Medea e Il Giorno della Libertà.

  

  MEDEA ROSSA – La Rivoluzione che uccide i suoi figli 

Iniziativa per il “Giorno della Libertà” 9 Novembre 2017, anniversario dell’abbattimento del muro di Berlino  

Le associazioni culturali Mnemosyne e Modoetia Nova, in collaborazione con il   Comune di Monza, hanno organizzato la manifestazione “ Medea rossa – la   Rivoluzione che uccide i suoi figli “ per celebrare il Giorno della Libertà – 9   Novembre, data della caduta del muro di Berlino.   Questo importante anniversario ha cambiato non solo la storia d’Europa, ma   del mondo intero.

Il 9 novembre 1989, cadeva il muro di Berlino, finiva l’incubo dell’Europa. Un rumore assordante, ma tanto atteso: migliaia di picconi che battevano su chilometri e chilometri di pietra, aprendo la strada ai bulldozer.. Si stava sbriciolando il muro della vergogna, segnale tangibile della guerra fredda e delle tensioni tra est e ovest, concreta rappresentazione di quella “cortina di ferro” che materialmente divideva in due una città, ma che in realtà separava l’Europa da se stessa.

La rivolta al dispotismo sovietico aveva avuto inizio molto tempo prima, alla fine

del 1917, quando la Rivoluzione d’ottobre (di cui quest’anno ricorre il 100° anniversario) aveva già mietuto le sue prime vittime.

Medea rossa, la Rivoluzione che uccide i suoi figli, i primi, infatti, a subire persecuzioni dal nuovo potere istaurato furono proprio coloro che, all’inizio,   avevano creduto nella rivoluzione bolscevica, illudendosi che fosse portatrice di   libertà ed eguaglianza.       Nell’ottobre del 1999 una commissione storica istituita a Mosca per la   “Riabilitazione delle vittime del comunismo”, ha calcolato i morti in Urss tra il 1917   e il 1953 in 43 milioni. -   La rappresentazione proposta è la narrazione di quell’insopportabile    spirito dispotico che distrusse l’empito libertario e liberatorio dell’Ottobre.   Era l’anima antica della Russia di Ivan il Terribile che ritornava – incarnata nel    bolscevismo – con la sua pretesa di dominio totalitario sui corpi e sulle anime dei    sudditi.   I più sensibili del popolo russo, i poeti, gli intellettuali, (Vladimir Majakovskij,   Sergej Esenin, Boris Pasternak, Marina Cvetaeva, Anna Achmatova,  Isaak Babel,   Varlaam Salamov, Aleksandr Solzenicyn …) che avevano creduto nella possibilità   di un mondo liberato, furono le prime vittime della macchina di potere.La loro poesia divenne il grido di agonia di un mondo possibile negato.  .  Vogliamo ridare loro la parola, riproporre  testardamente il sogno, la possibilità di     vedere una “nuvola in calzoni” in un cielo che rimane felicemente aperto.

Ancora oggi vi sono Stati comunisti dove continuano persecuzione, incarceramenti,    repressione, crudeltà, morte.   Di attualità è la tenace opposizione degli intellettuali venezuelani, capeggiati dagli    scrittori Leopoldo  Lopez e Tullio Hernàndez al regime chavista del presidente     Maduro.   Il dissidente venezuelano  Lopez è rinchiuso dal 2015 nel carcere militare di    Caracas, con una condanna a 13 anni di reclusione, mentre Hernàndez è costretto     all’esilio in Europa.

I loro scritti e le loro poesie rivendicano per il popolo venezuelano il diritto al   ritorno alla libertà e alla democrazia.  Uno scrittore baltico del tutto dimenticato, scomparso nella Lettonia occupata dai    sovietici, che si chiamava Schubart, ha lasciato dietro di sé un libro profetico dal    titolo l’Europa e l’anima dell’Oriente, in cui è contenuta un’affermazione tetra e    chimerica: << Il bolscevismo è l’ultimatum che Dio ha mandato agli uomini >>. 

Sono state tutti gli oppositori veri o presunti a rispondere col loro sangue al

tremendo ultimatum divino.    L’azione scenica, il cui testo è appositamente scritto, della durata di poco più di

un’ora,prevede la presenza di due attori e di un mezzo soprano che, accompagnata

al pianoforte interpreterà alcune arie dei compositori russi Sergej Prokofiev,

Petr  Ilic Tciaikovsky, e Sergej  Rachamaninof e del venezuelano  Pedro Elias

Gutierreez.  Giovedì 9 novembre  ore 21 in Sala Maddalena, via Santa Maddalena 7 a Monza,    L’evento è a ingresso libero  

Primo Festival Internazionale sulle Malattie Rare a Roma

Cinema e Malattie Rare:
Prorogato al 18 novembre 2017 il bando gratuito del festival
“Uno Sguardo Raro”

Primo festival cinematografico internazionale dedicato alle malattie rare, che si terrà a Roma il 10 e 11 febbraio 2018, con presidente di giuria la regista Cinzia TH Torrini

Prorogato al 18 novembre 2017 il bando di concorso per “Uno sguardo raro”, il festival di cinema dedicato allemalattie rare, alla sua terza edizione, che si terrà a Roma, presso la Casa del Cinema, il 10 e 11 febbraio 2018, aingresso gratuito.

Il bando, a iscrizione gratuita, ha come tema quello del mondo delle malattie rare, descritto da varie angolazioni ed è aperto a professionisti e non professionisti per cortometraggi, cortometraggi Under 30, documentari, spot e cortissimi realizzati con smartphone e tablet, che saranno giudicati e premiati da una giuria di prestigio presieduta dalla regista Cinzia TH Torrini. Tutte le informazioni sul bando e sul festival al link www.unosguardoraro.org mentre per iscrivere la propria opera: https://filmfreeway.com/festival/Unosguardoraro

Il festival, che anticipa la celebrazione della Giornata delle Malattie Rare del 28 febbraio prossimo, vede la direzione artistica dell’attrice e sceneggiatrice Claudia Crisafio, presidente della Nove Produzioni, che produce il festival. Nato da un’idea della stessa Crisafio e di Serena Bartezzati, da tempo attiva nel mondo delle malattie rare, Uno Sguardo Raro è gemellato con lo storico concorso letterario, artistico e musicale “Il Volo di Pegaso”, dedicato a chi soffre di queste patologie, prodotto dal Centro Nazionale Malattie Rare dell’Istituto Superiore di Sanità e in scadenza il prossimo 15 novembre (www.iss.it/pega/). 

Collabora con l’iniziativa la UNIAMO FIMR onlus, Federazione che raccoglie oltre 100 associazioni pazienti di malattia rara in Italia. Raccontare cosa significa vivere in modo diverso, accompagnati da difficoltà e, spesso, dal dolore è sempre difficile. I malati rari e le associazioni pazienti che li affiancano nel loro percorso quotidiano, fatto di piccole e grandi conquiste, hanno raccolto la sfida e negli anni hanno prodotto delle opere in cui aprono il loro complesso universo al pubblico. Il festival internazionale “Uno Sguardo Raro” nasce per dare spazio a queste narrazioni e stimolare una riflessione su come si stia evolvendo il registro di comunicazione di questo particolare tema.

L’obiettivo – sottolinea la direzione artistica è quello di promuovere le migliori opere video sulle malattie rare per creare un punto d’incontro solidale tra il mondo del cinema e questo mondo e dare un impulso alla produzione di nuovi registri di comunicazione visiva sul tema. Un punto di partenza per raccontare come l’esperienza di chi ha già lottato e magari raggiunto qualche vittoria, sia una ricchezza da condividere. La nostra missione diventa quindi trasformare l’invisibilità dei malati rari in visibilità”. ’Uno Sguardo Raro 2018′ ha il patrocinio dell’Istituto Superiore di Sanità, di Ferpi, 100 Autori, Anac e Agiscuola e collabora con la Casa del Cinema di Roma e il Perugia Social Photo Fest.

Le malattie rare

In Europa una malattia è definita rara quando colpisce meno 1 persona ogni 5mila, ma il numero delle patologie è di circa 8mila. Si calcola che in Europa gli affetti da una patologia rara siano circa 30 milioni. In Italia sono 670mila le persone ufficialmente registrate come ‘malate rare’, ma si stima che siano circa un milione e mezzo, un numero che aumenta molto considerando i familiari coinvolti nell’assistenza. Molte sono malattie complesse, gravi, degenerative e invalidanti, fattori che possono portare all’impoverimento della famiglia, al suo isolamento e al suo sfaldamento. Alcune patologie, però, con una diagnosi precoce e adeguati trattamenti, consentono una buona qualità di vita

Per informazioni, per il bando completo e iscrizioni al festival
www.unosguardoraro.org
info@unosguardoraro.org
www.facebook.com/unosguardoraro/

Dall’Europa 50 milioni a BrianzAcque

 

 

La BEI concede un finanziamento a sostegno degli investimenti idrici sul territorio. Il Presidente Boerci: “Grande risultato per tutta la Brianza. Primi a beneficiare di un prestito specifico che rappresenta una provvista finanziaria a basso costo per estendere e migliorare reti e impianti anche per contrastare gli effetti dei cambiamenti climatici”

 

Monza, 17 ottobre 2017  - La Banca Europea degli Investimenti  ha erogato un finanziamento da 50 milioni a BrianzAcque per la realizzazione di investimenti nel servizio idrico integrato. L’azienda pubblica dell’acqua brianzola è la prima società ad aver chiesto e ottenuto il prestito nell’ambito di un programma varato “ad hoc” per l’Italia del valore complessivo di 200 milioni, che prende in considerazione anche la resilienza ai cambiamenti climatici.  Il finanziamento servirà a coprire quasi il 40% del piano di investimenti della società nel quinquennio 2017-2021 con un ammortamento in 13 anni. Per la parte residua, corrispondente a 76 milioni, verranno utilizzati i proventi introitati con le bollette del servizio idrico integrato.

Soddisfazione è stata espressa dal Presidente di BrianzAcque, Enrico Boerci: “E’ un grande risultato, non solo per l’azienda ma per la Brianza tutta. Le infrastrutture idriche locali, come quelle del resto d’Italia, hanno bisogno di cospicui investimenti per essere estese e migliorate. In questo contesto, il prestito BEI rappresenta una grossa opportunità per costruire una provvista finanziaria a basso costo, in grado di coprire il fabbisogno del territorio per i prossimi cinque anni”. E ha aggiunto: “BrianzAcque per prima ha accolto l’opportunità di un finanziamento specifico dell’Unione Europea grazie alla validità e all’affidabilità dei suoi progetti, in buona parte finalizzati a contrastare gli effetti dei mutamenti climatici e, più in generale, un programma di investimenti, giudicato meritevole di essere sostenuto”.

Per accedere al finanziamento europeo, BrianzAcque ha affrontato e superato con successo un percorso complesso e impegnativo con BEI.

I 50 milioni ottenuti a condizioni del tutto agevolate, consentiranno a BrianzAcque, gestore unico del servizio idrico integrato nell’ambito della Provincia di Monza e della Brianza, un approvvigionamento di fondi per interventi e lavori che miglioreranno servizi e infrastrutturazione di opere idriche, sistemi fognari e impianti di trattamento delle acque reflue. In dettaglio, le risorse economiche serviranno per realizzare 9 nuovi pozzi d’acqua, per riabilitarne altri 75, per estendere le reti acquedottistiche di 5 chilometri e per riqualificarne altri 8. Sul versante fognature ci sono 21 chilometri di condutture da costruire ex novo e altri 20 da risanare. Le prestazioni dei due depuratori di Monza San Rocco e Vimercate saranno efficientate grazie all’installazione di impianti di cogenerazione. Da ultimo, ma importantissimo, per contrastare le conseguenze delle “bombe d’acqua”, c’è in programma la costruzione di 5 nuove vasche volano per un totale di 72 mila metri cubi di invaso, pari al volume di circa 30 piscine olimpioniche.      

Nell’ambito del Program Loan riservato all’Italia, la Banque Européenne d’Investissement finanzia metà del progetto fino a un massimo di 50 milioni, esattamente l’importo ottenuto da BrianzAcque.

 

In Italia esistono più di 2.700 operatori che erogano servizi idrici a quasi 7.700 comuni. In questo settore, il divario d’investimento esistente tra il bisogno di opere e quelle effettivamente realizzate è in continuo aumento ormai da anni. Attualmente, ammonta a quasi 5 miliardi.  Il programma della BEI è teso a colmare questo gap.

Firmato Protocollo collaborazione ANFI – Uffici Giudiziari Monza

  • I FINANZIERI IN CONGEDO DELLA SEZIONE “A.N.F.I.” DI MONZA
  • hanno firmato un Protocollo di intesa per lo svolgimento di servizi ausiliari a favore degli Uffici Giudiziari di Monza.
    Lo Statuto dell’A.N.F.I. (Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia), approvato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze con decreto del 20 febbraio 2013, tra le finalità previste e delineate all’art.2, comma 1, riporta, fra l’altro, anche la seguente: “”Svolgere ogni possibile attività di volontariato per il superamento di difficoltà morali e materiali della collettività””.
    Tenuto conto della determinata richiesta di collaborazione fortemente voluta dal Presidente del Tribunale di Monza Dottoressa Laura COSENTINI – il Comandante del locale Gruppo Guardia di Finanza, Col.t.ST Massimo Gallo, ed il Presidente della Sezione ANFI di Monza, t.col. Michele Buccella, in piena e condivisa sinergia, hanno avviato, nel tempo, mirati contatti – in particolar modo con il Dott. Giuseppe Airò, Presidente della Sezione Unica Penale e Presidente Vicario del Tribunale – che si sono concretizzati nella sottoscrizione, da parte del Presidente del Tribunale Dott.ssa Laura Cosentini, del Procuratore della Repubblica Dott.ssa
    Luisa Zanetti, del Sindaco Dottor Dario Allevi e del Presidente della Sezione “A.N.F.I.” di Monza t.col. Michele Buccella, del “PROTOCOLLO DI INTESA PER LO SVOLGIMENTO – DA PARTE DI SOCI ORDINARI DELLA SEZIONE “A.N.F.I.” DI MONZA – DI SERVIZI AUSILIARI A FAVORE DEGLI UFFICI GIUDIZIARI DI MONZA, QUALE PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO CIVICO”, valido, a partire dal 15 settembre, per un anno e rinnovabile nell’auspicata ipotesi di un suo favorevole esito.
    I soci segnalatisi come disponibili – su base esclusivamente volontaria – sono stati ricevuti dal Presidente del Tribunale e dal Procuratore della Repubblica, allo scopo di ricevere opportune e necessarie indicazioni circa l’attività di volontariato presso gli uffici ad essi assegnati e fornire,quindi, esecutività sussidiaria ai servizi resi dal personale amministrativo i cui benefici non possono che ricadere sulla nostra collettività.
    Gli alti magistrati, in tale ambito, hanno rivolto ai convenuti un caloroso saluto ed il vivo apprezzamento per la generosa collaborazione offerta, augurando loro un buon lavoro nel segno della serenità e del rispetto della massima privacy.
    In particolare, allo stato, prestano attività di volontariato dodici soci, di vario grado, ognuno dei quali disposto ad assicurare, di norma, una presenza di due giorni a settimana, dalle ore 08,30 alle ore 13,30, presso gli uffici del Tribunale e della Procura della Repubblica.
    In tale contesto non può non rilevarsi il determinante coinvolgimento del Sindaco del Comune di Monza, Dottor Dario Allevi, il quale, con manifesto interesse ed assoluta disponibilità, ha seguito le attività oggetto del “PROTOCOLLO” e, conseguentemente, impegnato il Comune, fino a concorrenza massima di euro 2.000,00 annui, quale contributo per il rimborso di oneri formalmente necessari e salvaguardando così le esigenze della Sezione “A.N.F.I.” di Monza, in
  • dettaglio compensando le spese relative al rimborso di titoli di viaggio, ivi compresi quelli chilometrici per accessi con autovetture private.
    Con la somma così elargita il Comune stesso ha provveduto alle incombenze assicurative per il titolo di infortunio dei volontari per danni direttamente correlati allo svolgimento dei servizi, ivi compreso l’infortunio “in itinere” ed alle spese del vitto in misura corrispondente ad un pasto per servizi superiori alle cinque ore giornaliere, cioè di fatto al valore del buono pasto riconosciuto ai dipendenti comunali.
    Di seguito vengono riportati i nominativi dei soci impegnati nella intrapresa attività di volontariato : Brigadiere capo D’AMICO Vincenzo, Maresciallo DE GIOVANNI Guglielmo, Maresciallo PALENA Luigi, Brigadiere capo IACOBELLO Antonio, Brigadiere capo PENNISI Giuseppe, Maresciallo VALENTINO Angelantonio, Maresciallo RIZZO Francesco, Luogotenente CARNEVALINI Claudio, Maresciallo Aiutante PELLICCIA Mariano, t.col. BUCCELLA Michele, Luogotenente FINOCCHIO Guido, Brigadiere capo IANNONE Gerardo.
    La Sezione “A.N.F.I.” di Monza è fortemente orgogliosa di tale collaborazione, che certamente produrrà positiva ricaduta nei rapporti con l’opinione pubblica e – perché no – potrebbe costituire esempio da emulare da parte di tutti i soci e delle varie Sezioni nell’interesse della collettività.
    Il Presidente Nazionale – Gen.C.A. Umberto Fava -, il V. Presidente Nazionale per l’ItaliaSettentrionale – Gen. B. Mauro Santonastaso – ed il Consigliere Nazionale per la Lombardia – Cap. Urbano Saba –, dell’ “A.N.F.I.”, sin dall’inizio, hanno condiviso e sostenuto tale “operazione”, condotta e portata a termine dall’attivo Presidente della Sezione di Monza, t.col. Michele Buccella, che ha saputo coinvolgere un motivato “gruppo di volontari” – egli stesso compreso – disponibile per le esigenze dell’Autorità Giudiziaria.

Desio : il quartiere Sacro Cuore in Festa

DOMENICA 24 SETTEMBRE 2017
FESTA DEL QUARTIERE SACRO CUORE DI DESIO
Dopo un lungo periodo di sfioritura e, se vogliamo, degrado del quartiere Sacro Cuore di Desio ,zona vicina alla Stazione, ecco che quest’ultimo ha potuto vedere la rinascita di un nuovo quartiere, grazie alla buona volontà degli abitanti dello stesso.
Il Comitato del Quartiere Sacro Cuore ha lavorato parecchio per rendere di nuovo vivo questo rione.
E’ stato ripulito a fondo, dai bambini residenti nel quartiere ed i loro stessi papà, il campo da calcio che sembrava dover rimanere sconosciuto.
Tutta l’area, compresa la chiesa adiacente al campo, ha un nuovo volto e gli abitanti sono stati generosi nel compiere questa impresa.
I commercianti della zona, soprattutto il dottor Martino Marrella, si sono adoperati
instancabilmente ed hanno organizzato un open day nel quale si sono svolte molte attività.
I partecipanti alla festa sono stati oltre 150 e, dopo la Santa Messa alla chiesetta, ad attendere i presenti c’era un ricco buffet comunitario con offerta libera.
Subito dopo si sono disputate partite da calcio di quattro rioni: il Sacro Cuore, San Giorgio, San Pietro e Paolo e l’Aurora Desio.
Oltre a ciò è stata allestita una mostra d’auto d’epoca con l’apporto del sig. Enrico Arosio, titolare dell’Arosio Trasporti.
Le auto d’epoca che sono state esposte sono le seguenti:
- Ballilla Spider del 1933;
- Giulietta Spider Prima Serie del 1956;
- Lafer W. del 1974;
- Mercedes Pagoda 230 Serie Limitata del 1964;
- Ferrari 348 Turbo Diesel del 1992;
- Jaguar SS 100 del 1936.
Gli sponsor che hanno sostenuto l’organizzazione della giornata sono:
- Zambonin Vini;
- Gastronomia Somasca;
- Bar Dr. Creatur;
- Arosio Trasporti
Il tutto si è svolto in una giornata favorevole dal punto di vista meteorologico e con la
soddisfazione sia degli abitanti (che dei Volontari della chiesetta del Sacro Cuore) del quartiere, sia degli organizzatori.
Ci auguriamo che altre zone di Desio ormai dismesse possano rivivere la stessa esperienza. Come in tutte le cose , basta un pò di  carattere  , dare l’ esempio per primi e poi tutte le persone di buona volontà ci seguono ..
 Magari imparassero anche i politici …
Testo di Silvia Barbirato

La Brianza Vip su misura…

La Brianza , senza togliere  nulla alle altre , è la zona  più ricca della Lombardia , e di conseguenza anche d’Italia ,( molti dicono anche tra le 4 migliori d’Europa , ma non allarghiamoci ..) per la produzione di materiali e mobili di Elite , per le fabbriche e l’artigianato , le Ville, ecc.

Pertanto in questo contesto di eccellenza , oltre ai prodotti offre anche servizi di assistenza e promozione di altissimo livello  .. Al Top di questa classifica già  selezionata , troviamo l’ Agenzia Luxury Events Viamanzoniventitrè , fondata e guidata da alcuni anni  dalla P.R. Monica Biagiotti , una tipica  ”Scìùra” della Milano Bene , ma profondamente legata alla  Brianza .

Sentiamo dalla diretta interessata  di cosa si occupa  :

 Luxury Events  Viamanzoniventitre é un’organizzazione che da ormai vent’anni progetta e gestisce eventi privati e aziendali scegliendo le “location” piu prestigiose e funzionali e coordinando primarie aziende del settore, selezionate in rapporto al tipo di servizio richiesto, al loro prestigio,alla qualita / degli interventi e all’affidabilita./
Luxury Events, grazie alla sua esperienza, “veste” l’evento a misura del cliente e trasforma passione, idee, programmi e sogni in realta / cariche di fascino, personalita/, immagini ed emozioni, seppure in una cornice di efficienza organizzativa.
Esordisce negli anni novanta gestendo una tra le prime ville brianzole dedicate ai matrimoni e sceglie come Catering il prestigioso “ Maestro di Casa” , ha la fortuna di avere come Guida il suo fondatore , colui che ha portato il Catering in Italia .

Inizia una collaborazione lavorativa , anche in altre location di alto livello, dai palazzi storici ,ai musei.
Ama soprattutto organizzare eventi nelle Ville del Fai, la sua passione è la Villa del Balbianello sul Lago di Como .
  • Ha collaborato per la realizzazione di importanti eventi business , della moda e culturali.
    Tra i servizi che offre la sua Agenzia , troviamo quello Aereo ed Elicotteristico .
    Supportata da aziende interamente italiane vola giorno e notte in assoluta sicurezza rispettando i sistemi di qualità certificati e si affida ad uno staff altamente competente, impegnato da anni nell’industria aeronautica .
    Ama studiare itinerari personalizzati per i voli turistici sui Laghi Lombardi sorvolando le bellezze del territorio , dalle splendide Ville del Lago di Como alle isole Borromee
    Si appoggia a diverse Basi Operative : Como, Fino Mornasco Cascina Rizzardi , Bresso , Linate ,
    Rho Bollate ( importante logisticamente per le manifestazioni fieristiche )
    Tutte le Basi sono dotate di servizi di accoglienza e su richiesta anche di dogana. Emozione unica é decollare e atterrare anche di notte sulla piazzola sita nel centro di Milano….

    . In Brianza il Tempo è prezioso e con Luxury Events   vola veramente ..

    Nell’esclusivo aeroporto privato Linate Prime, propone invece un lussuoso aereo di produzione Bombardier , un Learjet con otto posti che veste una nuova esclusiva livrea, gli interni eleganti e confortevoli sono stati studiati e realizzati congiuntamente con Garage Garage Italia Customs

    Numerose altre iniziative ed eventi legate al golf e alle auto storiche sono il target della Biagiotti .   Attualmente , in occasione del GP di F1 di Monza , propone il trasporto in elicottero all’interno del Circuito .
    Le località servite sono :
    Agrate Brianza
    Aeroporto di Bresso
    Aeroporto di Linate – Piazzale Aviazione Generale
    Elisuperfice di Cogliate ( Va)
    Aerei ed elicotteri, mezzi sicuri e veloci … e perchè in Brianza il vero Lusso è il Tempo
  • Altre iniziative ed manifestazioni sono in cantiere e la  Biagiotti ,  ci lascia  con il suo slogan :
  • La felicità non è fare tutto ciò che si vuole ,ma volere tutto ciò che si fa..
Per maggiori Info : 

Mobile +39 339 5257485

Merate Sposi torna a Villa Ponti Greppi

 

Nel vasto panorama degli eventi e Fiere dedicati ai matrimoni , oltre ai due o tre appuntamenti classici “blasonati” in  Lombardia , si è fatto notare lo scorso anno “Merate  Sposi ”  organizzata da  Sposimmagine , per quanto riguarda la splendida  location e la  qualità degli espositori .
Questa Fiera  torna con una 2a edizione  in una delle più prestigiose ville della Brianza: infatti domenica 26 novembre 2017 Villa Ponti Greppi di Merate ospiterà ancora la fiera “Merate Sposi” , dopo l’ottimo riscontro della prima edizione dello scorso aprile, con circa 30 espositori del settore wedding a disposizione delle coppie di sposi con creazioni raffinate, nuove tendenze e soluzioni su misura per un ricevimento originale, ricercato ed esclusivo.
Con  ingresso gratuito, dalle ore 10.00 alle 18.30
la mostra-mercato sarà un’occasione per visionare, informarsi, chiedere
preventivi e acquistare prodotti e servizi da un gruppo selezionato di
rinomati artigiani locali, tra le splendide sale della celebre dimora
seicentesca che coniuga insieme l’eleganza dello stile barocco e il
comfort della modernità.
 In programma prove gratuite di trucco e
acconciatura per la sposa, degustazione confetti e aperitivi, speciali
sconti e omaggi riservati in esclusiva ai visitatori presenti in fiera.
Sicuramente un evento interessante , anche per chi ormai è sposato ma vuole dare consigli  e idee ai figli o agli amici vicini al grande passo ..

La Brianza piange il “suo ” Dionigi

La Brianza ha perso un grande uomo , piccolo di statura ma gigante di bontà …

Dionigi Tettamanzi nasce il 14 marzo 1934 a Renate, un piccolo paese  della Brianza, nell’arcidiocesi di Milano. Renate è anche il paese natale dell’argonauta Piero Porati , grande estimatore  di Dionigi , venuto a mancare pochi mesi fa.

Figlio di Egidio e Giuditta Ciceri , è il primo di tre figli. Ancora oggi molti compaesani lo ricordano con affetto e devozione . A undici anni, entra in seminario. Viene ordinato presbitero nel 1957,all’età di 23 anni, dall’allora arcivescovo di Milano Giovanni Battista Montini (futuro  papa Paolo VI),

Diventa  professore di teologia morale al seminario di Venegono Inferiore nel 1959 e  a motivo della sua predilezione per i temi del matrimonio e della bioetica, viene chiamato da papa Giovanni Paolo II a collaborare alla stesura di alcune sue encicliche.

Nel  1995 viene nominato arcivescovo metropolita di Genova e nello stesso anno diventa vicepresidente della Conferenza Episcopale Italiana . Velocissima la carriera del prelato brianzolo che  1998 viene creato cardinale da Giovanni Paolo II.   Infine il traguardo spirituale .. L’11 luglio 2002 è nominato arcivescovo metropolita di Milano in  successione  al cardinale Carlo Maria Martini .

La sua attività nella Diocesi milanese è stata sempre improntata sull’ aiuto dei bisognosi , degli ultimi , come amava ricordare ..

Anche se nel conclave del 2005 è stato largamente indicato come uno dei  papabili favoriti , non abbandona il suo lavoro e stampa  il nuovo lezionario di rito ambrosiano, riuscendo a  compiere  la riforma liturgica del rito successiva al Concilio Vaticano II.

Nel 2008 costituisce il “Fondo famiglia-lavoro” per dare un aiuto concreto a chi ha perso il lavoro, intuendo la drammaticità della crisi economica in corso , e per dare l’ esempio il porporato brianzolo dona un milione di euro , di tasca propria  per  iniziare  Il fondo …Innumerevoli le iniziative anche intereligiose e   gli eventi a cui partecipa, sia sociali e anche sportivi , che considerava dei momenti di incontro positivi  per i giovani .

In questa foto ( di Gianmaria Italia) lo vediamo durante un convegno con un delegato del  CONI .

L ‘Arcivescovo Angelo Scola e il suo successore Mario Delpini hanno fatto visita alla camera ardente del cardinale  Tettamanzi ,presso la cappella di Villa Sacro Cuore di Triuggio, in Brianza, la ‘Casa di spiritualità della Diocesi’ dove Dionigi si era ritirato dopo la fine del mandato e durante la malattia .

Un fiume di fedeli e amici gli hanno tributato l’estremo saluto all’ arcivescovo emerito di Milano, prima dei solenni funerali , martedì 8 agosto – verrà sepolto in Duomo, sul lato destro della cattedrale, ai piedi dell’altare Virgo Potens dove è presente anche l’urna del  Cardinale Schuster, secondo le sue volontà. Sul lato opposto è sepolto il Cardinale Martini .

La sua figura e il suo impegno per i poveri lo avvicina al bergamasco  Papa Giovanni XXIII , che nei fedeli brianzoli rimane indimenticabile …

Ricordiamo inoltre che fu uno dei sostenitori della nascita di Tele Renate , una delle primissime tv private , che  si trasformò in Brianza 6 e poi in TeleMonzaBrianza … Oggi i suoi  “ fondatori” continuano a trasmettere nello spazio e sul Web con la sigla di Brianza Channel Tv

La Redazione.

 

Lions : passaggio incarichi ad alta quota

Passaggio incarichi Distretto 108 Ib1 
Sabato 24 Giugno , 3 giorni  dopo il Solstizio d Estate ,  si svolgerà a Forcola, Sondrio , .alle porte della media Valtellina, sulle Orobie tra la Val Tartano e la Val Madre , vicino al Fiume Adda , il consueto passaggio degli incarichi Lions del Distretto 108 Ib1
 
Il Governatore Eletto Lion Franco Guidetti dopo la Convention Internazionale
che proprio in occasione del centenario si terrà a CHICAGO, il 4 luglio 2017
subentrerà al Goverantore del Centenario Lion Carlo Massironi.
Tanti i service realizzati, gli incontri, i Congressi, le sessioni di formazione, tanto
il bene fatto per l’umanità che soffre, tante le azioni di servizio che gli 84 Club, più
di 2550 Soci hanno realizzato sui territori ove sono radicati, a livello nazionale ed internazionale
Spiccano i tre nuovi Club Lion, i 4 satelliti , il Leo Club , l’Università per Adulti e Terza Età di Somma lombardo,
tutti frutto di una Leadership autorevole e mai autoritaria, Governatore ed Officer insieme nello spirito unitario  con il quale hanno operato come una grande squadra per dare miglior vigore al centenario.
Il Dg Eletto Franco Guidetti apre il nuovo secolo del Lionismo dove come
obbiettivo si cercherà di promuovere al massimo le idee lionistiche ,
grazie all’impegno associativo  di molti Club.