Autodromo in rosa per il Giro d’Italia .

Brianza , 25.01.2017
Nella scorsa notte, tutta  l’Italia del Giro, a cento giorni esatti dall’inizio della  grande manifestazione ciclistica , si è illuminata di rosa: ogni città, di partenza e di arrivo delle frazioni del Giro “Edizione 100”, ha così valorizzato un proprio monumento.

L’Autodromo Nazionale Monza, che sarà il punto di partenza domenica 28 maggio dell’ultima tappa, ha scelto la tribuna più prestigiosa posta lungo il rettifilo di partenza. Risalente al 1940, la tribuna può ospitare 1.500 tifosi. Qui transiteranno i ciclisti nella cronometro individuale di chiusura, prima di completare un giro intero della pista e di involarsi poi verso l’arrivo di Piazza Duomo a Milano. 

CICLISMO, MARONI E ROSSI PRESENTANO ‘TRITTICO’

ASSESSORE: NAZIONALE PER MONDIALI NASCERÀ SU TRAGUARDO VARESE

MARONI: LIETI DI SOSTENERE IL TRITTICO LOMBARDO

(Ln – Milano, 10 set) “Chiedo alla Rai di ripensare il proprio
palinsesto e mostrare ai tanti appassionati di ciclismo non solo
la ’94ª Tre Valli Varesine’, ma anche la ’68ª Coppa Ugo
Agostoni’ e la ’96ª Coppa Bernocchi’”. Così l’assessore allo
Sport e Politiche per i giovani Antonio Rossi alla presentazione
del ‘Trittico Regione Lombardia’ al Belvedere di Palazzo
Lombardia.

NAZIONALE PER I MONDIALI CONVOCATA A FINE TRITTICO – “Il
‘Trittico’ – ha sottolineato l’assessore Rossi – è una
manifestazione importante, con tre tracciati impegnativi che
tornano a essere gare premondiali”. “Al termine della ‘Tre Valli
Varesine’ che arriverà giovedì 18 a Varese – ha aggiunto – il
commissario tecnico del Ciclismo su strada Davide Cassani
diramerà l’elenco dei convocati per i mondiali di Ponferrada, in
Spagna, proprio come amava fare il compianto Alfredo Martini”.
La ‘Bernocchi’, invece, aprirà il ‘Trittico’ martedì 16 con il
traguardo a Legnano mentre, mercoledì 17, sarà Lissone a vivere
l’atto finale della ‘Agostoni’.

NOSTRA TERRA HA TANTI APPASSIONATI – “Il ciclismo – ha detto
l’assessore Rossi – è uno sport con tanti appassionati e tutta
la settimana abbiamo pensionati che girano per la nostra bella
Lombardia in bicicletta”. “A loro, sabato e domenica – ha
continuato – si aggiungono tanti appassionati, ragazzi e anche
molte donne, che lavorano ma che, appena possibile, prendono la
loro bicicletta e si tengono in allenamento”.

CICLISMO SPORT VIVO – “Regione Lombardia – ha concluso
l’assessore Rossi – è al fianco del ‘Trittico’ e delle società
che organizzano le tre competizioni che sono un ulteriore segno
del fatto che il ciclismo è vivo e, per me che sono di Lecco, ha
una sua grande casa al Ghisallo con il museo dedicato a questo
sport di fatica e passione”. (Ln)

La pioggia non ha smorzato la vitalità del Festival dello Sport

Bisogna risalire a una dozzina d’anni fa per trovare una domenica del Festival disturbata dalla pioggia. Ma questo è solo un elemento della cronaca di un’edizione che è da ritenersi, in ogni caso, lusinghiera. Come tutte quelle che l’hanno preceduta – 38 – ha rappresentato una vetrina unica su un palcoscenico esclusivo per decine di società sportive e associazioni culturali e sociali che operano a Monza e in Brianza. Protagonista di assoluto rilievo, come ovvio, la pista sulla quale si sono avvicendate ruote di ogni diametro possibile: ciclismo, motociclismo, automobilismo e pattini a rotelle.

Sono infatti ormai parte inscindibile della manifestazione la gara ciclistica regionale elite under 23 promossa dal Pedale Monzese: 25 giri del circuito per la Medaglia d’oro Città di Monza e il Trofeo Angelo Schiatti. Così come la 19^ edizione della pattinata turistica che, organizzata da Rollercup, è il più grande evento dell’anno per gli appassionati dell’online.

foto feliciavideoreporter

Grazie ad un raduno organizzato da sei Ferrari Club lombardi abbiamo ammirato 110 splendide vetture di Maranello che sul rettilineo della tribuna centrale hanno espresso il loro affetto per Schumacher formando la scritta GO MICHAEL.(foto Ferrari Federico Vertemati ).  Altrettanta ammirazione per una quarantina di motociclette Motom; questa industria milanese rimase sulla scena solo 25 anni (1945-1970) ma è passata alla storia per cinque record mondiali di velocità stabiliti nell’aprile del 1958 proprio sulla pista di Monza. Appuntamenti ormai fissi, e sempre ben partecipati, anche altri raduni: “dei Longobardi”,promosso dalla  Federazione Motociclistica Italiana, delle auto e moto storiche grazie al MAMS e al Moto Club Monza. Fra i 54 momenti di ampio interesse che hanno caratterizzato questo Festival spiccano, grazie all’Astro Roller Skating, la gara internazionale “Rollercup Battle Run”

(sfide su pattini in linea), il torneo di calcio per atleti con disabilità intellettiva organizzato da Arcobaleno Down, il quadrangolare di calcio femminile della Fiammamonza, il torneo di scherma promosso da Brianzascherma (dove si è cimentato anche il presidente dell’ A.C. ChievoVerona Luca Campedelli), il minigolf e la tradizionale mostra di foto e dipinti allestita dal Cenacolo Poeti e Artisti di Monza. Tra le migliaia di visitatori il sindaco Roberto Scanagatti con il consigliere allo Sport del comune di Monza Silvano Appiani, il presidente regionale del Coni Pierluigi Marzorati e il mitico pilota aerostatico Piero Porati. Un’edizione dunque alquanto soddisfacente che il presidente dell’USSMB Pietro Mazzo e il suo consiglio direttivo hanno già passato alla Storia: da domani, con la preziosa collaborazione del delegato provinciale del Coni Enrico Radaelli, si pensa infatti già all’edizione del 2015, la quarantesima che vuole essere un successo.

Gianmaria Italia
Monza, 16 giugno 2014

Buona Pasqua!

Inaugurato 1° Festival della Brianza dal 4 al 6 aprile 2014

4 aprile 2014 il 1° Festival della Brianza presso la sede di Villa Greppi a Monticello B.za e si concluderà domenica 6 aprile 2014. La finalità del progetto“Festival della Brianza” è la valorizzazione dell’area Brianza attraverso la creazione di una serie di iniziative integrate rivolte sia al target istituzionale che popolare. L’iniziativa è organizzata dall’Associazione Cultura e Tradizioni della Lombardia ed è promossa attivamente dalla Provincia di Lecco, dalla Provincia di Monza e Brianza e dal Consorzio Villa Greppi. IlFestival della Brianza, sostenuto da Acel Service, ha come partner tecnici l’associazione Costruiamo il Futuro e Il Giretto e come supporto media Tramite R.P. & Comunicazione. Il 1° Festival della Brianza si terrà presso la sede di Villa Greppi di Monticello Brianza che per l’occasione ospiterà tante iniziative e appuntamenti importanti a partire dal 4 aprile 2014. “Ho sempre pensato che investire in Cultura sia il modo migliore per garantire ad una comunità un futuro di crescita non legata a momentanee “fortune”, ma costante e continua anche dal punto di vista economico e sociale. Questo approccio è tanto più vero per un territorio qual è la terra di Brianza dove il legame tra cultura e lavoro costituisce storicamente la cifra distintiva del suo sviluppo e crescita. Una qualità che il mondo ci riconosce e apprezza. – ha affermato l’Ass. Enrico Elli, Assessore alla cultura della Provincia di Monza e Brianza - Il Festival della Brianza costituisce il contributo culturale conclusivo che gli Assessorati alla Cultura delle Province di MB e di Lecco hanno deciso di offrire al territorio per affermare con forza che il futuro in cui credere e per il quale lavorare con successo dovrà restituire alla Cultura il suo imprescindibile valore di fattore dinamico della Società nonché motore di sviluppo economico, pena l’inaridimento identitario della comunità e del suo stesso tessuto produttivo”  Al termine dei saluti Istituzionali, l’evento prenderà avvio con il primo dei due convegni previsti per la giornata rivolta alle Istituzioni e Associazioni Territoriali, Cultura e Identità del Territorio della Brianza.Dopo un buffet a base di prodotti tipici, si terrà il secondo convegno dal titolo, il sistema economico dell’area Brianza e le opportunità di Expo’ 2015. A partire dalle ore 9.00 del 4 aprile sino alle ore 17.00 di Domenica 6 aprile sarà esposta l’importante mostra “Dalla Brianza al mondo: lo scrittore Eugenio Corti” gentilmente concessa dalla Fondazione Costruiamo il Futuro. “La mostra è un’occasione per conoscere la vita e l’opera del grande scrittore, venuto a mancare lo scorso 4 febbraio nella sua casa a Besana in Brianza – ha affermato Francesco Sangiorgio, Presidente della Fondazione Costruiamo il Futuro - Eugenio Corti è stato un grande protagonista della cultura italiana, capace di raccontare la grande epopea del Novecento facendo emergere la natura profonda dell’uomo di ieri, di oggi e di sempre.” Composta da 32 pannelli autoportanti e tre contributi video inediti, l’esposizione ripercorre le opere di Corti, raccogliendo in esse gli spunti per analizzarne valori, caratteristiche ed elementi fondanti di una società rappresentativa dell’Italia stessa. Nelle stesse giornate sarà allestita la mostra fotografica Storia di una terra: la Brianza a cura di Pietro Redaelli, storico fotografo che attraverso i suoi scatti ha immortalato ben 50 anni di Brianza. Nella giornata di sabato la scuola IN-PRESA di Carate Brianza organizzerà un Educational di cultura culinaria dove verranno mostrate le preparazioni di alcuni piatti della Brianza con assaggi finger food ad accesso libero. Domenica 6 aprile 2014 sarà una giornata ricca di iniziative, il vero centro del Festival della Brianza. Alle ore 9.30 si terrà un convegno organizzato dall’Associazione Il Giretto dal titolo “Camminare in Brianza: conferenza sui benefici della mobilità lenta” e alle ore 10.30 prenderà avvio la camminata di 5 Km Nordic Walking lungo i sentieri della Brianza. Il pomeriggio sarà animato da iniziative ludiche e per bambini e famiglie con “i giochi di una volta”. In contemporanea,  alle ore 10.00 prenderà avvio la rappresentazione degli antichi mestieri con gruppi di arti folclori che e tradizioni popolari, canti e musiche della brianza.  Info: www.festivaldellabrianza.com.

Domenica 30 marzo le otto tappe di “Cammina le ‘foglie della rosa’ del Cammino di S. Agostino, verso Expo 2015”

Prendono il via il 30 marzo prossimo le otto tappe a piedi (tutte nelle giornate di Domenica, con replica ogni Venerdì successivo) che percorrono le cosiddette “foglie della rosa” del Cammino di Sant’Agostino. Questo pellegrinaggio lombardo, lungo 610 km da Monza a Pavia (il cui disegno del percorso ricorda appunto quello di una rosa stilizzata), unisce nel nome del “Santo della Grazia” 50 Santuari mariani della Lombardia, molti dei quali sono appunto collocati sulle due cosiddette “foglie occidentale e orientale” del tracciato.

I Santuari che saranno visitati dai pellegrini in queste otto tappe sono tra i più significativi e importanti della devozione mariana in Lombardia. Tra i tanti, meritano doverosa menzione il Santuario della Madonna dei Miracoli di Saronno, il Santuario di Santa Maria in Piazza di Busto Arsizio, il Santuario della Madonna Addolorata di Rho, il Santuario di S. Maria della Fonte di Caravaggio, il Santuario della Madonna delle Lacrime di Treviglio, il Santuario della Madonna della Concesa di Trezzo sull’Adda. Oltre ovviamente al Santuario della Madonna delle Grazie di Monza, da dove il Cammino di Sant’Agostino e le sue due “foglie” hanno origine.

Sono Santuari che hanno accompagnato nei secoli la storia delle comunità che li ospitano, riservando sovente inaspettate e gradite sorprese al pellegrino che li visita. E’ il caso ad esempio del Santuario della Beata Vergine del Pilastrello a Inzago, presso il quale è conservata la prima copia “dal vero” della Sindone, fatta eseguire da San Carlo Borromeo (l’unica che mostri come fosse il sudario originale, prima dell’incendio del 1532). Santuari che accompagnano il pellegrino con la loro continua vicinanza all’acqua: sul Canale Villoresi, lungo la valle del fiume Olona, sul Naviglio della Martesana, e lungo il corso del fiume Adda, camminando sui luoghi più studiati da Leonardo da Vinci durante il suo soggiorno nel ducato milanese.

Domenica prossima 30 marzo i pellegrini si troveranno alle 8:30 al Santuario di Monza per eseguire la prima tappa della “foglia occidentale”: si partirà dal Santuario monzese per raggiungere quello di Saronno alle 17:00 circa, passando per il Santuario della Madonna del Castagno di Muggiò. Sono 29 km di cammino a piedi, un’esperienza “sostenibile” che consente a chiunque lo desideri di provare l’esperienza dei grandi pellegrinaggi, primo tra tutti il celeberrimo Cammino di Compostela. Ma col vantaggio di vivere l’emozione pellegrina senza prendersi la briga di andare fino in Spagna, ma molto più agevolmente camminando a pochi chilometri da casa propria.

E’ questo uno dei tanti vantaggi offerti del Cammino di Sant’Agostino: quello di garantire l’emozione del “cammino lento” – soprattutto ai lombardi – quasi a chilometro zero.

Di seguito, il calendario delle otto giornate dell’iniziativa “Cammina le foglie del Cammino”, tutte nella primavera 2014:

 

#

Data 2014

Da: A:

km

totale

1

30/3 e 4/4

Monza Santuario S. Maria delle Grazie Muggiò Santuario Madonna del Castagno

6,0

29,0

Muggiò Santuario Madonna del Castagno Saronno Santuario Madonna dei Miracoli

23,0

2

6/4 e 11/4

Saronno Santuario Madonna dei Miracoli Gorla Minore Santuario della Madonna dell’Albero

13,0

19,0

Gorla Minore Santuario della Madonna dell’Albero Busto Arsizio Santuario S. Maria in Piazza

6,0

3

4/5 e 9/5

Busto Arsizio Santuario S. Maria in Piazza Legnano Santuario della Madonna delle Grazie

9,0

24,0

Legnano Santuario della Madonna delle Grazie Nerviano Santuario Madonna di Dio il Sa’

7,0

Nerviano Santuario Madonna di Dio il Sa’ Rho Santuario della Madonna Addolorata

8,0

4

11/5 e 16/5

Rho Santuario della Madonna Addolorata Milano Santuario Santa Maria alla Colombara

11,0

19,0

Milano Santuario Santa Maria alla Colombara Milano Duomo di Milano

8,0

Totale Km Foglia Occidentale

91,0

5

18/5 e 23/5

Milano Duomo di Milano Cernusco S. N. Santuario Madonna Addolorata

16,0

22,0

Cernusco S. N. Santuario Madonna Addolorata Gorgonzola Santuario Madonna dell’Aiuto

6,0

6

25/5 e 30/5

Gorgonzola Santuario Madonna dell’Aiuto Inzago Santuario B.V. Del Pilastrello

7,0

26,0

Inzago Santuario B.V. Del Pilastrello Cassano d’Adda Santuario Madonna del Miracolo

5,0

Cassano d’Adda Santuario Madonna del Miracolo Caravaggio Santuario S. Maria della Fonte

14,0

7

8/6 e 13/6

Caravaggio Santuario S. Maria della Fonte Treviglio Santuario della Madonna delle Lacrime

9,0

23,0

Treviglio Santuario della Madonna delle Lacrime Trezzo d’Adda Santuario Madonna della Concesa

14,0

8

15/6 e 20/6

Trezzo d’Adda Santuario Madonna della Concesa Trezzano Rosa Santuario B.V del Rosario

7,0

28,0

Trezzano Rosa Santuario B.V del Rosario Monza Santuario S. Maria delle Grazie

21,0

Totale Km Foglia orientale

99,0

Per informazioni:

Associazione Culturale

Cammino di S. Agostino

info@camminodiagostino.it

www.camminodiagostino.it

ANFI : Auguri dalle Fiamme Gialle MB

Cambiago , MB

Venerdi 6 dicembre . presso l’Agriturismo La Torrazza di Cambiago , si è svolto la serata conviviale dell’ANFI di Monza e Brianza .

L’Associazione Nazionale Finanzieri d ‘Italia , sezione di Monza è intitolata al Maresciallo Capo “ Centrone Francesco “ , caduto in uno scontro a fuoco a Lecco nel 1983 , conta ben 111 soci , tra ordinari e simpatizzanti ,ed è guidata dal tenente colonnello Michele Buccella, il quale, con orgoglio, ha voluto ricordare le sue origini di “abruzzese doc”  ed i pellegrinaggi effettuati a piedi: il CAMMINO DI SANTIAGO DI COMPOSTELLA (anno 2010 – Km.900), quindi la VIA FRANCIGENA (anno 2012 – km.1000) ed infine il CAMMINO DI ASSISI (anno 2013 – Km.300).

Tra gli ospiti della serata era presente il Colonnello Mario Salerno , Comandante del Gruppo GdF di Monza , protagonista dei recenti successi di operazioni contro evasori di alto profilo , a testimonianza del legame tra le Fiamme Gialle in servizio e in congedo , come vincolo di continuità tra passato e presente .

 

Presenti altresì alla conviviale illustre personalità, quali: il Prof.Dott. Antonino Di Pietro, scrittore e uno dei maggiori specialisti in dermatologia; il Dott. Luigi Maria Sartirana, noto specialista ginecologo, già Ufficiale Medico Militare: il Maggiore Giambattista Vismara, Comandante del Gruppo Tutela Economia del Nucleo pt di Brescia e il Cavaliere del Lavoro Ernesto Colnago, ex ciclista e famoso costruttore di splendide biciclette da corsa e non, all’avanguardia della competitività e vincitrici di decine di campionati mondiali, che è stato nominato, nel corso della serata, socio  simpatizzante della Sezione A.N.F.I. di Monza.
Il Cav. Colnago, per l’occasione ha voluto omaggiare la Sezione di una bellissima bici che è stata assegnata al possessore del biglietto estratto a termine serata; biglietti ceduti tra i presenti previa offerta.

 

 

 

Tra i soci simpatizzanti dell’anno in corso, è stato ricordato il mitico, poliedrico inviato TV Valerio Staffelli che, in altra circostanza, ebbe a consegnare al Presidente  della Sezione A.N.F.I. di  Monza – Colonnello Michele Buccella – un “TAPIRO D’ORO”, vestito con i colori del Corpo, in segno di vicinanza e stima al sodalizio; “tapiro” che ha vivacizzato la serata, “soffermandosi” in ogni tavolo per la foto di rito…..


Grande accoglienza è stata tributata anche al ns Direttore Editoriale , Gianfranco Beretta , che rappresentava Brianza News alla serata , come testimonianza dell’attenzione mediatica al lavoro incessante e complesso delle Fiamme Gialle .

Un momento di particolare commozione hanno suscitato le parole del Presidente Buccella , quando ha ricordato i colleghi che sono mancati : “ A loro l’affettuosa gratitudine e l’orgogliosa riconoscenza ; proseguiremo il cammino da loro tracciato con sacrificio e dedizione , senza mai dimenticare l’esemplare attaccamento al Sodalizio cui oggi noi siamo fedeli custodi “.
Dopo aver gustato i piatti tipici del Locale , si sono alzati i calici per brindare al Natale e al Nuovo Anno …
Il dolce e la musica con il ballo , hanno concluso la simpatica serata all’insegna della Amicizia  e del Buon Umore , con un pizzico di Speranza per un Nuovo Anno Migliore …

La Redazione

Panathlon MB, UN GRANDE COMMIATO ALLA FESTA DEGLI AUGURI

Franca Casati chiude un decennio di presidenza

E Franca Casati conclude la sua lunga e proficua reggenza. L’ha fatto nell’evento e nella sede più consoni: l’annuale Festa degli Auguri nella grande sala Regina dell’Hotel de la Ville che ha sempre rappresentato il luogo di quelle conviviali che per tanti anni hanno portato sulla scena cittadina la vitalità e l’essenza del Panathlon Club Monza Brianza. Un’essenza che traspare in alcuni brani del suo discorso dove, grata a tutti, ha trasmesso il proprio sentimento e la voglia di continuare a dare: “Un ringraziamento particolare perché lungo dieci anni, tanti quanti quelli trascorsi, grazie all’amicizia e alla collaborazione di tutti voi, alla presidenza di questo club. E’ tutto il gruppo dei miei consiglieri che mi é stato vicino esprimendo sempre il massimo della collaborazione, sia diretta che nel trasmettere i sensi della nostra missione. Non posso che rivolgere loro un GRAZIE particolarmente forte, siete stati dei magnifici compagni di viaggio.” E i risultati sono stati notevoli: “I nostri soci hanno magistralmente dimostrato di interpretare lo spirito panathletico in molteplici attività interne o esterne al club dimostrando tutto il loro valore: nei rapporti con le scuole, in iniziative sociali e importanti eventi a favore dello sport per i disabili. … Lo si è fatto con quel consiglio direttivo che, per me, è stata una squadra, una buona squadra, e preciso, squadra vincente. Noi non abbiamo punti in classifica o trofei da ostentare, ma quei risultati di immagine, di proposte, di iniziative, di rapporti che hanno portato il Panathon Club Monza Brianza a livelli molto significativi. Lo posso affermare con orgoglio.” Testimonial di una di queste iniziative i campioni Martino Minuto (straordinario fiorettista azzurro appena rientrato da una vincente trasferta in Australia) e Roberto Riva (pluricampione mondiale di pattinaggio artistico) a cui i presenti hanno tributato un lungo applauso. Un pensiero riconoscente anche al di fuori del club: “voglio qui elogiare e ringraziare il mio vicepresidente vicario Pietro Mazzo, e con lui l’USSMB che presiede, per la generosa e privilegiata ospitalità che ci ha sempre riservato al Festival dello Sport. Un grazie quindi alle istituzioni pubbliche, Provincia e Comune, che hanno contribuito alla qualità dei nostri eventi con attenzione e amicizia, al CONI, alle federazioni, alle associazioni sportive, così meritorie nel loro quotidiano impegno e all’informazione: giornalisti che su stampa come in televisione o in web, hanno seguito e valorizzato ogni passo del nostro cammino” Non poteva mancare una piccola lezione: “Non si diventa panathleti per caso, ma per scelta condividendo e promuovendo quei valori irrinunciabili che stanno alla base della nostra associazione” E le massime istituzioni non hanno fatto mancare la loro affettuosa e qualificata presenza: Dario Allevi, presidente della Provincia di Monza, e il CONI col presidente regionale Luigi Marzorati e il delegato provinciale Enrico Radaelli oltre ad un cordiale messaggio inviato dal sindaco di Monza Roberto Scanagatti. Il prossimo appuntamento è per l’assemblea elettiva, in calendario a metà gennaio per il rinnovo delle cariche: presidenza e consiglio direttivo. 

Nelle foto:
(7176) Franca Casati
(7179) Casati, Allevi e Minuto
(7235) l’abbraccio di Marzorati (a sinistra Enrico Radaelli)
(7211) Martino Minuto e Roberto Riva

                                                                                                     Gianmaria Italia