“Andiamo a scuola a piedi 2011”

Anche quest’anno il Comune di Monza ha deciso di aderire
all’iniziativa “Andiamo a Scuola a Piedi” che coinvolgerà un totale di circa
6000 studenti da lunedì 10 fino a venerdì 14 ottobre.
Ogni scuola ha stabilito un giorno della settimana, in base alla dislocazione
territoriale degli istituti nelle cinque Circoscrizioni, nel quale gli alunni si
recheranno a scuola a piedi.
I ragazzi e i bambini nel corso della settimana si daranno appuntamento in
un punto di ritrovo individuato dai responsabili delle singole scuole dove
verranno distribuiti dei gadget e da dove gli alunni partiranno insieme,
guidati dalla Polizia Locale per recarsi a scuola.
“E’ da dieci anni che il Comune di Monza aderisce a questa iniziativa –
afferma l’Assessore all’Educazione Pierfranco Maffè – segno evidente di un
impegno trasversale che va verso un unico obiettivo condiviso nell’ambito
della mobilità sostenibile. Educare i bambini a muoversi a piedi rappresenta
un passo in avanti verso una crescita della coscienza ambientale ed
ecologica della città.
In questi anni abbiamo avuto un ottimo riscontro da parte delle famiglie che
hanno dimostrato di recepire molto bene il messaggio continuando, in molti
casi, ad accompagnare i bambini a scuola a piedi anche dopo il termine della
manifestazione”.
“Questa iniziativa si inserisce in un progetto molto più ampio che coinvolge
la cittadinanza monzese nell’ambito della mobilità sostenibile – afferma
l’Assessore alla Viabilità Simone Villa – alla manifestazione “andiamo a
scuola a piedi” si affiancano, infatti, altri progetti come il car sharing,
il servizio di prestito gratuito di biciclette all’interno del cimitero,
il “pedibus”, l’inserimento nel parco autobus utilizzati in città di un nuovo
mezzo ibrido e il servizio di bus a chiamata organizzato in occasione di
particolari eventi cittadini”.
Da quest’anno in concomitanza con la settimana Internazionale “Andiamo a
Scuola a Piedi”, per le scuole che hanno aderito al progetto europeo Civitas
Archimedes, ci sarà la possibilità di sperimentare i percorsi del Pedibus
grazie al “Prova Pedibus”. Tale iniziativa permetterà a bambini e genitori
di fare una prova scegliendo il percorso e la fermata più vicina alla propria
abitazione.
L’obiettivo è quello di far diventare il Pedibus una piacevole consuetudine
per i bambini e le loro famiglie e allo stesso tempo favorire comportamenti
sostenibili e per ridurre l’inquinamento.

“Punti verdi: animazione per famiglie”

8-15-22-29 ottobre

Per tutti i sabati del mese di ottobre, dalle 15 alle 18, presso il parchetto Sant’Andrea di Monza si terranno diverse iniziative di animazione per adulti e bambini.

- Sabato 29 ottobre: “Giochi e giocattoli d’altri tempi” a cura dell’Accademia del gioco Dimenticato. I bambini potranno giocare insieme ai loro genitori ed avranno a disposizione ben 35 giochi da strada che li aiuteranno a riscoprire come giocavano i loro nonni nel passato. Inoltre una mostra di giocattoli in latta e in legno. Per i genitori un incontro a cura dell’Associazione L’Arca di Noè sul tema “Mamma, donna e lavoratrice”.

A cura di Accademia del Gioco Dimenticato, Cof Monza, Cooperativa Casa Bimbo Tagesmutter Monza, Cresci…Amo Insieme, L’Arca di Noè, Mosaico Interculturale
Presso Parchetto Sant’Andrea
via Sant’Andrea-Monza
Dalle ore 15:00 alle ore 18:00

LA MATITE SONO FANTASTICHE

Seregno: Nona edizione di «Fantastiche Matite». In mostra le opere di Gino Gavioli, il «papà» del Carosello
Ha messo a letto generazioni di bambini italiani. Gino Gavioli è
stato uno dei papà di Carosello: suoi i personaggi di réclame cult come Cimabue («Fai
una cosa e ne sbagli due» per l’amaro Dom Bairo), la famiglia preistorica Mammut,
Babbut e Figliut (che vive in cima al grattacielo Pirelli), Capitan Trinchetto («Cala, cala,
cala» per Recoaro).


E ancora: il soldato romano Caio Gregorio e il ronzino di «Vitaccia cavallina» che ebbe
tanto successo da diventare fumetto ad hoc. All’88enne disegnatore e animatore
milanese è dedicata la nona edizione di «Fantastiche Matite», rassegna di illustratori,
ospitata dal 15 ottobre al 6 novembre nelle sale della Galleria civica «Ezio Mariani» a
Seregno (via Cavour. 26 – ingresso libero).
Pioniere dell’ animazione, Gavioli fondò negli anni Cinquanta con il fratello Roberto la
Gamma Film, che divenne la «fabbrica» di cartoni più grande d’Europa. Tra i film il
più famoso è «Putiferio va in guerra» (1968), parodia della guerra, protagonista una
caparbia formichina.
Ma in mostra ci sono anche altre matite «fantastiche »: le originali illustrazioni di
Silvia Bonanni; gli oggetti comuni trasformati in animali bizzarri e stilizzati eseguiti
su tavole di legno con smalti ad acqua dal brianzolo Massimo Caccia; i disegni colti,
con sapienti giochi di luci ed ombre, di Gianni De Conno, vincitore della medaglia d’oro
della «Society of Illustrators» di New York per il calendario 2010 di Emergency; le
eroine, lontane allontanano dallo stereotipo fiabesco, ma adatte ai nostri tempi, di Elena
Temporin, fresca vincitrice del «Premio Emanuele Luzzati per l’illustrazione».
L’inaugurazione è in programma sabato 15 ottobre alle ore 17.30. prima dell’apertura
della mostra, alle 16.00, spazio ai bambini con la lettura animata «Una notte a colori a
colori» a cura dell’associazione delle Ali.
La mostra può essere visitata il giovedì e il venerdì dalle 16.00 alle 19.00, sabato e
domenica dalle 10.00 e 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00.
Per informazioni e prenotazioni visite scolastiche: Biblioteca civica «Ettore Pozzoli» – tel.
0362/263.209 – email: seregno.matite@brianzabiblioteche.it – www.fantastichematite.it

BIKE-SHARING: PARTE LA SPERIMENTAZIONE

Vimercate: La distribuzione delle tessere magnetiche inizia lunedì 10 ottobre.
Le biciclette saranno a disposizione da giovedì 20 ottobre 2011
Inizierà da lunedì 10 ottobre, presso Spazio Città, la distribuzione delle 220 tessere magnetiche messe
a disposizione dalla Provincia di Monza e Brianza per la prima fase dell’esperimento di bike-sharing a Vimercate.
Il servizio sperimentale inizierà dal 20 ottobre 2011, con una dotazione di 9 biciclette a pedalata assistita, e 3 bicistazioni (piazza Marconi, Ospedale Nuovo e Torri Bianche).
L’uso delle biciclette è consentito esclusivamente all’interno dei confini di Vimercate.
Le biciclette sono dotate di impianto GPS, in modo che sia sempre monitorata la loro posizione.
È consentito l’utilizzo della bici per un tempo massimo continuativo di 2 ore, durante le quali l’utente
è responsabile del mezzo, per cui, se dovesse fare soste in luoghi che non sono quelli provvisti delle bicistazione, dovrà chiudere la bicicletta con un lucchetto proprio.
Il servizio è sperimentale e gratuito fino al 31/12/2012.
Al momento del rilascio della tesserina magnetica sarà chiesta una cauzione di 5 euro, che sarà rimborsata al momento della restituzione della tesserina stessa.
Per iscriversi al servizio è necessario compilare un modulo di iscrizione, anch’esso disponibile a Spazio Città. Solo le persone maggiorenni possono iscriversi al servizio e ricevere la tesserina magnetica.
Il modulo comprende anche dei campi nei quali inserire numero di telefono e indirizzo email: trattandosi
infatti di un progetto sperimentale, chi si iscrive accetta di essere in seguito contattato per una verifica del
grado di soddisfazione relativamente al servizio e per fornire eventuali suggerimenti.
Sabato 15 ottobre, alle ore 10.00, alcuni tecnici saranno presenti presso la bicistazione di piazza Marconi
per dare una dimostrazione pratica delle modalità di ritiro e riconsegna delle bici.

Motori FPT allo Yacht Genova con John Elkann

I motori di FPT Industrial per le pilotine dello Yacht Club Italiano di Genova
Oggi, alla presenza del Presidente di Fiat, John Elkann, e del Presidente dello
Yacht Club Italiano, Carlo Croce, presso lo Yacht Club Italiano di Genova è stata
presentata la pilotina “Beppe Croce”; costruita nel 1973 e recentemente
restaurata, la barca è equipaggiata con due motori
FPT Industrial N67 280 (280CV).
I motori hanno 6 cilindri in linea, una cilindrata di 6,7 litri e si caratterizzano, come
tutti i propulsori della gamma marina di FPT Industrial, per le elevate prestazioni,
il contenimento dei consumi e le basse emissioni.
In fase di ristrutturazione anche un’altra pilotina, la “Duca degli Abruzzi”, risalente
al 1962; una volta terminata la fase di messa a punto dello scafo, verrà
equipaggiata con due motori FPT Industrial N67 150 (150 CV), anch’essi con
un’architettura a 6 cilindri in linea.
I soci dello Yacht Club di Genova hanno voluto ringraziare ufficialmente la
società, evidenziando come la collaborazione con FPT Industrial costituisca un
esempio di puntualità ed efficienza che ha contribuito a stabilire solidi rapporti
destinati a proseguire nel futuro.
Le caratteristiche prestazionali e i ridotti consumi dei motori di FPT Industrial
sono ulteriormente evidenziate oggi, allo Yacht Club, dall’altra imbarcazione
presente in banchina, lo scafo Kerakoll, costruito dal cantiere FB Design di Fabio
Buzzi e motorizzata con due motori C90 650.
La barca ha raggiunto proprio pochi giorni fa il record di velocità sul percorso
Monte Carlo-Venezia; ma, oltre a stabilire il nuovo primato nel tempo di soli 22h
13’ 17” con una media di 51,3 nodi, questo eccezionale risultato è stato raggiunto
con consumi pari alla metà rispetto al precedente record del 1994.
Prestazioni, consumi e attenzione all’ambiente; questi, dunque, gli aspetti che
caratterizzano i motori di FPT Industrial e la rendono il partner ideale per i cantieri
nautici, sia nel settore da diporto che in quello professionale.

FPT INDUSTRIAL

 

FPT Industrial è la società di Fiat Industrial dedicata alla progettazione, produzione e

 

vendita di motopropulsori per applicazioni veicolari industriali, on e off-road, nonché di

 

motori per applicazioni marine e power generation. Il settore impiega circa 7.500

 

dipendenti worldwide, localizzati in 9 stabilimenti e 5 Centri di Ricerca e Sviluppo;

 

l’esistenza di una rete distributiva di 100 concessionari e oltre 1000 punti di assistenza

 

assicura la presenza di FPT Industrial in circa 100 paesi. Una gamma di prodotti

 

estremamente ampia (5 famiglie di motori con una potenza da 50 a 870 CV e cambi con

 

coppia massima da 300 a 470 Nm) e un grande focus sulle attività in Ricerca e Sviluppo

 

rendono FPT Industrial uno dei principali protagonisti a livello mondiale nel settore dei

 

motopropulsori per uso industriale.

 

Monza: il Comune promuove l’utilizzo di nuovi materiali nelle reti pubbliche

Si è tenuto oggi presso la Sala Giunta del Comune di Monza il primo incontro
per la promozione dell’utilizzo di materiali innovativi per gli investimenti
nelle reti di pubblica utilità (reti idriche, del gas, etc.). I lavori sono stati
coordinati dall’Assessore all’Edilizia Privata e agli Enti Partecipati, Cesare
Boneschi.
Parte attiva del progetto, insieme al Comune di Monza, è Borealis, azienda
leader nella produzione di materiali plastici (polietilene e polipropilene).
Al gruppo di lavoro hanno aderito anche i rappresentanti di alcune industrie
produttrici di prodotti plastici e le associazioni di categoria di produttori
ed installatori, oltre ai tre principali gestori dei servizi di rete (idrica e gas)
municipali. In particolare erano presenti: l’Istituto Italiano dei Plastici,
ASSISTAL (Associazione degli installatori e degli impiantisti), GDS, FIP,
NupiGeco, ACSM-AGAM, ALSI e Brianzacque.
L’incontro ha posto l’accento sull’importanza della qualità degli investimenti
nelle reti pubbliche, tramite l’imposizione anche di modifiche migliorative
sui capitolati delle gare pubbliche, valorizzando l’uso di materiali innovativi
che consentono di allungare la vita utile delle infrastrutture, migliorando il
servizio e producendo risparmio, nel lungo periodo, per la collettività.
“In uno studio di settore è infatti emerso – afferma Cino Serrao, Business
Development Manager di Borealis Italia – che l’utilizzo di materiali
innovativi nella realizzazione delle reti idriche e fognarie può arrivare
a generare un risparmio di quasi 100 miliardi di euro in cinquant’anni;
risparmi generati dall’allungamento della vita utile dell’investimento e
dalla maggiore efficienza della rete”.
Il gruppo di lavoro così costituito si propone di contribuire alla diffusione di
una cultura di “total quality” nell’implementazione delle reti di pubblica
utilità, in particolare quelle idriche e fognarie, indicando percorsi condivisi
da pubbliche amministrazioni, operatori del settore, gestori delle reti e dei
servizi e appaltatori, affinché la valorizzazione della qualità dell’intervento
prevalga su logiche di massimo ribasso, a partire dai disciplinari di gara,
passando dalla direzione lavori e dal controllo in corso d’opera, fino al
collaudo finale.

Vimercate: 150 anni di Commercio (1861-2011)

150 ANNI DI COMMERCIO A VIMERCATE (1861-2011)
Al Must una mostra che narra la storia del commercio e dei commercianti vimercatesi
Vimercate e il commercio un connubio indissolubile, una vocazione che fonda le sue radici fin dall’origine del
nome della nostra città, anticamente denominata Vicus Mercati.
Nata sotto il segno del commercio la città di Vimercate ricopre tutt’oggi, grazie anche alla sua posizione
strategica, un ruolo da protagonista.
A rendere omaggio a questa identità il MUST Museo del Territorio Vimercatese in collaborazione con l’ufficio
Commercio del Comune di Vimercate e il Distretto del commercio ViviVimercate, nell’ambito delle attività
del Distretto del commercio ViviVimercate, con il sostegno di Regione Lombardia, hanno organizzato una
mostra dal titolo “150 anni di commercio a Vimercate (1861-2011)”.
Un viaggio tra immagini, fotografie, racconti oggetti e video alla scoperta della storia dei commerci, dei
commercianti, di fiere e di mercati.
La mostra visitabile durante gli orari di apertura del Must ripercorre le diverse forme di commercio a
Vimercate, dalla metà del XIX secolo fino ai giorni nostri.
Nove i temi trattati nella mostra: da alcuni esempi storici e tradizionali di commercio locale, come il mercato
settimanale, la fiera di Santo Stefano o la Mostra vimercatese del commercio del 1949, fino alle evoluzioni
più recenti col boom economico degli anni sessanta e la grande distribuzione.
Inoltre sono presenti in mostra anche alcuni caratteristici strumenti di misurazione utilizzati nei negozi, dalle
bilance per la pesatura del sale, ai registratori di cassa di fine Ottocento, oltre che a notizie e immagini
relativi alla rete commerciale del 1929, al boom degli anni sessanta fino al commercio di oggi e alla grande
distribuzione.
L’’importanza del commercio per la storia della nostra Citta’ ed il suo ethos e le potenzialità di un lavoro più
stretto tra cultura ed economia sono il fondamento di questa mostra, – dichiara il Vicesindaco e Assessore
alle Politiche Culturali Roberto Rampi – un punto di partenza carico di future potenzialità.
APPROFONDIMENTO
Il mercato settimanale
È il 1518 quando i feudatari Secco Borella ottengono che si tenga un mercato settimanale.
A quell’epoca, poco è rimasto del ruolo avuto nel commercio da Vimercate nell’antichità e nel medioevo.
Il piccolo centro agricolo, infatti, soffre la concorrenza di piazze commerciali come Monza e Melzo,
senza dimenticare il vicino e grande emporio milanese. Non a caso, a metà del Seicento, del mercato
vimercatese non se ne hanno più tracce.
Nel Settecento le poche bancarelle di generi alimentari ritornano, ma sarà solo dopo il 1779 che il mercato
vimercatese tornerà a crescere. A volerlo sono le autorità austriache dello Stato di Milano. Per loro
Vimercate, circondata da tante “terre popolose”, ben si presta a contribuire al rilancio del commercio
lombardo. Insieme agli alimentari, il mercato del venerdì propone il commercio di “grani” e bestiame ma
anche – come certifica un’ispezione del 1782 – “di diverse partite di formaggi e di butirro, tessuti, rame
lavorato, chioderia grossa e minuta, ferri da taglio, corame, lino, stoppa, frutta e altre minute cose che
occorrono alla sussistenza dell’uomo”.
Dal Settecento ad oggi i prodotti sono cambiati, ma il mercato settimanale (oggi con i suoi 200 banchi)
ha conservato la sua importanza sia dal punto di vista commerciale e sia come luogo d’incontro dei vimercatesi e non.
La mostra sarà inaugurata sabato 15 ottobre alle ore 17.00 presso il MUST Museo del territorio vimercatese
In via Vittorio Emanuele II, 53 e sarà visitabile fino a domenica 6 novembre con i seguenti orari di apertura
da mercoledì a venerdì 15.00 – 19.00
sabato e domenica 10.00 – 13.00 / 15.00 – 19.00
L’ingresso alla mostra e al museo ha un costo di 3 euro (ridotto 2 euro), gratuito per bambini e disabili.
E’ inoltre possibile partecipare a delle visite guidate che si terranno la domenica alle 15.30 e 17.00 previo
prenotazione telefonica al numero 039.66.59.488
La mostra è stata curata da Angelo Marchesi e Massimo Pesenti con il contributo delle ricerche storiche
e dei testi di Geoffrey Pizzorni, le fotografie appartengono alla collezione fotografica del MUST Museo del
territorio.
Si ringraziano i commercianti e i cittadini che hanno fornito fotografie e testimonianze.
Distretto del Commercio*
Il Distretto del Commercio di Vimercate, denominato VIVIVIMERCATE, è un’area corrispondente all’area
urbanizzata del territorio comunale, nella quale soggetti pubblici e soggetti privati propongono interventi di
gestione integrata nell’interesse comune dello sviluppo economico, sociale, culturale e di valorizzazione
ambientale del contesto urbano e territoriale di riferimento.
Attraverso una regia unitaria composta dall’Amministrazione Comunale, dall’Unione del Commercio e del
Turismo ed altri partner pubblici e privati e attraverso il coordinamento di un manager, vengono intraprese
delle azioni strategiche, sinergiche e condivise, con l’obiettivo di sviluppare e accrescere l’attrattività, la
fruibilità, la visibilità, il commercio e la qualità della vita del Distretto.
Il Distretto del Commercio di Vimercate è stato riconosciuto dalla Regione Lombardia che, con Decreto
Regionale n. 4562 del 28 aprile 2010, ha ammesso al finanziamento il progetto “Vivi Vimercate – Distretto
del Commercio di Vimercate” e successivamente, con Decreto n. 8432 del 08/09/2010, ha iscritto il
Distretto nell’elenco dei Distretti del Commercio.
*fonte: www.vivivimercate.it

IL Campione di Ciclismo Bartali

In occasione dei festeggiamenti per 100 anni dell’Oratorio San Giuseppe a Lesmo e delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità di Italia, l Cineteatro Piccolo a Lesmo dedica una serata speciale a uno dei più grandi italiani di sempre: Gino Bartali.

Conobbe quattro Papi, da Pio XII, al quale regalò la maglia gialla vinta al Tour de France, a Giovanni Paolo II, che lo definì “atleta di Dio”. Nel Novembre 2010 Bartali è stato insignito del titolo di “Giusto fra le Nazioni” dallo Stato di Israele per il suo impegno durante la II Guerra Mondiale nel salvare centinaia di Ebrei dalla deportazione in Germania.

Andrea Bartali il  figlio del campione e presidente della Fondazione Bartali.

Diceva di sé stesso: «…io voglio essere ricordato per le mie imprese sportive e non come un eroe di guerra. Gli eroi sono altri. Quelli che hanno patito nelle membra, nelle menti, negli affetti. Io mi sono limitato a fare ciò che sapevo meglio fare: andare in bicicletta…».

l’abbattimento del cavalcavia nord

Viale Lombardia: partiti i lavori per
l’abbattimento del cavalcavia nord
Nella notte tra mercoledì e giovedì verranno
effettuate le modifiche viabilistiche che segnano l’avvio delle operazioni che
condurranno verso lo smantellamento del cavalcavia Monza Nord di viale
Lombardia.
Verranno infatti deviati i flussi di traffico della carreggiata Nord della S.S.
36 (direzione Lecco) lungo il nuovo tratto di viabilità che corre accanto alla
strada attuale, sulla strada provvisoria che è stata realizzata negli ultimi
mesi.
“Si apre finalmente il by-pass provvisorio – afferma l’Assessore alla
Viabilità Simone Villa – che consentirà di deviare il traffico che oggi viaggia
ancora sul vecchio tracciato della S.S. 36. Si tratta del primo passo effettivo
verso l’abbattimento del cavalcavia già chiuso da mesi e che verrà sostituito
in futuro dalla grande rotatoria posta sopra all’imbocco della nuova galleria.
La strada provvisoria corre ad est del tracciato attuale di viale
Lombardia: si comincia con la deviazione della carreggiata nord ma nel
prossimo periodo tutta la S.S. 36 correrà sul by-pass provvisorio, finché
il cavalcavia non sarà definitivamente smantellato e non si realizzerà la
nuova e definitiva viabilità.
Le operazioni verranno effettuate alla presenza della nostra
Polizia Locale che, come sempre, presidierà la zona dei lavori per ovviare
ai prevedibili disagi che le novità introdurranno”.

Monza Rugby’s Night Out

Monza Rugby’s Night Out, la serata di presentazione ufficiale dell’ASD Rugby Monza che si terrà venerdì 7 ottobre a partire dalle ore 20.30 presso il Campo Sportivo Chiolo di via Rosmini 71 (inizio di viale delle Industrie) a Monza.

In questa occasione saranno presentate le 13 squadre del Club e i rispettivi programmi e sarà inoltre proiettato in anteprima il video ufficiale del flash mob che ha visto protagonisti i nostri atleti in un’affollata Piazza Duomo qualche settimana fa.
Alla serata, in cui saranno ufficializzate le biglietterie e gli orari di apertura per l’acquisto dei biglietti delle partite di Heineken Cup che si terranno allo stadio Brianteo, presenzieranno anche alcuni special guests del team Aironi.
A seguire ‘terzo tempo’ per tutti organizzato nella Club House.