GIOVANI PADANI: STOP AL RAZZISMO DI ROMA

Sabato 22 settembre ’12 i giovani padani della provincia di Monza e della Brianza volantineranno  fuori da numerosi istituti del territorio per manifestare il loro pieno dissenso rispetto alla scelta fatta  dal ministro Profumo di destinare migliaia di tablet agli istituti scolastici di Puglia, Calabria, Sicilia
e Campania.
“Riteniamo inaccettabile che il ministro Profumo abbia deciso di spendere 31,8 milioni di € per  l’acquisto di un’ingente quantità di tablet destinati solo ed esclusivamente a 2.128 scuole del sud,  questo è il vero razzismo e si consuma contro i padani!
Ci hanno raccontato che sono fondi destinati alle regioni in crisi, ma noi ci chiediamo quali  regioni non siano in crisi in questo momento, i dati economici ci dicono che ogni giorno chiudono  moltissime imprese qui al nord, è ora di dire BASTA, è ora di dire PRIMA IL NORD!” spiega  Federico Arena, coordinatore provinciale del Movimento studentesco padano.
Sulla stessa linea il coordinatore provinciale dei giovani padani Andrea Villa, che
avverte: “Saremo fuori da tutte le scuole della Padania per raccontare cosa succede a Roma con i  nostri soldi. Ringraziamo il ministro Profumo che ha tolto la maschera al Governo, mostrandolo per  quello che è: una banda di principianti attenti solo alle banche e all’assistenzialismo meridionale.
La dichiarazione del Ministro Profumo è solo l’ultimo schiaffo che gli studenti del Nord ricevono  da questo Governo. Oltre a pagare tasse scolastiche più alte rispetto alla media nazionale, lo  studente lombardo merita una discriminazione del genere?”

Seregno: “IN RETE PER L’EMILIA”

Quadrangolare di calcio allo Stadio Ferruccio con l’obiettivo di raccogliere fondi
per costruire un Centro polifunzionale per ragazzi nel Comune modenese di San 
Possidonio.

 

 

Milano, 19 settembreSan Possidonio è uno dei tanti comuni della bassa modenese, nella «zona rossa» tra Mirandola e Rovereto, colpiti dal terremoto di fine maggio, con oltre 1.400 evacuati su una popolazione totale di 3.800. Il Comune ha ricevuto i complimenti dalla Protezione Civile e dalla Regione per l’efficienza nella fase successiva alle prime scosse, ora però San Possidonio chiede aiuto: la Fondazione «aiutare i bambini» e una ventina di comuni brianzoli, riuniti nell’iniziativa «Brianza del Cuore», hanno risposto «presente». L’obiettivo è costruire un Centro polifunzionale per i giovani del Comune emiliano.

Per raccogliere fondi, giovedì 27 settembre alle ore 20 allo Stadio «Ferruccio» di Seregno (MB) si svolgerà il quadrangolare di calcio “In rete per l’Emilia”, con il patrocinio del Comune di Seregno. In campo i padroni di casa del Seregno Calcio, il Brera FC, terza squadra di Milano, da quest’anno partner della Fondazione «aiutare i bambini», «Stars for children», selezione di ex calciatori – tra cui Marco Grossi e Roberto Savi – e comici di «Colorado Café» – tra cui Max Pisu, testimonial della Fondazione – e, infine, «Le imprese di aiutare i bambini», selezione dei «top player» delle aziende partner della Fondazione.

«L’incasso della serata del 27 settembre - ha annunciato il Sindaco Giacinto Mariani – sarà devoluto a favore del progetto del Centro polifunzionale di San Possidonio. Già in occasione del sisma in Abruzzo e poi di quello dello scorso 20 e 29 maggio in Emilia Romagna e Lombardia avevamo chiesto aiuto ai seregnesi. E, in entrambi i casi, la risposta è stata immediata. Sono sicuro che i cittadini risponderanno sì, ci sono anche in questa occasione».

Il progetto della Fondazione «aiutare i bambini» prevede la costruzione di una struttura prefabbricata di 150 metri quadrati. L’edificio, realizzato nel rispetto delle norme antisismiche e secondo criteri di risparmio energetico, sarà pronto per la fine di novembre. Un investimento di 176 mila euro per i giovani di San Possidonio: il Centro polifunzionale sorgerà nei pressi delle nuove scuole elementari e medie, strutture prefabbricate già in costruzione con fondi della Regione Emilia-Romagna, e potrà essere utilizzato dagli studenti come palestra, per attività di doposcuola e per eventi culturali e funzioni religiose da tutta la popolazione.

«L’idea del quadrangolare - ha dichiarato Goffredo Modena, Presidente di “aiutare i bambini” – è nata con un obiettivo molto concreto: restituire a tanti giovani che hanno vissuto il trauma del terremoto un luogo di ritrovo, aggregazione ed educazione per ripartire e guardare con nuova fiducia e speranza al futuro. Da giugno stiamo lavorando in accordo con l’amministrazione comunale di San Possidonio, e siamo felici di aver trovato tante importanti realtà sportive e tante amministrazioni comunali che hanno deciso di unirsi a noi nella realizzazione di questo progetto».

Il torneo (quattro partite da 30 minuti ciascuna) avrà inizio alle ore 20.30, con le premiazioni alle ore 22.45. La gestione organizzativa è affidata a «Quasi Gol», società leader nell’organizzazione di campionati non professionistici e partner della Fondazione «aiutare i bambini». Per l’occasione la Fondazione è affiancata da un pool di associazioni: Coordinamento Umanitario di Inverigo, Gruppo Volontari della Brianza e Cooperativa Vecchio Scarpone di Giussano.

Questi i Comuni che hanno aderito all’iniziativa «Brianza del Cuore»: Annone Brianza (LC), Arcore (MB), Brenna (CO), Briosco (MB), Castello Brianza (LC), Costa Masnaga (LC), Ello (LC), Garbagnate Monastero (LC), Giussano (MB), Inverigo (CO), Meda (MB), Merone (CO), Renate (MB), Rogeno (LC), Sirone (LC), Suello (LC), Triuggio (MB), Usmate Velate (MB), Veduggio con Colzano (MB) e Verano Brianza (MB). Queste le sei aziende partner della Fondazione che compongono la squadra “Le imprese di aiutare i bambini”: Axa, Clifford Chance, Europ Assistance, Morgan Stanley, Project Automation, Repower.

I biglietti del quadrangolare di calcio “In rete per l’Emilia” sono in vendita al prezzo di 7 euro, per i minori di 14 anni l’ingresso è gratuito. Per informazioni e per acquistare i biglietti: Fondazione “aiutare i bambini”, tel. 02 70603530eventi@aiutareibambini.it.

La Fondazione «aiutare i bambini» (www.aiutareibambini.it), nata nel 2000, in dodici anni di attività ha sostenuto più di 895 mila bambini, finanziando 928 progetti in 71 Paesi.

 

 

RACING NIGHT al PALA K

Il 22 settembre appuntamento al PALA K per un adrenalinico happy hour e
sfide in pista
Cinisello Balsamo, 19 settembre 2012 –   Sabato 22 settembre 2012 Pala K
sarà la location di un evento speciale: la racing night. Il nuovo e già
famoso circuito di Cinisello Balsamo, infatti, in collaborazione con Red
Bull, offrirà la possibilità di provare gli innovativi K – Racers, gli
straordinari veicoli elettrici da pista, studiati per piloti professionisti
e caratterizzati da presentazioni uniche.  http://www.pala-k.com/

Il tutto nell’allegra e amichevole cornice di un happy hour durante il
quale, dalle 19.00 alle 21.00, con soli 5 Euro si avrà la possibilità di
gustare un aperitivo nella formula “all you can eat”, con soft drinks
inclusi, e di avere accesso a giri in pista scontati.

I presenti avranno così l’opportunità di conoscere da vicino le
caratteristiche che da mesi hanno trasformato Pala K in un luogo di ritrovo
per gli appassionati del kart: le alte prestazioni e l’anima green del
complesso. Da un lato, infatti, circuito e veicoli sono ideati per offrire
ai piloti il brivido della velocità, di curve, chicanes e rettilinei
mozzafiato; dall’altro grande importanza ha avuto in fase progettuale anche
l’aspetto “eco” e in Pala K ogni singolo dettaglio (dalle vetture elettriche
alla tensostruttura dell’edificio) è stato pensato per avere un basso
impatto ambientale.

Per l’occasione, inoltre, sarà in esposizione una delle vetture Red Bull che
hanno partecipato alle gare di Formula 1 e i tifosi avranno così
l’opportunità di ammirare da vicino la vettura con la quale Sebastian Vettel
e Mark Weber hanno compiuto gare spettacolari.

Dai kart alle vetture di Formula 1, dalle gare in pista agli happy hour,
Pala K si conferma come una location polifunzionale, ideale per il
divertimento tra amici e emozioni senza pari.

Pala K: il Profilo

Pala K si propone come moderno collettore per il divertimento
ludico-sportivo dell’intera area, rappresentando una nuova dimensione
dell’intrattenimento indoor, un moderno parco tematico improntato al
motorsport su un’area di quasi 10.000 mq. Catalizzatore del nuovo impianto
polivalente è lo spettacolare circuito tracciato da un pool di piloti
professionisti di kart e auto da corsa. Oltre 600 i metri di rettilinei,
chicanes e curve mozzafiato, inseriti in una struttura davvero unica con
telemetria digitale che consente la registrazione dei tempi individuali per
gare e guida veloce. Il parco mezzi è costituito da 50 kart elettrici.
K-racer: questo l’accattivante nome dei veicoli. I mezzi avveniristici della
struttura rappresentano attualmente il meglio della tecnologia in termini di
sicurezza, robustezza e guidabilità, peculiarità che affiancate alla
trazione elettrica contribuiscono a conferire un’anima green al intero
progetto. Infatti Centro Pala K è caratterizzato da criteri di
ecosostenibilità a partire dalla scelta della tensostruttura passando per le
zero emissioni nocive e rumorosità.

CAM: “Stress ossidativo e invecchiamento: dalla biologia alla clinica”

Monza, 18 settembre 2012 - Il CAM, Centro Analisi Monza, nell’ambito del progetto “Costruttori di salute” ha organizzato per mercoledì 26 settembre l’incontro “Stress ossidativo e invecchiamento: dalla biologia alla clinica”. Il convegno, che si terrà dalle ore 19.45 alle 21.00 presso il nuovo auditorium del CAM di Viale Elvezia, verterà su una tematica particolarmente attuale: le strategie per tenere in autosufficienza e in buona salute una popolazione che invecchia sempre più, a fronte di un Sistema Sanitario Nazionale concepito per curare adulti con malattie acute, non “ex-adulti” affetti da patologie connesse all’aging.

Proprio il 2012 è l’anno europeo dell’”invecchiamento attivo”, di cui si occupa la medicina antiaging, che si prefigge lo scopo di scoprire, prevenire, trattare e rallentare il declino dell’organismo umano. Le più recenti ricerche, condotte in ambiti medici differenti, concordano nell’individuarne la causa principale nello stress ossidativo e nel danno infiammatorio e funzionale. Per questo motivo il CAM ha deciso di organizzare un incontro dedicato a tale argomento, mettendo a confronto il Dr. Maurizio Biraghi, esperto di Medicina Integrata-Antiaging presso il CAM, il Dr. Ferruccio Cavanna, Responsabile Scientifico, Ricerca e Sviluppo presso il CAM, la Dr.ssa Maira Gironi, neurologa e consulente di ricerca presso il CAM e la Fondazione Don Gnocchi e il Dr. Alessandro Orlandini, specialista in Biochimica Clinica e Medicina Funzionale.

Ha dichiarato il Dr. Maurizio Biraghi: “Lo stress ossidativo è uno degli elementi fondamentali e più importanti dell’invecchiamento: passiamo la vita ossidandoci e, col tempo, il nostro composto cellulare si deteriora sempre più. Il nostro organismo produce delle tossine (i radicali liberi) che entro un certo limite riescono ad essere neutralizzate, oltre, invece, iniziano a diventare dannose. La loro produzione è legata non solo all’età, ma anche a fattori esterni quali lo stress, che può affrettare il processo di deterioramento generale. La medicina antiaging rivolge in modo particolare la sua attenzione alle sostanze antiossidanti, che possono essere di natura sia farmacologica, sia naturale, e studia le terapie con cui cercare di limitare lo stress ossidativo e, dunque, l’invecchiamento“.

Ha dichiarato la Dr.ssa Maira Gironi: “Il cervello è uno degli organi maggiormente soggetto allo stress ossidativo, a causa dell’alto consumo di ossigeno e delle scarse risorse antiossidanti. Questo determina una maggiore facilità del danneggiamento delle cellule e, col tempo, dei circuiti neuronali, un danno biologico che è spesso concausa di molte malattie neurodegenerative tipiche degli anziani (demenza vascolare, Parkinson, SLA,…). Altrettanto importante nella genesi di queste malattie è il ruolo svolto dall’infiammazione. Spesso la reazione infiammatoria (locale o sistemica) è la reazione al danno indotto dallo stress ossidativo, in molte situazioni, però, è un potenziale amplificatore dello stesso. Questo spiega perché spesso una terapia antiossidante divenga anche una terapia immunomodulante e, viceversa, perché una terapia antinfiammatoria possa spesso incrementare indirettamente il potenziale antiossidante. Indagare il fenomeno dello stress ossidativo correlato all’invecchiamento è dunque oggi fondamentale, soprattutto nell’ottica di uno studio di terapie che possa portare a potenziare le difese ossidanti nelle fasi precedenti al manifestarsi dei sintomi clinici“.

programma convegno 26 settembre 2012

 

Visita Teatralizzata “IL SOLDATO, L’OSTE E IL GABELLIERE…

http://www.villeaperte.info/

Visita Teatralizzata “IL SOLDATO, L’OSTE E IL GABELLIERE: A SPASSO NEL MEDIOEVO” 30.09.12 Vimercate. Golden Ticket

L’associazione culturale Golden Ticket è lieta di partecipare all’iniziativa Ville Aperte in Brianza, presentando, in collaborazione con il MUST – Museo del Territorio di Vimercate, un’inedita visita teatralizzata attraverso un vero borgo medievale e accompagnando i visitatori con personaggi “reali” del XIV secolo.

Un soldato in divisa condurrà il gruppo durante il suo turno di ronda alla scoperta della chiesa-castello di Santo Stefano, dove incontrerà un giovane frescante che mostrerà le sue opere. I visitatori brinderanno poi con la moglie dell’oste nella fresca cantina della locanda più antica della città. Si proseguirà fra i vicoli del mercato fino a raggiungere il Ponte di San Rocco dove un gabelliere attenderà il gruppo.

Informazioni utili:
DATA: domenica 30 settembre 2012, dalle ore 10 alle 18
LUOGO: ritrovo nella corte d’onore di Villa Sottocasa in via Vittorio Emanuele 53 a
Vimercate
DURATA: 1 ora e 40 minuti. La prima visita partirà alle ore 10, l’ultima alle ore 18
COSTO: 7 euro (intero) – 5 euro (ridotto per under 15 e over 65) – gratis fino a 5
anni
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA su www.villeaperte.info o tel. 0396659488
Il pagamento della visita avverrà in loco. È necessario presentarsi 15 minuti prima
dell’orario scelto per la visita. I posti sono limitati: massimo 30 persone per turno.
In caso di maltempo, le visite si svolgeranno regolarmente. La visita non è
accessibile a persone con difficoltà motorie.
Per maggiori informazioni:
MUST: 039 6659488 – www.museomust.it – info@museomust.it
Golden Ticket – 348 3222137 – www.goldenticket.it – turismo@goldenticket.it
Per conoscere tutte le altre visite teatralizzate organizzate dall’Associazione
Golden Ticket: www.goldenticket.it/turismo

Una deroga per salvare la Provincia MB

ieri la sigla del dossier da presentare al CAL il 20 settembre. Pronta la delegazione MB 

Monza, 15 settembre 2012. E’ stato siglato ieri il documento che la delegazione MB si  prepara a consegnare al CAL il prossimo 20 settembre, durante l’audizione dedicata al  futuro della Provincia di Monza e Brianza.
La relazione illustra nel dettaglio gli indicatori economici che pongono la Brianza nelle  prime posizioni tra le Province italiane: in particolare, in base agli ultimi dati elaborati  dall’Atlante Statistico delle Province Italiane (CUSPI-UPI 2011), rispetto alle 36 Province  salve dopo il decreto governativo, la Brianza è la quinta Provincia per PIL prodotto,  con circa 25 miliardi di Euro all’anno ed è la quinta provincia italiana anche per tasso  di crescita delle imprese e per l’interscambio commerciale import/export con un  saldo positivo di 2.957.483.295 euro.
Due i primati assoluti della Brianza nel panorama nazionale: MB è la prima Provincia  italiana per attrattività insediativa del territorio, con una crescita della popolazione dal 1951 ad oggi del 215% ed è la prima Provincia italiana per depositi bancari con  somme depositate pari a 11.418.624.970 euro.
Questi dati consentono di ritenere che i criteri indicati nella proposta di riordino varata  dal Governo – popolazione superiore ai 350mila abitanti e territorio superiore a 2.500  Kmq – si rivelano del tutto “insufficienti a rappresentare l’unicità, la solidità e la storia  del territorio brianzolo”.
Nel testo si evidenzia, inoltre, che la Brianza contribuisce in modo rilevante ai risultati  di eccellenza raggiunti dal sistema produttivo ed economico del Paese, pertanto si ritiene che “la Provincia di Monza e Brianza possa esprimere, anche in futuro,  caratteristiche di autosufficienza tali da legittimarne un’autonoma esistenza”.
Ciò anche alla luce della consolidata propensione dell’apparato pubblico locale a
lavorare nel pieno rispetto dei criteri di virtuosità ed efficienza: un aspetto ampiamente  dimostrato per la Provincia MB, che con i suoi 320 dipendenti ha un rapporto  dipendente/abitante pari a 1/2628, rispetto ad una media lombarda di 1/1508 e ad una nazionale di 1/900.
Il documento si conclude confermando l’utilità di avere un Ente Intermedio in grado di intercettare i bisogni del territorio e coordinarne le politiche evolutive di sviluppo, pertanto viene espressa una “ferma, documentata e convinta richiesta di deroga finalizzata al mantenimento dell’autonomia della Provincia di Monza e della Brianza”.
Hanno condiviso i contenuti del dossier, siglando la relativa lettera di accompagnamento che il Presidente Allevi consegnerà al CAL: il Sindaco di Monza, la Camera di Commercio di Monza e Brianza, Confindustria MB, APA Confartigianato MB, l’Unione Artigiani MB, l’Unione Commercianti di Monza e Circondario, Compagnia delle Opere MB, Fondazione di Comunità MB, i Segretari delle Organizzazioni Sindacali CGIL e CISL.
Hanno firmato inoltre: il Senatore Alfredo Mantica, l’Onorevole Fabio Meroni e i
Consiglieri Regionali Stefano Carugo, Antonio Romeo e Massimiliano Romeo. In
chiusura le firme di Pierfranco Bertazzini e Luigi Moretti, storici componenti del
Comitato “Pro Brianza Provincia”.