6° True Old Trial Colici

TROFEO NAZIONALE FMI GR 5 TRIAL EPOCA
MOUNTAINTRIAL
domenica 2 ottobre 2011
Una giornata di bel tempo e di un caldo eccezionale per la stagione ha accolto oltre
cento piloti che si sono presentati ai nastri di partenza della sesta edizione dell’ormai
conosciutissima TRUE OLD TRIAL di Colico, gara valida come prova finale del Trofeo
nazionale GR.5 trial epoca.
La gara ha preso puntualmente il via alle 10 presso l’Area Giochi del Comune di
Colico, posta proprio nelle adiacenze del lungolago, in un ambiente di festa tipico delle
scampagnate estive. Alla partenza tutti i migliori piloti italiani che partecipano a questo
campionato, più una decina di stranieri, austriaci e tedeschi, con presente l’austriaco
Joe Wallmann, che alla guida della sua Bultaco ha messo in mostra le sue grandi doti di
pilota a livello mondiale degli anni ‘80. Ma a Colico c’erano anche due freschi campioni
italiani: il valsassinese Matteo Grattarola e il bresciano Giacomo Saleri tricolore nella
categoria TR2. Entrambi erano stati invitati dal Presidente del Moto Club Monza,
organizzatore di questo evento, che aveva messo a loro disposizione, una Montesa
247 del ‘73 per Grattarola e una Bultaco 250 del ’75 per Saleri. Per entrambi questi
campioni, certo poco abituati a guidare moto così datate, non è stato facile competere
1
con degli esperiti e alla fine sono finiti giù dal podio, facendo comunque sfoggio di
grandi doti di guida.
Per i piloti del club monzese in gara è stata una giornata ricca di risultati: Nella
categoria Clubman lo svizzero Olimpio Spini su Ossa, pilota del club monzese, ha vinto
gara e campionato, mentre nella Gentleman sul podio al terzo posto l’albiatese Romeo
Ascherio su SWM, mentre molto bene si classificava quinto Giorgio Mariano su Fantic.
Appena giù dal podio della Expert Mario Bernardini su Honda che finiva quarto, ma
secondo in campionato, che nell’occasione superava di poco l’altro monzese Giordano
Dallari su SWM che finiva sesto. E, per finire, la categoria delle moto più storiche,
la Pre ’65 nella quale Giulio Mauri su James del ’61 è finiva secondo alle spalle del
suo solito avversario Luciano Lentini su Triumh; con questo risultato il monzese ha
comunque chiuso il campionato al secondo posto. In questa categoria quarto Franco
Pavoni su Parilla e purtroppo ritirato per noie meccaniche il veterano ultra settantenne
Vittorio Bucci su Capriolo.

“POZZOLI” – VINCE CHERNOV

si è conclusa la XXVII edizione
«POZZOLI», VINCE CHERNOV
Il russo ha battuto in finale Yakovlev e l’italiano Emanuel Rimoldi. Appuntamento l’anno
prossimo con una novità: un «Pozzoli» dedicato ai bambini
(WT – Seregno, 28 set.) Ieri sera (martedì 27 settembre), un Teatro San Rocco sold out ha
assistito alla vittoria del russo Alexey Chernov nella XXVII edizione del Concorso pianistico
internazionale «Ettore Pozzoli».
In finale Chernov è stato protagonista di una grande esecuzione: il Concerto op. 15 in re
minore di Johannes Brahms, accompagnato da l’Orchestra de «I Pomeriggi Musicali» di Milano
diretta da Pietro Mianiti.
Alexey Chernov, che quest’anno ha ottenuto il quinto posto nel prestigioso
concorso «Tchaikovsky» di Mosca e il terzo al «Maria Canals» di Barcellona, è nato a Mosca nel
1982 e ha studiato al Conservatorio della capitale russa con Kira Shashkina e Natalia Troulle, e
al Royal College of Music di Londra con Vanessa Latarche.
La giuria, presieduta da Paul Badura – Skoda, ha consegnato a Chernov, che riporta la
Russia a vincere il «Pozzoli» dopo Alexandre Pirojenko nel 2007, un premio di 15 mila euro e
la medaglia del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Il vincitore del «Pozzoli» 2011,
inoltre, suonerà al Conservatorio di Milano, in un recital offerto da «La Società dei Concerti», e
al Teatro Dal Verme di Milano in un concerto con «I Pomeriggi Musicali».
Secondo posto per Alexander Yakovlev che ha eseguito il Concerto op. 58 in sol maggiore di
Beethoven. Yakovlev nato a Rostov nel 1981, ha studiato nel Conservatorio della sua città con
Sergei Osipenko. Nel 2004 entra nel «Mozarteum Academy» di Salisburgo con Alexei Lubinov
e, poi, nel 2006 frequenta l’University of the Arts di Berlino con Pascal Devoyon. Numerosi i
concorsi finora vinti da Yakovlev, tra cui il «Concurso Internacional de Piano Delia Steinberg»
di Madrid nel 2007 e il «Takamatsu International» nel 2010, e un feeling particolare con il
nostro Paese («Varallo-Sesia» nel 2006, «Cantù» nel 2007 e un secondo posto al «Rina Sala
Gallo» di Monza nel 2010).
Gradino più basso del podio per Emanuel Rimoldi, che non è riuscito nell’impresa di riportare
un pianista italiano a vincere il «Pozzoli» (l’ultimo fu Filippo Gamba nel 1999). Rimoldi, 25
anni, milanese, ha studiato al Conservatorio di Milano e, oggi, al Conservatorio «Tchaikovsky»
di Mosca. In finale ha eseguito il Concerto n. 2 in la maggiore di Franz Liszt.
Il premio speciale al miglior esecutore degli studi di Pozzoli alla memoria di Monsignor
Gliuseppe Biella è andato a Eugenio Catone, 25 anni di Napoli. Il premio speciale al più
giovane semifinalista alla memoria di Giulio Confalonieri al cinese Chen Guang, talento di
17 anni. Il premio speciale al più giovane italiano è Emanuel Rimoldi, che ha vinto anche
il premio speciale assegnato dal Comitato artistico del Rotary Club Seregno-Desio-Carate,
presieduto dal maestro Aida Fino,
Durante la serata il Sindaco Giacinto Mariani ha annunciato una novità: dall’anno prossimo il
Concorso, che si svolge con cadenza biennale negli anni dispari, negli anni pari sarà affiancato
da una competizione pianistica internazionale dedicata ai bambini.

ENERXENIA e ACSM AGAM per lo SPORT del Territorio

Image

COMO, settembre 2011 – Domenica, l’esordio casalingo del volley monzese con il “libero”
di casa griffato Enerxenia. Confermando l’impegno del gruppo Acsm Agam per le attività
sportive sul territorio, infatti, nei giorni scorsi il presidente della controllata Enerxenia,
Maurizio Oggioni, e il vicepresidente della capogruppo, Roberto Colombo, hanno sottoscritto
gli accordi di sponsorizzazione a beneficio del team maschile della Gabeca-Acqua Paradiso e
della formazione femminile che fa riferimento allo stesso sodalizio. Per il club, ha firmato il
presidente, Giulia Gabana.
All’incontro, nella sede di Monza di Acsm Agam, hanno preso parte l’amministratore delegato
di Acsm Agam e di Enerxenia, Enrico Grigesi, e il direttore sportivo della squadra di pallavolo,
Enrico Marchioni.
La scelta di sostenere la pallavolo a Monza è legata al prestigio e alla visibilità assicurate dalla
sinergia con una realtà sportiva intraprendente quale Acqua Paradiso.
“La crescente concorrenza sul mercato del gas – hanno sottolineato Oggioni e Colombo
– impone l’adozione di politiche di marketing e di promozione che sappiano confermare
la presenza sul territorio anche supportando gli eventi più significativi che coinvolgono le
comunità locali”.
La sponsorizzazione sportiva è uno strumento di comunicazione estremamente diretto e
riconoscibile che trasmette valori importanti quali il senso di partecipazione agli obiettivi del
gruppo e la competizione vivace però leale, improntata alla correttezza e al rispetto della
persona.
La Gabeca Monza è una delle formazioni più importanti della pallavolo nazionale e
quest’anno, a coronamento di una stagione brillante, si è guadagnata l’accesso alla seconda
manifestazione continentale (la coppa Cev). Grazie anche alla collaborazione con la squadra
femminile di Busnago, il sodalizio ha inserito la Brianza fra i centri di eccellenza del volley
italiano.
Un grande traguardo rispetto al quale ora scendono in campo anche Enerxenia e Acsm Agam.

Monza: OK Rugby Heineken CUP 2011

 

LE TRE PARTITE DI HEINEKEN CUP SI GIOCHERANNO
ALLO STADIO BRIANTEO DI MONZA


Dopo l’ultimo sopralluogo svolto nella giornata di lunedì 19, la Erc ha dato
l’ok per la disputa delle partite del girone di qualificazione di Heineken Cup a
Monza.
Sarà dunque lo stadio Brianteo la casa degli Aironi per i confronti con i vice
campioni d’Inghilterra dei Leicester Tigers (sabato 12 novembre alle 14,30),
contro gli irlandesi dell’Ulster (sabato 17 dicembre, ore 14,30) e contro i
francesi del Clermont-Auvergne (nel week-end del 14 gennaio, data e orario
saranno decisi dalla Erc nei prossimi mesi).
I biglietti sono già in vendita sul sito www.bookingshow.com, posto unico
15 euro. Biglietto ridotto ad 1 euro per gli Under 18, 5 euro per gli Over 65
e per tutti i tesserati delle società che compongono la franchigia. I tesserati
Fir potranno invece acquistare il biglietto a 10 euro. A tutti gli abbonati degli
Aironi sarà riservata la tribuna centrale coperta.


La società organizzerà pullman a prezzo agevolato con partenza da Viadana
e da Parma per permettere ai tifosi e soprattutto ai propri abbonati di poter
assistere ai tre incontri.
Il presidente degli Aironi Silvano Melegari spiega: “Siamo molto contenti di
poter cogliere questa opportunità di portare tre partite della competizione per
club più importante in Europa in uno stadio importante come il Brianteo in
un’area in cui l’interesse per il rugby sta crescendo in maniera esponenziale.
Per noi è anche l’occasione per confermare la nostra volontà di diventare una
franchigia di riferimento per tutto il Nord Ovest. Un ringraziamento va al Rugby
Monza, primo club a diventare socio fiancheggiatore degli Aironi, per l’impegno
profuso e al Comune di Monza che ha fortemente voluto portare queste tre
partite allo stadio Brianteo”.
“Dopo gli Europei femminili di volley – afferma il Sindaco Marco Mariani -
approda a Monza una delle competizioni più importanti del rugby continentale,
segno evidente che la nostra città fa ormai parte del grande palcoscenico
sportivo internazionale. Come abbiamo più volte sottolineato in questi ultimi
tempi, le difficoltà economiche dovute ai gravosi tagli di bilancio imposti dalla
Finanziaria ai Comuni, non ci danno modo di sostenere come vorremmo le
singole attività sportive che danno lustro al nostro territorio. Abbiamo però
voluto dare comunque il nostro contributo mettendo a disposizione le più
importanti strutture sportive della nostra città per eventi che indubbiamente
aiutano a promuovere la pratica dello sport e contemporaneamente
garantiscono uno spettacolo di grande livello tecnico e agonistico”.
“Il rugby ormai è una bella realtà sportiva della nostra città e
progressivamente sta coinvolgendo il territorio provinciale – dice l’Assessore
allo Sport Andrea Arbizzoni -. Vedere ancora il Brianteo al centro di una
manifestazione di livello internazionale è per noi certamente motivo di
soddisfazione. Un ringraziamento va indubbiamente agli amici del Rugby
Monza che si sono impegnati direttamente per portare le tre partite
dell’Heineken Cup in città affiancando nell’organizzazione gli Aironi nella
certezza di aver fatto un “regalo” a tutti gli appassionati sportivi della Brianza”.
Per il Rugby Monza è il presidente Paolo Carcassi a spiegare le motivazioni che
hanno spinto la società biancorossa ad affiancare gli Aironi e ad organizzare questi
tre incontri: “Tre partite di rugby di livello internazionale giocate in casa
nostra non possono che rafforzare le nostre motivazioni per la promozione
e diffusione nella Provincia di Monza e Brianza di questo bellissimo sport. La
fiducia accordataci rappresenta un riconoscimento anche del lavoro degli ultimi
anni e del valore della nostra partecipazione al progetto Aironi, che offre alle
nostre 11 squadre – di cui due femminili – e agli oltre 300 atleti dai 5 anni
agli “anta” tesserati dal Club la possibilità di partecipare in prima persona a
un percorso virtuoso di sviluppo sportivo e di immagine dello sport del rugby.
Non dimentichiamo poi l’opportunità che un evento come l’Heineken Cup può
rappresentare anche per le aziende del territorio, per la visibilità e l’affluenza
di appassionati da tutta Italia ed Europa, aziende che vogliamo coinvolgere il
più possibile nelle iniziative a sostegno dei valori positivi di determinazione,
impegno e lealtà tipici del rugby. Da parte del Rugby Monza, un sentito
ringraziamento va sicuramente al Comune, che ci ha appoggiato fin dall’inizio,
e al Calcio Monza – società che gestisce il Brianteo – con cui siamo stati felici di
arrivare all’accordo che permetterà il realizzarsi di questo sogno”.
L’accordo sarà presentato in una conferenza stampa che si terrà giovedì 29
settembre alle ore 12 nella Sala Giunta del Palazzo del Comune di Monza
(secondo piano). Interverranno il presidente degli Aironi Rugby Silvano
Melegari, il presidente del Rugby Monza Paolo Carcassi, il Sindaco di Monza
Marco Mariani e l’Assessore allo Sport Andrea Arbizzoni.

Tennis Special Olympics

Dal 7 al 9 ottobre si svolgerà presso il Tennis Club di Monza la 1° edizione dei giochi Regionali di Tennis Special Olympics della Lombardia. Con il patrocinio della Provincia di MB, del Comune di Monza, del Coni e con il contributo di Mitsubishi Electric( sponsor ufficiale della manifestazione) e con Plose 8 sponsor tecnico), il Circolo Monzese ospiterà atleti provenienti da tre regioni d’Italia: Piemonte, Veneto e Lombardia. Sarà quindi un meeting interregionale ad inviti, VI edizione dei Giochi Regionali Unificati S. Olimpycs Italia. i Giochi cominceranno con una vera e propria cerimonia presso la Villa Realle di Monza caratterizzata dall’accnsione del tripode Special Olympics e dalla proclamazione del noto giuramento degli atleti: ” Che io possa vincere, ma se non riuscissi che io possa tentare con tutte le mie forze”

Questa iniziativa sportiva nasce dopo l’ottima esperienza fatta l’anno scorso presso il Circolo Tennis quando abbiamo deciso di inaugurare corsi dedicati a questi atleti speciali, spiega Alberto  Ciriani, resp. del progetto “Il Tennis per un Sorriso”

Adiòs a Sergio Bonelli , l’editore di Tex

Oggi Sergio Bonelli cavalca nelle Grandi Praterie insieme  a Tex e alle decine di personaggi dei fumetti creati e stampati dalla sua Case Editrice . A 79 anni il suo cuore avventuroso si è spento all’Ospedale S.Gerardo di Monza , dove era in cura .

Nel 2008 il comune di Milano lo insignì dell’Ambrogino d’oro e divenne il punto di riferimento del Fumetto Italiano , come Editore , ma anche Autore e sceneggiatore . Le sue creature più conosciute sono Zagor e Mister No , che insieme a Martin Myster ,Nathan Never, Dylan Dog ecc, hanno accompagnato la nostra giovinezza e continuano ancora a riscuotere successo . Quindi , a nome di tutti , Caro Sergio , ti ringraziamo di avere fatto fumetti per bambini che sognano di essere adulti e per adulti che sognano ancora come bambini.   L’ Avventura dei tuoi  Eroi di carta continuerà sempre ……  ADIOS ,!!!!

 

Attenzione: Caduta Satellite!!!

 

Rientro non controllato in atmosfera del satellite NASA “UARS” con possibile
caduta di frammenti sul territorio lombardo.
Si informa che questa mattina a Roma si è riunito il Comitato Operativo della Protezione
Civile Nazionale in seguito alla notizia diffusa dalla NASA e dall’Agenzia Spaziale Italiana
del rientro incontrollato in atmosfera del satellite UARS.
UARS è un satellite dismesso, di proprietà NASA, che rientrerà negli strati più densi
dell’atmosfera entro le prossime 36 ore; al momento si ipotizza una sua frammentazione, a
78 km di quota, in almeno 26 componenti, per un totale di 536 kg, che raggiungeranno il
suolo distribuendosi lungo la traiettoria su di un arco di circa 800 km.
Il frammento più massiccio, di alluminio, potrebbe avere una massa di 158 kg e potrebbe
raggiungere la superficie terrestre con una velocità di 158 km/h; sono inoltre previsti 15
componenti in titanio, con masse tra 0,6 e 61 kg e velocità di impatto, rispettivamente di
386 e 232 km/h, ed infine 3 componenti in berillio, con masse di 1 e 3 kg e velocità
d’impatto rispettivamente di 66 k e 281 kg/h.
Tutti gli oggetti dovrebbero colpire la superficie perpendicolarmente, precipitando
cioè lungo la verticale.
Le Agenzie preposte ipotizzano al momento due possibili diversi scenari evolutivi:
Il primo tracciato potenzialmente a rischio per l’Italia corrisponde ad un intervallo di
possibile caduta dei frammenti compreso tra le 21.25 e le 22.03 (ora italiana) di venerdì 23
settembre 2011. In questo caso le regioni interessate sono: Liguria, Emilia Romagna
(parte), Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia
Giulia (parte).
Il secondo tracciato potenzialmente a rischio per l’Italia corrisponde ad un intervallo di
possibile caduta dei frammenti compreso tra le ore 3.34 e le 4.12 (ora italiana) di sabato
24 settembre 2011 e comprende le Regioni: Friuli Venezia Giulia, Veneto, Trentino Alto
Adige e Lombardia (parte nord-orientale).
Al fine di monitorare l’evolvere della situazione in tempo reale e per meglio intervenire in
caso di necessità, a livello centrale si è stabilito:
-
che il Comitato Operativo della Protezione Civile Nazionale rimanga attivo fino alla
fine dell’evento;
-
che presso lo stesso venga istituito un Tavolo tecnico con funzioni di analisi scientifica
e di supporto al Comitato Operativo;
-
che le Regioni attivino apposite strutture operative e tengano i contatti con i Sindaci;
-
che la Protezione civile nazionale divulghi dei bollettini (note informative) in merito
all’evoluzione della situazione.
In forza di tali decisioni Regione Lombardia:
-
ha attivato un rinforzo della propria Sala Operativa di Protezione Civile e del relativo
Call Center (numero verde 800-061.160), che provvederanno a tenere informati i
Sindaci;
-
ha trasmesso un’informativa di pre-allertamento alle Province e alle componenti del
sistema sanitario regionale.

 

I signori Sindaci, quali Autorità di Protezione Civile (Leggi 225/92 e 265/99), sono tenuti ad

 

informare la popolazione del proprio territorio circa l’evento in corso; a tal fine si

forniscono alcune indicazioni:

 

-sono state definite la forma e le dimensioni dei frammenti. L’oggetto più grande (158kg) avrà una superficie di circa un metro quadrato;

 

-è stato valutato l’effetto sulle strutture. Una prima elaborazione indica che un normalesolaio in cemento armato non resiste all’impatto dell’oggetto di massa maggiore. Si sta effettuando una valutazione anche rispetto ai danni che l’impatto potrebbe provocare sul secondo solaio. Una regola di corretta prudenza indica che una

persona si posizioni in vicinanza di murature portanti anche se è poco probabile che i frammenti causino il crollo di strutture;

 

-i frammenti impattando sui tetti degli edifici potrebbero causare danni, perforando i

tetti stessi e i solai sottostanti: pertanto si può affermare che sono più sicuri i piani più

bassi degli edifici;

 

-i frammenti avranno temperature elevate, ma non necessariamente incandescenti; è

comunque esclusa ogni componente radioattiva;

 

-l’Aviazione civile predisporrà un documento che segnalerà la possibilità di tale evento

con l’interdizione del volo nelle aree interessate;

 

-è consigliabile non stare esposti in luoghi aperti negli orari di maggiore pericolosità.

Seguiranno ulteriori informazioni più dettagliate nelle prossime ore.

Tutte le informative sono pubblicate su:

 

 

“3 uomini d’oro” al Ghisallo

Image

 

Il 24 settembre l’inaugurazione della mostra su Fausto Coppi, Gino Bartali e Fiorenzo Magni

  MAGREGLIO . CO

Sabato 24 settembre, alle 11.30 (ingresso libero), per la VII edizione di “Dal Ghisallo al Muro”, al Museo Internazionale del Ciclismo del Ghisallo di Magreglio (Como) si inaugura la mostra Tre uomini d’oro. Una rassegna dedicata a tre fuoriclasse del ciclismo mondiale, Fausto Coppi, Gino Bartali e Fiorenzo Magni, celebrati da Giuseppe Castelnovi, già caporedattore della Gazzetta dello Sport, nel volume omonimo pubblicato da Edit Vallardi, che ha dato lo spunto alla mostra. Si tratta forse della più importante opera editoriale mai realizzata sui tre grandi campioni – pubblicata anche in inglese, tedesco, francese e olandese/fiammingo e in vendita al Museo per tutto il periodo della rassegna -, a proposito della quale è stato detto: «Qualche libro si guarda, qualche altro si legge. Questo, si guarda e si legge insieme. Perché fin dalle prime pagine il tempo si ferma e torna a quell’epoca d’oro per il ciclismo italiano che sa di speranza, di rinascita , di polvere, di sudore e di salite che non finiscono mai».  Secondo il progetto curato da Gianni Torriani e Carlo Boldorini, nelle tre sale al pianterreno del Museo – rispettivamente intitolate a Coppi “L’Airone”, Bartali “L’Aquila” e Magni “Il Leone” (con le relative caricature realizzate da Stefano Frosini) -, saranno esposte una cinquantina delle oltre 400 foto pubblicate nel volume, grazie alle quali il visitatore sarà guidato a rivivere le imprese sportive dei tre campioni e alcuni loro curiosi “retroscena”. Con l’apertura della mostra (visitabile da martedì a venerdì dalle 9.30 alle 17.30, sabato e domenica dalle 9 alle 18, lunedì giorno di chiusura), il Museo Internazionale del Ciclismo del Ghisallo aderisce all’iniziativa “Fai il pieno di cultura 2011”, promossa da Regione Lombardia in collaborazione con le Province lombarde da venerdì 23 a domenica 25 settembre. La manifestazione coincide con le Giornate Europee del Patrimonio 2011 (sabato 24 e domenica 25 settembre), che vedranno musei e luoghi di cultura aperti gratuitamente in tutto il Paese con lo slogan “Italia tesoro d’Europa”.All’inaugurazione – coordinata dal giornalista Sergio Meda – interverranno il presidente della Fondazione Museo del Ciclismo Fiorenzo Magni, l’autore Giuseppe Castelnovi, l’editore Roberto Vallardi, rappresentanti delle istituzioni del territorio e appassionati del mondo del ciclismo.La VIIedizione di “Dal Ghisallo al Muro” ha il patrocinio della Comunità Montana del Triangolo Lariano e della Provincia di Como (Assessorato Marketing Territoriale) ed è sponsorizzata da Fnm Group e Diavolina.

Laveno : sogni e incontri …

Image

Laveno Mombello -“Sogni di una notte di fine estate” – 23/24/25 Settembre 2011

A Laveno Mombello, splendida cittadina sulla sponda lombarda del Lago Maggiore, dopo i Labienotti tornano a riunirsi Antonietta Fiorillo e alcuni commercianti, in collaborazione con Comune e ProLoco, organizzando un evento particolare di tre serate con lo scopo di chiudere in bellezza la stagione estiva.

Sulla Via Labiena interna nella splendida cornice della cittadina lacustre si svolgeranno tre serate particolari che prevedono: venerdì 23 settembre musica dal vivo e ballo, un modo per ritrovarsi insieme, per gli ultimi giorni di sole, sabato 24 negozi “on the road”,  con esposizione esterna di articoli vari, sempre con musica dal vivo e per domenica 25 Settembre lo Speed Date.

Lo “Speed Date” , nato negli USA e recentemente importato in Italia, ha lo scopo di far conoscere nuove persone. I partecipanti si siedono uno di fronte all’altro e iniziano a conoscersi in un periodo di tempo prestabilito. Scaduto il tempo, uno dei due si alza e inizia la rotazione che permette di incontrare più persone. Il tutto moderato da uno speaker. Destinato al pubblico dei single è un modo simpatico e veloce per stringere nuove amicizie.  Una vera novità per tutti i single che avranno forse anche la possibilità di conoscere la loro anima gemella.

Il tutto condito da buona musica dal vivo.

Ancora una volta i commercianti e le istituzioni si alleano per ravvivare le serate di fine estate e rendere Laveno sempre più allettante.

.