Dopo GP: 144 mila spettatori in Autodromo, più di 40 iniziative in città

Bilancio positivo. Sindaco Scanagatti: “Bene sicurezza, viabilità e tutela del Parco. Spettacolo sotto il podio miglior spot per circuito di Monza”

Sono stati 144 mila gli spettatori che hanno assistito all’85esimo Gran Premio d’Italia che si è svolto dal 5 al 7 settembre nell’Autodromo nazionale di Monza, 80 mila nella sola domenica del GP. L’anno scorso furono complessivamente circa 160 mila. Il dato è stato riferito oggi nel corso di una conferenza stampa in Comune da Ivan Capelli, presidente di Aci Milano, alla presenza del sindaco Roberto Scanagatti, del prefetto di Monza,Giovanna Vilasi, dei responsabili delle forze dell’ordine e degli assessori al Turismo, Carlo Abbà e alla mobilità, Paolo Confalonieri. “E’ andato tutto bene – dichiara il sindaco Scanagatti -, sia dal punto di vista della sicurezza sia da quello della tutela ambientale del parco recintato più grande d’Europa. Il dato sugli spettatori del GP è positivo, nonostante la lieve flessione. Il grande afflusso, dichiarazioni di amore di numerosi campioni attuali e del passato e la grande festa che si è svolta sotto il podio nonostante la prestazione deludente delle Ferrari, dimostrano quanto Monza sia importante, e indispensabile, nel circus mondiale della Formula 1. Voglio ringraziare Sias e Aci Milano per l’ottima organizzazione e soprattutto le forze dell’ordine e i tanti volontari che hanno garantito che tutto si svolgesse in totale serenità per il numeroso pubblico”.

 Viabilità e trasporto pubblico

Alle ore 17.30 di domenica, cioè poco dopo la conclusione del GP, il deflusso dall’autodromo si è concluso e la viabilità intorno all’impianto è tornata alla normalità. La stragrande maggioranza degli spettatori si è recata all’interno del perimetro utilizzando il mezzo pubblico (treni, compreso il diretto Milano Monza – Autodromo, attivo la domenica, e le navette di collegamento tra i 3 maxiparcheggi posti a corona della città e il circuito): in totale sono state più di 82mila le persone trasportate. 64 i punti presidiati dalla Polizia locale con 250 agenti in servizio sia sabato che domenica (di cui 100 quelli di Monza, il resto dei comuni limitrofi).

Tutela del Parco

All’interno del parco oltre ai volontari della Protezione civile erano attive 17 squadre di Guardie ecologiche volontarie del Comune che hanno operato in collaborazione con quelle provinciali: le sanzioni comminate sono state la metà di quelle elevate nel 2013, cioè 47 rispetto a 110.

Nei pressi dell’Autodromo alle 10 di questa mattina sono state raccolte 90 tonnellate di rifiuti; altrettanti – stima il servizio ambiente del Comune – saranno raccolti all’interno dell’autodromo , tra cui: 18 tonnellate di cartone, 13 tonnellate di legno e 5 di alluminio (per lo più lattine).

MonzaGP

Durante la settimana del gran premio il Comune ha promosso MonzaGP, il contenitore di eventi per intrattenere cittadini e tifosi, in collaborazione con numerosi sponsor tra cui Enerxenia – gruppo Acsm Agam, Farmacom, Colombo Group di Merate. 40 le iniziative promosse in 25 location cittadine. Piazza Trento e Trieste è stata trasformata in un grande giardino, con 1200 metri quadri di verde, decine di alberi di medio fusto, 2700 girasoli e più di 200 pneumatici colorati – messi a disposizione dall’Autodromo – utilizzati come sedute. Decine di altalene, laboratori per bambini e, sempre per i più piccoli, una pista con macchinine con nozioni di sicurezza stradale a cura delle Scuderie Ferrari Club e Polizia locale. Non potevano mancare la gara di cambio gomme presso la postazione Ferrari e le gare simulate di F1. Particolare attenzione durante la manifestazione è stata data ai temi di Expo 2015, con il truck di AnciperExpo in piazza Roma, e all’apertura della Villa Reale. E poi visite guidate al patrimonio storico cittadino, nuovo Museo Civico Casa degli Umiliati aperto anche di sera e polo del gusto in piazza Carrobiolo, con la partecipazione anche degli studenti dell’istituto professionale Olivetti in piazza Carrobiolo. Il bilancio più nel dettaglio dell’iniziativa su www.comune.monza.it e  www.monzagp.org

85° Formula 1 Gran Premio d’Italia Antonio Rossi

Treni, Monza più collegata con il sistema dei trasporti nazionali e con l’Europa. Tra pochi mesi direttamente con sito Expo

 Con l’orario entrato in vigore il 15 giugno 2014 Monza beneficia di un deciso potenziamento dei collegamenti con Milano Centrale, quindi con tutto il sistema dei trasporti nazionali, con la Valtellina e con la Svizzera. Attivati inoltre, fino a settembre, i collegamenti nei fine settimana con le località di mare. E tra pochi mesi sarà anche disponibile un link diretto con il sito di Expo. Lo prevede il piano adottato da Regione Lombardia in accordo con le compagnie che effettuano il servizio di trasporto ferroviario, i cui dettagli relativi a Monza sono stati illustrati oggi dall’assessore alla Mobilità Paolo Confalonieri.

 32 treni internazionali e 34 per la Valtellina

Novità assoluta è il collegamento diretto con Zurigo, importante hub trasportistico a livello europeo, e altre città della Svizzera. In totale da giugno fermano a Monza32 treni internazionali, di cui: 14 treni EuroCity al giorno da e per Zurigo; 17 treni Regionali Express da e per Lugano e Bellinzona. I collegamenti EC sono svolti con materiale ETR 470, i treni per Bellinzona sono effettuati invece con materiale rotabile moderno FLIRT (i cosiddetti treni TILO di colore bianco e rosso). Sono 6  invece le nuove corse da e per la Valtellina che portano ad un totale di 34 i collegamenti diretti al giorno tra Monza e Sondrio/Tirano e viceversa. Questi treni sul lato italiano fanno tutti capolinea a Milano Centrale, potenziando di conseguenza anche i collegamenti con il resto dell’Italia attraverso un maggior numero di coincidenze in Stazione Centrale.

 I treni del mare

Dal 15 giugno al 7 settembre inoltre, tutte le domeniche e nei giorni festivi, circolano 4 coppie di treni da Gallarate, Milano, Lecco e Bergamo verso le spiagge della Liguria, su cui è possibile salire con biglietti regionali o sovraregionali. Monza è interessata in particolare alla fermata del treno che collega Lecco con Sestri Levante. L’auspicio è che per il prossimo anno i ‘Treni del mare’ in partenza da Gallarate, Milano e Lecco siano effettuati anche di sabato, come già avviene anche per il treno in partenza da Bergamo.

 

Bilancio e prospettive

In questi anni quindi il servizio da e per Monza ha visto notevoli passi avanti:

Incremento del numero di corse a servizio della città, portando a 350 il numero totale di corse/giorno fra Monza e Milano, con cadenze proprie di una linea metropolitana ma con respiro regionale (per confronto, la linea metropolitana M2 ha circa 200 corse al giorno tra Milano e Gessate e viceversa).

Nuovi treni GTW sulla linea Monza-Molteno-Lecco che hanno fortemente alzato la qualità del servizio, attirando sempre più passeggeri trasportati.

Per quanto riguarda il prossimo futuro, è auspicabile prevedere, lavorando insieme a Regione Lombardia, Trenord e RFI, ulteriori passi avanti a favore degli utenti e dei pendolari della città di Monza e del territorio: per EXPO 2015 Monza e la Brianza avranno un collegamento diretto con il sito espositivo, attraverso la fermata di Rho-Fiera, possibile anche oggi, ma con cambio a Porta Garibaldi.

Il miglioramento dei collegamenti con la Valtellina, attraverso il progressivo rinnovo del materiale rotabile, anche utilizzando i nuovi treni “Coradia”,

L’allargamento della sagoma nelle gallerie di Monza e di Cucciago per consentire anche il transito di treni passeggeri più capienti.

Il potenziamento delle corse nella fascia serale 21-24, per rendere ancor più metropolitano il servizio tratta Milano-Monza

 Miglioramenti in stazione e nuova fermata Monza Est

Mentre procede il lavoro di RFI in accordo con il Comune di Monza e Regione Lombardia per implementare il progetto di una nuova fermata ferroviaria a Monza Est Parco, negli ultimi anni la storica Stazione di Monza ha visto le fermate di sempre più treni, ma ha anche compiuto un notevole sforzo per migliorare l’accessibilità, grazie anche a RFI: l’accesso EST di Porta Castello, dove c’è il principale nodo di interscambio con i bus; l’innalzamento dei marciapiedi per favorire l’accesso ai treni; i nuovi sistemi elettronici per l’informazione in tempo reale dei treni in partenza; l’attivazione degli ascensori che portano a tutti i binari; l’installazione, avvenuta in questi giorni, delle canaline sulle scale per agevolare la salita e la discesa a mano delle biciclette.

Buona Pasqua!

Panathlon MB: GIAN MARIA GABBIANI, pilota a tutto tondo

Il primo giovedi dopo il GP anche al Panathlon Monza c’è aria di F1

E’ figlio di Beppe Gabbiani, celebre pilota automobilistico con un passato anche in F1, non ha mai smentito l’aria respirata in casa tanto che troviamo Gian Maria, all’età di 3 anni e mezzo, seduto su un kart. Tutto tondo perché si è cimentato alla guida di tutto ciò che è motorismo: terra e acqua. Solo un personaggio del genere poteva interpretare il ruolo di ospite d’onore nella conviviale del Panathlon, il 12 settembre, all’indomani del GP d’Italia; con lui, graditissima, anche sua moglie Daniela. Hanno preso posto al tavolo della presidenza accolti da Franca Casati, Pietro Mazzo e Enrico Radaelli che li ha salutati nella duplice veste di presidente dell’Associaz. Amici dell’Autodromo e di delegato provinciale del CONI. Quest’anno Gian Maria Gabbiani ha partecipato al campionato Superstars vestendo i panni di Diabolik e pilotando una vettura completamente brandizzata con i loghi del famosissimo ladro creato dalle sorelle Angela e Luciana Giussani. In perfetta coerenza, fumetti di Eva Kant e Diabolik sono stati poi donati, insieme a vari gadget, dalla signora Daniela Gabbiani a tutti i presenti: graditissimi. Dal kart è stato un crescendo per Gian Maria che ha corso in tutte le formule cadette e, nel solo biennio 2009/2010, ha partecipato a 24 gare salendo ben 22 volte sul podio. Primo degli italiani è andato negli USA per partecipare alle Nascar Dodge Series. Col tempo si rese conto che il motorsport era diventato quasi una religione, da conoscere e praticare in ogni sua forma; passa quindi alla motonautica, una disciplina totalmente differente dall’automobilismo. E qui riesce a togliersi grandissime soddisfazioni conquistando due titoli mondiali. Sebbene sia rimasto inesaudito il sogno di correre in Formula 1 può dirsi ben soddisfatto di occupare un posto di rilievo nella Class 1 del mondiale off-shore. Non è finita, c’è anche il motociclismo dove gareggia mietendo soddisfazioni ma sognando di partecipare al mitico Tourist Trophy all’Isola di Man. Va ovunque ci sia la possibilità di dimostrare l’importanza dell’uomo, elemento essenziale nella guida. Questo è il ritratto di Gian Maria Gabbiani, un gradevolissimo compagno di conviviale che ha vivacizzato, con esauriente competenza della materia, la serata del Panathlon Club Monza. Una serata che ha ricevuto una visita tanto piacevole quanto inaspettata: quella del presidente della Provincia Dario Allevi e dell’assessore Martina Sassoli. Martina è amica personale di Gian Maria e presto li vedremo, compagni, in gara. In apertura di serata la presidente Casati aveva commemorato il socio Gabriele Stefanoni

Gianmaria Italia

nelle foto: Mazzo, Radaelli, Casati, Daniela e Gian Maria Gabbiani L’arrivo di Dario Allevi e Martina Sassoli Allevi, Casati, Sassoli e i coniugi Gabbiani Intervento di Gabbiani Il tavolo dell’Associaz. Amici Autodromo

90 Anni di Autodromo Storia, video di: Monza Race 2010

Como Luxury, parte a tutto gas…

Como Luxury, tra appassionati e star del cinema hollywoodiano, parte a tutto gas Domenica 21 ottobre, giornata di presentazione e anteprima della quarta edizione del Salone de Lusso, si è aperta con un suggestivo raduno di Ferrari nell’incantevole cornice di Bellagio, perla del Lago. Qui le autovetture di lusso della Scuderia Ferrari di Erba si sono fatte ammirare dallo sguardo estasiato di curiosi e appassionati. Come ogni grande evento che si rispetti non sono mancati avvistamenti di vip. C’è chi giura di aver visto tra la folla che ammirava Ferrari anche Brad Pitt, star che non ha certo bisogno di presentazioni, e che di tanto intanto si lascia incantare dalle raffinatezze lariane.

Lasciandosi alle spalle questo piccolo grande giallo, le mitiche autovetture sono partite alla volta di Annone Brianza. Lungo un percorso che si è snodato sulle rive del Lario, le Ferrari sono arrivate al Ristorante Antico Borgo, sede dell’anteprima della manifestazione. «Dove c’è lusso, c’è Ferrari – ha commentato Giorgio Meroni, presidente della Scuderia Ferrari Club di Erba – Parteciperemo a Como Luxury per la terza volta e speriamo che la collaborazione possa continuare anche in futuro. Siamo stanchi dei soliti raduni, finalmente una proposta di alto livello». Ivan Bartoli di 8.12 Gentlemen Drivers Club ha precisato: «Durante il Salone del Lusso, che si svolgerà dal 7 al 9 dicembre, prenderanno vita tre giorni originali, diversi, divertenti a cui saremo lieti di partecipare». Durante la giornata di ieri è stato possibile, dunque, scoprire il programma e la partecipazione di grandi espositori che rappresentano il Made in Italy, che abbraccerà vasti settori dall’interior design all’orologeria e oreficeria, dal buon cibo all’abbigliamento, fino ad eventi e sfilate. Ed è in questo contesto, che ieri si sono svelate in anteprima alcune partecipazioni nell’ambito della moda. Hanno infatti sfilato le creazioni sartoriali di Ella Collection impreziosite dai gioielli Chimera. Il direttore artistico Paolo Polli ha spiegato: «Il tempo resta sempre il filo conduttore della manifestazione. Si tratta di un concetto molto affascinante, racchiude l’essenza dell’innovazione, non si può stare fermi perché il mercato è un susseguirsi di novità, eppure siamo tutti uniti in questa dimensione, è un meccanismo che ci racchiude e ci separa».

Panathlon MB, Paolo Semeraro dal rally alla mountain bike