Buona Pasqua!

MONZA: NUOVO ACCORDO,ACSM AGAM – VERO VOLLEY

Acsm Agam, con la controllata Enerxenia, e il Consorzio Vero Volley hanno sottoscritto una nuova sponsorship, rinnovando l’accordo stipulato nel 2012. L’intesa, valida per le due prossime stagioni agonistiche, 2014-2015 e 2015-2016, è stata siglata stamattina al PalaIper, alla presenza del sindaco di Monza, Roberto Scanagatti. Alla presentazione sono intervenuti il Presidente di Acsm Agam, Roberto Colombo, l’Amministratore Delegato di Acsm Agam e di Enerxenia, Enrico Grigesi, la Presidente del Consorzio Vero Volley, Alessandra Marzari e il Presidente di Pro Victoria Pallavolo, Carlo Rigaldo. La sinergia fra le due realtà prevede l’abbinamento del marchio Enerxenia, società di vendita gas e energia elettrica del gruppo Acsm Agam, alle prime due squadre nazionali del sodalizio sportivo e a specifici eventi di richiamo organizzati dal Consorzio, e l’esposizione di un pannello esterno al PalaIper. La prosecuzione del rapporto fra la multiutility, uno fra i principali player lombardi del settore, e il Consorzio di pallavolo, reduce da due ottime annate, riconferma valore e obiettivi dell’intesa siglata nel 2012: ossia la reciproca promozione di due realtà di forte consenso e radicamento sul territorio di Monza e Brianza. Il Consorzio Vero Volley (www.verovolley.it) è composto da sei società sportive. Sviluppa un ampio progetto di sport e cultura sportiva, che parte dall’attività nelle scuole, con il coinvolgimento di oltre 8 mila alunni, passando da un florido vivaio giovanile (circa 1.500 atleti per oltre 60 squadre), per giungere fino allo sport di vertice nazionale, con la serie A2 maschile e la A2 femminile. Acsm Agam (www.acsm-agam.it) opera nel campo della termovalorizzazione dei rifiuti, della gestione calore, della cogenerazione di energia elettrica e vapore e del teleriscaldamento. Opera inoltre, tramite le proprie società controllate, nei settori della vendita di gas metano e energia elettrica, della distribuzione del gas, della distribuzione di acqua e fognatura e del teleriscaldamento. Enerxenia è la società di vendita gas ed energia elettrica nelle province di Como, Monza e altri comuni in Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Si propone con vantaggiose offerte e innovative proposte commerciali in grado di competere con i diversi operatori presenti sul mercato.

SODALIZIO SPECIAL OLYMPICS – USSMB

Dalla volontà di avvicinare ancor più la missione di SPECIAL OLYMPICS ITALIA alla vasta realtà del mondo associazionistico della nostra Provincia rappresentato dall’USSMB, è nata una delle più interessanti collaborazioni sociali e sportive del nostro territorio. Per volontà di CARLO LAZZARINI, direttore del Team Monza Brianza di SOI , e di PIETRO MAZZO, presidente dell’Unione Società Sportive Monza Brianza, le due associazioni uniranno le rispettive esperienze avviando una stretta collaborazione. Prima novità la sede: l’USSMB mette a disposizione i propri locali di via Passerini 6 perché il Team di SOI abbia un suo recapito e un luogo per riunirsi. Seconda novità: il diretto coinvolgimento di PIETRO MAZZO che è stato nominato “referente per i rapporti con il CONI, il Comitato Italiano Paralimpico, la Fed.Ital.Sport Disab.Intellettiva Relazion., con le altre federazioni e con gli enti di promozione sportiva” mentre RICCARDO CORIO, vicepresidente dell’USSMB, assume la carica di “referente per le società sportive dilettantistiche del territorio Monza Brianza”. Già molto significativo il prossimo impegno in calendario per SOI Lombardia: dal 2 al 4 maggio a Monza, Concorezzo e Villasanta si disputeranno i Giochi Regionali Special Olympics Italia della Lombardia e Meeting Internazionale e Interregionale SOI a inviti di Atletica leggera, Golf e Tennis 2014

Un cordiale saluto nella certezza della Vostra sempre attenta sensibilità

Gianmaria Italia

Padiglione Lombardia al Vinitaly

Qualità e varietà senza confini per i vini lombardi

Dal Vinitaly alla conquista dei mercati esteri

Sempre più protagonisti sui mercati esteri grazie a una
crescita dell’export dell’11,6% nel 2013,a fronte di una media nazionale del
+7,3 %. Ma anche pronti a conquistare i milioni di visitatori stranieri attesi a Milano per
l’Expo 2015, assumendo il ruolo di ambasciatori della produzione vitivinicola nazionale in
virtù di una qualità e varietà al top.
Sono queste le premesse con cui i vini di Lombardia si presentano all’appuntamento
con la 48ª edizione di Vinitaly, il Salone internazionale del vino e dei distillati in scena
a Verona dal 6 al 9 aprile. La collettiva lombarda che accoglierà buyer, operatori del
settore e giornalisti nel “salotto buono” del Padiglione Lombardia, che come da tradizione
occuperà l’intero secondo piano del Palaexpo, arriva infatti all’appuntamento con la storica
manifestazione forte di un nuovo record: la vendemmia 2013 chiusa con un
88,9% di vini a Denominazione di qualità sul totale di quelli prodotti.Su 1,46
milioni di ettolitri di vino prodotto in Lombardia lo scorso anno, ben 1,30 milioni di ettolitri
ha il marchio Docg, Doc o Igt.
“La Lombardia è la prima Regione agricola italiana e la seconda in Europa.
E i nostri vini raccontano la storia di questa bellissima terra nel mondo, la
creatività e l’operosità dei lombardi”, ha detto il presidente della Regione Lombardia,
Roberto Maroni.
“I dati sulla vendemmia 2013, poi, ci dicono che a crescere è soprattutto
la produzione di qualità con +2,5% di ettari rivendicati Docg, Doc e Igt e
+17,6% di ettolitri a denominazione di qualità”, ha proseguito Maroni. “Merito
di professionisti qualificati, imprenditori capaci di innovare, spesso giovani,
che credono nella Lombardia e investono in Lombardia. La Regione intende
sostenerli il più possibile, per fare apprezzare il nostro vino e promuovere il
nostro territorio nel mondo, anche in occasione di Expo 2015”.

EXPORT: BOOM IN QATAR E NUOVA ZELANDA – La partita con l’estero si
gioca, infatti, su due fronti. Da un lato l’export: Stati Uniti, Germania, Svizzera, Canada
Padiglione Lombardia a Vinitaly 2014
e Giappone restano i mercati principali quanto a fatturato. I dati Istat elaborati da
Unioncamere Lombardia evidenziano anche una forte crescita di nuovi mercati quali
Qatar (+268,6%), Nuova Zelanda (+124,1%), Messico (+59,6%), Corea del Sud
(+54,2%) ed Emirati Arabi Uniti (+53,3%).
Dall’altro Expo 2015. “Un’occasione irripetibile per il comparto vitivinicolo
lombardo”, ha ricordato Francesco Bettoni, presidente di Unioncamere Lombardia.
“I nostri vini saranno gli ambasciatori deIla produzione italiana agli occhi
dei tanti visitatori stranieri che verranno a Milano per l’Expo e per i quali la
Lombardia sarà la porta d’ingresso nel nostro Paese”.
“I successi sui mercati internazionali dimostrano che la Lombardia non ha
nulla da invidiare alle più rinomate regioni vinicole del mondo”, ha proseguito
Bettoni. “Il consumatore oggi vuole soprattutto qualità: grazie agli incessanti
investimenti in ricerca e sviluppo il sistema vitivinicolo lombardo ha raggiunto
il top, sia per quanto riguarda la qualità sia per quanto riguarda la varietà. E
questo microcosmo di offerta completa fa della Lombardia la regione con la
maggior possibilità di scelta in Italia”.
UN MICROCOSMO CON UNA VARIETÀ UNICA – La diversità di ambienti, di
clima e terroir, tra laghi, colline e montagne, fa infatti della Lombardia una realtà unica.
Nella quale la nobiltà degli spumanti metodo classico di Franciacorta e dell’Oltrepò
Pavese, convive con lo spessore dei rossi di montagna della Valtellina, l’eleganza dei
bianchi di Lugana, la vivacità del Lambrusco Mantovano, la raffinatezza di un passito di
nicchia quale il Moscato di Scanzo e la freschezza delle piccole produzioni delle Terre
Lariane e delle colline di San Colombano.
Proprio questo microcosmo sarà protagonista nella Collettiva Lombarda, prima per
numero di espositori e detentrice del record di presenze nell’edizione 2013 del Vinitaly,
quando dei 148 mila visitatori complessivi registrati in fiera oltre 80 mila fecero tappa
al secondo piano del Palaexpo. Con 8.500 metri quadrati di spazio occupato, oltre 4
mila dei quali allestiti, 200 aziende vitivinicole presenti e oltre mille vini a
Denominazione di qualità in degustazione, la Collettiva Lombarda proporrà ai visitatori
un’offerta al top sia in termini di livello qualitativo sia in termini di varietà.
VOCAZIONE ALLA QUALITÀ -D’altra parte, la riprova della forte vocazione alla
qualità dei vini lombardi è anche nei numeri: pur rappresentando appena il 3% della
produzione nazionale, la Lombardia concorre per l’8% alle Denominazioni
di qualità italiane. Sommando le 5 Docg, le 22 Doc e le 15 Igt, sono infatti 42 le
Padiglione Lombardia a Vinitaly 2014
denominazioni lombarde.
“La qualità della Lombardia è notevolmente cresciuta negli ultimi 20 anni” ha
sottolineato l’assessore regionale all’Agricoltura, Gianni Fava. “La sfida dei viticoltori
lombardi sarà quella di crescere ulteriormente sul fronte dell’export, aumentato
dell’11,6% nel 2013”.
“La Regione Lombardia si sta muovendo in più direzioni”, ha proseguito Fava
“con un percorso rivolto alle imprese nell’accesso al credito, nell’innovazione
attraverso il Programma di sviluppo rurale, nella semplificazione burocratica.
Dal 2015, in particolare, nell’ambito dell’ocm saranno rese disponibili risorse
per circa 10 milioni di euro su provvedimenti specifici legati alla promozione,
alla ristrutturazione dei vigneti e al miglioramento delle imprese vitivinicole,
con una sensibile attenzione ai due pilastri sui quali si fonda il settore: qualità
ed export”.

LA CASA DEI CONSORZI E DEI VINI LOMBARDI- Un risultato frutto della
collaborazione sistematica tra Regione Lombardia, Sistema camerale lombardo e
Consorzi di tutela, il cui lavoro congiunto si esprime non solo nella tutela e valorizzazione
della qualità, ma anche nella promozione dei prodotti vitivinicoli lombardi.
E proprio in virtù di questa collaborazione il Padiglione Lombardia, realizzato e finanziato
congiuntamente in Accordo di programma dalla Regione e dalle Camere di Commercio
della Lombardia, quest’anno propone alcune ulteriori migliorie rispetto alle edizioni
passate, a partire dalle corsie più larghe per garantire maggiore mobilità e comfort ad
espositori e visitatori, che ne fannouna tappa irrinunciabile per i visitatori del
Vinitaly.
Ad attenderli, oltre ai 200 produttori, anche gli 11 Consorzi di tutela dei vini
lombardi: Consorzio Franciacorta, Consorzio Lugana, Consorzio Moscato di Scanzo,
Consorzio Oltrepò Pavese, Consorzio Provinciale Vini Mantovani (per Colli Morenici
Mantovani e Lambrusco Mantovano), Consorzio San Colombano, Consorzio Terre
Lariane, Consorzio Valcalepio, Consorzio Valtellina, Consorzio Valtènesi ed Ente Vini
Bresciani (per Montenetto, Botticino, San Martino della Battaglia e Cellatica).
UN APPROCCIO ECOSOSTENIBILE: LA RACCOLTA DEI TAPPI – Molto ricco
il calendario di incontri e degustazioni per buyer, operatori e giornalisti, ai quali quest’anno
verrà presentata anche un’importante novità nel segno della sostenibilità
ambientale e del sociale. Grazie all’accordo con Amorim Cork Italia, azienda leader
Padiglione Lombardia a Vinitaly 2014
nel mercato del sughero, quest’anno tutti i tappi delle bottiglie degustate nel Padiglione
Lombardia durante i quattro giorni di Vinitaly verranno raccolti in appositi contenitori
presenti negli stand degli espositori.
I tappi raccolti saranno recuperati e destinati al riciclaggio, diventando
materiale isolante da utilizzare nel settore manifatturiero e in quello delle costruzioni, e per
ogni tappo Amorim verserà un controvalore economico (70 centesimi di euro per ogni chilo
raccolto) che verrà destinato a sostenere le attività di “Le Viss”, onlus con sede a Verona
che si occupa di assistenza a malati ematologici affetti da leucemia, linfoma e mieloma.

Gal Lissone: ELISA MENEGHINI SUPERSTAR A JESOLO

Elisa Meneghini protagonista assoluta dietro solamente alle americane nel recente 7° Trofeo Città di Jesolo – Concorso a squadre ed individuale senior.

Visibilmente soddisfatto Roberto Meloni, presidente della GAL Lissone ha dichiarato:”

Le conferme ormai si sprecano, oggi dopo Vanessa Ferrari è Elisa Meneghini la ginnasta italiana al top delle classifiche, sabato a Jesolo l’ennesima prova di carattere che l’ha portata ad essere la prima delle italiane dietro alle “superstar” americane. Prova di orgoglio da parte di tutte le ginnaste nazionali, con Ferrari a riposo in vista della gara di Coppa del Mondo aTokio, e Ferlito ferma per un problema fisico, è toccato ad Erika Fasana e Elisa Meneghini pilotare le azzurre alla conquista di una piazza d’onore straordinaria, davanti a Giappone,Australia e Romania.

Domenica altra grande prova di Elisa che, nelle finali di specialità, con il punteggio di 14,200 conquista alla trave una medaglia d’argento e al corpo libero per soli 30 millesimi quella di bronzo, esercizi di alto spessore tecnico che gratificano il lavoro dei tecnici a Lissone, ancora una volta la trave ha dato il risultato più importante ribadendo la bontà di una scuola Ferrè ormai riconosciuta in tutta Italia e non.

La Gal Lissone non può che gioire delle grandi atlete che da tempo sono protagoniste della ginnastica italiana, ed oggi appare sempre più felice la scelta di tornare alle origini, nella nostra Lissone, nella palestra che, pur non essendo delle migliori come attrezzature, ha da sempre forgiato ginnaste di alto livello, il pollaio è in festa un’altra super”gallina” è nel firmamento della ginnastica!!”

FESTA DELLE STORIE, SABATO 15 MARZO, GIUSSANO

Sabato 15 marzo dalle ore 10.30 alle ore 16.00, presso la Scuola Materna G. Aliprandi di Giussano, le principali Istituzioni e Associazioni del territorio daranno vita a “Festa delle Storie”, un evento per raccontare la storia della nostra Giussano attraverso i volontari dei diversi sodalizi locali.
La manifestazione ha l’obiettivo di far conoscere il volontariato presente nell’ambito cittadino promosso dalle Associazioni storiche e da tutte le persone che vivono i valori e i principi umani come una missione.
Accolti dalla “Pifferaia Magica”, i visitatori attraverseranno il “muro della storia” per incontrare i protagonisti e conoscere da vicino i numerosi aspetti del volontariato. Un viaggio lungo la linea del tempo alla riscoperta dei valori dimenticati.

Nella foto: alcuni rappresentanti delle associazioni partecipanti.

TEEM: inaugurata nuova Biblioteca Melzo

Duemila cittadini all’apertura della nuova Biblioteca di Melzo che offre 80.000 volumi e servizi multimediali a 50 Comuni Una «piazza del sapere» a impatto zero realizzata grazie a quattro milioni di euro derivanti dalle compensazioni di TEEM Maullu: «Questo complesso e la futura scuola sempre finanziata da TE vanno considerati alla stregua di eredità della Concessionaria al territorio»

Una casa per i lettori di oggi e di domani da 1.200 metri quadrati con 80.000 volumi sugli scaffali e altri 700.000 libri consultabili. Duemila cittadini, con vasta rappresentanza di bambini, hanno partecipato stamattina all’apertura al pubblico della nuova Biblioteca di Melzo (via Agnese Pasta 43) realizzata a costo zero per l’Amministrazione grazie a quattro dei 13 milioni di euro in opere stanziati da Tangenziale Esterna Spa a favore del Comune nel quadro delle compensazioni riconosciute al territorio.

 All’inaugurazione, preceduta dal taglio del nastro scandito dalle note della Banca Civica nonché da una visita riservata ai bambini delle scuole, hanno preso parte il sindaco Vittorio Perego, l’assessore alle Infrastrutture Franco Guzzetti, il collega alla Cultura Massimo Del Signore e l’amministratore delegato di Tangenziale Esterna Spa Stefano Maullu.

 Il complesso, intitolato, nell’anno del centenario dalla nascita, al poeta lombardo Vittorio Sereni e fulcro del Sistema Bibliotecario Est Milano che fornisce servizi tradizionali e multimediali a 50 Comuni compresi nel quadrante Est-Sud del Milanese (tra i più popolati Melegnano, San Giuliano, San Donato, Peschiera Borromeo, Gorgonzola e Cassano d’Adda), è frutto della riqualificazione ecosostenibile di Cascina Brambilla, portata a termine in meno di due anni nel rispetto dell’architettura originaria e nel segno del risparmio energetico. Si tratta, d’altra parte, del primo edificio melzese a essere dotato di un impianto geotermico che, attraverso l’attivazione di pompe di calore, permette di abbattere i consumi del 75%.

 Il progetto è stato elaborato, su incarico del Comune, dallo Studio Dm di Melzo, che ha sviluppato un’idea dell’architetto Marco Muscogiuri di Alterstudiopartners (Milano) e che ha seguito sia la fase di costruzione dell’immobile sia l’allestimento degli arredi. La realizzazione, invece, è stata portata a termine, sempre su incarico dell’Amministrazione melzese, dalla Servet Srl di Crema.

 La struttura della Biblioteca, imperniata su tre piani fuori terra, uno a terra e uno sotterraneo, ha consentito di razionalizzare gli spazi, peraltro quasi triplicati rispetto ai 500 metri quadrati di superficie della vecchia sede di via Manzoni, e di rendere più funzionale il patrimonio librario (sono stati aggiunti 10.000 volumi) rispetto alle specifiche esigenze degli utenti. Studenti universitari e delle Superiori, bambini e adolescenti  delle scuole elementari e medie, anziani appassionati di lettura e cittadini in cerca di svago potranno, infatti, usufruire di locali dedicati.

 La letteratura e la saggistica occupano il secondo e terzo piano, mentre guide, fumetti, cd e dvd sono collocati nel seminterrato. Tutta la Biblioteca risulta arredata con tavoli e sedie progettati appositamente per la lettura. Lo studio è, invece, facilitato dalla realizzazione, al secondo piano, di una «sala del silenzio». Grazie ai microchip applicati su tutti i volumi, il prestito e la restituzione verrà reso più veloce, preciso e automatico. Il nuovo «Autoprestito» tramite la Carta Regionale dei Servizi permette, del resto, di attingere e restituire volumi con pochi clic in piena autonomia e senza passare dal banco. L’apparato tecnologico accelera, infine, le procedure necessarie per consultare i 700.000 volumi raccolti nelle altre Biblioteche comunali del Sistema Milano Est.

 «La trasposizione dalla carta millimetrata alla realtà della Biblioteca di Melzo accredita l’impegno profuso da TE per rispettare gli impegni assunti di fronte ai Comuni in termini di compensazioni in opere dei disagi e dei sacrifici imposti alle comunità dalla costruzione di TEEM - ha  dichiarato nell’occasione l’amministratore delegato Stefano Maullu -. Il sindaco Perego e la sua Giunta hanno scelto di riservare alla cultura e all’istruzione una parte consistente degli investimenti resi possibili dagli stanziamenti della Concessionaria. Condivido quest’impostazione al punto da ritenere non solo l’edificazione della “Sereni” ma anche quella appena intrapresa della nuova scuola fortemente voluta dal Comune di Melzo una delle più importanti “eredità” strutturali che TEEM lascerà al territorio».

A.N.C. MB, BRINDISI DI AUGURI IN SEZIONE

Grande partecipazione  e numerose le autorità civili e militari che hanno presenziato ai tradizionali auguri di Natale della storica Sezione di Monza dell’Associazione Nazionale Carabinieri.

Oltre ai rappresentanti dell’Arma in servizio, rappresentati tra gli altri dal Ten. Col. Gerardo Petitto Comandante del Gruppo Carabinieri di Monza hanno fatto gli onori di casa Vito Potenza, Coordinatore Provinciale della ANC, e Mario Corno, Presidente del sodalizio monzese.
Numerose le autorità civili intervenute tra cui l’On. Stefano Dambruoso, Questore della Camera dei Deputati, il Prefetto di Monza e Brianza Giovanna Vilasi, il Presidente della Provincia di Monza e Brianza Dario Allevi ed il Primo Dirigente del Commissariato di Monza Francesco Scalise e l’Assessore alla Sicurezza del Comune di Monza Paolo Confalonieri.

Nell’occasione il Coordinatore Provinciale ha voluto premiare Cesare Cadeo e Giorgio Anelli, presidente della MacDue per il loro impegno a favore delle iniziative sociali della Associazione Carabinieri.

Concerto ‘Sognando Natale – A Midwinter Night’s Dream’

Il 15 dicembre, ore 17, in Sala Aurora di Palazzo Arese Borromeo si terrà il concerto “Sognando il Natale – A Midwinter Night’s Dream”, con Rachel O’Brien, Debora Mancini & le Cameriste Ambrosiane, che apre la rassegna “Cantieri musicali a Palazzo Arese Borromeo”.

Si tratta di un concerto per quartetto d’archi, arpa, flauto e mezzosoprano dalle atmosfere magiche che catapulta il pubblico nelle nebbie inglesi e lo porta a passeggio tra brughiere scozzesi e verdi prati irlandesi coperti di brina, grazie alle celebri melodie che accompagnano attraverso i secoli l’inverno anglosassone.

Il concerto è a ingresso libero.