Lo Schiaccianoci – Balletto Russo

Musiche di: P.I. Tchaikovsky
Coreografie: M. Petipa
Solisti: Anna Ivanova e Aleksander Alikin
Balletto Russo di Anna Ivanova
Lo Schiaccianoci
Amore, sogno e fantasia per uno dei balletti più affascinanti della storia della danza
classica. Le scenografie incantate del Balletto Russo di Anna Ivanova rendono
partecipe lo spettatore della stessa fiaba di Hoffmann. Per le sue caratteristiche
di favola a lieto fine e per la vicenda pervasa da un’atmosfera fatata di festa, “Lo
Schiaccianoci”: una fiaba fatta di dolciumi, soldatini, albero di natale, fiocchi di
neve e fiori che danzano, topi cattivi, prodigi, principe azzurro e fatina, è diventato
un balletto che ammalia i bambini e incanta i grandi. Per questo è lo spettacolo più
rappresentato nel mondo durante le festività natalizie. La conclusione è segnata dallo
squisito Valzer dei Fiori, dopo il quale Clara si ritroverà nella sua poltrona con il suo
schiaccianoci in grembo, felice di questo sogno di Natale.

LO SCHIACCIANOCI – Balletto Russo

2 GENNAIO 2013 ORE 21.00

TEATRO SAN LUIGI – CONCOREZZO

Prevendita Biglietti Botteghino Teatro 

Biglietti Online e punti prevendita in tutta Italia: www.greenticket.it 

info: 334.1891173

PISTA PULITA…..

Da Mani Pulite a Pista Pulita ……..

Dopo il rombo delle Super Bike in Autodromo si sentono le sirene delle  Fiamme Gialle . Infatti la Guardia di Finanza di Monza ha effettuato  delle perquisizioni e sequestrato centinaia di documenti e alcuni  computer  della Direzione dell’Autodromo Nazionale ,al centro di un’inchiesta della Procura di Monza sulla «gestione poco trasparente» e con «profili di arricchimento
personale»
nel fascicolo aperto dai sostituti procuratori , Walter Mapelli e Caterina Trentini ,  i magistrati che ha dato il  “GO”  , il via  martedì al blitz delle Fiamme Gialle , in seguito a due esposti  presentati dal presidente di Sias, Paolo
Guaitamacchi e dal consigliere Pietro Mazzo .

 I due rappresentanti della Società che gestisce le attività dell’Autodromo avrebbero già  cercato in una Assemblea  nel 2011 di fare chiarezza  e controllare la scelta di fornitori dei servizi interni, ma  erano stati messi in minoranza e poi  la Sias «commissariata» dall’Aci  . Nel mirino della Procura oltre alla gestione “ elastica  “ di  fornitori  e servizi , anche la gara d’appalto per  la ristorazione all’interno dell’Autodromo, che ha praticamente chiuso  la vecchia gestione di Stella Anzani  . Ma non basta , c’è  anche un forte sospetto sulla vendita diretta dei biglietti  omaggio delle Gare Motoristiche e una serie di false fatturazioni per sottrarre utili con operazioni fasulle .

Sono ben  7 le persone indagate tra cui i il direttore
Enrico Ferrari, il responsabile tecnico Giorgio Beghella Bartoli, i consulenti
Franco Becchere ed il
responsabile della sicurezza Emanuele
Vialardi, oltre a Marco Villa, titolare di Acp&Partner, società per la
raccolta della pubblicità per l’Autodromo . Poi anche  Davide Galbiati storico custode  della biglietteria di Porta Vedano e il figlio
Daniele , responsabile dell’ufficio sportivo.

Mentre gli indagati stanno respingendo le accuse tramite
i loro legali , a Milano 
è stata convocata  d’urgenza un Consiglio di Amministrazione straordinario ACI presieduto dal Presidente Carlo Edoardo Valli, lo stesso che l’anno scorso era stato  messo in difficoltà
in  un servizio tv di Report , proprio sulla sua elezione in ACI  .  Strano  che nessun altro si sia finora accorto delle strane manovre in Autodromo …
Dunque ,aspettiamo di vedere chi salirà
sul ….. podio del Tribunale .

La Redazione

 

“Navarro Valls Incanta L’UCID MB ”

E’ stato il portavoce modello della Chiesa, Joaquín Navarro Valls, per
l’intelligenza spiccata, l’acuità analitica, lo spirito di osservazione, il plurilinguismo, e il giusto grado di prudenza. L’ex direttore della Sala stampa del Vaticano giovedì sera con la sua presenza e il suo stile pacato ha arricchito di contenuto la piacevole
cena conviviale mensile dell’UCID (Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti) di Monza e Brianza, presieduta da Aldo Fumagalli.

Ospite nella splendida cornice dell’Antico Ristorante Fossati a Canonica di Triuggio.
L’illustre giornalista, psichiatra e saggista spagnolo ha parlato di etica, che significa “parlare dell’essere umano”, rintracciare quel “quid specificatamente umano che ci contraddistingue, differenziandoci dagli animali, anche da quelli che paiono più intelligenti”, ha sottolineato Navarro Valls. “Se l’animale si muove sempre all’interno
del suo mondo di istinti, agendo di conseguenza, l’uomo è l’unico essere curioso del cosmo fisico- spiega-. E’ il solo che si interroga sul come dovrebbe essere: ed è da questa domanda che parte l’eterna questione etica”. Insomma l’uomo possiede la capacità di superare il livello meramente pulsionale: “Ha la facoltà, essendo dotato di libero
arbitrio, di domandarsi questo è un bene o un male, è un valore o un disvalore .

Questo lo devo fare oppure no?”. Il problema è sapere ciò che si intende fare, altrimenti la nostra vita scende al livello delle pulsioni animali: “E se rifiuti la domanda di come devi essere, stai rifiutando te stesso”, ha detto di fronte a molti imprenditori, al
presidente di Confindustria Monza e Brianza Renato Cerioli e alle autorità intervenute, da Dario Allevi, presidente della Provincia, a Mons. Silvano Provasio, arciprete del Duomo di Monza e il Prefetto Giovanna  Vilasi .

Quindi la famosa massima di Socrate “Conosci te stesso” è sempre valida. E’ in
pratica il punto di partenza della strada che ci può condurre al “massimo grado di perfezione umana ed essa stessa è etica- aggiunge Navarro Valls, dal 2007 presidente dell’Advisory board dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, e dal 2009 presidente di Fondazione Telecom Italia -. Tuttavia che senso ha conoscere me stesso se non riesco a
migliorarmi?”. Allora ecco necessario questo passo ulteriore:
“Dovremmo desiderare di migliorare noi stessi. Noi non siamo solo come siamo”, il nostro bagaglio genetico non deve ossessionarci: “Nessuno è egoista perché nasce egoista, né criminale perché viene al mondo con la terribile caratteristica”.

Dovremmo lavorare di più su noi stessi, rivolgere lo sguardo al nostro interno, perché la vera rivoluzione è anzitutto interiore: “Non si può cambiare il mondo se prima non
cambiamo noi stessi. Solo quando cambio me stesso, muto qualcosa del
mondo”. Le nostre potenzialità vanno “cercate e scoperte, sono già iscritte nella nostra natura. Ha ragione Pascal quando dice che l’uomo supera infinitamente l’uomo. Possiamo varcare i nostri limiti, conducendo il nostro comportamento, seguendo le norme”. Ovviamente il concetto di bene varia da cultura a cultura, ma poi c’è un concetto di
bene assoluto che è comune alla famiglia del genere umano, perché “è
una questione di sopravvivenza della nostra specie”. Per esempio: “La mamma crudele col suo bambino in tutte le culture è un male.

Ed è sempre stato così e sarà sempre così”. Quindi l’etica non è una prerogativa del cattolicesimo: appartiene a tutte le religioni, anzi “è qualcosa di pre-religioso, legato proprio al nostro senso innato di conservazione. I Dieci comandamenti sono precetti connaturati in noi”.
Eppure l’uomo occidentale sembra aver perso la sua bussola. Basta
guardare il mercato che non pone la centralità dell’essere umano, ormai fuori di bilancio. Navarro Valls: “La stessa grave crisi economica è stata scatenata negli Stati Uniti da una mossa non etica, da tendenze bestiali, l’accumulo non etico di ricchezze…“. Il nostro mondo è divenuto “egocentrico, ed istintivamente animale” e forse irrimediabilmente “liquido”, per dirla con Zygmunt Bauman, acuto analista della società contemporanea. Mentre nell’età moderna tutto era dato come una solida costruzione, ai nostri giorni invece ogni aspetto della vita può venir rimodellato artificialmente. Nulla ha contorni nitidi, definiti e fissati una volta per tutte. Ciò non può che influire sulle relazioni umane, divenute precarie. Difatti ora non si cerca più di costruire il “mondo perfetto”, etico. Prosegue Navarro Valss:” Questa nostra società ha perso autorevolezza e più che di predicatori ha bisogno di testimoni, che ci indichino la strada da seguire”. Mentre dal conto suo l’uomo non deve smettere di “imparare, tenendo un atteggiamento di apprendimento continuo, il massimo in campo etico. Facciamo lo sforzo di imparare! E istilliamolo ai nostri
bambini”.
Navarro Valls non ha potuto evitare un ricordo del “suo” Papa, rievocando l’allegria di Giovanni Paolo II, “anche di fronti ai problemi e le tragedie. Quella gioia ed ottimismo da dove venivano?
Andavano oltre il suo tratto caratteriale. Nascevano dalla sua fiducia in Dio che ha creato l’uomo a sua immagine e somiglianza. Poggiava lì”. Il miracolo quotidiano di Papa Woytjla è il miracolo dei santi, compresi gli altri due conosciuti da Navarro Valls: Madre Teresa e
Josemarìa Escrivà de Balaguer, il fondatore dell’Opus Dei, che ospitò in casa il giovane Navarro Valls per cinque anni, che conclude:“Quando conosci un santo da vicino, capisci che in fondo la sua vita è una serie di circostanze puramente ordinarie condotte straordinariamente bene”. Ecco la vita etica al suo climax.
Mariella Radaelli

Monza Wheels, i nuovi cerchi auto…

 griffati Autodromo Nazionali di Monza

Per la prima volta nella storia, il prestigioso marchio monzese è stato concesso in licenza ad una azienda, Sport Teknic, per la produzione di un cerchio in lega per vettura. Nasce così il progetto “Monza Wheels”, la cui linea è commercializzata in Italia da RRS.

 

Sport Teknic gode di una consolidata esperienza nel settore del tuning sportivo ed ha realizzato una serie di importanti sinergie tecniche e commerciali con diversi protagonisti del settore. L’intuizione strategica che ha spinto il management della Sport Teknic a dare il via al progetto è stata quella di sfruttare la notorietà e la positività del logo “Autodromo” per identificare una nuova gamma di prodotti con una caratterizzazione forte e vincente.  Attraverso il meccanismo di trasferimento del valore simbolico del marchio, si è infatti ottenuto un prodotto con un’immagine forte e vincente, con un immediato posizionamento al “top” nel proprio settore di appartenenza.

 

Per questo motivo il progetto “Monza Wheels” prevede la realizzazione di una selezionata gamma di prodotti caratterizzati da un altissimo livello qualitativo, da un engineering svizzero, dal carattere fortemente sportivo.

 

Decisamente interessante è la scelta del pay-off che accompagnerà tutta la comunicazione relativa alla linea, ovvero la definizione di “Fast Fashion Wheels”.

 

Oltre alla collezione, sarà presentato il progetto di collaborazione tra Monza Wheels e IED, l’Istituto Europeo di Design di Torino. Gli studenti del secondo anno del corso triennale di Transportation Design – car design, infatti, saranno chiamati a riassumere in una ruota i valori che meglio rappresentano i novanta anni dell’Autodromo: tradizione, storia, sportività, passione, velocità. Il tutto per un prodotto che sappia combinare al meglio design, qualità tecniche e sportive. Un’iniziativa fortemente voluta da Matteo Russo, Amministratore di Sport Teknic, per coinvolgere anche i più giovani in un progetto ambizioso e prestigioso: suscitare l’interesse di una trasversalità di utenti, che hanno in comune la passione per lo storico circuito monzese.

Defibrillatori negli impianti sportivi

Alboni (Pdl): la Regione Lombardia garantisce il suo impegno.

Milano – «I numeri sulla presenza dei defibrillatori negli impianti sportivi e i progetti in atto in Lombardia sul fronte della prevenzione, comunicazione e formazione non devono certo servire per incensarci, ma piuttosto per confortarci sull’esistenza di una rete di soggetti che possono avvalersi di “una buona base” che può essere migliorata».

Commenta così il vicepresidente del Pdl, Roberto Alboni, la risposta al question time di oggi dell’assessore alla Sanità, Luciano Bresciani  (Presenza di defibrillatori negli impianti sportivi della Lombardia).

«Quanto avvenuto recentemente con la drammatica morte del giovane calciatore Piermario Morosini – ha osservato Alboni – ha fatto scattare un campanello d’allarme sulla situazione degli impianti sportivi del territorio e, al tempo stesso, ha rappresentato purtroppo l’occasione per verificare lo stato dell’arte di alcuni progetti, come ad esempio “A prova di cuore”, lanciati dalla Regione. Dalla relazione dell’assessore abbiamo constatato positivamente che 300 mezzi di soccorso sono stati dotati di defibrillatori, 70 ne sono stati posizionati nei pressi di altrettante farmacie, 81 sono stati dati in dotazione a centri sportivi, mentre un’altra ventina di impianti ne ha fatto richiesta. Ma l’aspetto più confortante arriva dai progetti di formazione che riscontrano interesse e partecipazione da parte di associazioni di volontariato sanitarie, dall’associazione farmacisti e dalle stesse società sportive. In eventuali situazioni di emergenza, la preparazione e la formazione possono rivelarsi fondamentali».

Milano e Brianza Confartigianato al Family 2012

Aziende coinvolte di Milano, Monza e Brianza:
Artistico: Cini snc (Nova Milanese MB); Cooperativa Estia (Bollate MI); F.lli Mollica sas (Cesano Boscone MB); Frufru Creazioni (Milano); Patrizia Bolzan (Milano); Vetrarte di Romanò Ivan (Cesano Maderno MB); Zolli Franco (Cinisello Balsamo MI)
Ceramica: Camilla Marinoni (Milano); Grufa Società Cooperativa Socialeceramica (Bollate MI)
Grafica: Ottolina & C. snc (Seveso MB); Studio Fotografico Luca Frigerio (Seveso MB)
Legno: Arredamenti Perego snc (Muggiò MB); Brambilla Vittorio Arredamenti (Seveso MB);
Dassi Albano di Dassi Fausto & C. (Lissone MB); Fonderia Artistica Battaglia srl (Milano); Galbiati Natale & Figli snc di Galbiati Roberto (Lissone MB); GV di Gianluca Villa (Lissone MB); Letteriello Tommaso (Lissone MB); Moso Italia srl (Cesano Maderno MB); Sironi Lucidatura Mobili di Sironi Fabio & C. sas (Seveso MB); Vergani Alberto e C. sas (Muggiò MB)
Meccanica: Mingardi e Ferrara snc (Limbiate MB); Tornova snc (Lissone MB); Zangrossi
Francesco e figlio (Muggiò MB)
Metalli: Benedetti srl RossoCiliegia (Monza); Daniela Santucci (Milano); Dream Art
(Bollate MI); Germano Sigolo (Cormano MI); Model Car snc (Giussano MB); Officina Meccanica
Rossoni snc (Cinisello Balsamo MI)
Pietra: Ciocchetta Fratelli di Dino snc (Lissone MB)
Tessuti: Navio 2 snc di Pierangelo & C. (Seveso MB)
Vetro: Vetromania di Goffi Lorenzo (Gallarate MI)