LOMBARDIA EXPO TOUR MONZA MARONI:VETRINA PER VALORIZZARE LE NOSTRE BELLEZZE

BRIANZA OFFRE PERCORSI CICLOPEDONALI IN AREE VERDI SPLENDIDE
MEGALOPOLI MONDO GUARDANO A REGIONE PER LOTTA INQUINAMENTO

(Ln – Monza, 05 lug) “La parola chiave del momento di
approfondimento di oggi è città del futuro: i Paesi emergenti, i
cosiddetti Brics (Brasile, India, Cina e Sudafrica) guardano alla Lombardia con grande interesse e il nostro Pria per la riduzione dell’inquinamento atmosferico è certamente
interessante per i territori di queste aree alle prese con i
problemi che le megalopoli impongono”.
Lo ha detto il Sottosegretario alla Presidenza di Regione
Lombardia con delega all’Expo e all’internazionalizzazione delle
imprese durante i lavori del convegno ‘Expo e verde urbano:
parchi, orti e giardini per la qualità della vita nelle città
del futuro’ che si è svolto alla Villa Reale di Monza, sesta
tappa del Lombardia Expo Tour.

TURISMO SOSTENIBILE E RUOLO PARCHI – “In un territorio fortemente urbanizzato, quale è ad esempio quello della Brianza - ha proseguito il Sottosegretario Sala – assumono un’importanza vitale i parchi che offrono l’opportunità di attrarre un tipo di turismo tipicamente nordeuropeo, che predilige gli spostamenti a piedi o in bicicletta. Per questo stiamo investendo come Regione Lombardia sul potenziamento dei percorsi ciclopedonali e, a
Monza in particolare, abbiamo recuperato anche lo storico
frutteto matematico che si trova nel parco adiacente alla Villa
Reale utilizzando oi contributi dei fondi di coesione”.

ITALIA PAESE PIU’ ATTRATTIVO DEL MONDO – “La fruibilità del
territorio attraverso la mobilità dolce – ha poi aggiunto Sala -
, l’arte, l’architettura, la bellezza del paesaggio, il cibo e le sue declinazioni con le tipicità dei prodotti locali costituiscono elementi di grande interesse e fanno dell’Italia
il Paese più attrattivo al mondo”.

PORTIAMO ESPOSIZIONE TRA LA GENTE CON LOMBARDIA EXPO TOUR – Il
Sottosegretario  ha poi ribadito che “Expo non è una fiera, non
è un evento commerciale ma è un evento planetario: il suo
successo è dovuto al tema, ‘Nutrire il Pianeta, Energia per la
vita’ che è in cima alle agende dei Paesi di tutto il mondo.
Ottima quindi l’iniziativa voluta dal presidente di Regione
Lombardia Roberto Maroni che con il Lombardia Expo Tour ha portato l’Expo tra la gente, avvicinando i cittadini  ai temi
dell’Esposizione e consentendo di accostarsi al grande
patrimonio di sapori  e di prodotti a chilometri zero grazie ai
mercati di Campagna Amica realizzati in collaborazione con
Coldiretti”.
“Noi siamo sicuri che Expo sarà un successo – ha concluso Sala -
e stiamo lavorando per l’eredità che Expo ci lascerà”. (Ln)

19° Misinto Bierfest – 4, 13, luglio

La “Misinto Bierfest” e Kulmbacher Italia
al lavoro per una birra dedicata a Misinto
Dal 4 al 13 luglio torna la grande festa bavarese organizzata da GAM E20
Il ricavato sarà destinato in parte a iniziative per il territorio.
La Misinto Bierfest conferma il legame al territorio ma sviluppa
progetti di collaborazione internazionale che promuoveranno il nome di Misinto
all’estero, nell’anno di Expo 2015. La 19° edizione della manifestazione, in programma
dal 4 al 13 luglio nell’area feste di Misinto in via Marconi, prevede infatti l’avvio del
progetto di produzione, in collaborazione con Kulmbacher Italia, di una birra tedesca
dedicata al paese di Misinto.
Nell’ultima edizione la festa ha fatto registrare oltre 40.000 presenze con più di 27.000
litri di birra spillati. Anche l’edizione 2014 della manifestazione, tra le più importanti
d’Italia e tra le prime tre in Lombardia, vedrà coinvolti oltre 70 volontari nei nove giorni
di apertura.
La 19° edizione della Misinto Bierfest, presentata ufficialmente oggi, conferma
l’attenzione al sociale e l’impegno verso la comunità misintese: parte del ricavato verrà
infatti destinato a progetti per paese.
“Dopo 19 edizioni possiamo dire che la Bierfest è diventata un appuntamento storico
per il nostro comune — afferma Fabio Mondini, responsabile di GAM E20 — Per
questo motivo abbiamo deciso, insieme a Kulmbacher, di dare il via a un progetto che
prevede, nel corso 2014 e 2015, la produzione di una birra dedicata a Misinto che
verrà messa in commercio in bottiglia, per la prima volta, il prossimo anno in
occasione della 20° edizione che coincide con l’Expo.

Treni, Monza più collegata con il sistema dei trasporti nazionali e con l’Europa. Tra pochi mesi direttamente con sito Expo

 Con l’orario entrato in vigore il 15 giugno 2014 Monza beneficia di un deciso potenziamento dei collegamenti con Milano Centrale, quindi con tutto il sistema dei trasporti nazionali, con la Valtellina e con la Svizzera. Attivati inoltre, fino a settembre, i collegamenti nei fine settimana con le località di mare. E tra pochi mesi sarà anche disponibile un link diretto con il sito di Expo. Lo prevede il piano adottato da Regione Lombardia in accordo con le compagnie che effettuano il servizio di trasporto ferroviario, i cui dettagli relativi a Monza sono stati illustrati oggi dall’assessore alla Mobilità Paolo Confalonieri.

 32 treni internazionali e 34 per la Valtellina

Novità assoluta è il collegamento diretto con Zurigo, importante hub trasportistico a livello europeo, e altre città della Svizzera. In totale da giugno fermano a Monza32 treni internazionali, di cui: 14 treni EuroCity al giorno da e per Zurigo; 17 treni Regionali Express da e per Lugano e Bellinzona. I collegamenti EC sono svolti con materiale ETR 470, i treni per Bellinzona sono effettuati invece con materiale rotabile moderno FLIRT (i cosiddetti treni TILO di colore bianco e rosso). Sono 6  invece le nuove corse da e per la Valtellina che portano ad un totale di 34 i collegamenti diretti al giorno tra Monza e Sondrio/Tirano e viceversa. Questi treni sul lato italiano fanno tutti capolinea a Milano Centrale, potenziando di conseguenza anche i collegamenti con il resto dell’Italia attraverso un maggior numero di coincidenze in Stazione Centrale.

 I treni del mare

Dal 15 giugno al 7 settembre inoltre, tutte le domeniche e nei giorni festivi, circolano 4 coppie di treni da Gallarate, Milano, Lecco e Bergamo verso le spiagge della Liguria, su cui è possibile salire con biglietti regionali o sovraregionali. Monza è interessata in particolare alla fermata del treno che collega Lecco con Sestri Levante. L’auspicio è che per il prossimo anno i ‘Treni del mare’ in partenza da Gallarate, Milano e Lecco siano effettuati anche di sabato, come già avviene anche per il treno in partenza da Bergamo.

 

Bilancio e prospettive

In questi anni quindi il servizio da e per Monza ha visto notevoli passi avanti:

Incremento del numero di corse a servizio della città, portando a 350 il numero totale di corse/giorno fra Monza e Milano, con cadenze proprie di una linea metropolitana ma con respiro regionale (per confronto, la linea metropolitana M2 ha circa 200 corse al giorno tra Milano e Gessate e viceversa).

Nuovi treni GTW sulla linea Monza-Molteno-Lecco che hanno fortemente alzato la qualità del servizio, attirando sempre più passeggeri trasportati.

Per quanto riguarda il prossimo futuro, è auspicabile prevedere, lavorando insieme a Regione Lombardia, Trenord e RFI, ulteriori passi avanti a favore degli utenti e dei pendolari della città di Monza e del territorio: per EXPO 2015 Monza e la Brianza avranno un collegamento diretto con il sito espositivo, attraverso la fermata di Rho-Fiera, possibile anche oggi, ma con cambio a Porta Garibaldi.

Il miglioramento dei collegamenti con la Valtellina, attraverso il progressivo rinnovo del materiale rotabile, anche utilizzando i nuovi treni “Coradia”,

L’allargamento della sagoma nelle gallerie di Monza e di Cucciago per consentire anche il transito di treni passeggeri più capienti.

Il potenziamento delle corse nella fascia serale 21-24, per rendere ancor più metropolitano il servizio tratta Milano-Monza

 Miglioramenti in stazione e nuova fermata Monza Est

Mentre procede il lavoro di RFI in accordo con il Comune di Monza e Regione Lombardia per implementare il progetto di una nuova fermata ferroviaria a Monza Est Parco, negli ultimi anni la storica Stazione di Monza ha visto le fermate di sempre più treni, ma ha anche compiuto un notevole sforzo per migliorare l’accessibilità, grazie anche a RFI: l’accesso EST di Porta Castello, dove c’è il principale nodo di interscambio con i bus; l’innalzamento dei marciapiedi per favorire l’accesso ai treni; i nuovi sistemi elettronici per l’informazione in tempo reale dei treni in partenza; l’attivazione degli ascensori che portano a tutti i binari; l’installazione, avvenuta in questi giorni, delle canaline sulle scale per agevolare la salita e la discesa a mano delle biciclette.

Brianza Rock Festival 2014 a Monza… un grande successo!

BRIANZA ROCK FESTIVAL 27-29 Giugno


INGRESSO GRATUITO

Il Gran Premio della Musica si corre in Autodromo!

Torna Brianza Rock Festival in una location dal fascino e dalla fama internazionale, l’Autodromo Nazionale di Monza.
Quest’anno l’Associazione Monza Brianza Eventi ha scelto di sostenere il Progetto Slancio.

Per la 5° edizione si è puntato ad un cast con grandissimi ospiti, a rappresentare la volontà di Associazione MonzaBrianzaEventi di far compiere il salto di qualità alla manifestazione ed ai contenuti che promuove, va sottolineata la presenza nella nell’unica data italiana dei LACUNA COIL.

A scaldare i motori del #BRF2014, Venerdì 27 giugno, il concerto di un cittadino della bellissima Monza, come ama definirsiMORGAN, che è anche il testimonial del BRF2014, difatti l’istrionico artista monzese ha prestato voce e brano per lo spot che nei prossimi giorni andrà in onda su Virgin Radio.

Inoltre Morgan presenzierà alla conferenza stampa del 12 Giugno e al Vernissage di Rock’n Art la mostra pittorica che come ogni anno compone i tanti eventi collegati al Brianza Rock Festival.

Apriranno l’edizione 2014 del Brianza Rock Festival le band emergenti del territorio provinciali, con l’ormai rodato Rockin’the School il contest musicale del BRF.

Sabato 28 giugno sono attesi di passaggio in Europa dal trionfale tour mondiale i LACUNA COIL, band milanese portabandiera della musica Rock Italiana nel mondo. 
I The Elements giovane band emergente brianzola, e la band bresciana l’INVASIONE DEGLI OMINI VERDI, le band di spalla.
Nel pomeriggio è prevista la seconda giornata di selezione di Rockin’the School.

Anche quest’anno saranno presenti gli stand del mercatino degli hobbisti, a loro si uniranno, grazie al Patrocinio e l’organizzazione di Camera di Commercio di Monza e Brianza e di Unione Artigiani Monza e Brianza, i mercatini dei produttoriagroalimentari KmO e degli artigiani che ci faranno riscoprire i mestieri che hanno reso famoso il territorio monzese.

Domenica 29 nella giornata conclusiva la band PLAN DE FUGA aprirà il concerto dei Cunesi MARLENE KUNTZ storico gruppo alternative Rock del panorama musicale italiano
Fin dalla mattina sarà possibile visitare il mercatino degli Hobbisti e quello Organizzato dalla Camera di Commercio e da Unione Artigiani.
Nel pomeriggio ultimi concerti di Rockin’the School, dove saranno sanciti i vincitori del contest, che tra i premi previsti potranno esibirsi come gruppo si supporto ai Marlene Kuntz.

Inoltre dal 14 giugno al 30 sarà possibile visitare la Mostra pittorica Rock’n Art che si terrà a Villa San Pietro a Monza, sede del Progetto Slancio.

39° Festival dello Sport MB 2014

GO MICHAEL… i Ferrari Clubs in pista per Schumacher 15 giugno 2014

 

“Autodromo: burocrati vadano fuori dalle scatole”

“La nuova gestione della Sias pensa e poli fieristici, lustrini e amenità varie. Ma l’Autodromo di Monza è fatto per le corse e deve essere gestito da chi viene da quel mondo.”

L’Autodromo di Monza in mano a burocrati incompetenti, con il risultato che uno dei circuiti più amati del mondo sta perdendo pezzi. Prima il Mondiale Turismo, ora il Mondiale Superbike.

Così l’esponente di Pdl-Forza Italia monzese e presidente del circolo Noi di Destra di Monza, Cristiano Puglisi, ha deciso di attaccare in maniera veemente l’attuale classe dirigente dell’impianto, chiedendone le dimissioni immediate.

“Da appassionato di corse – ha detto Puglisi – dico che chi ha provocato questa situazione deve dimettersi immediatamente. Sono venuti come ‘salvatori della patria’ ma in realtà chi c’era prima di loro, nonostante gli scandali, ha sempre garantito un funzionamento. Sento parlare di poli fieristici, di lustrini e altre amenità. Benissimo, ci mancherebbe. Ma l’Autodromo nasce per le corse, per gli appassionati di corse e per i piloti. Così si finisce per perdere di vista quello che è lo scopo primario dell’impianto, ora affidato a burocrati e politicanti che nulla capiscono di motori. Bene a questi signori io dico che è ora di andare fuori dalle scatole. Sarò scurrile ma non me ne pento. Si dimettano, lascino perdere ciò che non fa per loro e rimettano la Sias in mano a chi ci capisce di competizioni automobilistiche, eviteremo così un ulteriore danno per il mondo dell’automobilismo e per la nostra città”.