Monza, Primo trofeo Massi Pelli

IL 28 OTTOBRE VITAL ITALY ORGANIZZA UNA CORSA PODISTICA NON COMPETITIVA PER I BAMBINI DI CALCUTTA IN MEMORIA DI MASSIMILIANO PELLI

 Il ricavato sarà interamente devoluto ai progetti benefici dell’associazione

Domenica 28 Ottobre si terrà alle ore 10.00, presso il Parco di Monza, il “Primo trofeo Massi  Pelli”, una corsa podistica non competitiva organizzata dall’associazione Vital Italy Onlus e patrocinata dal Comune di Monza.

 Con partenza all’ingresso principale del Parco (Viale dei Tigli), l’evento è aperto a tutti quanti desiderino trascorrere una piacevole mattinata nella natura e, al contempo, contribuire ad una nobile causa. Adulti, ragazzi (sotto i 14 anni è obbligatorio l’accompagnamento di un adulto) e anche disabili potranno scegliere tra i due percorsi disponibili di 5 o 10 Km.

La quota di iscrizione (donazione minima) è per entrambi i tracciati di 10 euro e comprende la t-shirt dell’evento, l’accesso all’area ristoro e l’assistenza medica. L’intero ricavato sarà devoluto ad uno specifico progetto dell’associazione: il mantenimento della casa-rifugio “Keertika” a Calcutta, in India. Qui sono ospitate 14 ragazze tra i 9 e i 15 anni, alle quali è stato offerto un rifugio dalle situazioni di estrema violenza e degrado da cui provenivano. In India, infatti, le bambine delle famiglie più povere vengono spesso abbandonate o vendute già dall’età di 3 o 4 anni come lavoratrici domestiche, espressione eufemistica per indicare delle piccole schiave, vittime di gravi abusi sessuali e psicologici. La casa-rifugio assicura loro la soddisfazione dei bisogni primari (vitto, alloggio, vestiti, etc.), un’istruzione, una formazione professionale e, soprattutto, assistenza psicologica continuativa e attività terapeutiche (corsi di yoga, di pittura, escursioni, etc.). L’obiettivo è quello di cercare di superare i terribili traumi vissuti e  fare in modo che queste ragazze possano poi reintegrarsi nella società in modo costruttivo ed indipendente.

Ha dichiarato Allegra Viganotti, socia fondatrice e presidente di Vital Italy Onlus: “Abbiamo sviluppato questo progetto sotto la supervisione di Hope Foundation, un importante ente internazionale di beneficenza che ne certifica la serietà. La speranza, con la manifestazione del 28 ottobre, è di riuscire a cogliere e condividere la grande energia sempre trasmessa da Massimiliano, amico, grandissimo sportivo e da tempo sostenitore delle nostre iniziative. Vogliamo, in sua memoria, appassionare un numero crescente di persone a “correre per fare del bene”.

Il trofeo è dedicato, infatti, a Massimiliano Pelli, monzese di 45 anni che ha perso la vita nel luglio 2012 durante un incidente sul lavoro ad Abbadia Lariana. Persona solare, positiva e sempre allegra, da tempo sosteneva Vital Italy Onlus con passione e spontaneità. Massimiliano era un uomo molto sportivo e amava in modo particolare la corsa; in tanti ricordano le sue frequenti partecipazioni a mezze maratone, gare in altura e persino alla faticosissima Monza-Montevecchia, competizioni in cui, oltre alle gambe, metteva sempre anche il cuore e la passione.

Proprio per questo motivo la moglie Chiara ha deciso di organizzare, insieme a Vital Italy, una gara podistica, per poterlo ricordare attraverso una sua grande passione, per vederlo nuovamente correre per una causa che gli stava particolarmente a cuore: i bambini di Calcutta.

Vital Italy Onlus ha come missione quella di migliorare le condizioni di vita dei bambini delle regioni più povere del mondo, attraverso l’educazione, l’assistenza sanitaria e il supporto all’intera comunità. Vital Italy è una delle poche onlus al mondo a garantire che il 100% delle donazioni ricevute vadano direttamente ai bambini. Tutti i costi amministrativi e operativi dell’organizzazione, infatti, vengono coperti dai soci in prima persona.

Per iscrizioni ed ulteriori informazioni è possibile visitare il sito www.vital-italy.org o scrivere un’e-mail a allegra@vital-italy.org

Giornata Nazionale A.I.D.O.,festa a Concorezzo

FESTA PER IL XXX° DELL’A.I.D.O. DI CONCOREZZO
Domenica 14 0ttobre i volontari A.I.D.O. di Concorezzo festeggeranno il 30° anniversario
di fondazione del Gruppo Comunale nell’Aula di rappresentanza del Palazzo Comunale.
La manifestazione, che sarà in concomitanza dei festeggiamenti per il 40° anniversario
della Sezione Comunale A.V.I.S. locale, inizierà nella mattinata alle ore 9,30 con il corteo
che sfilerà nelle vie cittadine fino al Cimitero, dove verrà posta una corona di fiori alla
Targa messa in ricordo dei Donatori di organi, tessuti e sangue defunti.
Seguirà poi alle 10.30 una Messa solenne nella Chiesa Parrocchiale cittadina officiata
dal Parroco in memoria dei donatori defunti, alla quale seguirà infine, alla presenza delle
Autorità cittadine, la cerimonia nell’Aula di rappresentanza del Palazzo Comunale durante
la quale verrà consegnato un riconoscimento ai familiari dei donatori
Un’occasione in più per il responsabile cittadino Alfio Bertola ed i suoi volontari per
diffondere la cultura della donazione fra i concittadini, di dare informazioni sui prelievi e
sui trapianti agli interessati, di raccogliere le dichiarazioni di volontà a donare gli organi
ed i tessuti dopo la morte ed accettare offerte per aiutare l’Associazione a diffondere
ulteriormente la cultura della donazione.
Saranno presenti alla manifestazione il Sindaco di Concorezzo Riccardo Borgonovo,
l’Assessore ai Servizi alla Persona Piergiorgio Bormioli, il Consigliere Regionale A.I.D.O.
della Lombardia Lucio D’Atri, il Vice Presidente A.I.D.O. Provinciale di Monza e Brianza
Antonio Biondo nonché il Presidente del Gruppo Sovracomunale A.I.D.O. di Vimercate
Fausto Scaccabarozzi insieme ai rappresentanti di molti Gruppi Comunali A.I.D.O. ed
A.V.I.S. della Brianza con i loro labari.

PANATHLON MB CON SPECIAL OLYMPICS

 

I Giochi di Special Olympics, che tornano a Monza dopo due anni, si sono avvalsi, fra gli altri, del patrocinio del nostro club.

 

Lo ha dichiarato la presidente Franca Casati aderendo alla richiesta della socia Anna Biraghi (già vicepresidente del Circolo Tennis Monza) al termine della conviviale di giovedi 13 settembre. Il marchio del nostro club è stato  quindi inserito ufficialmente nelle pubbliche comunicazioni di questo importante evento.

Il coordinamento della manifestazione, che ha visto a Monza una dozzina di delegazioni tra cui una ungherese, è stato efficacemente curato da Carlo Lazzarini (Special Olympics Lombardia).

I giochi si sono stavolta limitati al tennis e si sono svolti sabato 22 e domenica 23 sulla terra rossa del Circolo Tennis Monza (Parco), la cerimonia inaugurale si era tenuta invece nel tardo pomeriggio di venerdi 21 settembre in piazza Trento e Trieste a Monza, davanti al municipio; a condurla il panathleta  Gianmaria Italia che bissa così la sua collaborazione di due anni fa in autodromo.

Erano presenti, oltre al presidente della Provincia Dario Allevi  e al sindaco di Monza Roberto Scanagatti (che aveva dichiarato aperti i Giochi), il console d’Ungheria Manno Istvan.

Ecco alcune foto del  2010- 2012

 

la notizia sul sito Panathlon

 

la 5° giornata nazionale SLA In più di 100 piazze italiane

In occasione della quinta Giornata nazionale dedicata alla Sclerosi Laterale Amiotrofica il 7 ottobre AISLA Onlus sarà presente in oltre 100 piazze italiane per raccogliere fondi a favore di un progetto di counselling per le famiglie di pazienti SLA.
Dal 30 settembre al 14 ottobre parte l’SMS solidale da fisso e cellulare al 45505.

Milano, 27 settembre 2012 - Il 7 ottobre si celebra in oltre 100 piazze italiane la Giornata Nazionale dedicata alla SLA, promossa da AISLA Onlus in ricordo del primo sit-in dei malati a Roma nel 2006 in cui vennero avanzate al Ministero della salute precise richieste per la difesa della cura e dell’assistenza ai malati di SLA.
AISLA Onlus sarà presente grazie a centinaia di volontari per promuovere la campagna di sensibilizzazione e di raccolta fondi “Quello buono” sostiene la ricerca a favore di un progetto di counselling rivolto alle famiglie di pazienti SLA.
Dal 30 settembre al 14 ottobre, inoltre, con un SMS solidale o con una chiamata del valore di 2 o 5 euro al 45505 sarà possibile dare un ulteriore contributo.
La giornata è alla sua quinta edizione e ha ricevuto l’alto patronato del Presidente della Repubblica e il patrocinio della Associazione Nazionale Comuni Italiani ed è in collaborazione con la Camera di Commercio di Asti, Provincia di Asti, Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, Consorzio Tutela Vini di Asti e del Monferrato e con il patrocinio del Comune di Milano.

In Lombardia Aisla Onlus sarà presente in 17 piazze:

·      Asola (MN), piazza XX settembre
·      Bedizzole (BS), Località al mulino
·      Bornato (BS), sagrato Chiesa (29 e 30 Settembre)
·      Borno (BS), località Dassa “Edilpartì” (29 e 30 Settembre)
·      Brescia, Incrocio Corso Palestro – Corso Zanardelli (29 e 30 Settembre)
·      Breno (BS), Piazza principale
·      Brignano Gera D’Adda (BG), Palazzo Visconti via Vittorio Emanuele/via Dell’Innominato
·      Chiari (BS), Piazza principale
·      Como, Via Boldoni (Sabato 6 Ottobre)
·      Cremona, Ospedale di Cremona – atrio principale
·      Gallarate (VA), Piazza Libertà
·      Gravedona (Como) – Piazza Ciceri – Lungolago
·      Milano, Via Mercanti ang. Via del Gallo
·      Monza, Via Italia (di fronte alla Rinascente)
·      Solaro Villaggio Brollo (MI), Via Della Repubblica (di fronte alla chiesa della Madonna del Carmine)
·      Sondrio, Piazza Campello ingresso galleria Campello
·      Varese, Piazza Carducci


LA CAMPAGNA
“Quello buono” sostiene la ricerca
 è il titolo della campagna di Aisla che vede impegnati centinaia di volontari in oltre 100 piazze italiane, il doppio rispetto alla prima edizione del 2008. In ognuna di esse i volontari AISLA distribuiranno una bottiglia di vino Barbera d’Asti DOCGcreata per l’occasione in edizione limitata a fronte di un contributo di 10 euro e saranno a disposizione per fornire informazioni sull’attività dell’Associazione.

IL PROGETTO
I finanziamenti raccolti sosterranno uno studio biennale il cui obiettivo è elaborare un modello di counselling clinico-genetico specifico per il paziente con grave malattia neurodegenerativa come la SLA, non escludendo ulteriori possibili applicazioni ad altre malattie neuromuscolari. Inoltre, lo studio permetterà di aumentare e migliorare i dati clinici e genetici raccolti in un database dedicato utile per la ricerca delle correlazioni tra modalità di espressione della malattia (modalità di esordio, aggressività, velocità di progressione, tipo di diffusione, etc.) e i risultati genetici ottenuti. Il coordinamento del progetto sarà affidato a Massimo Corbo direttore clinico del Centro Clinico NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) presso l’Ospedale Niguarda Ca’ Granda, centro dedicato allo studio e alla cura delle Malattie Neuromuscolari.

L’SMS SOLIDALE
Il contributo sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari TIM, Vodafone, Wind, 3, PosteMobile, CoopVoce, Tiscali e Nòverca e di 2 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa TWT e di  2 o 5 euro per ciascuna chiamata fatta sempre al 45505 da rete fissa Telecom Italia, Infostrada, Fastweb e Tiscali.

Aggiornamenti su piazze e orari saranno disponibili dal 1 ottobre sul sito di AISLA  www.aisla.it

AISLA Onlus nasce nel 1983 con l’obiettivo di diventare il soggetto nazionale di riferimento per la tutela, l’assistenza e la cura dei malati di SLA, favorendo l’informazione, la ricerca e la formazione sulla malattia e stimolando le strutture competenti a una presa in carico adeguata e qualificata dei malati.
L’Associazione attualmente conta 60 rappresentanze territoriali in 19 regioni italiane e circa 1600 soci grazie al lavoro di oltre 100 volontari e di 7 collaboratori.

 

CAM: “Stress ossidativo e invecchiamento: dalla biologia alla clinica”

Monza, 18 settembre 2012 - Il CAM, Centro Analisi Monza, nell’ambito del progetto “Costruttori di salute” ha organizzato per mercoledì 26 settembre l’incontro “Stress ossidativo e invecchiamento: dalla biologia alla clinica”. Il convegno, che si terrà dalle ore 19.45 alle 21.00 presso il nuovo auditorium del CAM di Viale Elvezia, verterà su una tematica particolarmente attuale: le strategie per tenere in autosufficienza e in buona salute una popolazione che invecchia sempre più, a fronte di un Sistema Sanitario Nazionale concepito per curare adulti con malattie acute, non “ex-adulti” affetti da patologie connesse all’aging.

Proprio il 2012 è l’anno europeo dell’”invecchiamento attivo”, di cui si occupa la medicina antiaging, che si prefigge lo scopo di scoprire, prevenire, trattare e rallentare il declino dell’organismo umano. Le più recenti ricerche, condotte in ambiti medici differenti, concordano nell’individuarne la causa principale nello stress ossidativo e nel danno infiammatorio e funzionale. Per questo motivo il CAM ha deciso di organizzare un incontro dedicato a tale argomento, mettendo a confronto il Dr. Maurizio Biraghi, esperto di Medicina Integrata-Antiaging presso il CAM, il Dr. Ferruccio Cavanna, Responsabile Scientifico, Ricerca e Sviluppo presso il CAM, la Dr.ssa Maira Gironi, neurologa e consulente di ricerca presso il CAM e la Fondazione Don Gnocchi e il Dr. Alessandro Orlandini, specialista in Biochimica Clinica e Medicina Funzionale.

Ha dichiarato il Dr. Maurizio Biraghi: “Lo stress ossidativo è uno degli elementi fondamentali e più importanti dell’invecchiamento: passiamo la vita ossidandoci e, col tempo, il nostro composto cellulare si deteriora sempre più. Il nostro organismo produce delle tossine (i radicali liberi) che entro un certo limite riescono ad essere neutralizzate, oltre, invece, iniziano a diventare dannose. La loro produzione è legata non solo all’età, ma anche a fattori esterni quali lo stress, che può affrettare il processo di deterioramento generale. La medicina antiaging rivolge in modo particolare la sua attenzione alle sostanze antiossidanti, che possono essere di natura sia farmacologica, sia naturale, e studia le terapie con cui cercare di limitare lo stress ossidativo e, dunque, l’invecchiamento“.

Ha dichiarato la Dr.ssa Maira Gironi: “Il cervello è uno degli organi maggiormente soggetto allo stress ossidativo, a causa dell’alto consumo di ossigeno e delle scarse risorse antiossidanti. Questo determina una maggiore facilità del danneggiamento delle cellule e, col tempo, dei circuiti neuronali, un danno biologico che è spesso concausa di molte malattie neurodegenerative tipiche degli anziani (demenza vascolare, Parkinson, SLA,…). Altrettanto importante nella genesi di queste malattie è il ruolo svolto dall’infiammazione. Spesso la reazione infiammatoria (locale o sistemica) è la reazione al danno indotto dallo stress ossidativo, in molte situazioni, però, è un potenziale amplificatore dello stesso. Questo spiega perché spesso una terapia antiossidante divenga anche una terapia immunomodulante e, viceversa, perché una terapia antinfiammatoria possa spesso incrementare indirettamente il potenziale antiossidante. Indagare il fenomeno dello stress ossidativo correlato all’invecchiamento è dunque oggi fondamentale, soprattutto nell’ottica di uno studio di terapie che possa portare a potenziare le difese ossidanti nelle fasi precedenti al manifestarsi dei sintomi clinici“.

programma convegno 26 settembre 2012

 

22° Concorso Pianistico Internazionale ‘Rina Sala Gallo’

Monza 18 settembre 2012 – Sono 132 i giovani talenti del pianoforte iscritti alla 22esima edizione del Concorso Pianistico Internazionale “Rina Sala Gallo” in programma a Monza dal 28 settembre al  7 ottobre 2012 nella cornice del teatro Manzoni. L’evento di lunga e consolidata tradizione, è uno dei quattro concorsi pianistici italiani riconosciuti dalla Federazione Mondiale dei Concorsi Internazionali di Musica (FMCIM) di Ginevra, ed è ormai autorevolmente entrato fra le manifestazioni culturali di prestigio che il territorio di Monza e Brianza sa offrire.

Il concorso è organizzato dal “Comitato Concorso Pianistico Internazionale Rina Sala Gallo” composto, oltre che dagli enti promotori (Associazione Musicale “Rina Sala Gallo” e  Comune di Monza) anche dall’Associazione Amici dei Musei di Monza, dall’Associazione Promonza – IAT, dal Cenacolo dei Poeti di Monza e Brianza, da Confindustria Monza e Brianza, dalla Fondazione della Comunità di Monza e Brianza onlus, dai Rotary Club di Monza, Monza Est, Monza Ovest e dall’Università Popolare di Monza.

Per la prima volta quest’anno il Concorso ha ottenuto l’adesione del Presidente della Repubblica. Un riconoscimento ulteriore ad una manifestazione che è ormai parte della storia musicale del nostro Paese.

Entrando nel merito, i concorrenti hanno tutti un’età inferiore ai 31 anni (classe 1981), come da regolamento e arrivano da 34 Paesi del Mondo: da Stati dalla grande tradizione musicale come Italia, Germania, Francia e Russia a Paesi emergenti come Cina e Sud Corea. Il più giovane partecipante, classe 1995 ha 18 anni e proviene dalla Lettonia.

I candidati in gara si misureranno con quattro prove. Alla seconda saranno ammessi non più di dodici partecipanti, alla terza concorreranno non più di sei concorrenti, che accederanno alla possibilità di ricevere un rimborso dal Comitato promotore. I sei partecipanti non ammessi alla terza prova, riceveranno un rimborso di 250 euro, mentre i 3 non ammessi alla prova finale avranno un rimborso di 500 euro.

Novità assoluta di quest’anno sarà la partecipazione alla prova finale (quarta prova) dell’orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi. Il 6 ottobre saranno tre i pianisti a sfidarsi. Il montepremi totale in palio è di euro 32.500. Al vincitore sarà consegnato il premio “Città di Monza” di 15 mila euro offerto dal Comune, al secondo sarà assegnato il premio “Credito Artigiano” di 7.500 euro e al terzo il premio “Rotary Club Monza Est e Rotary Club Monza Ovest” di 5 mila euro. Fra i riconoscimenti ci sono anche una borsa di studio consegnata dall’Associazione Musicale “Rina Sala Gallo” abbinata al Premio Speciale del Pubblico e due premi speciali del valore totale di 3 mila euro, intitolati a Sirtori Bonetti e a D’Andria D’Eredità.

La qualità del Concorso Pianistico Internazionale “Rina Sala Gallo” è garantita dalla giuria che sarà presieduta dal Maestro Bruno Canino, concertista e docente di fama internazionale, e composta da valenti esponenti del pianismo e concertismo internazionale, i maestri: Rolf-Dieter Arens (Germania), Marcel Baudet (Olanda), Christian Debrus (Francia), Stefano Fiuzzi (Italia), John O’Conor (Irlanda) e Piercarlo Orizio (Italia).

 La direzione artistica è affidata dal 2008 al maestro Valerio Premuroso, concertista e docente del conservatorio di Milano. «Da sempre il concorso mira alla crescita dei talenti del pianismo internazionale e questo per loro è un palcoscenico importante, che permetterà di arricchirli sia professionalmente sia come esperienza di vita». Molti dei concorrenti sono infatti ospitati nelle case delle famiglie monzesi che si sono rese disponibili a far parte di questo progetto fatto di musica e scambi culturali.

Le iscrizioni si sono chiuse a fine maggio e ora si attende il via del concorso per la fine di settembre: il 27 di questo mese alle ore 17.30 presso Il Teatro Manzoni  ci sarà  il sorteggioche decreterà l’ordine di esibizione. Il 28 settembre, sempre al teatro Manzoni l’inizio con l’esecuzione della prima prova.

Come sempre il pubblico e i monzesi giocheranno un ruolo fondamentale per rendere grande l’evento in città. Il pubblico è invitato a seguire tutte le prove, il cui accesso è gratuito, e potrà assegnare una borsa di studio tramite votazione al finalista preferito. «Bisogna creare opportunità per presentare al pubblico la musica classica, ecco perché teniamo molto al concerto dei vincitori che si terrà domenica 7 ottobre alle ore 21», conclude il maestro Valerio Premuroso.

Un concorso che quest’anno si rinnova anche dal punto di vista della comunicazione con un nuovo logo e con la presenza nei social network più noti, Facebook e Twitter. Non solo, il 6 di ottobre la prova finale con orchestra sarà godibile in diretta anche online grazie allo streaming.  La serata di domenica 7 ottobre, quella del concerto con i vincitori, avrà una presentatrice d’eccezione: Lia Capizzi, conduttrice di Sky Sport 24.

Un modo nuovo, giovane, di dialogare a livello internazionale senza barriere.