coldani l Autodromo è pronto ad affrontare la sfida più importante di tutti i Campionati : il suo Futuro …!!… 

 

 

SPORT & RINNOVAMENTO PRESENTA I NOMI DEI CANDIDATI

E CHIEDE IL RISPETTO DELLE REGOLE IN FASE DI VOTAZIONE IN NOME DELL’ETICA E DELLA SEGRETEZZA DEL VOTO

 IVAN CAPELLI, ENRICO RADAELLI, MARCO COLDANI e PIETRO MEDA: sono questi i 4 candidati della LISTA N.1 SPORT & RINNOVAMENTO in vista delle imminenti elezioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo di Automobile Club Milano.

Dopo il rigetto del ricorso per Geronimo La Russa e Massimo Ciceri, gli stessi hanno individuato altre due personalità di grande spessore in vista delle imminenti elezioni. La squadra è compatta e si prepara a concretizzare le azioni condivise con il movimento d’opinione supportato da moltissimi sostenitori che desiderano rinnovare profondamente l’Automobile Club Milano valorizzando ciò che oggi è trascurato, offrendo servizi di qualità, mettendo in campo energie fresche, persone competenti e motivate.

E’ palese la necessità di un cambio di marcia chiaro e deciso. L’Automobile Club Milano ha perso la capacità di attrarre, di comunicare, di creare appartenenza.  Tra gli spunti di programma della lista si vede il rilancio dell’Ente attraverso la ricostruzione del filo diretto con gli associati riassegnando ad AC MILANO un ruolo importante nel dibattito sullo sviluppo della mobilità milanese.

 L’impegno della LISTA N.1 SPORT & RINNOVAMENTO sarà anche quello di ridare valore all’Autodromo Nazionale di Monza, circuito che negli ultimi tempi ha subito un declino incessante, attraverso la creazione di un calendario di competizioni più fitto e interessante riconfigurando il polo sportivo come centro di eccellenza, qualità e innovazione. In programma si vede altresì la creazione di un centro museale legato alla velocità con l’eredità storica del circuito oltre che la nascita di una scuola di formazione di guida sicura e sportiva.

 Tuttavia c’è chi sta cercando di bloccare la voglia di rinnovamento del gruppo. Per questo motivo si intende ricordare che è possibile votare unicamente secondo le modalità previste dal regolamento: perreferendum tramite corrispondenza inviando la busta contenente la votazione in modo che pervenga all’indirizzo del Notaio entro le ore 15.30 del 17 luglio 2014 o in forma ordinaria direttamente durante l’Assemblea convocata per il 22 luglio 2014 alle ore 9.30 alle 13.30 presso la Sede Sociale dell’Automobile Club di Milano in Corso Venezia 43.

 A scanso di equivoci, si precisa che non è possibile votare presso le delegazioni territoriali, così come le stesse non sono autorizzate a contattare gli associati telefonicamente per chiedere la votazione.  LaLISTA N.1 SPORT & RINNOVAMENTO fa un appello al rispetto delle regole in virtù della trasparenza e della segretezza del diritto al voto anticipando sin d’ora che vigilerà sul rispetto delle medesime.

“La squadra della LISTA N.1 SPORT & RINNOVAMENTO si modifica come molte volte  accade  in gara per il cambio di strategie. La nostra lista ora comprende Ivan Capelli, Enrico Radaelli ed i nuovi Marco Coldani e Pietro Meda. Marco Coldani divide con me l’abitacolo nelle gare automobilistiche da 10 anni, ed oltre ad essere veloce ed affidabile ha la mia stima come manager per la serietà, l’impegno e la precisione con cui affronta le sfide. Pietro Meda, sale a bordo in questa corsa con il desiderio di meglio rappresentare gli appassionati, consapevole che il rilancio dell’Automobile Club di Milano e provincia, passa attraverso la valorizzazione dei servizi agli associati presso le delegazioni” – afferma Ivan Capelli capofila della Lista 1 Sport e Rinnovamento.

C’è un progetto da portare  avanti con tenacia e determinazione ed è per questo che la LISTA N.1 SPORT & RINNOVAMENTO ha messo in campo con professionalità e trasparenza una squadra composta da uomini competenti epreparati – afferma Andrea Dell’Orto, Presidente degli industriali di Monza e Brianza e candidato a guidare la Sias dopo la vittoria della LISTA N.1 SPORT & RINNOVAMENTO alle prossime elezioni dell’Automobile Club Milano - E’ la strada giusta per attuare finalmente quel cambiamento necessario per rivitalizzare l’Autodromo Nazionale Monza, che è un patrimonio unico e straordinario nello scenario sportivo mondiale. Non possiamo più accettare declino ed immobilismo.”

I PROFILI

Ivan Capelli, classe 1963, è un campione di Formula 1, ex-pilota e oggi commentatore sportivo, persona di esperienza, competenza e conoscenza. Il talento di Ivan al volante si manifesta fin dalle prime esperienze e lo porta a disputare, negli anni, il campionato di F3 Italiana, l’europeo di F3 e il campionato di F3000. Nel 1985 gareggia in Formula Uno con la Tyrrell conquistando i primi punti iridati in Australia, con un fenomenale quarto posto. La sua carriera in F1 continua poi con gli anni in March-Leyton House, dove nel 1990 conquista un secondo posto nel GP di Francia come migliore risultato. Nel 1992 Ivan arriva in Ferrari e conclude la carriera in F1 con la Jordan nel 1993.

Enrico Radaelli, dopo un passato da dirigente industriale, ha prestato le proprie competenze al servizio di varie associazioni territoriali. Oltre ad aver rivestito il ruolo di Presidente e a essere tra i soci fondatori dell’Associazione Amici dell’Autodromo, è stato membro del direttivo dell’Unione Società Sportive Monzesi e Presidente di Monza Auto Moto Storiche. Nel 2013 Enrico Radaelli è stato nominato delegato provinciale per il CONI. A livello cittadino Enrico è consigliere della ProMonza, ente con interessi turistici e culturali. Dal 2010 fa parte del CDA dell’Automobile Club Milano.

Marco Coldani, classe 1958 vive in provincia di Milano. E’ manager d’azienda, Direttore Generale di un’importante multinazionale nel settore petrolchimico e riveste importanti incarichi istituzionali. E’ Presidente di AssICC, Consigliere di Unione Confcommercio e membro della Giunta Esecutiva di Unione Confcommercio di Milano. Appassionato di sport e motori, pilota e istruttore di guida, unisce competenze sportive alle doti manageriali ed esperienze sia nel settore privato che pubblico.

Pietro Meda, classe 1973, è avvocato in Milano nello studio legale di famiglia. Da sempre grande appassionato di sport così come il fratello Guido Meda e il padre, Pietro è appassionato di Rally ha corso come navigatore nelle ultime edizioni del Monza Rally Show.