Agenzia delle Entrate :non tutto il Fisco nuoce …

Nel nostro  Bel Paese , ci sono tanti problemi e contrasti sia  Culturali , Ambientali e Sociali che non dovremmo meravigliarci più di nulla ..

Invece proprio quando ci si trova ad essere quasi tutti concordi su una determinata convinzione , ecco che si  presentano delle problematiche interne che spesso ignoriamo …Quando si parla di Tasse e Agenzia delle Entrate  , ognuno di noi prova senso di  disagio e di espressione non molto amichevole , . In tutto il Mondo questi Uffici non sono simpatici a nessuno , ma in modo particolare in Italia e in Lombardia sono spesso odiati nel senso più estremo, non tanto per i soldi da pagare , quanto per le Norme o le interpretazioni complicate di alcune situazioni . … In questo Paese che riesce a trovare alibi  per giustificare i terroristi, che  difende chi viene a rubare nelle case , che giustifica gli stupri come differenze culturali , qualcuno ha mai  provato a sentire come si trovano a lavorare questi impiegati , come si sentano messi nel mirino della  popolazione , come devono districarsi tra norme incomprensibili ,codici  datati ,aggiornamenti a raffica , e ..buon senso ????

Noi abbiamo  sentito il dott. Massimiliano Sgroi, che oltre a lavorare in quegli Uffici , è anche Segretario Provinciale  Entrate di Milano -SALFI  ( Sindacato Autonomo Lavoratori Finanziari ).
Ebbene,  ecco alcuni punti che ci ha raccontato e che angustiano questi impiegati dell Agenzia delle Entrate :

 ” I lavoratori dell’Agenzia delle Entrate di tutta la Lombardia ed in particolare di Milano e Monza, in totale coesione ed uniformità d’intenti con tutte le sigle sindacali più rappresentative, dal 27 aprile 2016 hanno proclamato lo stato di agitazione, attraverso forme di mobilitazione civile e dignitosa,tendenti a sensibilizzare anche l’utenza circa la reale situazione in cui quotidianamente essi si trovano ad operare nell adempimento dei propri compiti istituzionali.

 Ecco le ragioni delle rivendicazioni dei lavoratori dell’Agenzia dell’Entrate.
1) i carichi di lavoro (definirli budget non ne modifica il significato) eccessivi rispetto alla cronica carenza di personale in tutti gli uffici della Lombardia, aggravati dalla particolarità e complessità di alcune lavorazioni non riscontrabili in altri uffici dell’Agenzia delle Entrate;
2) la mancanza di chiarezza sugli obiettivi assegnati soprattutto a fronte di nuove e gravose lavorazioni, quali la “collaborazione volontaria” (voluntary disclosure) e patent box che rendono gli Uffici della Lombardia molto spesso assimilabili più a una catena di montaggio che ad un Ufficio pubblico;
3) i sette anni senza contratto, nonostante la Sentenza della Corte Costituzione che obbliga il governo all’adeguamento degli stipendi;
4) una riforma del pubblico impiego che vuole ignorare il tecnicismo e la specificità dei lavoratori dell’Agenzia delle Entrate che operano in un ambito così delicato e peculiare quale quello dell’amministrazione finanziaria dello Stato;
5) l’ ipotesi di chiusura di alcuni Uffici in Lombardia ( Sesto San Giovanni fra breve), che dietro una apparente riduzione dei costi per la locazione degli immobili, rischia di trasformarsi nella soppressione di prestazioni rese alla cittadinanza, in particolare alla parte più debole;
6) la gravità e l’insostenibilità di ricorrenti  lacune organizzative, finora colmate grazie al proprio senso di responsabilità data anche dalla continua produzione di norme e procedure bizantine,che complicano invece di semplificare il rapporto con il contribuente;
7) l’ impossibilità di una reale progressione di carriera e la difficoltà nei percorsi formativi,essenziali per consentire il personale di svolgere al meglio, con competenza e correttezza la propria attività, oltre a rappresentare uno strumento per uno sviluppo costante della propria professionalità;
ed in infine, la campagna politica e mediatica gravemente denigratoria che vede il personale dell’Agenzia ingiuriato, offeso e finanche impunemente minacciato nell’ integrità fisica, e che sembra mirare alla demonizzazione ed allo smantellamento dell’Agenzia . “

Ma proprio per una maggiore  informazione , presto vi faremo vedere un intervista al dirigente Sindacale , in modo da potere valutare bene  ,prima di giudicare sempre in negativo …

La Redazione

 

Pessina Costruzioni : da Vimercate a Mashhad- Iran

MILANO, 15.05.2016 -
Ogni tanto arrivano delle belle notizie che confermano che l’imprenditoria italiana , e in modo particolare lombarda , realizzano ancora  delle opere pubbliche di alto livello anche all’Estero .  Infatti  la Pessina Costruzioni  ,che aveva  realizzato l’Ospedale di Vimercate , ha sottoscritto a Teheran un protocollo di intesa o Mou (memorandum of understanding) con la Facoltà di medicina dell’Università di Mashhad per la realizzazione dell’ospedale ‘Zakaria’ a Mashadd, in Iran.
La firma è avvenuta nel corso del Summit sulla Sanità iraniana 2016, evento internazionale fortemente voluto dalle autorità iraniane dopo la fine delle sanzioni economiche. L’ospedale di Mashhad è uno dei sei ospedali che l’azienda presieduta da Massimo Pessina costruirà in Iran.
La struttura sarà realizzata nella città di Mashhad, capoluogo di oltre 3,5 milioni di abitanti dell’omonima provincia della regione di Razavi Khorasan, al confine col Turkmenistan e l’Afghanistan.  L’accordo è stato sottoscritto direttamente dalla Facoltà di medicina dell’Università di Mashhad, col preside Mehrabi Bahar: un passo in più, quindi, verso la realizzazione dell’opera. A seguire la pratica dal punto di vista legale, lo Studio Padovan di Milano sotto la supervisione della Responsabile commerciale dell’azienda milanese di costruzioni Elena Reynaud.
Quello di Mashaad sarà un presidio da oltre 1.000 posti letti con all’interno l’ospedale generale che sarà anche un presidio per la ricerca collegato alla Facoltà di medicina. Oltre ai blocchi medici, verrà costruito anche un albergo a disposizione dell’Università e dei parenti dei malati, un centro fitness e ad un’ala destinata allo shopping center.

“Continua il nostro impegno in Iran e l’accordo sottoscritto oggi al Summit della sanità iraniana sottolinea i progressi del nostro lavoro lì, dopo la ripresa delle relazioni economiche e commerciali con l’occidente. Siamo stati tra le prime aziende italiane ad andare in Iran e crediamo che portiamo in quel Paese un pezzo del made in Italy, che per noi significa costruire ospedali belli, all’avanguardia sotto il punto di vista architettonico e delle tecnologie mediche”, dichiara l’Amministratore delegato della Pessina Costruzioni Guido Stefanelli.

 

ASAAP : Benvenuto a Zanchi …

La svolta tanto attesa è avvenuta: l’assemblea dei soci della SIAS ha deliberato l’azzeramento del precedente Consiglio di Amministrazione e ha nominato un nuovo Consiglio, di cui è presidente Pier Lorenzo Zanchi, già presidente dell’Automobile Club Milano e attualmente presidente della Commissione Sportiva dell’ente, pilota di rally, da sempre appassionato di auto e di motorsport.  

L’Associazione Sportiva Amici dell’Autodromo e del Parco  ( ASAAP) , presieduta da Pietro Mazzo , si complimenta col neo presidente, formula i migliori auguri a lui e a tutto il consiglio per il lavoro, cosparso di difficoltà, che li attende e plaude alla nuova dirigenza della SIAS, che, ne siamo certi,saprà ricondurre la società a una gestione nel contempo più attenta ai costi e più dinamica sul piano sportivo, senza rincorrere le utopie della precedente gestione (vedi, tra i tanti esempi, i lavori, dagli ingenti costi e di ardua – o impossibile – approvabilità da parte politica e tecnico-amministrativa, per adattare la pista alle moto, lavori peraltro bocciati da ACI SPORT per le auto e da FMI per le moto) ma stando concentrata sulle vere priorità.

Tra le quali spicca il rinnovo del contratto per il Gran Premio d’Italia dal 2017 in poi: ora,rimosso l’ostacolo, la trattativa può proseguire sui giusti binari, anche se il lavoro ancora da fare è grande, soprattutto dal punto di vista economico. Il futuro del nostro Autodromo merita una gestione competente, valida, attiva: siamo sicuri che un uomo di sport come Pier Lorenzo Zanchi sia quello giusto al posto giusto.

ASSOCIAZIONE SPORTIVA AMICI DELL’AUTODROMO E DEL PARCO

La Primavera dei Lions

 

  LIONS : CONGRESSO DI PRIMAVERA
Nel corso degli umani eventi e nel  continuo alternarsi delle stagioni ,  anche quest’anno si è giunti al Congresso di Primavera del Distretto Lions 108 Ib1, Unità territoriale che dalla parte alta della provincia di Milano attraverso Varese, Como, Monza e Brianza, Lecco e Sondrio, chiude a Livigno, città dove proprio quest’anno è nato un Club Satellite e si è festeggiato il Lions Day.
La nascita del Lions Club Varese Insubria, del Lions Club Seregno AID e dei satelliti  Livigno, Valsassina, Parabiago 4×4 consente al Governatore Salvatore Trovato di presentare oltre al le molteplici azioni di servizio anche con un importante incremento associativo.
Il culmine della mattinata si avrà con la relazione morale del Governatore . Di particolare interesse la location, L’Istituto Alberghiero Giovanni Falcone di Gallarate, voluto per sottolineare, in occasione dell’imminente centenario associativo la volontà di essere come Lion fattivo sostegno ai giovani . Durante la mattinata oltre ai saluti  di rito, nella forma la sostanza, la tradizione e l’orgoglio di appartenenza , gli adempimenti statutari e le elezioni dei
nuovi Leader associativi.

Brunate : 5° Premio Internazionale ” Alda Merini ”

    • Indetta la quinta edizione del Premio Internazionale di
      Letteratura “Alda Merini – Brunate 2016”
      Il “Premio Internazionale di Letteratura “Alda Merini -Brunate” è nato nel 2011
      su iniziativa della Biblioteca Comunale di Brunate, per ricordare Alda Merini
      “poetessa dei Navigli” che aveva sue radici a Brunate (Como) poiché nel paese, denominato “Balcone sulle Alpi” abitavano i nonni paterni.
      Il premio persegue l’obiettivo di ricercare e valorizzare la poesia e le sezioni del
      premio si ispirano all’attenzione che Alda Merini aveva per la poesia altrui e ai
      valori che ha testimoniato con la sua vita e la sua opera.
      Tutte le opere partecipanti alla Quinta Edizione del Premio “Alda Merini-
      Brunate dovranno essere inviate entro e non oltre il 31 maggio 2016.
      Queste le sezioni a concorso per l’edizione 2016:
      Sezione “A” – Inediti di Poesia
      Ciascun concorrente partecipa con massimo tre componimenti di massimo 30
      versi ciascuno.
      Le poesie possono essere scritte in lingua italiana, in dialetto o in lingua
      straniera. A quelle in dialetto, o in altre lingue, deve essere allegata la
      traduzione in lingua italiana. (1° classificato 1000 €)
      Sezione “B” – Volume edito di Poesia
      Ciascun concorrente partecipa con un’opera pubblicata dopo il 1° gennaio
      2013. (1° classificato 1000 €)
      Sezione “C” – Racconti del Territorio
      Ciascun concorrente partecipa con un racconto inedito dal tema “Il territorio
      del lago di Como ed i suoi dintorni”, di massimo 5 cartelle di 1.800 battute
      ciascuna. (1° classificato 500€)
      Sezione “D” – Tesi di laurea e saggi sull’opera di Alda Merini e sulla poesia
      contemporanea
      Ciascun concorrente partecipa con una tesi di laurea o un saggio che tratta
      l’opera di Alda Merini non solo in via esclusiva ma anche inserita nel più ampio
      contesto della poesia e della società contemporanea. L’eventuale pubblicazione
      non deve essere antecedente il 1° novembre 2009. (1° classificato 500€)
      Sezione “E” – La Poesia al tempo dei social network
      Ciascun concorrente partecipa con massimo tre video (realizzati e/o montati
    • con qualsiasi tecnica) che riportano una propria poesia edita o inedita.
      Il video verrà postato dall’organizzazione sulla pagina facebook del Premio. I
      “mi piace” ricevuti sulla pagina determineranno il vincitore del pubblico. (1°
      pubblico 250€ ;1° giuria 250€)
      Sezione “F” – Inediti di Poesia o Aforismi Giovani (Under 18)
      A questa sezione possono partecipare coloro che risultano minorenni al 31
      maggio 2016. Ciascun concorrente partecipa con massimo tre componimenti di massimo 30 versi ciascuno. Le poesie possono essere scritte in lingua italiana, in dialetto o in lingua straniera. A quelle in dialetto o in altre lingue deve essere allegata la traduzione in lingua italiana. (1° classificato 300€ ;2°
      classificato 200€; 3° classificato 100€)
      Premio Speciale – 150 anni di Penčo Slavejkov per inediti di Poesia
      Riservato a partecipanti di madrelingua bulgara. Il Premio prevede una sezione
      Inediti di Poesia e una sezione Inediti di Poesia per giovani (under 18) che
      risultano minorenni al 31 maggio 2016.
      Ciascun concorrente partecipa con massimo tre componimenti, di massimo 30 versi ciascuno.
      Le poesie possono essere scritte in lingua italiana o in lingua bulgara. A quelle
      in lingua bulgara deve essere allegata la traduzione in lingua italiana. (Premio
      speciale – 150 anni di Penčo Slavejkov 1° classificato 500€; Premio speciale
      - 150 anni di Penčo Slavejkov Giovani 1° classificato 300€; 2° classificato
      200€; 3° classificato 100€.)
      Ogni partecipante può partecipare a più sezioni. Le opere inedite (sezioni A, C,
      D, F, 150 anni di Penčo Slavejkov) potranno essere inviate in “formato
      elettronico” (due file, uno anonimo e uno con nome e indirizzo) alla mail
      info@premioaldamerini.org oppure in formato cartaceo (due copie, una
      anonima e una con nome e indirizzo) a: Premio Internazionale Alda Merini
      presso Comune di Brunate – via alla Chiesa, 2 – 22034 Brunate (CO). Le opere
      edite (sezione B e D) potranno essere inviate in “formato elettronico” alla email
      info@premioaldamerini.org oppure in formato cartaceo (cinque copie, di cui
      una firmata) a: Premio Internazionale Alda Merini presso Comune di Brunate -
      via alla Chiesa, 2 – 22034 Brunate (CO). Il video (sezione E) può essere inviato
      via email a social@premioaldamerini.org (con WeTransfer se supera i 2 MB)
      oppure può essere caricato su YouTube, inviando il relativo link allo stesso
      indirizzo email. Il video verrà postato dall’organizzazione sulla pagina Facebook
      del Premio.
      Il bando integrale e la scheda di partecipazione possono essere scaricati dal
      sito del Premio: http://www.premioaldamerini.org/2016edition.html

SIAS : Nuovo Consiglio …

 Milano, 27 aprile 2016
ACI MILANO: NOMINATO IL NUOVO CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA SIAS..
Automobile Club Milano comunica che nel pomeriggio di oggi si è riunita l’Assemblea della
Sias (Società incremento automobilismo e sport S.p.A.), la società che gestisce
l’Autodromo Nazionale Monza, che ha provveduto alla nomina di un nuovo Consiglio di
Amministrazione, dopo la revoca del precedente .
Sono stati nominati i Signori: Piero Lorenzo Zanchi, Paolo Longoni, Maddalena Valli,
Alfredo Scala (quale rappresentante dell’Automobile Club d’Italia), Alberto Ansaldi (direttore
AC Milano, ad interim in attesa dell’indicazione del rappresentante dei Comuni di Milano e
Monza).
Di seguito l’Assemblea ha eletto Piero Lorenzo Zanchi alla carica di presidente del
Consiglio di Amministrazione della Sias.
Nato a Milano nel 1954, dottore commercialista, il nuovo Presidente della Sias è da sempre
appassionato del mondo dei motori, pilota di rally, e ha ricoperto in passato la carica di
presidente dell’Automobile Club Milano, di cui è attuale presidente della Commissione
Sportiva.
Automobile Club Milano formula i migliori auguri di buon lavoro al nuovo Consiglio che avrà
fra i principali obiettivi il risanamento del bilancio societario e l’auspicato rinnovo del
contratto del Gran Premio d’Italia di Formula 1.

USSMB : Nuova Presidenza, stessi valori …

USSMB: nuova presidenza ma immutati valori e intenti….

Dopo l’assemblea elettiva tenutasi il 15 aprile, durante la quale Pietro Mazzo aveva ufficialmente lasciato l’incarico di presidente, il nuovo Consiglio direttivo si è riunito ieri nella sede di via Passerini per l’assegnazione delle varie cariche per il quadriennio 2016-2020. Fabrizio Ciceri, già vicepresidente vicario, assume ora il ruolo di presidente e, nel nominare Mazzo presidente onorario, gli chiede di affiancarlo nei rapporti con le istituzioni. Poche, per il resto, le novità in questa sua squadra che da anni risulta vincente e da sempre coerente con i principi ispiratori; il nuovo organigramma risulta ora così composto:

Presidente Fabrizio CICERI

Presidenti onorari Pietro MAZZO e Romolo TAVONI

Vicepresidente vicario Riccardo CORIO

Vicepresidenti: Luisa BIELLA, Vincenzo MAGNI, Alfonso MARELLI

Il Consiglio è altresì composto da: Roberto BORGONOVO, Damiano CAVAGLIERI, Carlo CEVENINI, Anna COLZANI, Angela FORTUNA, Simonetta FOSSATI, Bruna GIUSSANI, Renata MAURI, Elena RAPICAVOLI, Francesco RUSSOMANNO, Federico VERTEMATI.

Sono stati assegnati i seguenti incarichi:Rapporti con le istituzioni Pietro MAZZO , Segretario Federico VERTEMATI , Addette alla segreteria Renata MAURI e Elena RAPICAVOLI ,Referente della segreteria Alfonso MARELLI, Ufficio legale Avv. Angela FORTUNA ,Tesoriere Luisa Biella , Organizzazione del Monza Sport Festival Riccardo CORIO , Logistica Vincenzo MAGNI  , Comunicazione (addetto stampa, portavoce e responsabile del sito): Gianmaria ITALIA ,..

Con questo schieramento di appassionati e competenti sportivi , avremo sicuramente degli ottimi risultati . 

A tutti un Augurio di Buon lavoro dalla ns. Redazione .

A Monza il Lions Day e Lions D’Oro

Un palcoscenico ideale  per una presentazione speciale , quella organizzata dal DG  Lions. Salvatore Trovato allo Sporting Club di Monza , sabato 12 marzo .

Infatti , durante lo svolgimento del quarto Gabinetto Distrettuale dell’ annata Lionistica 2025-2016 , verranno presentati e commentati  i vari progetti relativi al Lions Day , appuntamento e vetrina importantissima per i Club che fanno parte del Distretto  108 , nonchè  le varie segnalazioni per i Lions d’Oro ..

Concluderanno gli interventi i responsabili della Tesoreria e Presidenti dei Club , che si esprimeranno alla fine con le votazioni che sanciranno le scelte di questa grande Organizzazione che ha come obbiettivo l’aiuto alla Società reale ..

 

 

Porati , la Leggenda volante ..d’Europa

“Ad Astra per aspera “ 

Non est ad astra mollis e terra via” (Non è facile la strada che dalla terra porta al cielo) e cioè gloria e virtù sono al fondo di una strada cosparsa di gravi sacrifici.

Questa frase latina di Seneca , dal significato letterale: «attraverso le asperità alle stelle» e senso traslato «il successo si ottiene solo con la fatica». (Seneca, Hercules furens atto II v. 437). serve a sottolineare che non è  semplice arrivare al successo, e la strada che porta ad esso è irta di ostacoli.

Ogni ambizioso traguardo richiede sacrifici, e quanto più un’impresa si presenta difficoltosa, tanto maggiore è la soddisfazione nel riuscire a portarla felicemente a termine

Sicuramente per il Comandante Piero Porati  la soddisfazione delle tante imprese compiute in Italia e all’Estero ,oltre ad essere stato il primo pilota di mongolfiera in Italia , non è mai stata grande come la nuova avventura a cui sta partecipando . ..

Infatti il 18 Aprile di questo anno , il pilota di Mongolfiere più ” esperto “  d’ Europa( non gli piace la definizione anziano ) compie  88 anni anagrafici , ma anche il 50 ° anniversario di volo ..   E in questa occasione , in collaborazione con PROMEDYA  e Brianza Channel Tv  , saranno presentati un Libro e un documentario tv sulle sue numerose imprese e record internazionali .

 L’entusiasmo e la sorpresa di ricordare voli e manifestazioni quasi dimenticate è quasi pari alla partenza della sua prima Mongolfiera  , BRIANZA 1 , che ha sempre tenuta nel cuore come per il suo amore per il nostro territorio .

Appuntamento allora ad Aprile e.. guardate  sempre  in alto .. 

La Redazione