Arcore : La Gilera in Africa …

GILERA DAY 2016

 Ancora una volta  , i pistoni dei motori Gilera  tornano a ruggire  nel Paese di origine , 

Infatti il GILERA DAY  avrà luogo domenica 9 ottobre ad Arcore, all’ingresso del parco della Villa Borromeo e nell’adiacente Sala del camino , organizzati sempre dal Registro Storico Gilera  e dal Gilera Club Arcore ..Dal 2012 i due sodalizi locali legati al Marchio Gilera propongono questa iniziativa nell’ambito dell’annuale programmazione dell’Autunno arcorese, perché anche questo è un modo per mantenere vivo il ricordo della Casa motociclistica che per oltre un settantennio ha avuto sede in Arcore. . Ci sarà molto da vedere : moto in esposizione, conferenza e proiezione di filmati, sfilata per le vie cittadine e buffet offerto a tutti i presenti. Anche le telecamere di Brianza Channel Tv  seguiranno la    mattinata dedicata ai Due Anelli  di Arcore.

In particolare, l’esposizione statica sarà dedicata alle moto che hanno segnato la partecipazione della Gilera alle gare africane, dalla Parigi – Dakar al Rally dei Faraoni, fino alle prove di casa nostra del Rally di Sardegna. Faranno quindi bella mostra di sé: la Gilera 125 R1 Dakar del 1988, la Gilera RC 600 Rally Sardegna del 1987, le Gilera RC 600 Dakar del 1990 e del 1993, la Gilera RC 600 Faraoni del 2005.

Anche la conferenza programmata nella Sala del camino sarà soprattutto incentrata sulle ‘moto del sogno africano’ con la proiezione di filmati capaci di ripercorrere ‘l’Africa della Gilera’. E non mancheranno le testimonianze dirette dei piloti che hanno proprio vissuto l’Africa in sella alle ‘Rosse di Arcore’: interverranno, infatti, l’arcorese Roberto Mandelli e Luigino Medardo, insieme ai costruttori Luigi e Piero Frigerio che contribuirono alla realizzazione di queste moto.

Al termine della conferenza, come di consueto le due ruote partecipanti al Gilera Day sfileranno per le strade di Arcore facendo tappa al cimitero di via De Gasperi per deporre un mazzo di fiori sulla tomba dell’amico, e socio, Michele Cantù, tragicamente scomparso l’11 luglio scorso: la sua ‘Gina’, la moto Gilera ‘cafè racer’ che vinse un premio partecipando al concorso della Deus di Milano, sarà esposta all’ingresso del parco della Villa Borromeo. Solo un piccolo gesto per ricordare una grande persona…

Naturalmente tutta la cittadinanza è invitata a prendere parte all’edizione 2016 del Gilera Day… Quindi, NON PERDETEVI QUESTA  OCCASIONE ….

Molinari conquista il Podio del 73° Open d’Italia

FRANCESCO MOLINARI HA VINTO IL 73° OPEN D’ITALIA

Monza, 18 settembre 2016 - Francesco Molinari ha vinto con 262 colpi (65 68 64 65, -22) il 73° Open d’Italia, disputato sul percorso del Golf Club Milano (par 71). Di fronte a ai circa 16.000 spettatori entusiasti, ha superato di un colpo l’inglese Danny Willett (263, -21), campione Masters, dopo un acceso duello finale in cui entrambi hanno espresso un golf di altissimo livello. E’ il secondo successo nell’Open del torinese, che si era già imposto nel 2006 sul percorso del Castello Tolcinasco, e il quarto sull’European Tour. Da quando è nato il tour continentale (1972) è il primo italiano a fare doppietta, ma in precedenza la prodezza l’aveva compiuta anche Ugo Grappasonni (1950-1954). Con questo successo, ottenuto alla 292ª gara sul circuito, Molinari rientra tra i primi 50 del world ranking e sale anche dal 41° al 19° posto nella Race to Dubai.

Alle spalle dei due protagonisti si è potuto competere solo per il terzo posto appannaggio con 266 (-18) dello spagnolo Nacho Elvira e l’inglese Chris Paisley. Al quinto con 268 (-16) gli inglesi Richard Bland e David Horsey. Non hanno mai trovato il passo giusto lo spagnolo Rafael Cabrera Bello e lo svedese Rikard Karlberg, campione uscente, 12.i con 270 (-14), l’inglese Chris Wood e il tedesco Martin Kaymer 20.i con 272 (-12), e l’iberico Miguel Angel Jimenez, 38° con 276 (-8).

A metà classifica Nicolò Ravano, 30° con 273 (-11) e risalito con un 66 (-5), e più indietro Nino Bertasio, 45° con 277 (-7), Andrea Pavan, 61° con 280 (-4), e Renato Paratore, 71° con 282 (-2).

Francesco Molinari e Danny Willett, che disputerà la prossima Ryder Cup, hanno iniziato la volata finale appaiati al primo posto. L’azzurro ha avuto una partenza fulminea con un eagle e un birdie e ha subito messo in difficoltà l’avversario che poi è stato costretto a un vano inseguimento. Molinari ha portato il suo vantaggio fino a quattro colpi, poi tutto è ritornato in ballo alla buca 13 per un suo bogey che si è combinato con un birdie dell’inglese, il quale alla successiva si è portato a un colpo. Nel finale però Molinari ha mantenuto la calma e l’esiguo vantaggio.

Ha dichiarato a caldo il vincitore: “Sono state due giornate interminabili, ma non poteva esserci finale migliore. Sono felicissimo e stravolto. Nelle ultime buche non avevo più energia e nemmeno il controllo dei colpi. Ho concluso il torneo guidato dall’istinto. Contro un campione come Willett non ci si può mai rilassare e io ho sbagliato ad allentare la tensione alla 12ª buca, quando avevo quattro colpi di vantaggio. Con uno solo di margine ho vissuto le stesse sensazioni delle due Ryder Cup giocate. Non voglio che questa vittoria resti un episodio isolato e lavorerò per continuare il mio percorso di crescita”.

Al torinese è andato un assegno di 500.000 euro su un montepremi di tre milioni di euro, il doppio rispetto alla precedente edizione, che diventeranno sette milioni dall’anno prossimo fino al 2027 nel quadro del Progetto Ryder Cup 2022. Ha ricevuto, inoltre, anche il trofeo e un orologio Rolex:

 

La premiazione - Alla premiazione, al termine della quale il pubblico ha intonato l’inno nazionale, sono intervenuti Franco Chimenti, presidente CONI Servizi e FIG, Roberto Maroni, Presidente Regione Lombardia, Roberto Scanagatti, Sindaco di Monza, Gianpaolo Marini, Amministratore Delegato Rolex Italia, Armando Borghi, presidente GC Milano, David Williams, Tournament Director European Tour, Alessandro Rogato e Barbara Zonchello, Presidente e Direttore del Comitato Organizzatore.

“Sono all’apice della gioia – ha detto Franco Chimenti – e voglio ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a rendere indimenticabile questo Open. Mi complimento con Francesco, grande patrimonio del golf e dello sport italiano, che ha avuto il merito di riuscire a superare un campione immenso come Willett. E’ stata una manifestazione unica, che ha messo in evidenza valori del golf come l’etica, la lealtà e il rispetto dell’avversario”.

Le presenze: 47.000 mila spettatori nelle quattro giornate - Nonostante il maltempo abbia condizionato l’afflusso nelle prime due giornate, sono stati complessivamente 47.000 gli spettatori (soltanto 3.000 in meno del 2015) che hanno seguito l’Open: 3.000 nella prima giornata, 8.000 della seconda, 20.000 nella terza e 16.000 nella quarta. Con 20.000 spettatori è stato battuto il record di presenze in un solo giorno: il precedente nell’ultimo giro dello scorso anno con 16.000.

 

Gli sponsor - Il 73° Open d’Italia ha avuto l’apporto di un pool di qualificati sponsor. Major Sponsor: RolexRegione LombardiaMercedes Benz Italia. Title Sponsor Pro Am: CheBanca! del Gruppo Mediobanca. Sponsor: EmiratesColmarLyoness, Frecciarossa. Media Partner: Sky SportGazzetta dello Sport e Corriere della SeraRTL, EURidPartner istituzionali: FIGCONIEuropean TourRace To DubaiGolf Club MilanoConsorzio Villa Reale di Monza,Comune di MonzaAutodromo Nazionale di Monza. Fornitori ufficiali: Titleist, Konica Minolta, SIA, Maui Jim, Yamaha, PIC, ADS Group, KPMG, Noberasco, Cantine Ferrari, San Pellegrino, Caffè del Doge, Peviani. Charity Partner: ActionAid.

 

Successo delle attività extra campo - Hanno avuto grande successo tutte le attività studiate ad hoc per il pubblico, prerogativa che distingue l’Open d’Italia dagli altri tornei dell’European Tour. Il Villaggio dello Sport CONI ha accolto tanti appassionati, sia di golf che di altre discipline. Per la prima volta il CONI Lombardia e il Comitato Organizzatore hanno creato una sinergia con tutte le Federazioni sportive all’interno di una grande manifestazione, come ha sottolineato il Presidente del CONI Giovanni Malagò nel corso della sua visita al GC Milano per l’inaugurazione del Villaggio stesso.

All’interno del Villaggio Commerciale sono state circa 4.500 le presenze nel Family Village sponsored by KPMG, dove i bambini sono stati accolti da personale qualificato della US Kids Golf Italy e da istruttori del CONI e con servizio baby sitter. Sono state invece 1.200 le persone che hanno provato il golf, suddivise fra Practice Sessions con i tecnici PGAI e US Kids Golf Italy per i più piccoli.

Carnate: i We Are Waves al Pork’n Roll Festival ..

Tutti gli appassionati di musica moderna appuntamento da   Venerdì 09 a Sabato 10 Settembre 2016 – dalle ore 19:00 alle ore 23:55
Area Mercato – Via Galileo Galilei 39 – Carnate (MB)

Giunto alla quarta edizione, il Pork’n'Roll di Carnate è ormai una delle feste più calde e attese della Brianza.
Due serate caratterizzate da tanta, tanta buona musica, accompagnata da cucina street e da un fornitissimo bar, caratteristiche immancabili di tutte le feste organizzate dall’associazione TAG. 

Venerdì 9 Settembre in Brianza, a Carnate (MB), in occasione del Pork’n'Roll Festival,I We Are Waves....sono un gruppo italiano, originario di Torino, di musica new wave contaminata da elettronica moderna. Il gruppo è composto da Viax, Cisa, Mene e Adriano.

Esordiscono con un EP di 4 brani nel febbraio 2012. Dopo un periodo fitto di date live, il gruppo pubblica nel 2014 il primo album, “Labile“, diffuso dall’etichetta Memorial Records. Il disco viene ottimamente accolto da pubblico e critica, che in poco più di un anno annovera i WAW tra le“migliori band di genere in Italia” (Rockit). Nell’arco del 2014 intraprendono un lungo tour italiano. Nell’Ottobre dello stesso anno iniziano le lavorazioni ai pezzi del secondo album, “Promises“, pubblicato dall’etichetta valdostana Meatbeat Records a Maggio 2015.

Il tour che segue porterà alla realizzazione dell’EP elettronico “Promixes”. Un EP speculare al disco uscito appena 9 mesi prima, dove i WAW mostrano il loro volto più elettronico e oltranzista. Non un EP di remix ma un disco decisamente (ri)suonato e nato dalla dimensione live, che Viax e Cisa (rispettivamente voce/chitarra ed elettronica) hanno portato in giro nel corso del 2015 parallelamente a quella più tradizionale.

Tra le influenze più importanti vi sono molte band new wave attive negli anni ’80 come The Cure (cui hanno dedicato una personale rivisitazione del classico “A Forest” nel loro disco d’esordio), Joy Division, Sisters Of Mercy, The Smiths (presenti con una versione stravolta e sintetica del loro capolavoro “How Soon Is Now?” nell’ultimo EP, “Promixes”). Ma anche il wave-rock moderno di White Liesed Editors, e soprattutto l’elettronica di stampo synth-rave di Nero, Vitalic, Gesaffelstein, The Toxic Avenger.

Vimercate & Vino : appuntamento con il gusto..

Dal 2 al 4 settembre un appuntamento irrinunciabile per i ” gastronauti ” lombardi .

Infatti a Vimercate , presso Villa Sottocasa e Parco Trotti , viene organizzata la 4 Edizione di Vimercate e Vino , una Kermesse dedicata al buon bere e conoscere meglio questa bevanda .   Vimercate e Vino nasce dall’idea di sviluppare un evento ad hoc per la città di Vimercate dopo aver partecipato a varie manifestazioni, all’estero e in Italia, dedicate al dolce nettare.

Il suo scopo è infatti duplice: da un lato la divulgazione del concetto “bere meno, bere meglio“, oggi più che mai rilevante soprattutto tra le giovani generazioni, e dall’altro la valorizzazione del vino Made in Italy, uno dei prodotti di maggiore rappresentanza del nostro Paese in ambito internazionale

. Il fulcro dell’evento sono delle tappe di degustazioni di vino rosso per le vie del centro, alle quali si affiancano spettacoli di intrattenimento, di canto e musica, visite guidate a luoghi di rilevanza artistica, mercatini di artigianato accuratamente selezionati e laboratori ricreativi.

Appuntamento quindi a Villa Sottocasa e Parco Trotti . Per maggiori  info , www.vimercatevino.it

 

National Day del Cowboy a Imbersago

Chi passerà in Brianza , vicino a Imbersago  e vedrà Cowboy cavalcare lungo la strada , non penserà di aver sbagliato paese , ma di essere al  National Day of the American Cowboy Italy, una manifestazione nata in America  per celebrare il mito del cowboy, che si terrà a Imbersago (Lc)  il 29/30/31 Luglio 2016. in Via Adda  6 , è organizzata da Luigi Pesola, profondo conoscitore del genere,

Tre  giorni di intrattenimento, spettacolo, cultura, musica e tradizioni per una manifestazione dedicata agli appassionati del lifestyle country ma che intende anche portare un messaggio allargabile all’intera comunità. È bene ricordare, infatti, che lo spirito pionieristico e la figura del cowboy sono pregne di valori imprescindibili, primi tra i quali la cultura del lavoro, la solidarietà, la correttezza, l’onestà e la lealtà.

Ed è da qui che si parte per celebrare una figura che incarna l’ambizione, lo spirito di sacrificio votato a ideali positivi e alla capacità di stare insieme che ha dato luogo alla nascita di occasioni, di performance e divertimento di alto livello come quelle che saranno riprodotte nel sito della Brianza.

In linea con questi, il team organizzativo ha scelto di devolvere parte del ricavato all’Associazione Gli Amici di Chiara, Onlus per lo studio e la cura della leucemia nell’età infantile che sarà presente con un suo stand e con un piccolo circuito di mini quad per la felicità dei più piccini. Sempre per i più piccoli il battesimo della sella e tante attività della fattoria didattica.

ASAAP : Benvenuto a Zanchi …

La svolta tanto attesa è avvenuta: l’assemblea dei soci della SIAS ha deliberato l’azzeramento del precedente Consiglio di Amministrazione e ha nominato un nuovo Consiglio, di cui è presidente Pier Lorenzo Zanchi, già presidente dell’Automobile Club Milano e attualmente presidente della Commissione Sportiva dell’ente, pilota di rally, da sempre appassionato di auto e di motorsport.  

L’Associazione Sportiva Amici dell’Autodromo e del Parco  ( ASAAP) , presieduta da Pietro Mazzo , si complimenta col neo presidente, formula i migliori auguri a lui e a tutto il consiglio per il lavoro, cosparso di difficoltà, che li attende e plaude alla nuova dirigenza della SIAS, che, ne siamo certi,saprà ricondurre la società a una gestione nel contempo più attenta ai costi e più dinamica sul piano sportivo, senza rincorrere le utopie della precedente gestione (vedi, tra i tanti esempi, i lavori, dagli ingenti costi e di ardua – o impossibile – approvabilità da parte politica e tecnico-amministrativa, per adattare la pista alle moto, lavori peraltro bocciati da ACI SPORT per le auto e da FMI per le moto) ma stando concentrata sulle vere priorità.

Tra le quali spicca il rinnovo del contratto per il Gran Premio d’Italia dal 2017 in poi: ora,rimosso l’ostacolo, la trattativa può proseguire sui giusti binari, anche se il lavoro ancora da fare è grande, soprattutto dal punto di vista economico. Il futuro del nostro Autodromo merita una gestione competente, valida, attiva: siamo sicuri che un uomo di sport come Pier Lorenzo Zanchi sia quello giusto al posto giusto.

ASSOCIAZIONE SPORTIVA AMICI DELL’AUTODROMO E DEL PARCO

Brunate : 5° Premio Internazionale ” Alda Merini ”

    • Indetta la quinta edizione del Premio Internazionale di
      Letteratura “Alda Merini – Brunate 2016”
      Il “Premio Internazionale di Letteratura “Alda Merini -Brunate” è nato nel 2011
      su iniziativa della Biblioteca Comunale di Brunate, per ricordare Alda Merini
      “poetessa dei Navigli” che aveva sue radici a Brunate (Como) poiché nel paese, denominato “Balcone sulle Alpi” abitavano i nonni paterni.
      Il premio persegue l’obiettivo di ricercare e valorizzare la poesia e le sezioni del
      premio si ispirano all’attenzione che Alda Merini aveva per la poesia altrui e ai
      valori che ha testimoniato con la sua vita e la sua opera.
      Tutte le opere partecipanti alla Quinta Edizione del Premio “Alda Merini-
      Brunate dovranno essere inviate entro e non oltre il 31 maggio 2016.
      Queste le sezioni a concorso per l’edizione 2016:
      Sezione “A” – Inediti di Poesia
      Ciascun concorrente partecipa con massimo tre componimenti di massimo 30
      versi ciascuno.
      Le poesie possono essere scritte in lingua italiana, in dialetto o in lingua
      straniera. A quelle in dialetto, o in altre lingue, deve essere allegata la
      traduzione in lingua italiana. (1° classificato 1000 €)
      Sezione “B” – Volume edito di Poesia
      Ciascun concorrente partecipa con un’opera pubblicata dopo il 1° gennaio
      2013. (1° classificato 1000 €)
      Sezione “C” – Racconti del Territorio
      Ciascun concorrente partecipa con un racconto inedito dal tema “Il territorio
      del lago di Como ed i suoi dintorni”, di massimo 5 cartelle di 1.800 battute
      ciascuna. (1° classificato 500€)
      Sezione “D” – Tesi di laurea e saggi sull’opera di Alda Merini e sulla poesia
      contemporanea
      Ciascun concorrente partecipa con una tesi di laurea o un saggio che tratta
      l’opera di Alda Merini non solo in via esclusiva ma anche inserita nel più ampio
      contesto della poesia e della società contemporanea. L’eventuale pubblicazione
      non deve essere antecedente il 1° novembre 2009. (1° classificato 500€)
      Sezione “E” – La Poesia al tempo dei social network
      Ciascun concorrente partecipa con massimo tre video (realizzati e/o montati
    • con qualsiasi tecnica) che riportano una propria poesia edita o inedita.
      Il video verrà postato dall’organizzazione sulla pagina facebook del Premio. I
      “mi piace” ricevuti sulla pagina determineranno il vincitore del pubblico. (1°
      pubblico 250€ ;1° giuria 250€)
      Sezione “F” – Inediti di Poesia o Aforismi Giovani (Under 18)
      A questa sezione possono partecipare coloro che risultano minorenni al 31
      maggio 2016. Ciascun concorrente partecipa con massimo tre componimenti di massimo 30 versi ciascuno. Le poesie possono essere scritte in lingua italiana, in dialetto o in lingua straniera. A quelle in dialetto o in altre lingue deve essere allegata la traduzione in lingua italiana. (1° classificato 300€ ;2°
      classificato 200€; 3° classificato 100€)
      Premio Speciale – 150 anni di Penčo Slavejkov per inediti di Poesia
      Riservato a partecipanti di madrelingua bulgara. Il Premio prevede una sezione
      Inediti di Poesia e una sezione Inediti di Poesia per giovani (under 18) che
      risultano minorenni al 31 maggio 2016.
      Ciascun concorrente partecipa con massimo tre componimenti, di massimo 30 versi ciascuno.
      Le poesie possono essere scritte in lingua italiana o in lingua bulgara. A quelle
      in lingua bulgara deve essere allegata la traduzione in lingua italiana. (Premio
      speciale – 150 anni di Penčo Slavejkov 1° classificato 500€; Premio speciale
      - 150 anni di Penčo Slavejkov Giovani 1° classificato 300€; 2° classificato
      200€; 3° classificato 100€.)
      Ogni partecipante può partecipare a più sezioni. Le opere inedite (sezioni A, C,
      D, F, 150 anni di Penčo Slavejkov) potranno essere inviate in “formato
      elettronico” (due file, uno anonimo e uno con nome e indirizzo) alla mail
      info@premioaldamerini.org oppure in formato cartaceo (due copie, una
      anonima e una con nome e indirizzo) a: Premio Internazionale Alda Merini
      presso Comune di Brunate – via alla Chiesa, 2 – 22034 Brunate (CO). Le opere
      edite (sezione B e D) potranno essere inviate in “formato elettronico” alla email
      info@premioaldamerini.org oppure in formato cartaceo (cinque copie, di cui
      una firmata) a: Premio Internazionale Alda Merini presso Comune di Brunate -
      via alla Chiesa, 2 – 22034 Brunate (CO). Il video (sezione E) può essere inviato
      via email a social@premioaldamerini.org (con WeTransfer se supera i 2 MB)
      oppure può essere caricato su YouTube, inviando il relativo link allo stesso
      indirizzo email. Il video verrà postato dall’organizzazione sulla pagina Facebook
      del Premio.
      Il bando integrale e la scheda di partecipazione possono essere scaricati dal
      sito del Premio: http://www.premioaldamerini.org/2016edition.html

Porati , la Leggenda volante ..d’Europa

“Ad Astra per aspera “ 

Non est ad astra mollis e terra via” (Non è facile la strada che dalla terra porta al cielo) e cioè gloria e virtù sono al fondo di una strada cosparsa di gravi sacrifici.

Questa frase latina di Seneca , dal significato letterale: «attraverso le asperità alle stelle» e senso traslato «il successo si ottiene solo con la fatica». (Seneca, Hercules furens atto II v. 437). serve a sottolineare che non è  semplice arrivare al successo, e la strada che porta ad esso è irta di ostacoli.

Ogni ambizioso traguardo richiede sacrifici, e quanto più un’impresa si presenta difficoltosa, tanto maggiore è la soddisfazione nel riuscire a portarla felicemente a termine

Sicuramente per il Comandante Piero Porati  la soddisfazione delle tante imprese compiute in Italia e all’Estero ,oltre ad essere stato il primo pilota di mongolfiera in Italia , non è mai stata grande come la nuova avventura a cui sta partecipando . ..

Infatti il 18 Aprile di questo anno , il pilota di Mongolfiere più ” esperto “  d’ Europa( non gli piace la definizione anziano ) compie  88 anni anagrafici , ma anche il 50 ° anniversario di volo ..   E in questa occasione , in collaborazione con PROMEDYA  e Brianza Channel Tv  , saranno presentati un Libro e un documentario tv sulle sue numerose imprese e record internazionali .

 L’entusiasmo e la sorpresa di ricordare voli e manifestazioni quasi dimenticate è quasi pari alla partenza della sua prima Mongolfiera  , BRIANZA 1 , che ha sempre tenuta nel cuore come per il suo amore per il nostro territorio .

Appuntamento allora ad Aprile e.. guardate  sempre  in alto .. 

La Redazione

 

 

 

Lecco : 3° tappa Lions

Arriva a Lecco la Terza riunione di Gabinetto dell’annata lionistica 2015-2016.

Il Governatore del Distretto Lions 108 ib1, Salvatore Trovato , ha convocato  a Lecco per sabato 12 dicembre 2015 presso la “ Sala Don Ticozzi “ Via Ongania , il Terzo appuntamento per i componenti del Direttivo Lombardo .

Molte proposte da discutere e analizzare per meglio riuscire a raggiungere l’obbiettivo che ha guidato la Governance delle giacche gialle : “VEDERE LONTANO , SFIDANDO L’OSCURITA’. ”  

Oltre ai lavori istituzionali e ai vari resoconti e rapporti dai vari Club Locali , verranno consegnati i Diplomi dei Lions Certificati , oltre che dal Governatore Trovato , anche dal suo predecessore , Luigi Pozzi .