il Must tra i finalisti del premio Icom italia “miglior museo 2012″

La cerimonia finale a Palazzo Te a Mantova alla fine di settembre
Il MUST museo del territorio vimercatese di nuovo in lizza per un prestigioso premio: il Premio ICOM Musei dell’anno 2012, promosso da ICOM (International Council of Museums) in collaborazione con Banca Monte dei Paschi di Siena e 24 ORE Cultura, che ha l’obiettivo di valorizzare le buone pratiche operative e gestionali dei musei italiani e farne emergere le eccellenze.
Il prestigioso riconoscimento ha premiato nelle scorse edizioni alcuni tra i migliori musei italiani, tra cui il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” di Milano, il Museo delle Trame Mediterranee – Fondazione Orestiadi di Gibellina, il Museo Galileo – Istituto e Museo di Storia della Scienza di Firenze, il Museo della Mente di Roma.
Quest’anno la giuria tecnica del premio, riunitasi a Milano lo scorso 21 luglio, ha selezionato il MUST Museo del territorio vimercatese inserendolo nella short list dei tre finalisti nella categoria “miglior nuovo allestimento”.
Dopo una lunga seduta di lavori, la giuria, presieduta dal Presidente di ICOM Italia Alberto Garlandini, ha annunciato le terne dei finalisti per le categorie premiate.
A contendersi il premio al miglior nuovo allestimento sono:
• il MUST – Museo del territorio vimercatese;
• le Gallerie d’Italia – Piazza Scala, il nuovo polo museale dedicato alle collezioni dell’Ottocento, frutto di una partnership fra Intesa Sanpaolo e Fondazione Cariplo;
• il Museo Archeologico del Finale, posto nel convento di Santa Caterina a Finale Ligure (Savona), fondato nel 1931 e riallestito tra il 2009 e il 2011.
Essere di nuovo selezionati come uno dei migliori esempi di museo in Italia, accanto a realizzazioni prestigiose quali le Gallerie d’Italia di piazza della Scala a Milano, è motivo di orgoglio e di soddisfazione per tutti coloro che hanno lavorato e lavorano per il MUST.
Sono invece in corsa per aggiudicarsi il premio per il migliore utilizzo dei social network, volto a consolidare e valorizzare il rapporto tra pubblico e museo: il MAXXI di Roma, il MaRT di Rovereto e il Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze.
Le candidature dei finalisti saranno valutate da una giuria internazionale, sempre presieduta dal Presidente di ICOM Italia, Alberto Garlandini, e composta da:
• Stephen Cannon-Brookes, Presidente di ICAMT (International Committee for Architecture and Museum Techniques)
• Ann Devis, Presidente di ICOFOM (International Committee for Museology)
• Manon Blanchette, Presidente AVICOM (International Committee for the Audiovisual and Image and Sound New Technologies)
I riconoscimenti verranno consegnati a Mantova, a palazzo Te, sabato 29 settembre 2012 alla presenza delle autorità, dei membri della giuria nazionale ed internazionale e del pubblico.

Monza Gp 2012

Monza- il Sindaco Scanagatti  ha presentato oggi la manifestazione promossa dal Comune in occasione del Gp di Formula 1 del 9 settembre

La manifestazione, voluta dalla nuova Amministrazione Comunale, sarà inaugurata dal Sindaco di Monza giovedì 6 settembre alle ore 17. Nell’occasione il Sindaco consegnerà una  targa alla memoria di Sergio Pininfarina al figlio Paolo, il quale presenterà il libro sulla Pininfarina del futuro, tra design e mobilità sostenibile.

programma pdf: MONZAGPprogramma[1]

“Nonostante la spending review  e il pochissimo tempo a disposizione – commenta il sindaco Roberto Scanagatti –, grazie alla fattiva collaborazione degli Uffici comunali, al lavoro dell’associazione Terralab3.0 per quel che riguarda la trasformazione e le iniziative in Piazza Trento e Trieste e al sostegno di diversi sponsor, quest’anno la città di Monza si presenta all’appuntamento del Gran Premio con un programma  ricco di iniziative del tutto originali. Oltre a dare il giusto risalto al Gran Premio d’Italia che, ricordo, è la più importante manifestazione sportiva mondiale che si svolge ogni anno nel nostro Paese, abbiamo voluto cogliere l’occasione per promuovere la mobilità del futuro, che dovrà sempre più essere a minor impatto sulla salute dei cittadini e sul nostro ambiente”.

Le iniziative di “MonzaGp”, questo il nome della manifestazione in programma dal 6 al 9 settembre, sono state illustrate dal Sindaco Roberto Scanagatti e dall’Assessore al Turismo e Spettacolo, Carlo Abbà.

 

Mo“Quest’anno per  l’edizione del Gran Premio si preannuncia una grande affluenza di visitatori appassionati di Formula 1 – aggiunge l’assessore Carlo Abbà. La città si deve organizzare ed essere pronta. L’Amministrazione Comunale ha fatto la propria parte. Credo anche vada sottolineata la risposta positiva di molte realtà monzesi, dalle associazioni di categoria ai singoli esercenti, che hanno collaborato per garantire che Monza riesca a mettere in mostra il meglio di sé in occasione di un evento di straordinaria  importanza”.

MonzaGp sarà una manifestazione del tutto nuova che animerà diverse piazze monzesi. Sarà all’insegna della sostenibilità e trasformerà il centro cittadino facendolo diventare un originale e piacevole luogo di incontro per tutti i cittadini, grandi e piccoli, con un ricco cartellone di iniziative.

Manifestazione a impatto zero nei giorni del Gran Premio di Formula 1 con decine di eventi in 14 luoghi della città e Piazza Trento e Trieste che si trasforma in un grande giardino.

Piazza Trento e Trieste trasformata in grande giardino

I 3.000 metri quadrati di Piazza Trento e Trieste saranno coperti di prato e divisi in quattro macro aree collegate con le tematiche del Gran Premio e in generale con i motori. Saranno posizionati circa 20 alberi ad alto fusto all’interno di grandi vasi illuminati. Davanti al Palazzo Comunale saranno allestiti un palco e un maxi schermo dove saranno trasmesse in diretta le prove e la gara di Formula 1. Il palco ospiterà anche incontri e presentazioni. Nell’area test drive si potranno provare le vetture elettriche messe a disposizione dalle case automobilistiche. Nell’area sport verranno allestite due piste per bici, skate e monopattini, una dedicata ai più piccoli, con attività mirate ludiche ed educative con laboratori con la carta sul tema dei motori, e una dedicata a spettacoli di bike trial. All’interno dell’area bike sharing sarà allestita una postazione per il noleggio di biciclette personalizzate per l’evento, e una  ciclofficina  dedicata alla pratica della riparazione della propria bicicletta in autonomia.

Ma la più importante caratteristica della manifestazione è che sarà anche e soprattutto all’insegna della sostenibilità: oltre infatti a compensare le emissioni di gas serra, MONZAGP promuoverà la mobilità sostenibile, elettrica e su due ruote, e la sicurezza stradale: grazie alla Fondazione E-Cars Now sarà infatti possibile effettuare test drive a bordo di vetture elettriche già in commercio, che permetteranno di  verificarne comfort e prestazioni e in collaborazione con Bicincittà la possibilità di utilizzare biciclette per una pedalata in città e nel Parco di Monza. A disposizione dei cittadini anche punti informativi a cura di Confartigianato Motori sul riciclo dell’auto, su dispositivi per la riduzione dei consumi di carburante e per la diffusione tra le imprese di mezzi di trasporto professionale a emissione zero. E sulla sicurezza stradale sarà possibile seguire brevi corsi di guida sicura per neopatentati.

 Pit-STOP a Monza per Formula Geox 2012

Piazza Roma ospiterà dal 6 all’8 settembre “Formula Geox”, lo speed contest internazionale ideato da Geox per comunicare la partnership con Red Bull Racing ed i valori del brand facendo vivere al grande pubblico performance, innovazione e passione per la formula uno anche al di fuori dei circuiti di gara.

Laboratori ecosostenibili per bambine e bambini dai 3 agli 11 anni. La baracca di Monza propone laboratori di riciclo creativo volti a sensibilizzare i bambini e le famiglie sulle tematiche del riuso dei materiali di scarto quali tappi di metallo, bottiglie di plastica, rotoli di carta… In ogni laboratorio la materia prima “esausta”sarà trasformata e darà vita a piccoli manufatti decorativi, insoliti giocattoli e tante altre sorprese. http://www.baraccadimonza.it

 

 

info eventi: Comune di Monza http://www.comune.monza.it/portale/monzadascoprire/monza_gp/index.html

LA LOMBARDIA RIMANE LA TERRA DELLE OPPORTUNITÀ

PER CHI IN ITALIA CERCA LAVORO

Occupazione in Brianza: per il 2012 ancora negativo il saldo tra entrate e uscite dal mondo del lavoro con un tasso di variazione occupazionale pari a -0,9%, ma migliore rispetto al dato italiano. Le opportunità di lavoro in Brianza? Nel settore commerciale e dei servizi, in particolare come addetto alle vendite (230 posti in più rispetto al 2011). Le donne in Brianza più richieste degli uomini nel campo della consulenza alle imprese, della ristorazione e del turismo

Anche in tempo di crisi un’assunzione su sette è di difficile reperimento. In Brianza si fa fatica a trovare fabbri, falegnami e ingegneri. E la Camera di commercio di Monza e Brianza ha messo a disposizione delle imprese oltre 2 milioni di Euro per favorire nuove assunzioni.
Monza, 28 agosto 2012. La Lombardia resta la terra delle opportunità per chi cerca un lavoro nel Bel Paese: nel 2012 un lavoratore su sei tra i nuovi assunti in Italia sarà proprio in Lombardia, con quasi 100.000 nuove assunzioni previste per il 2012 sulle oltre 631.000 previste nella penisola con un saldo che seppur negativo
(-0,7%) è migliore del dato italiano (-1,1%). Monza e Brianza si allinea al dato lombardo, con un tasso di variazione occupazionale ancora negativo, ma contenuto, del -0,9%, vale a dire 5.800 nuove assunzioni previste a fronte delle 7.410 uscite.
E anche in tempo di crisi e di cassa integrazione, è difficile trovare il candidato giusto: accade sia in Italia per il 16,1% delle nuove assunzioni, in Lombardia per il 15,2% delle nuove assunzioni e a Monza e Brianza per il 13,8% delle assunzioni non stagionali per il 2012.
In Lombardia i servizi rimangono il settore che risente meno della crisi del mercato del lavoro con un tasso di variazione occupazionale del -0,4% a fronte del -1,1% dell’industria: tradotto in termini di nuovi ingressi nel mondo del lavoro significa che nel 2012 le imprese dei servizi in Lombardia prevedono 74 mila nuove assunzioni. In particolare maggiori opportunità verranno dai servizi avanzati di supporto alle imprese che
con un saldo di +1,3% richiederanno 5.860 nuovi posti di lavoro, seguono i servizi in ambito sanitario, sociale e alla persona che con saldo di +0,2% offriranno oltre 7.200 posti di lavoro e quelli informatici e delle telecomunicazioni che con un saldo +0,2% andranno incontro a circa 3.500 nuove assunzioni. E proprio nei servizi, tra le province lombarde saranno Varese e Sondrio ad assumere di più rispetto al resto della regione (rispettivamente con il 14,8% e il 18,7% delle imprese nel settore dei servizi che effettueranno nuove assunzioni). A cercare nuovo personale in Lombardia continuano ad essere soprattutto le grandi imprese (7 su 10): a Milano la percentuale è sotto la media lombarda (6 su 10), a Sondrio è più alta, oltre 8 su 10.
E per trovare lavoro la “spintarella” funziona ancora in oltre la metà dei casi: per le imprese della Lombardia il 43,6% delle selezioni di personale avviene per il tramite di conoscenza diretta e per il 12% attraverso le segnalazioni di conoscenti e fornitori, anche se ne fa meno ricorso rispetto al resto della penisola, dove tra conoscenze dirette e segnalazioni la percentuale sale al 61%. Le “conoscenze” funzionano soprattutto nelle piccole e medie imprese, pochissimo in quelle oltre i 50 dipendenti. In Lombardia la laurea può fare ancora la differenza, più che nel resto del Paese: qui al 19,3% delle nuove assunzioni per il 2012 è richiesto il diploma di laurea, nel resto del Paese il dato si ferma al 14,5% e rispetto al 2011 i laureati sono più richiesti (17,5%).
“Il tema del lavoro é decisivo e va di pari passo con il sostegno alle piccole e medie imprese che devono essere supportate attraverso una serie di misure per incentivare le nuove assunzioni, nodo strategico per la ripresa del mercato interno e per attrarre investimenti anche dall’estero. – ha dichiarato Carlo Edoardo Valli,
Presidente della Camera di commercio di Monza e Brianza – E’ pur vero che oggi l’orizzonte di riferimento per il lavoro dei giovani si è ampliato oltre la dimensione locale e ha valicato i confini nazionali. Per questo, accanto a misure che favoriscano le assunzioni da parte delle aziende con misure fiscali più favorevoli, sono anche necessarie infrastrutture a supporto della mobilità dei lavoratori che colleghino il Paese all’Europa e al
mondo.”
Le opportunità di lavoro a Monza e Brianza
Per quanto riguarda le 5.160 assunzioni non stagionali per gruppi professionali in Brianza, le professioni più richieste sono nel settore commerciale e dei servizi (27,9%), in forte crescita rispetto allo scorso anno, dove pesavano solo il 16,8% sul totale delle assunzioni. In particolare, l’addetto alla vendite al minuto è la professione più richiesta dalle imprese della Brianza, con 990 assunzioni previste ovvero 230 posti in più messi a disposizione rispetto al 2011. Scende, rispetto allo scorso anno, la richiesta di candidati nell’ambito
delle professioni tecniche (pesavano il 23,4% nel 2011, oggi rappresentano il 19% delle nuove assunzioni), che rimangono comunque al secondo posto tra i gruppi professionali più richiesti. Seguono gli impiegati (rappresentano il 16,5% delle assunzioni) e le professioni intellettuali e scientifiche (10,3%). Il 13,8% delle assunzioni non stagionali per il 2012 è considerato di difficile reperimento: in particolare, si fatica a trovare
fabbri (40,5%), falegnami (40%), tecnici della salute (39,5%) e tecnici in campo ingegneristico (45,2%). E le donne in Brianza trovano lavoro più facilmente rispetto a quanto avviene in Lombardia e nel resto del Paese: qui la richiesta in via preferenziale di lavoratrici del “gentil sesso” è del 19,5%, in Lombardia del 18,7% e in Italia del 18,9%.Le maggiori richieste di lavoratrici arrivano dai servizi (21,4%), in particolare quelli di
consulenza (53,8%) e quelli turistici e di ristorazione (37,5%).
E per trovare lavoro la “spintarella” funziona in oltre la metà dei casi: per le imprese della Brianza il 45,3% delle selezioni di personale avviene per il tramite di conoscenza diretta e il 10% attraverso le segnalazioni di conoscenti e fornitori, anche se ne fa meno ricorso rispetto al resto della penisola, dove la percentuale sale al 61%. Le “conoscenze” funzionano soprattutto nelle piccole e medie imprese, pochissimo in quelle oltre i 50
dipendenti. Sono alcuni dei dati che emergono dal Sistema Informativo Excelsior 2012, diffusi dalla Camera di Commercio di Monza e Brianza.
Bandi Obiettivo Occupazione – edizione 2009/2010 ed edizione 2012 La Camera di commercio di Monza e Brianza ha finanziato le imprese del territorio attraverso bandi con contributo a fondo perduto per favorire l’incremento dell’occupazione nelle imprese di tutti i settori economici di Monza e Brianza che abbiano attuato uno dei seguenti tre interventi: assunzione a tempo indeterminato di lavoratori disoccupati, in mobilità e di
prima occupazione; trasformazione di contratti da tempo determinato in contratti a tempo indeterminato; assunzione di lavoratori con contratto di apprendistato. Complessivamente hanno beneficiato del contributo a sostegno dell’occupazione 883 imprese per un totale di oltre 2.000.000 Euro.
E per favorire l’incontro fra domanda e offerta di lavoro la Camera di commercio di Monza e Brianza, in collaborazione con Formaper, prosegue con l’attività dello Sportello Impresa Lavoro, iscritto nell’albo regionale degli enti autorizzati all’intermediazione. Il servizio ha l’obiettivo di soddisfare le esigenze delle imprese del territorio di Monza e Brianza in termini di risorse umane, attraverso l’analisi dei fabbisogni aziendali e il supporto nel reperimento dei profili richiesti. Sportello Impresa Lavoro è affiancato da Sportello
Design che favorisce l’incontro di domanda e offerta di lavoro tra designer e imprese e si rivolge alle imprese “design oriented” che cercano un designer, ai professionisti designer in cerca di occupazione, e ai freelance in cerca di nuove commesse.
Sportello Impresa Lavoro. E’ il servizio della Camera di commercio di Monza e Brianza, svolto in collaborazione con l’azienda speciale Formaper che fornisce un’attività di intermediazione fra lavoratori e imprese per soddisfare le esigenze delle aziende di Monza e Brianza in termini di risorse umane, attraverso l’analisi dei fabbisogni aziendali e il supporto nel reperimento dei profili richiesti. Il servizio, iscritto nell’albo
regionale degli enti autorizzati all’intermediazione, è destinato alle piccole e medie imprese della provincia di Monza e Brianza ai lavoratori, inoccupati o disoccupati, persone in cerca di lavoro o in fase di cambiamento e/o di mobilità. Per informazioni 039.2807446 sportelloimpresalavoro@mb.camcom.it
Sportello Design. Il servizio favorisce l’incontro di domanda e offerta di lavoro tra designer e imprese e si rivolge alle imprese “design oriented” che cercano un designer, ai professionisti designer in cerca di occupazione, e ai freelance in cerca di nuove commesse. Un matching tra i profili dei designer e le richieste di aziende attive nella fabbricazione di mobili, complementi d’arredo, gioielli, ma anche barche, e settori pecifici, insomma tutte quelle realtà imprenditoriali di design che necessitano di un coordinamento tra impresa e professionista. Per informazioni design@mb.camcom.it

E’ partito il nuovo progetto di Casa Alessia Onlus

OSTELLO  ALESSIA  -  Ranchi – India

 

La struttura sarà gestita dalle Suore Missionarie del Sacro Cuore di Novara, ospiterà circa 60 bambini di strada. I lavori sono iniziati nel luglio di quest’anno e queste che Vi mostriamo sono le prime immagini ricevute dall’India.

Il progetto, salvo imprevisti, dovrebbe concludersi a fine 2013.

Grazie a tutti Voi per permetterci di realizzare i progetti cari ad Alessia.

IL GIRO DI PADANIA A LAZZATE

Torna il Giro di Padania, la manifestazione ciclistica nata solo un anno fa ma che nel
giro di poco tempo ha fatto parlare di sé ed è diventata subito una corsa a tappe di
primo livello.
Dopo la prima edizione vinta dal campione varesino Ivan Basso, c’è grande attesa tra gli appassionati e gli addetti ai lavori intorno alla kermesse, che quest’anno vedrà una tappa partire proprio dal borgo di Lazzate.
La tappa Lazzate – Passo della Bocchetta è un percorso dal sapore antico: l’arrivo sul Passo della Bocchetta, infatti, rievocherà leggende ed emozioni delle due ruote del passato, rinfrescando una tradizione legata soprattutto ai tanti passaggi delle gare più prestigiose sul valico appenninico. In totale saranno 167 km da affrontare, prima del gran finale che condurrà ai 772 metri del Passo della Bocchetta.
In vista del grande evento sportivo, è prevista una conferenza stampa che si terrà alle
ore 10.30 di sabato 25 agosto in sala verde presso il municipio di Lazzate.
Sarà l’occasione per presentare ufficialmente il programma della 4a tappa della gara
ciclistica a tappe “Il Padania – Monviso Venezia”, che per la prima volta solcherà le
strade della Brianza ed in particolare di Lazzate il prossimo 6 settembre.
Alla conferenza stampa, nella quale saranno presentati ulteriori dettagli sui premi
speciali e sul programma, interverranno il vice Sindaco del Comune di Lazzate
Giuseppe Zani, l’Assessore provinciale allo Sport Andrea Monti e il sen. Michelino
Davico, ideatore e patron della gara.
Tutte le informazioni sulla gara e sulla tappa lazzatese le potrete trovare sul sito
ufficiale del Giro di Padania: www.ilpadania.it.

Monza: CONSEGNA DEL NOBEL A GRAZIA DELEDDA 1927-2012

CELEBRATO A MONZA L’OTTANTACINQUESIMO ANNIVERSARIO DELLA CONSEGNA DEL NOBEL A GRAZIA DELEDDA 1927-2012

E’ sempre una grande emozione sentir parlare di Grazia Deledda e della sua vita di scrittrice sarda insignita del Premio Nobel per la letteratura ottanta cinque anni fa.

L’iniziativa culturale,organizzata dal Circolo Culturale Sardegna di Monza-Concorezzo – Vimercate,in collaborazione con il Comune di Monza – Assessorato alla Cultura,era inserita nelle decine di iniziative della Sagra di San Giovanni Patrono di Monza e godeva anche del Patrocinio della Regione Sardegna – Assessorato del lavoro, della Provincia di Monza e Brianza e della FASI,ed è stata realizzata nel pomeriggio di Sabato 23 Giugno nella Prestigiosa Sala Maddalena,alla presenza della Cittadinanza di Monza e dei Soci.

Ottimi e di grande pregio,gli interventi dei relatori che hanno ricordato la scrittrice sarda.

Il Prof. Pier Franco Bertazzini,già Preside di un Liceo Monzese,già Assessore alla Cultura del Comune di Monza e già Sindaco del Comune di Monza,ha ricordato Grazia Deledda,dicendo che lui giovane studente,il 15 agosto del 1936,senti per la prima volta il Nome di Grazia Deledda alla Radio EIAR,che annunciava la sua scomparsa.

Da li poi ad elencare tante sue opere,con una lucidità sorprendente,tra gli applausi del pubblico.Da Cenere a la Madre,da Canne al vento a Marianna Sirca a Colombi e sparvieri.

E’ molto suggestivo,sentire come gli anziani si ricordino di Grazia Deledda,mentre nei giovani è quasi totalmente sconosciuta……durante la distribuzione dei mille inviti,molti giovani chiedevano “…ma chi è Grazia Deledda?….è forse quella giovane sarda volontaria che hanno rapito in Algeria?…..facendo confusione con Rossella Urru.D’altronde,c’era da aspettarselo,dopo che sia Grazia Deledda,sia Teodolinda Regina di Monza e dei Longobardi,sono state quasi tolte dai libri di scuola…Sarebbe auspicabile che le istituzioni,facessero pressione verso la commissione cultura del Parlamento Italiano,affinchè queste due celebri donne,che tanto lustro hanno dato alla propria terra di Sardegna e Lombardia,venissero reinserite nei testi scolastici,al fine di poter essere studiate e conosciute, dalle nuove generazioni….e non spariscano del tutto dai libri di testo.

Il Professor Francesco Dettori,Docente di Letteratura Italiana nei licei Milanesi,nativo di Tres Nuraghes in provincia di Oristano,ha sottolineato questa mancanza di conoscenza,tra gli studenti,ma anche nei giovani docenti ed ha proposto di organizzare un convegno ad hoc tra docenti e studenti delle scuole,dal quale potrebbero scaturire preziose proposte in merito,per onorare al meglio,sia Grazia Deledda,sia Teodolinda o altri scrittori dimenticati.

Bello e appassionato l’intervento di Neria De Giovanni,che ha scritto ben 11 libri su Grazia Deledda ed ha citato numerosi anedotti,sconosciuti della vita di G.D. Come quando ricevuta da Mussolini dopo il Nobel,il Duce le chiese cosa poteva fare per ringraziarla.Grazia Deledda non esitò e chiese la liberazione di un prigioniero politico sardo.Cosa che fecero ma poi le chiesero subito cosa avrebbe potuto fare per il fascio.Lei rispose che non poteva fare niente in quanto la cultura non è al servizio della politica,ma è neutra.Di li a poco girò una velina con l’ordine di non esporre i suoi libri. Neria De Giovanni è nata a Sestri Levante, è giornalista, dirige ad Alghero, il periodico di cultura Salpare e le collane della Casa editrice Nemapress. Presidentessa dell’ Associazione internazionale dei critici letterari, con sede a Parigi. Coordinatrice europea e referente per l’Italia della Rete europea F.A.M. (Femme Arts Mediterranèe) con sede in Grecia. Esperta della Unione Europea per il settore della nuova tecnologia della comunicazione. Tiene seminari e conferenze presso istituti di cultura e Università straniere. È ideatrice e conduttrice del Premio nazionale di letteratura e giornalismo “Alghero donna”, e presidentessa della giuria del Premio “Donna – Città di Martina”. Ha ideato e condotto rassegne culturali di successo come “Incontriamo le scrittrici” in Campidoglio a Roma, “La scrittura nel cassetto” con la Commissione parità della regione Molise; “Scrittori sardi a Milano”. Grazie Neria,siamo orgogliosi di averti a Monza,per ricordare assieme questa nostra conterranea sarda,che tra l’altro ci ha lasciato un prezioso insegnamento,quello di impegnarci per fare del bene alla propria terra di origine e alla Terra ospitante,sia la Sardegna,sia la Lombardia,sia le altre Regioni.

Il neo Assessore alla Cultura del Comune di Monza Francesca Dell’Aquila,ha portato i saluti suoi e del nuovo Sindaco Roberto Scanagatti e si è promessa in un prossimo incontro di continuare a programmare gli scambi culturali e d’amicizia tra Monza,la Brianza- Lombardia e la Sardegna,anche per il prossimo anno.Vorremo proporre come Circolo Sardegna di Monza,una mostra del Comune di Galtellì e una conferenza,su Grazia Deledda in Lombardia e in Sardegna,per celebrare i 100 anni del libro Canne al Vento,di Grazia Deledda, scritto nel 1913 e che fu insignito del Premio Nobel per la letteratura dall’Accademia Svedese,ricevendo la preziosa onorificenza dal re di Svezia il 10 Dicembre 1927.

A conclusione il Presidente del Circolo Sardegna Salvatore Carta ha consegnato ai relatori e all’Assessore alla Cultura una pergamena di benemerenza a ricordo dell’iniziativa.

Ringraziamo inoltre anche la giunta di Monza uscente con il Sindaco Marco Mariani e gli Assessori alla cultura Prof. Alfonso Di Lio e Andrea Arbizzoni ,Assessore al Turismo,nonchè il Presidente della circoscrizione 3 di Monza Pietro Zonca,per le preziose iniziative realizzate insieme e con il loro patrocinio in questi 5 anni passati e che si possono vedere nel sito

www.circolosardegna.brianzaest.it – Grazie per l’attenzione e cordiali saluti,dal Circolo Culturale Sardegna di Monza – Concorezzo – Vimercate – Tel. 3389504767