3° RECORD BIKE HAPPENING pensa anche all’ Emilia

22° Motoraduno dei Longobardi Motoraduno Sperimentale d’Eccellenza
3° RECORD BIKE HAPPENING Autodromo di Monza 16-17 giugno 2012

Ieri, quando nella Sala Stampa dell’Autodromo di Monza si è svolta la prestigiosa presentazione del 37° Festival dell’Unione Società Sportive Monza e Brianza, in occasione del quale oltre sessanta società brianzole si metteranno l’abito della festa per proporre le loro discipline sportive, si è parlato anche di quello che da anni è un grandissimo momento di aggregazione: ci riferiamo alla accoppiata
Motoraduno + Record Bike Happening, eventi giunti rispettivamente alla ventiduesima e terza edizione.


Il 16 e 17 giugno prossimi l’Autodromo Nazionale di Monza ospiterà motociclisti provenienti da tutto il nostro paese e anche dalla vicina confederazione elvetica, appassionati che confluiranno su Monza per partecipare allo storico Motoraduno dei Longobardi, che nelle due giornate proporrà non solo la visita all’Autodromo, ma anche itinerari turistici e gastronomici al fine di mettere in risalto le bellezze e i
monumenti di Monza e della Brianza.
Poi domenica ci sarà il grande Record Bike Happening al quale sono invitati tutti, ma proprio tutti i motociclisti. E’ una manifestazione promozionale completamente gratuita, che si prefigge di dare visibilità e peso sia al nostro prestigioso Autodromo che al mondo del motociclismo che in questa occasione si spenderà per promuovere in una iniziativa congiunta del Moto Club Monza e del Comitato Regionale Lombardia della Federazione Motociclistica Italiana, per una raccolta di fondi per la popolazioni terremotate dell’Emilia Romagna, fondi finalizzati ad un intervento che verrà poi definito.
Dunque non solo bisognerà essere tutti a Monza per il Motoraduno di Eccellenza, ma bisognerà essere ancora di più a Monza ber battere il record di 1401 moto presenti in pista, stabilito nel 2011. Per tutti sarà un impegno battere anche il record della solidarietà del mondo della moto, che ha un cuore grande come pochi.

Il grande successo ottenuto nelle prime due edizioni del Guinness dei Primati, organizzato a Monza nel 2010 e 2011, con i record stabiliti in tutte le occasioni, ha spronato il Moto Club Monza a portare avanti questa iniziativa che, per le sue stesse finalità, giustamente si propone di diventare il più grande Happening motociclistico nazionale.

Per il 2013 si va avanti e ci sono grandi novità. Per prima cosa il Record Bike Happening si svincola dai legami del Guinness, per sciogliersi da quelle finalità commerciali che non sono quelle volute da questo club che, fin dall’inizio ha voluto inventare una occasione
di incontro e di festa per tutti i motociclisti, senza per questo dover o voler imporre dei balzelli o dei limiti.
Dunque la terza edizione di questo evento, che verrà come sempre ospitato dall’Autodromo di Monza nel contesto del Festival dell’Unione delle Società Sportive di Monza e Brianza e del Motoraduno dei Longobardi (che si svolgerà il sabato e la domenica), continuerà la sua storia con una nuova e prestigiosa etichetta. Il RECORD BIKE HAPPENING Come per le precedenti edizioni tutti i motociclisti potranno
partecipare, nessuno escluso: dalle maximoto agli scooter, dalle moto da fuoristrada ai quad, dai gruppi ai singoli. Un grande appuntamento per il quale non necessita nulla se non una buona dose di passione per la moto, la propria amata a due ruote, un casco e qualche prezioso litro di benzina. Se avete questo vi aspettiamo a Monza, entrerete in pista insieme a tutti noi e alla fine porterete a casa un bel ricordo di questa vostra partecipazione. Il tutto gratis.

Info
Ore 8.30/11.30 Ingresso in Autodromo dalla porta di Biassono.
Ore 11.30 circa ingresso in pista e conteggio dei partecipanti.
Ore 13.30 circa fine della manifestazione.
Per chi vorrà restare in autodromo e completare la giornata, viene proposta una visita al villaggio del Festival USSM e la possibilità di assistere ad esibizioni di moltissime discipline sportive.
VENITE TUTTI IN PISTA A MONZA
FACCIAMO VEDERE AL MONDO
CHE I MOTOCICLISTI SONO TANTI!
CONTRIBUISCI ANCHE TU A BATTERE IL RECORD 2011
DOVREMO ESSERE PIÙ DI 1401

Una nuova sfida per Astro Skating

Renzo e Lucia sui pattini con le grandi tematiche del romanzo di Manzoni:
è il musical di Astro Skating 2012

Raccontare sui pattini a rotelle il celebre romanzo di Alessandro Manzoni, “I promessi sposi” presentando le grandi tematiche sociali e storiche del romanzo. Il musical, viene presentato sabato 9 e domenica 10 giugno al Palaiper.
Sulla pista oltre 200 atleti, suddivisi nei vari gruppi: pattinaggio spettacolo, pattinaggio
sincronizzato, solo dance, senior, junior, jeunesse, esordienti, piccoli astri, piccole
stelle, piccole comete. Con loro, immancabile da alcuni anni, il pluricampione del mondo
Roberto Riva impegnato nel ruolo di Renzo, con le sue impeccabili evoluzioni tecniche del pattinaggio artistico.


Coreografie corali
Paola Biella ha creato delle coreografie che tendono a privilegiare i movimenti corali,
senza nulla togliere ai primi piani e alle acrobazie. Costumi d’epoca naturalmente, e grandi
scenografie costituite da grandi fondali: il lago di Como col Resegone, il duomo di Milano,
Pescarenico.
Paola: “Il grande numero di personaggi presenti nel romanzo consente di dare uno
spazio adeguato a tutti gli atleti. La preparazione del musical per noi è stata anche una
bella esperienza culturale, non solo atletica e sportiva. E’ stato importante e formativo
in palestra entrare nel merito del romanzo e dei suoi personaggi. Le ragazze si sono poi
impegnate a studiare i vari caratteri”.
Sabato lo spettacolo inizia alle 21, domenica alle 16. Presenta Gianmaria Italia. I biglietti
d’ingresso costano 13 euro per gli adulti e 6 per i bambini. Informazioni e prenotazioni al
338/1316830 oppure al 333-9367079.


Gli interpreti
Nei ruoli principali sono impegnati Roberto Riva (Renzo), Valeria Pirola (Lucia), Arianna
Pirola (don Abbondio), Francesca Di Giorgio (perpetua), Serena Borella (don Rodrigo),
Camilla Ramazzotti (Fra’ Cristoforo), Micaela Sironi (monaca di Monza), Cinzia Frigerio
(Innominato), Valentina Mariani (cardinal Borromeo), Marta Clarotto (Griso).


Astro Skating
Astro Skating ha tagliato da poco l’ambizioso traguardo di quarant’anni di attività.
“E’ proprio una splendida realtà. Tutte le persone che collaborano ritengono che per
arrivare a questo risultato sia necessario che la forza di volontà e l’impegno di tutti
convergano all’obiettivo comune, e che ogni anno si rinnovi la voglia di esserci, la tensione
alla qualità, il sentirsi partecipi di un progetto importante”. (Luisa Biella)

 

Terremoto: da Cesano Maderno la farmacia mobile per Moglia (MN)

Allevi: “Un aiuto straordinario dai volontari della protezione civile”

Monza, 5 giugno 2012. E’ partita questa mattina da Cesano Maderno la nuova farmacia
mobile d’emergenza, allestita e resa operativa grazie al contributo di FederFarma
Lombardia e alla ditta Zanchettin Srl di Seveso.
I Volontari della Protezione Civile trasporteranno il container fino a Moglia (MN), uno dei
Comuni colpiti dal recente sisma, dove è allestito un campo di accoglienza coordinato da
Regione Lombardia.
Il container mobile è lungo 7,50 metri ed è dotato di impianto elettrico, condizionatore e
riscaldamento per svolgere le funzioni di una vera e propria farmacia, in sostituzione delle
quatto rese inagibili dal terremoto.
“Ancora una volta i nostri volontari della Protezione Civile si distinguono per generosità
e grande solidarietà – commentano il Presidente Allevi e l’Assessore alla Protezione Civile
Fabio Meroni – A loro va il nostro ringraziamento per l’aiuto straordinario che ancora una
volta, dopo l’analoga esperienza dell’Aquila, riescono a portare nei luoghi colpiti da una
catastrofe naturale”.
Nella colonna mobile partita oggi anche altri condizionatori, che serviranno a rinfrescare le
tende allestite nel campo.

Sporting: Vittorio Sgarbi con le “Donne dell’Arte”

“Chi parla di storia dell’arte parla delle donne e del loro mondo, ugualmente lo fa chi si esprime in poesia e su di essa”. Vittorio Sgarbi venerdì sera allo Sporting Club di Monza ha idealmente reso omaggio a tutte le signore presenti, tenendo una lunga e informale
lectio magistralis su emblematiche figure femminili nell’arte.
L’intervento è avvenuto in coda alla raffinata cena preparata dallo
chef Matteo Scibilia.


L’illustre critico d’arte di origine ferrarese, politico, saggista, conduttore e opinionista televisivo noto per la sua vis polemica, ha guidato i presenti tra le pagine del suo ultimo libro “Piene di grazia. I volti della donna nell’arte” (Bompiani), che alla fine è
stato omaggiato a tutti gli intervenuti di “A cena con … Vittorio Sgarbi”. Il libro è un suo ideale catalogo d’arte sulle sue opere preferite che hanno per protagonista la donna, “creatura perfetta”, che ha ispirato pittori e scultori di tutte le epoche.


“La Storia dell’Arte è storia della donna- ha detto Sgarbi-. Quanti quadri e pale d’altare sulla Vergine, sulle fasi della sua vita terrena ed ultraterrena. Le Annunciazioni, le Assunte occupano i 4/5 della nostra cultura…”. Già, perché la donna per eccellenza è Maria,
“la piena di grazia”. Il titolo del libro, “Piene di grazia” evidenzia invece simbolicamente la sacralità di tutte le donne: “E’ un suggerimento di quel personaggio molto determinato che è mia sorella (Elisabetta Sgarbi, editor di Bompiani, nonché ideatrice e direttrice
de La Milanesiana, festival interdisciplinare di arti, che aprirà la sua tredicesima edizione ai primi di luglio, n.d.r.)”.
Sgarbi non ha mai disgiunto la passione per l’arte da quella per la letteratura: “Fino ai 18 anni ero cieco, mi sono occupato solo di poesia- ha detto-. Ma quando mio zio mi portò a vedere l’immagine di Ilaria del Carretto, donna morta giovane e che Jacopo della Quercia
rende immortale nella sua straordinaria scultura, ho aperto gli occhi sull’arte. Così ho iniziato la mia carriera, vedendo questa donna, non di marmo, ma di carne”. Mentre per l’immagine della copertina del libro, la scelta si è orientata su “una donna del preraffaellita Dante Gabriel Rossetti, una donna reale, Jane Burden, moglie del pittore William Morris ma l’amante del Rossetti”. Poi Sgarbi ha preso a commentare alcuni capolavori ispirati al misterioso mondo femminile, che “consentono riflessioni, evocano emozioni, provocano discussioni…


“. Come è nel suo stile, Sgarbi ha fatto divertenti, talvolta bizzarre, incursioni nell’attualità, affrontando il commento delle opere. Per esempio, la Eva di Masaccio, ne “La Cacciata di Adamo ed Eva dal Paradiso”, piange come il ministro del Lavoro Elsa Fornero:
“Sono proprio sue quelle sopracciglia… “. E ha proseguito: “Qui Masaccio è straordinario: anticipa il governo tecnico ma anche Munch, con “L’Urlo””. Quindi è passato a “L’Annunciata” di Antonello da Messina, dove “l’Angelo non c’è. Qui la Madonna è Annunciata perché c’è solo lei che interiormente contiene lo spirito dell’Angelo, come
in lei vi è Gesù. Lei è piena di grazia. Il fondo nero evidenzia ancora di più questa Annunciata e soprattutto la mano che intercetta la parola dell’angelo e l’altra che stringe il manto a ratificare la presenza di Gesù dentro di lei”. E ancora:”Questa opera sull’Annunciazione è assolutamente rivoluzionaria. Vi è l’assoluta solitudine di questa Madonna, una bellezza siciliana. Potrebbe essere una Monica Bellucci col velo, che è come un’architettura che protegge la grazia…”. Tra le altre Annunciazioni, si sofferma su quella di Lorenzo Lotto, che mette in evidenza “l’effetto sorpresa, mai usato
prima da nessun altro pittore. Lotto immagina un angelo che arriva di sorpresa con aria perentoria come un Brad Pitt in moto, quindi la Madonna si spaventa. Sembra dire: “Mamma mia cosa succede?”. Così impaurita, gli volta le spalle… “. Al grande Lotto, Sgarbi dedica un intero capitolo del libro, “perché non c’è pittore di sensibilità più
femminile di lui. Lotto era intimamente donna”.
Dopo aver ricostruito una sorta di “vita parallela” della Madonna del Parto di Pier della Francesca, finita “dislocata”- si intende la sua riproduzione, voluta da Tonino Guerra- nel film “La prima notte di quiete” di Valerio Zurlini con Alain Delon, il critico d’arte s’addentra nella psicologia della Gioconda. E diverte quando la paragona alla tanto discussa consigliera regionale del Pdl Lombardia Nicole Minetti, “perché come lei si compiace a stuzzicare i desideri maschili, offrendo lo sguardo a tutti”. Diversamente da Cecilia Gallerani resa da Leonardo, il famoso dipinto conosciuto come “La Dama dell’Ermellino”, la bellissima donna amata da Ludovico il Moro:”Lei, regale, non sta guardando noi, lo sguardo è tutto per il suo amante.


Lei ci fa sentire che è solo sua. Qui Leonardo lavora su questa dimensione di esclusività”. Donne carnali e sensuali, donne spirituali che vanno oltre la corporeità come le sante, quindi le eroine, poi le figure mitologiche… . Sgarbi ricorda a un certo punto Les Demoiselles d’Avignon di Picasso, “il primo capolavoro dell’arte moderna con al
centro figure femminili, due delle quali indossano maschere africane.
Qui Picasso ha l’intuizione psicologica della multi etnicità. Anticipa profeticamente la realtà delle nostra società. Persino Umberto Bossi- prosegue ironico- a Gemonio è circondato da neri… “. Il critico d’arte e politico creativo ed indisciplinato, che ora si è dimesso dal suo
incarico di sindaco a Salemi, ha concluso il suo intervento sulla “dama sensuale” di Gustav Klimt, “con l’orgasmo del volto femminile in estasi”, e le donne di Balthus “che affronta il tema del femminile quasi al limite della pedofilia”, con quel “femminino adolescenziale” incarnato a partire della stessa “moglie giapponese eterna bambina”.
Durante la lunga attesa di Sgarbi, lo chef Matteo Scibilia, proprietario e patron dell’Osteria della Buona Condotta di Ornago, nonché acuto storico della nostra enogastronomia e presidente dei Cuochi della Lombardia, ha intrattenuto i soci e gli ospiti dello Sporting con interessanti curiosità sul cibo nei suoi indissolubili rapporti con la cultura e il territorio. Elemento principe della serata sponsorizzata da Allianz, l’asparago rosa di Mezzago, offerto dal sindaco della nota località conosciuta per la protetta varietà “rosa, appunto perché il terreno di Mezzago è ricco di ferro- ha ricordato Scibilia-. Stiamo  valorizzando questo prodotto al massimo con la Camera di Commercio di Monza e Brianza. Dovremo imparare dai francesi a vendere i loro prodotti”. Il vino è stato donato invece dall’enoteca Giuseppe Meregalli di Monza. Il prosecco ha accompagnato le prelibatezze di Scibilia, sempre molto attento al rispetto della tradizione.


Tra gli ospiti, anche il fotografo Maurizio Brera, nipote del mitico Gianni. Una serata per amanti dell’arte e per veri gourmets piuttosto che gourmands. Solo per il gesto semplice di assaporare il gusto croccante dell’asparago rosa crudo, digestivo e diuretico, sia per gli
uomini di oggi, come per i latini avvolti nelle loro tuniche.


Mariella Radaelli

Brianza News in Capo al Mondo con Avventure GS

Quando nacque il progetto di Brianza Channel , l’ obbiettivo era di far conoscere “ La Brianza nel Mondo “ con trasmissioni via Sat e Web e Social Network , illustrando la Cultura e la Storia della nostra Terra .
Per questa ragione abbiamo accettato con piacere di essere il Media Partner del Team Avventure GS ,

un gruppo di giovani motociclisti che organizza dei viaggi insoliti .
Simone Turci , Giacomo Fossati , Marco Monguzzi e Luigi Cernuto , in sella alle loro BMW R 1200 GS ( da qui il nome del Club ) hanno deciso di fare un raid fino a Nordkapp , un luogo leggendari nel mondo delle moto .


NordKapp è il nome di un comune norvegese della contea di Finnmark , ed è il comune più a nord della Norvegia e d’Europa, perché comprende il famoso Capo Nord e capo Knivskjellodden, i promontori più settentrionali del nostro continente .

I nostri centauri , tutti dai 30 ai 35 anni , provenienti da Seveso e Como, inizieranno il loro viaggio lungo ben 8.000 Km il 3 Giugno , arriveranno in Norvegia e torneranno in Brianza il 20 Giugno .
“ Siamo orgogliosi di poter portare a Nordkapp lo stendardo di Brianza Channel . Brianza News , per dimostrare che la nostra cultura non ha limiti e che quando si crede in un progetto , bisogna portarlo avanti a tutti costi , “ dichiara Turci , il portavoce del Team GS .
“ Complimenti per la vs iniziativa , che completa anche il nostro progetto di portare la Brianza nel Mondo ,” commenta Gianfranco Beretta , Presidente di Brianza Channel . “ Noi siamo arrivati in Norvegia via etere con il segale trasmesso da Sky , voi ci portate fisicamente . E’ importante che in tutta Europa si conoscano le varie culture locali e ci sia un interscambio fra loro . Anche a questo servono le imprese come la vostra ..”
Beretta ha poi consegnato lo stendardo della prima Web/Sat Tv della Brianza al Team Gs , nella storica sede della Gilera ad Arcore , altro luogo simbolo della storia del motociclismo . “ Una cerimonia che vuole significare il passaggio e la storia di un marchio brianzolo leggendario , affidando simbolicamente alle nuove generazioni di centauri il compito di continuare a portare alto l’orgoglio di essere brianzoli …” ha terminato il fondatore di Brianza Channel .

Per essere aggiornati sull’impresa dei nostri motociclisti ,potete guardare il loro blog :
avventuregs.blogspot.com
Un caloroso augurio e “ In bocca al Lupo “ da tutta la Redazione e da tutti i … BRIANZOLI .
FORZA TEAM GS ….

per Monza Brianza il Premio ‘Famiglia Lavoro’

La Provincia riceve il Premio ‘Famiglia Lavoro’ da Regione Lombardia il prestigioso riconoscimento assegnato al progetto “Sistema di welfare integrato della Brianza”
Monza, 30 maggio 2012. C’è anche la Provincia MB tra i vincitori della IV edizione del
premio Famiglia Lavoro, voluto da Regione Lombardia e ALTIS (Alta Scuola Impresa e
Società dell’Università Cattolica del Sacro Cuore) in concomitanza con il VII incontro
Mondiale delle Famiglie dedicato al tema “La Famiglia: il lavoro e la festa”.
A ritirare oggi il premio dalle mani del Governatore Roberto Formigoni, presso la sede di
Regione Lombardia, l’Assessore Giuliana Colombo.
Tra le 147 candidature selezionate la Provincia, unica Amministrazione Pubblica
scelta da Regione Lombardia, ha ricevuto la menzione speciale in qualità di Ente
coordinatore del progetto “Un Sistema di welfare integrato della Brianza”, realizzato
in collaborazione con i Comuni, le scuole e l’Asl MB e finalizzato a conciliare vita
familiare e lavorativa attraverso servizi in grado di rispondere alle esigenze espresse
dalle famiglie e dai Comuni del territorio.
“La menzione speciale ricevuta dalla Provincia conferma la bontà del percorso
intrapreso per un welfare integrato nel nostro territorio – spiegano il Presidente Dario Allevi e l’Assessore Colombo – Le azioni avviate sono un esempio della collaborazione positiva instaurata con le numerose realtà della Brianza che hanno scelto di porre al centro i temi delle pari opportunità, della conciliazione famiglia/lavoro e della necessità di offrire risorse concrete a sostegno delle famiglie”.
Il progetto vincitore contiene un pacchetto di 5 servizi:
1)Servizio di teleassistenza – supporto alla cura dell’anziano: la teleassistenza è
rivolta alle persone anziane, garantendo agli over 70 autonomia abitativa e sociale e
il posticipo di un eventuale inserimento in RSA. Il servizio viene gestito dalla Provincia
in collaborazione con i Comuni e ad oggi sono 1467 gli anziani che ne usufruiscono.
A ciò si aggiunge il servizio specialistico di trasporto di familiari affetti da patologie
oncologiche in fase di implementazione.
2)Corsi di formazione per Amministrazioni Pubbliche in tema di pari opportunità
e conciliazione: con 75 adesioni, la partecipazione di 27 Comuni, 2 Aziende
Ospedaliere, ASL e STER Regione Lombardia, il corso – accreditato dal Consiglio
dell’Ordine degli Assistenti Sociali della Lombardia con 20 crediti formativi –
ha fornito approfondimenti per la stesura e la promozione delle azioni positive
all’interno delle PA anche in relazione ad azioni di conciliazione territoriale.