Independent Women : Charity Dinner a Milano


L’ Associazione Independent Women , in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle Donne , organizza un evento  di beneficenza al Cost di Milano , in via Tito Speri 8 ,.

Oltre alla cena con piatti tradizionali , ci sarà un intrattenimento musicale , Deejay Set  e la presentazione di questa nuova Associazione che ha come promotrici  Monica Biagiotti , nota PR della Milano Bene  e  Giovanna Moleri ,  molto conosciuta a Bergamo .

Tra gli obbiettivi dell Associazione , oltre a corsi di autodifesa , organizzazione di convegni a tema , anche l ‘ambizioso progetto di realizzare una casa  rifugio , di primo aiuto . Il costo della serata e di 40 Euro . per informazioni e prenotazioni , 338  2705966 oppure  info@monicabiagiotti.com .

 

Vimercate : Defibrillatori premio dall ACSM AGAM

Nel palazzo municipale di Vimercate, sono state premiate due delle cinque associazioni sportive che si sono aggiudicate il concorso sui defribillatori semiautomatici, messi in palio dal Gruppo Acsm Agam: la Vicus Mercati calcio e il Club Sub Amici del Mare. Un altro defribillatore è stato donato all’Ammministrazione locale, all’assessore allo cultura e allo sport, Emilio Russo.

 La consegna è stata effettuata  da Alfredo Somoza, presidente di Enerxenia, la società commerciale (luce e gas) del Gruppo Acsm Agam, che ha posto l’accento sul significato delle iniziative messe in campo dal Gruppo Acsm Agam teso a restituire il consenso del territorio in cui le aziende del Gruppo operano o stanno avviando attività.

Per le due società, il premio è stato ritirato da Stefano Gianni, Cosimo Scarpetta e Giuseppe Dolino (per la Vicus); e da Luciano Soliman, Sergio Rolla, Vittoria Cipolla e Valeria Tozzi (per il club Sub). 

La distribuzione degli apparecchi salvavita fa parte della campagna se6diquiallora, promossa dall’azienda dell’energia a beneficio dei territori e delle comunità locali dei territori lariani e di Monza e Brianza; si lega al valore della sicurezza, una delle parole chiave che contraddistinguono le politiche e le prestazioni della multiutility. Le attività della campagna se6diquiallora sono documentate nel profilo facebook “se 6 di qui allora” e sul sito internet se6diquiallora.it.

 

Monza : Habemus Papam !!!

Tra anticipazioni , smentite , ipotesi , finalmente la conferma .                                               . Papa Bergoglio , durante la  visita nella diocesi di Milano,  celebrerà messa nel parco di Monza , presso l’area dell’ex Ippodromo .. L’Arcivescovo, Angelo Scola, lo ha annunciato  ufficialmente ,invitando “fin da ora tutti i credenti e non credenti delle terre lombarde a incontrare il Santo Padre in uno dei momenti della sua visita, soprattutto la messa di popolo che si terrà al Parco di Monza alle ore 15 di sabato 25 marzo prossimo”. 

Gli altri possibili luoghi proposti erano l’ Aeroporto di Bresso  e l’area EXPO , ma alla fine è stato deciso per Monza ..

” E’ un onore per noi ..La nostra città e l’intero territorio della Brianza sapranno accogliere Papa Francesco nel migliore dei modi”.Cosi ha detto il Sindaco Roberto Scanagatti .

Infatti , la decisione di fare una Messa di popolo , è una scelta molto interessante e coraggiosa , perchè aperta veramente a tutti , cristiani e tutte le altre religioni , credenti  e atei , curiosi e scettici .. L’importante è avere un momento di aggregazione  ”globale ” che abbracci virtualmente tutte le persone  che hanno scelto di essere presenti ..

Insomma , come al solito .gli altri  chiacchierano sull’integrazione religiosa   , i brianzoli fanno i fatti   !!!

 

 

 

 

https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=32436736

Il Trionfo di TRUMP !!

 

 

Benvenuto Presidente Donald Trump ,

anche se in  pochi credevano o volevano credere alla sua Elezione , ancora una volta sono stati  travolti dal voto Popolare ..

Sondaggi , Giornali , Tv , Social Web , esperti di settori social economici sono stati  scardinati e sconfessati dalle scelte di una gran parte degli Americani che non vogliono più essere guidati da professionisti del  metodo “Politicalmente corretto ” o dai Vip  dell Economia e Finanza .

Se gli Stati Uniti sono diventati un Grande Paese , è perchè quando devono fare una scelta  , la fanno radicale e netta .. A differenza dei nostri politicanti nostrani …

Questo Presidente incarna un pò anche lo spirito laborioso dei Lombardi in generale e dei Brianzoli in particolare .  Vedremo se lo stimolo imprenditoriale riuscirà a superare gli scogli della burocrazia ..

Ormai tanto è stato detto e criticato su Lei  ancora prima di insediarsi alla Casa Bianca , per cui noi  vogliamo solo  aggiungere  un ”  Buon Lavoro ” e in bocca al lupo …

La Redazione .

Pro Lissone-Kung Fu sul tetto del mondo

La Pro Lissone domina ai ‘Campionati del mondo di arti marziali WPKA’ tenutisi a Massa Carrara nel fine settimana dal 28 al 30 ottobre scorso.
La scuola di Kung Fu bianco-blu, guidata dal maestro Daniele Frassoldati, ha schierato i suoi campioni: nella categoria 18-35 anni femminile, Astrid Ornaghi, 18enne di Vedano, già pluricampionessa italiana e iridata in carica; stessa fascia d’età, ma maschile, Giulio Frassoldati, 19enne di Biassono, anche lui campione italiano 2016 con un palmares di tricolori che supera il decennio, e Lorenzo Pradella, 20 anni, argento e bronzo ai campionati italiani di Rimini.
Tremila gli atleti in gara provenienti dai 5 continenti, ‘Un appuntamento per il quale ci siamo preparati con grande impegno -sottolinea il maestro Frassoldati-: dopo aver dovuto rinunciare all’edizione 2015 in Spagna, volevamo confermare gli ottimi risultati ottenuti sempre a Massa nel 2014, le aspettative della vigilia erano alte perché sappiamo di essere ad un ottimo livello, ma appuntamenti di questa importanza non sono mai da sottovalutare’.
Adrenalina a mille dunque per la compagine accompagnata a Massa anche da Andrea Alfieri, riferimento per i lissonesi, forte di una formazione in fase di completamento presso l’Università dello sport di Shanghai, che frequenta con risultati brillanti.
Dunque la squadra è arrivata motivata e conscia di potersela ‘giocare’ alla pari con le migliori scuole del globo.
E le conferme, attese, non sono mancate, a partire dalla Ornaghi, ragazza tenace, che ha infilato al collo 4 medaglie d’oro in tutte le specialità che l’hanno vista in gara: forme a mani nude, forme con armi lunghe, arma doppia e Whu Shu moderno, un poker d’allori che hanno premiato la dura preparazione che affronta in via Dante.
L’inno di Mameli è poi presto tornato a suonare con Giulio -degno erede del padre-maestro-, il 19enne sale sul gradino più alto del podio in ‘forme a mani nude’ e ‘armi lunghe’, mentre si deve accontentare di un argento in ‘armi snodate’.
Se lascia l’amaro in bocca il secondo posto di Frassoldati, ancor più amare risultano essere le due medaglie di legno in ‘forme a mani nude’ e ‘armi corte’ di Pradella, che in entrambi i casi ha sfiorato il terzo posto: ‘Bronzi che -commenta il maestro- sarebbero stati più che meritati’.
‘Tre giorni pesanti, a contatto con i migliori rappresentanti stranieri di questa disciplina -sottolinea Daniele Frassoldati- i ragazzi sono molto soddisfatti, nonostante qualche imprecisione e dei giudizi non sempre privi di ombre, che ci hanno impedito di tornare in palestra con un bottino ancora più ricco’.
Il kung fu è in crescita in Pro Lissone, come conferma il presidente Roberto Marcelloni: ‘Ad oggi superano la quindicina gli iscritti che, ogni lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 20.00 alle 22.00, si allenano nella sede di via Dante, dove sono sempre aperte le iscrizioni, con la possibilità di prove gratuite: vogliamo dare a tutti la possibilità di scoprire le nuove discipline inserite nell’offerta della società, dove -sottolinea il presidente- da alcuni anni è possibile praticare anche Kick boxing’.
Archiviati i Campionati del mondo, i ragazzi del kung fu sono già tornati al lavoro in vista dei prossimi impegni: gli esami per il cambio cintura e l’esibizione al saggio societario in programma il 18 dicembre; mentre il calendario delle gare riprenderà nel 2017.
Elisa Santamaria

Rovello Porro: passeggiata con i Cani da F1…

Il 30 Ottobre a Rovello Porro  ( CO) grande  appuntamento con il GACI e i cani levrieri che stanno  difendendo  . Alle  ore 10  il ritrovo e , dopo una bella passeggiata con gli amici a quattro zampe ,  un pranzo conviviale  alla Trattoria  al santuario .

Chiediamo a loro che cos è e come è nato il Gaci  : “ Siamo un’associazione di volontariato  e di appassionati di cani che da 14 ANNI  cerca di difendere  dall’ orrenda fine  una particolare razza di cani: i levrieri, e più precisamente i greyhounds ed i galgos spagnoli, Alcuni di noi si sono impegnati in prima persona, dal 2002, nel salvataggio dei 370 greyhounds reduci dalla chiusura del cinodromo di Roma.   SIAMO STATI I PRIMI IN ITALIA A DIVULGARE la TRAGEDIA dei Greyhound e Galgos e promuovere le ADOZIONI di questi LEVRIERI.”

La vita di questi stupendi cani ,quasi da Formula 1 , è molto triste: i greyhounds sono usati in Inghilterra, Irlanda, Spagna ed anche in altri paesi per correre nei cinodromi ed essere oggetto di scommesse. Anche se sembra strano in questi paesi le corse commerciali di cani sono molto radicate storicamente e culturalmente e costituiscono una importante, fonte di reddito e svago.  Quasi come le Corride in Spagna .

Ma questo non basta ;Il greyhound da corsa nasce in apposite “ farm” in Irlanda, una femmina solitamente partorisce 8-11 cuccioli, di questi forse 1 o 2 sopravvivono fino a 2 -3 anni; a 12-15 mesi vengono scartati i cani che non hanno interesse alla corsa o che sono troppo lenti, naturalmente questo significa che vengono uccisi, anche brutalmente. I “fortunati” vengono venduti a privati o associazioni di proprietari che li fanno correre nei cinodromi, quando il cane si fa male, e questo accade spessissimo, o diventa troppo lento, viene ucciso: se fortunato eutanizzato, spesso abbandonato o impiccato o legato alle traversine dei treni, venduto per le sperimentazioni, portato ai canili dei 7 giorni – dopo 7 giorni vengono eutanizzati – venduti per 10-20 euro ai coreani che dopo le corse se li mangiano, agli spagnoli..

Parliamo di 30.000 cani nati in un anno, tutti registrati nello Stud book, cani fatti nascere appositamente per finire in una colossale mattanza.  In questo siamo stati aiutati da diverse associazioni del Nord Europa, senza di loro non sarebbe stato possibile portare a termine un’impresa così difficile: gran parte di quei poveri cani avevano più di 5-6 anni, vivevano nei box del canile con la museruola e senza mai uscire, qualcuno aveva 9-10 anni… Circa 300 hanno trovato famiglia in Germania, Francia, Belgio, Svizzera ed Inghilterra, gli altri sono stati, con qualche difficoltà, adottati in Italia; noi personalmente ne abbiamo più di uno. Vogliamo mettere al corrente l’Italia, su quanto succede ai greyhounds e galgos, sperando in un aiuto nel portare a conoscenza il più possibile questi orrori.

Centinaia di piccole, medie e grandi associazioni “charity” in Irlanda, Scozia e Regno Unito si occupano di salvare quanti più cani possibile, numerosissime famiglie li adottano più di uno, infatti e questo rende il tutto ancor più doloroso, sono cani magnifici, esseri gentili, riservati, dolci, puliti, silenziosi, facilissimi da gestire, dei compagni ideali….ma così poco conosciuti.

Quindi , se volete conoscere più da vicino questi cani eleganti e nobili , potete andare a Rovello Porro o mettervi in contatto con il GACI  al 327 0097103  o andare sul loro sito Web . www.adozionilevrieri.it

 

 

Lions , Assemblea d’Autunno a Bellagio

Si preannuncia una splendida    Assemblea  quella organizzata dal Lions Club International ,   Distretto 108  Ib1 , nell’ incantevole cornice del Lago di Como ,ambientata nel mitico Lido di Bellagio  , sabato 22 Ottobre .

La prestigiosa  location , voluta  dal Governatore Carlo Massironi , servirà a riunire tutti i Soci e Presidenti dei vari Lions Club sparsi nel Distretto Lombardo , per discutere importanti temi sociali e prendere nuove decisioni per questa importante Organizzazione , molto ben ramificata sul Territorio , che si prefigge di aiutare i propri simili, con fatti concreti e non solo a parole .

Pertanto , oltre alla presentazione del Bilancio Preventivo 2017 , varie discussioni e delibere dei vari Responsabili , si terminerà con la relazione morale e l’ indicazione dei vari obbiettivi sociali del Governatore Massironi ..

Le telecamere di Brianza Channel saranno presenti per riportarvi i momenti più salienti dell’ evento .

 

 

 

 

Arcore : La Gilera in Africa …

GILERA DAY 2016

 Ancora una volta  , i pistoni dei motori Gilera  tornano a ruggire  nel Paese di origine , 

Infatti il GILERA DAY  avrà luogo domenica 9 ottobre ad Arcore, all’ingresso del parco della Villa Borromeo e nell’adiacente Sala del camino , organizzati sempre dal Registro Storico Gilera  e dal Gilera Club Arcore ..Dal 2012 i due sodalizi locali legati al Marchio Gilera propongono questa iniziativa nell’ambito dell’annuale programmazione dell’Autunno arcorese, perché anche questo è un modo per mantenere vivo il ricordo della Casa motociclistica che per oltre un settantennio ha avuto sede in Arcore. . Ci sarà molto da vedere : moto in esposizione, conferenza e proiezione di filmati, sfilata per le vie cittadine e buffet offerto a tutti i presenti. Anche le telecamere di Brianza Channel Tv  seguiranno la    mattinata dedicata ai Due Anelli  di Arcore.

In particolare, l’esposizione statica sarà dedicata alle moto che hanno segnato la partecipazione della Gilera alle gare africane, dalla Parigi – Dakar al Rally dei Faraoni, fino alle prove di casa nostra del Rally di Sardegna. Faranno quindi bella mostra di sé: la Gilera 125 R1 Dakar del 1988, la Gilera RC 600 Rally Sardegna del 1987, le Gilera RC 600 Dakar del 1990 e del 1993, la Gilera RC 600 Faraoni del 2005.

Anche la conferenza programmata nella Sala del camino sarà soprattutto incentrata sulle ‘moto del sogno africano’ con la proiezione di filmati capaci di ripercorrere ‘l’Africa della Gilera’. E non mancheranno le testimonianze dirette dei piloti che hanno proprio vissuto l’Africa in sella alle ‘Rosse di Arcore’: interverranno, infatti, l’arcorese Roberto Mandelli e Luigino Medardo, insieme ai costruttori Luigi e Piero Frigerio che contribuirono alla realizzazione di queste moto.

Al termine della conferenza, come di consueto le due ruote partecipanti al Gilera Day sfileranno per le strade di Arcore facendo tappa al cimitero di via De Gasperi per deporre un mazzo di fiori sulla tomba dell’amico, e socio, Michele Cantù, tragicamente scomparso l’11 luglio scorso: la sua ‘Gina’, la moto Gilera ‘cafè racer’ che vinse un premio partecipando al concorso della Deus di Milano, sarà esposta all’ingresso del parco della Villa Borromeo. Solo un piccolo gesto per ricordare una grande persona…

Naturalmente tutta la cittadinanza è invitata a prendere parte all’edizione 2016 del Gilera Day… Quindi, NON PERDETEVI QUESTA  OCCASIONE ….

Molinari conquista il Podio del 73° Open d’Italia

FRANCESCO MOLINARI HA VINTO IL 73° OPEN D’ITALIA

Monza, 18 settembre 2016 - Francesco Molinari ha vinto con 262 colpi (65 68 64 65, -22) il 73° Open d’Italia, disputato sul percorso del Golf Club Milano (par 71). Di fronte a ai circa 16.000 spettatori entusiasti, ha superato di un colpo l’inglese Danny Willett (263, -21), campione Masters, dopo un acceso duello finale in cui entrambi hanno espresso un golf di altissimo livello. E’ il secondo successo nell’Open del torinese, che si era già imposto nel 2006 sul percorso del Castello Tolcinasco, e il quarto sull’European Tour. Da quando è nato il tour continentale (1972) è il primo italiano a fare doppietta, ma in precedenza la prodezza l’aveva compiuta anche Ugo Grappasonni (1950-1954). Con questo successo, ottenuto alla 292ª gara sul circuito, Molinari rientra tra i primi 50 del world ranking e sale anche dal 41° al 19° posto nella Race to Dubai.

Alle spalle dei due protagonisti si è potuto competere solo per il terzo posto appannaggio con 266 (-18) dello spagnolo Nacho Elvira e l’inglese Chris Paisley. Al quinto con 268 (-16) gli inglesi Richard Bland e David Horsey. Non hanno mai trovato il passo giusto lo spagnolo Rafael Cabrera Bello e lo svedese Rikard Karlberg, campione uscente, 12.i con 270 (-14), l’inglese Chris Wood e il tedesco Martin Kaymer 20.i con 272 (-12), e l’iberico Miguel Angel Jimenez, 38° con 276 (-8).

A metà classifica Nicolò Ravano, 30° con 273 (-11) e risalito con un 66 (-5), e più indietro Nino Bertasio, 45° con 277 (-7), Andrea Pavan, 61° con 280 (-4), e Renato Paratore, 71° con 282 (-2).

Francesco Molinari e Danny Willett, che disputerà la prossima Ryder Cup, hanno iniziato la volata finale appaiati al primo posto. L’azzurro ha avuto una partenza fulminea con un eagle e un birdie e ha subito messo in difficoltà l’avversario che poi è stato costretto a un vano inseguimento. Molinari ha portato il suo vantaggio fino a quattro colpi, poi tutto è ritornato in ballo alla buca 13 per un suo bogey che si è combinato con un birdie dell’inglese, il quale alla successiva si è portato a un colpo. Nel finale però Molinari ha mantenuto la calma e l’esiguo vantaggio.

Ha dichiarato a caldo il vincitore: “Sono state due giornate interminabili, ma non poteva esserci finale migliore. Sono felicissimo e stravolto. Nelle ultime buche non avevo più energia e nemmeno il controllo dei colpi. Ho concluso il torneo guidato dall’istinto. Contro un campione come Willett non ci si può mai rilassare e io ho sbagliato ad allentare la tensione alla 12ª buca, quando avevo quattro colpi di vantaggio. Con uno solo di margine ho vissuto le stesse sensazioni delle due Ryder Cup giocate. Non voglio che questa vittoria resti un episodio isolato e lavorerò per continuare il mio percorso di crescita”.

Al torinese è andato un assegno di 500.000 euro su un montepremi di tre milioni di euro, il doppio rispetto alla precedente edizione, che diventeranno sette milioni dall’anno prossimo fino al 2027 nel quadro del Progetto Ryder Cup 2022. Ha ricevuto, inoltre, anche il trofeo e un orologio Rolex:

 

La premiazione - Alla premiazione, al termine della quale il pubblico ha intonato l’inno nazionale, sono intervenuti Franco Chimenti, presidente CONI Servizi e FIG, Roberto Maroni, Presidente Regione Lombardia, Roberto Scanagatti, Sindaco di Monza, Gianpaolo Marini, Amministratore Delegato Rolex Italia, Armando Borghi, presidente GC Milano, David Williams, Tournament Director European Tour, Alessandro Rogato e Barbara Zonchello, Presidente e Direttore del Comitato Organizzatore.

“Sono all’apice della gioia – ha detto Franco Chimenti – e voglio ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a rendere indimenticabile questo Open. Mi complimento con Francesco, grande patrimonio del golf e dello sport italiano, che ha avuto il merito di riuscire a superare un campione immenso come Willett. E’ stata una manifestazione unica, che ha messo in evidenza valori del golf come l’etica, la lealtà e il rispetto dell’avversario”.

Le presenze: 47.000 mila spettatori nelle quattro giornate - Nonostante il maltempo abbia condizionato l’afflusso nelle prime due giornate, sono stati complessivamente 47.000 gli spettatori (soltanto 3.000 in meno del 2015) che hanno seguito l’Open: 3.000 nella prima giornata, 8.000 della seconda, 20.000 nella terza e 16.000 nella quarta. Con 20.000 spettatori è stato battuto il record di presenze in un solo giorno: il precedente nell’ultimo giro dello scorso anno con 16.000.

 

Gli sponsor - Il 73° Open d’Italia ha avuto l’apporto di un pool di qualificati sponsor. Major Sponsor: RolexRegione LombardiaMercedes Benz Italia. Title Sponsor Pro Am: CheBanca! del Gruppo Mediobanca. Sponsor: EmiratesColmarLyoness, Frecciarossa. Media Partner: Sky SportGazzetta dello Sport e Corriere della SeraRTL, EURidPartner istituzionali: FIGCONIEuropean TourRace To DubaiGolf Club MilanoConsorzio Villa Reale di Monza,Comune di MonzaAutodromo Nazionale di Monza. Fornitori ufficiali: Titleist, Konica Minolta, SIA, Maui Jim, Yamaha, PIC, ADS Group, KPMG, Noberasco, Cantine Ferrari, San Pellegrino, Caffè del Doge, Peviani. Charity Partner: ActionAid.

 

Successo delle attività extra campo - Hanno avuto grande successo tutte le attività studiate ad hoc per il pubblico, prerogativa che distingue l’Open d’Italia dagli altri tornei dell’European Tour. Il Villaggio dello Sport CONI ha accolto tanti appassionati, sia di golf che di altre discipline. Per la prima volta il CONI Lombardia e il Comitato Organizzatore hanno creato una sinergia con tutte le Federazioni sportive all’interno di una grande manifestazione, come ha sottolineato il Presidente del CONI Giovanni Malagò nel corso della sua visita al GC Milano per l’inaugurazione del Villaggio stesso.

All’interno del Villaggio Commerciale sono state circa 4.500 le presenze nel Family Village sponsored by KPMG, dove i bambini sono stati accolti da personale qualificato della US Kids Golf Italy e da istruttori del CONI e con servizio baby sitter. Sono state invece 1.200 le persone che hanno provato il golf, suddivise fra Practice Sessions con i tecnici PGAI e US Kids Golf Italy per i più piccoli.

Dal Green degli Open alle Stelle degli Chef ..

  • ·
    Prende il via domani l’Open d’Italia 2016, la Kermesse più attesa del Golf Italiano ,
    nella cornice arborea e aristocratica del Parco Reale di Monza, in collaborazione
    con il Golf Club Milano .
    Un green pieno di Giocatori di altissimo livello , per iniziare , i magnifici sette
    Danny Willett, Chris Wood, Matt Fitzpatrick, Rafa Cabrera Bello, Andy Sullivan, Martin Kaymer e Lee Westwood, impossibile elencare tutti i grandi protagonisti di Monza.
    21 sono le stelle italiane , di cui sei gli amateur , il numero uno resta Francesco
    Molinari, Insieme a lui cercheranno di mettersi in luce anche il fratello Edoardo, Matteo Manassero,Renato Paratore, Nino Bertasio, e molti altri ..
    Spaziale è anche il montepremi , in assoluto il più alto nella storia del torneo ..
    3 milioni di euro , destinato a salire a sette milioni a partire dal 2017, quando l’Italian Open diventerà a tutti gli effetti un torneo di primissima fascia nel calendario dello European Tour.
    50mila visitatori  è il numero previsto di pubblico , tempo permettendo ..
    A mettersi in luce è anche il servizio Elicotteristico messo a
    disposizione da Luxury Events Viamanzoniventitre , nel completo
    rispetto della privacy dei golfisti
    In collaborazione con il vicino Autodromo Nazionale di Monza e la soc. Avionord
    sarà possibile decollare verso il tre volte stellato ristorante ” da Vittorio” e atterrare nella splendida cornice del Relais &Chateaux a Brusaporto (BG) per gustare un pranzo da sogno
    Qui , la cura, l’attenzione, l’approfondimento dei temi culinari è allargato per non far
    torto a nessun palato .
    Uno stile culinario inconfondibile, vivo e vitale da oltre 50 anni, grazie all’intuizione
    del fondatore – papà Vittorio – e all’evoluzione compiuta dai figli, che negli ultimi anni hanno integrato la tradizione con le tecniche più moderne. Un’armonia che si traduce in massima valorizzazione di materie prime di qualità assoluta,
    ….infine , ritornare ad ammirare le prestazioni sul Green dei giocatori più blasonati ,
    impegnati nella più importante manifestazione golfistica nazionale, non è un sogno ma realtà
    Insomma , anche quest’anno malgrado,la pioggia di oggi , un Open sotto le stelle..
  • Contorno degno di nota è il Fuori Open, iniziative speciali, lezioni, demo ,tornei per giovanissimi La città di Monza di nuovo protagonista, come per la F1 appena finita, vive quattro giorni di grande golf ..
  • Ingresso gratuito per tutte le giornate di gara
    Per informazioni e prenotazioni sul servizio Elicotteristico
    Monica Biagiotti
    LuxuryEvents
    Viamanzoniventitre
    Ph +39 339 5257485
    info@monicabiagiotti.com