XI Universite d’Etè “Verso Expo 2015 – CAPPELLINI: TERRA E ACQUA SIMBOLO REGIONE

“Terra e acqua come simboli
identitari del paesaggio e del territorio lombardo. Un
patrimonio prezioso da valorizzare anche a livello mondiale. Per
questo abbiamo chiesto all’Unesco di far entrare nel proprio
patrimonio anche la Civiltà dell’acqua”. Lo ha detto l’assessore
regionale alle Culture, Identità e Autonomie, Cristina
Cappellini, intervenendo all’undicesima edizione dell’Universite
d’Etè dal titolo “Verso Expo 2015: la città è verde”.

PAESAGGIO E CULTURA TEMI INTRECCIATI – “Paesaggio e cultura – ha spiegato l’assessore – sono temi che si intrecciano e si fondono alla perfezione e questo, dunque, dà ancora più forza ai nostri progetti. Con i nostri 9, siamo la prima regione italiana per
siti patrimonio dell’umanità, ma vogliamo fare ancora di più. Il
9 settembre partirà infatti un tour per farli conoscere e
valorizzarli ancora di più. Non solo in vista Expo, ma per
offrire ancora più qualità alle generazioni future”.
E questo è ciò cui Regione Lombardia sta lavorando con
un’attività a trecentosessanta gradi “perché – ha detto
Cappellini – se riusciremo a far tornare a Milano e in Lombardia
i visitatori che verranno qua per l’Expo vuol dire che avremo
vinto la nostra sfida”.

LE TAPPE DI AVVICINAMENTO ALL’EXPO – Sono numerose e diverse le
iniziative che Regione Lombardia sta promuovendo come tappe di
avvicinamento all’esposizione universale. Fra quelle più
imminenti l’assessore ha ricordato il Festival dei borghi più
belli d’Italia, “un’occasione per mettere in luce quella parte
di Lombardia che non è sempre così conosciuta come meriterebbe
proprio partire dal tema acqua e un’ottima possibilità per
scoprire il turismo a km zero”. Questo doppio binomio
terra/acqua e paesaggio/cultura troverà anche uno dei suoi
momenti forti nella World Canals Conference che si terrà a
Palazzo Lombardia dall’1al 4 settembre durante la quale ci sarà
anche un importante convegno sui Navigli e le opere di Leonardo.

EUROPA TUTELI IDENTITÀ – “Come detto – ha concluso Cappellini -
sono tante le specificità e le identità che fanno grande la
nostra Regione. E penso che quello di tutelarle sia un grande
compito cui è chiamata anche l’Europa. Solo così potrà sentirsi
veramente accettata dai cittadini che la percepiscono come un
Ente molto lontano. Troppo spesso, infatti, si limita a tutelare
gli interessi dei colossi finanziari”. (Ln)

Ferie e Fido :la preghiera del Cane ..

Come tutti gli anni , durante il periodo delle Ferie , molti  abbandonano i propri cani in giro ,senza nessuna remora perchè ritenuti ormai ingombranti e “fastidiosi “.. Pochissimi hanno il “coraggio ” di portarli al Canile della propria zona , preferendo “liberarli ” di nascosto .

Per fortuna il fenomeno si sta riducendo , specialmente nel Nord Italia , forse grazie alla  buona applicazione delle Leggi per la protezione e la salvaguardia dei nostri amici a quattro zampe … Proprio per rimarcare la pazienza e l’amore che i Cani hanno verso l’ Uomo , abbiamo voluto presentare ai nostri lettori questa poesia anonima che gira sul Web da qualche giorno ,  e condensa quello che prova un cane nei confronti del suo padrone .. Infine  , un augurio provocatorio …

PREGHIERA DEL CANE

OH SIGNORE DI TUTTE LE CREATURE
FA CHE L’UOMO MIO PADRONE,
SIA COSI’ FEDELE VERSO GLI ALTRI UOMINI
COME IO GLI SONO FEDELE.
FA CHE SIA AFFEZIONATO ALLA SUA FAMIGLIA
E AI SUOI AMICI COME IO GLI SONO AFFEZIONATO
FA CHE CUSTODISCA ONESTAMENTE
I BENI CHE TU GLI AFFIDI
COME IO ONESTAMENTE CUSTODISCO I SUOI.
DAGLI O SIGNORE UN SORRISO
FACILE E SPONTANEO
COME FACILE E SPONTANEO E’  IL MIO SCODINZOLARE.
FA CHE EGLI SIA PRONTO ALLA GRATITUDINE
COME IO SONO PRONTO A LAMBIRE.
CONCEDIGLI UNA PAZIENZA PARI ALLA MIA
CHE ATTENDO I SUOI RITORNI SENZA LAGNARMI.
DAGLI IL MIO CORAGGIO,
LA MIA PRONTEZZA A SACRIFICARE PER LUI TUTTO
DA OGNI COMODITA’ ALLA VITA STESSA.
CONSERVAGLI LA MIA GIOVINEZZA DI CUORE
E LA MIA GIOCONDITA’ DI PENSIERO.
O SIGNORE DI TUTTE LE CREATURE,
COME IO SONO SEMPRE VERAMENTE CANE,
FA CHE EGLI SIA VERAMENTE…. UOMO . !!!

Dell’ Orto nuovo Presidente SIAS

Come anticipato durante la presentazione della lista Sport e Rinnovamento ,l’Automobile Club Milano ha scelto questa mattina il nuovo presidente della Sias (Società incremento automobilismo e sport S.p.A.), la società che gestisce l’Autodromo Nazionale Monza.

E’ Andrea Dell’Orto, 44 anni, laureato in ingegneria gestionale, vicepresidente esecutivo dell’azienda di famiglia produttrice di carburatori e presidente della Dell’Orto India. Dal maggio 2013 è presidente di Confindustria Monza Brianza. E’ inoltre membro della Giunta nazionale di Confindustria e presidente del “Gruppo parti moto” dell’Associazione nazionale ciclo motociclo e accessori.

“L’Autodromo Nazionale Monza è un patrimonio del territorio che va valorizzato e rivitalizzato con un progetto che lo riporti al centro del panorama mondiale e con investimenti che lo rendano operativo tutto l’anno. Su queste due strade saranno incentrate la mia presidenza in Sias e l’azione della nuova squadra che verrà definita dopo il Gran Premio d’Italia”, ha dichiarato Dell’Orto al termine della riunione che lo ha eletto presidente.

Il nuovo presidente Sias ha voluto poi ringraziare le imprese, le istituzioni, il presidente AC Milano Ivan Capelli e tutti i membri del Cda per il sostegno e il consenso che gli hanno accordato. Dell’Orto ha ringraziato inoltre la Procura di Monza e i militari del Gruppo di Monza della Guardia di Finanza per il lavoro che hanno svolto e stanno svolgendo in questi mesi che ha permesso di creare le condizioni per poter operare al meglio per il futuro dell’Autodromo.

Il presidente dell’Automobile Club Milano, Ivan Capelli, ha sottolineato come il Consiglio direttivo Acm, eletto dai Soci lo scorso 22 luglio, abbia individuato in Dell’Orto “la persona giusta per guidare l’Autodromo verso quel rinnovamento necessario a ridare nuova linfa e nuove energie ad uno degli impianti motoristici più prestigiosi nello scenario sportivo mondiale.”

Evgenia Laguna la diva russa arrivata in Brianza per collaborare con un azienda del territorio

Il Kumbacher Misinto fan Club medaglia d’oro alla sfilata a Kulmbach

Il Kulmbacher Misinto fan club ha vinto domenica 27 luglio, la competizione fra i 24 fan club mondiali della birra Kulmbacher nel corso della Bierfest annuale a Kulmbach in Germania.
Il fan club di Misinto era l’unico rappresentante dell’Italia.
La delegazione del fan club brianzolo era composta da 22 persone, 13 delle quali di Misinto (MB) partiti venerdì alla volta del paese tedesco.
La visita a Kulmbach è stata anche l’occasione per rafforzare i rapporti di collaborazione tra i due paesi nell’ambito delle due feste della birra.
La delegazione misintese ha distribuito nel corso della festa della birra dei volantini in lingua tedesca di invito alla Misinto Bierfest 2015.

“È stata una bellissima esperienza – afferma Fabio Mondini, coordinatore del Kulmbacher Misinto Fan Club e organizzatore della Misinto Bierfest – e questa vittoria premia il nostro entusiasmo e il lavoro fatto in 19 edizioni della Bierfest di Misinto. Un grazie va a tutti i ragazzi del fan club, a GAM E20 e agli oltre 70 volontari che ogni anno con passione rendono possibile la nostra festa della birra di Misinto. Abbiamo invitato i presenti alla Bierfest di Kulmbach a prende parte alla nostra festa del 2015 che, proprio nell’anno dell’Expo punterà tutto sull’internazionalizzazione”.

Foto della preparazione del carro a Misinto

CON LA BREBEMI, SOSTENUTA DALLE CAMERE DI COMMERCIO, 1000 NUOVI POSTI DI LAVORO E 400 MILIONI DI EURO IN UN ANNO

L’infrastruttura, completamente autofinanziata e che porterà benefici economici alle imprese e al territorio, è sostenuta da Camera di commercio di Brescia, Camera di commercio di Bergamo, Camera di commercio di Milano, Camera di commercio di Cremona. Tra gli altri interventi economici del sistema camerale (Camera di commercio di Macerata, Camera di commercio di Perugia e Camera di commercio di Ancona) a sostegno delle infrastrutture c’è il “Quadrilatero Marche Umbria”, con un incremento di PIL di 200 milioni di Euro in un anno