CAM: “Stress ossidativo e invecchiamento: dalla biologia alla clinica”

Monza, 18 settembre 2012 - Il CAM, Centro Analisi Monza, nell’ambito del progetto “Costruttori di salute” ha organizzato per mercoledì 26 settembre l’incontro “Stress ossidativo e invecchiamento: dalla biologia alla clinica”. Il convegno, che si terrà dalle ore 19.45 alle 21.00 presso il nuovo auditorium del CAM di Viale Elvezia, verterà su una tematica particolarmente attuale: le strategie per tenere in autosufficienza e in buona salute una popolazione che invecchia sempre più, a fronte di un Sistema Sanitario Nazionale concepito per curare adulti con malattie acute, non “ex-adulti” affetti da patologie connesse all’aging.

Proprio il 2012 è l’anno europeo dell’”invecchiamento attivo”, di cui si occupa la medicina antiaging, che si prefigge lo scopo di scoprire, prevenire, trattare e rallentare il declino dell’organismo umano. Le più recenti ricerche, condotte in ambiti medici differenti, concordano nell’individuarne la causa principale nello stress ossidativo e nel danno infiammatorio e funzionale. Per questo motivo il CAM ha deciso di organizzare un incontro dedicato a tale argomento, mettendo a confronto il Dr. Maurizio Biraghi, esperto di Medicina Integrata-Antiaging presso il CAM, il Dr. Ferruccio Cavanna, Responsabile Scientifico, Ricerca e Sviluppo presso il CAM, la Dr.ssa Maira Gironi, neurologa e consulente di ricerca presso il CAM e la Fondazione Don Gnocchi e il Dr. Alessandro Orlandini, specialista in Biochimica Clinica e Medicina Funzionale.

Ha dichiarato il Dr. Maurizio Biraghi: “Lo stress ossidativo è uno degli elementi fondamentali e più importanti dell’invecchiamento: passiamo la vita ossidandoci e, col tempo, il nostro composto cellulare si deteriora sempre più. Il nostro organismo produce delle tossine (i radicali liberi) che entro un certo limite riescono ad essere neutralizzate, oltre, invece, iniziano a diventare dannose. La loro produzione è legata non solo all’età, ma anche a fattori esterni quali lo stress, che può affrettare il processo di deterioramento generale. La medicina antiaging rivolge in modo particolare la sua attenzione alle sostanze antiossidanti, che possono essere di natura sia farmacologica, sia naturale, e studia le terapie con cui cercare di limitare lo stress ossidativo e, dunque, l’invecchiamento“.

Ha dichiarato la Dr.ssa Maira Gironi: “Il cervello è uno degli organi maggiormente soggetto allo stress ossidativo, a causa dell’alto consumo di ossigeno e delle scarse risorse antiossidanti. Questo determina una maggiore facilità del danneggiamento delle cellule e, col tempo, dei circuiti neuronali, un danno biologico che è spesso concausa di molte malattie neurodegenerative tipiche degli anziani (demenza vascolare, Parkinson, SLA,…). Altrettanto importante nella genesi di queste malattie è il ruolo svolto dall’infiammazione. Spesso la reazione infiammatoria (locale o sistemica) è la reazione al danno indotto dallo stress ossidativo, in molte situazioni, però, è un potenziale amplificatore dello stesso. Questo spiega perché spesso una terapia antiossidante divenga anche una terapia immunomodulante e, viceversa, perché una terapia antinfiammatoria possa spesso incrementare indirettamente il potenziale antiossidante. Indagare il fenomeno dello stress ossidativo correlato all’invecchiamento è dunque oggi fondamentale, soprattutto nell’ottica di uno studio di terapie che possa portare a potenziare le difese ossidanti nelle fasi precedenti al manifestarsi dei sintomi clinici“.

programma convegno 26 settembre 2012

 

Sociale: Ottava Giornata Nazionale perAmore, per ABIO

Appuntamento in 5 Comuni della Brianza con i 600 volontari ABIO per i diritti dei bambini in ospedale

sabato 29 settembre I volontari ABIO Brianza porteranno in piazza il sorriso che ogni giorno regalano ai bambini e agli adolescenti in ospedale.


Presso le postazioni previste sarà possibile  conoscere l’Associazione e le sue iniziative,ascoltare le esperienze dei volontari attivi tutto l’anno nei reparti pediatrici degli ospedali brianzoli e approfondire insieme a loro la Carta dei Diritti dei Bambini e degli Adolescenti.

Per i bambini palloncini, giochi, sorrisi: una vera e propria festa dedicata alla solidarietà e al volontariato.

Tutti potranno sostenere ABIO Brianza con un’offerta e ricevere un cestino di pere, simbolo della Giornata, permettendo così all’ Associazione di realizzare corsi di formazione per introdurre nuovi volontari nei reparti pediatrici e garantire così una presenza qualificata e costante.

Queste le piazze dove ABIO Brianza sarà presente con i suoi volontari:

Monza- via Italia  e Centro Commerciale Auchan via Lario

Carate Brianza- Pzza IV Novembre- C.so Libertà e Centro Commerciale Conad v. Mascherpa

Cinisello Balsamo- Piazza Gramsci e Piazza Costa

Seregno- Piazza Italia

Vimercate- via Vittorio Emanuele e Centro Commerciale Torri Bianche

http://www.abiobrianza.org/click.asp?pagina=OTTAVA%20GN

ABIO Brianza, Associazione per il Bambino in Ospedale ONLUS, è stata fondata nel 1984 per promuovere

l’umanizzazione dell’ospedale. I volontari ABIO si occupano di sostenere e accogliere, in collaborazione con

medici e operatori sanitari, bambini e famiglie che entrano in contatto con la struttura ospedaliera.

www.abiobrianza.org

Visita Teatralizzata “IL SOLDATO, L’OSTE E IL GABELLIERE…

http://www.villeaperte.info/

Visita Teatralizzata “IL SOLDATO, L’OSTE E IL GABELLIERE: A SPASSO NEL MEDIOEVO” 30.09.12 Vimercate. Golden Ticket

L’associazione culturale Golden Ticket è lieta di partecipare all’iniziativa Ville Aperte in Brianza, presentando, in collaborazione con il MUST – Museo del Territorio di Vimercate, un’inedita visita teatralizzata attraverso un vero borgo medievale e accompagnando i visitatori con personaggi “reali” del XIV secolo.

Un soldato in divisa condurrà il gruppo durante il suo turno di ronda alla scoperta della chiesa-castello di Santo Stefano, dove incontrerà un giovane frescante che mostrerà le sue opere. I visitatori brinderanno poi con la moglie dell’oste nella fresca cantina della locanda più antica della città. Si proseguirà fra i vicoli del mercato fino a raggiungere il Ponte di San Rocco dove un gabelliere attenderà il gruppo.

Informazioni utili:
DATA: domenica 30 settembre 2012, dalle ore 10 alle 18
LUOGO: ritrovo nella corte d’onore di Villa Sottocasa in via Vittorio Emanuele 53 a
Vimercate
DURATA: 1 ora e 40 minuti. La prima visita partirà alle ore 10, l’ultima alle ore 18
COSTO: 7 euro (intero) – 5 euro (ridotto per under 15 e over 65) – gratis fino a 5
anni
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA su www.villeaperte.info o tel. 0396659488
Il pagamento della visita avverrà in loco. È necessario presentarsi 15 minuti prima
dell’orario scelto per la visita. I posti sono limitati: massimo 30 persone per turno.
In caso di maltempo, le visite si svolgeranno regolarmente. La visita non è
accessibile a persone con difficoltà motorie.
Per maggiori informazioni:
MUST: 039 6659488 – www.museomust.it – info@museomust.it
Golden Ticket – 348 3222137 – www.goldenticket.it – turismo@goldenticket.it
Per conoscere tutte le altre visite teatralizzate organizzate dall’Associazione
Golden Ticket: www.goldenticket.it/turismo

Una deroga per salvare la Provincia MB

ieri la sigla del dossier da presentare al CAL il 20 settembre. Pronta la delegazione MB 

Monza, 15 settembre 2012. E’ stato siglato ieri il documento che la delegazione MB si  prepara a consegnare al CAL il prossimo 20 settembre, durante l’audizione dedicata al  futuro della Provincia di Monza e Brianza.
La relazione illustra nel dettaglio gli indicatori economici che pongono la Brianza nelle  prime posizioni tra le Province italiane: in particolare, in base agli ultimi dati elaborati  dall’Atlante Statistico delle Province Italiane (CUSPI-UPI 2011), rispetto alle 36 Province  salve dopo il decreto governativo, la Brianza è la quinta Provincia per PIL prodotto,  con circa 25 miliardi di Euro all’anno ed è la quinta provincia italiana anche per tasso  di crescita delle imprese e per l’interscambio commerciale import/export con un  saldo positivo di 2.957.483.295 euro.
Due i primati assoluti della Brianza nel panorama nazionale: MB è la prima Provincia  italiana per attrattività insediativa del territorio, con una crescita della popolazione dal 1951 ad oggi del 215% ed è la prima Provincia italiana per depositi bancari con  somme depositate pari a 11.418.624.970 euro.
Questi dati consentono di ritenere che i criteri indicati nella proposta di riordino varata  dal Governo – popolazione superiore ai 350mila abitanti e territorio superiore a 2.500  Kmq – si rivelano del tutto “insufficienti a rappresentare l’unicità, la solidità e la storia  del territorio brianzolo”.
Nel testo si evidenzia, inoltre, che la Brianza contribuisce in modo rilevante ai risultati  di eccellenza raggiunti dal sistema produttivo ed economico del Paese, pertanto si ritiene che “la Provincia di Monza e Brianza possa esprimere, anche in futuro,  caratteristiche di autosufficienza tali da legittimarne un’autonoma esistenza”.
Ciò anche alla luce della consolidata propensione dell’apparato pubblico locale a
lavorare nel pieno rispetto dei criteri di virtuosità ed efficienza: un aspetto ampiamente  dimostrato per la Provincia MB, che con i suoi 320 dipendenti ha un rapporto  dipendente/abitante pari a 1/2628, rispetto ad una media lombarda di 1/1508 e ad una nazionale di 1/900.
Il documento si conclude confermando l’utilità di avere un Ente Intermedio in grado di intercettare i bisogni del territorio e coordinarne le politiche evolutive di sviluppo, pertanto viene espressa una “ferma, documentata e convinta richiesta di deroga finalizzata al mantenimento dell’autonomia della Provincia di Monza e della Brianza”.
Hanno condiviso i contenuti del dossier, siglando la relativa lettera di accompagnamento che il Presidente Allevi consegnerà al CAL: il Sindaco di Monza, la Camera di Commercio di Monza e Brianza, Confindustria MB, APA Confartigianato MB, l’Unione Artigiani MB, l’Unione Commercianti di Monza e Circondario, Compagnia delle Opere MB, Fondazione di Comunità MB, i Segretari delle Organizzazioni Sindacali CGIL e CISL.
Hanno firmato inoltre: il Senatore Alfredo Mantica, l’Onorevole Fabio Meroni e i
Consiglieri Regionali Stefano Carugo, Antonio Romeo e Massimiliano Romeo. In
chiusura le firme di Pierfranco Bertazzini e Luigi Moretti, storici componenti del
Comitato “Pro Brianza Provincia”.

Monza: CONSEGNA DEL NOBEL A GRAZIA DELEDDA 1927-2012

CELEBRATO A MONZA L’OTTANTACINQUESIMO ANNIVERSARIO DELLA CONSEGNA DEL NOBEL A GRAZIA DELEDDA 1927-2012

E’ sempre una grande emozione sentir parlare di Grazia Deledda e della sua vita di scrittrice sarda insignita del Premio Nobel per la letteratura ottanta cinque anni fa.

L’iniziativa culturale,organizzata dal Circolo Culturale Sardegna di Monza-Concorezzo – Vimercate,in collaborazione con il Comune di Monza – Assessorato alla Cultura,era inserita nelle decine di iniziative della Sagra di San Giovanni Patrono di Monza e godeva anche del Patrocinio della Regione Sardegna – Assessorato del lavoro, della Provincia di Monza e Brianza e della FASI,ed è stata realizzata nel pomeriggio di Sabato 23 Giugno nella Prestigiosa Sala Maddalena,alla presenza della Cittadinanza di Monza e dei Soci.

Ottimi e di grande pregio,gli interventi dei relatori che hanno ricordato la scrittrice sarda.

Il Prof. Pier Franco Bertazzini,già Preside di un Liceo Monzese,già Assessore alla Cultura del Comune di Monza e già Sindaco del Comune di Monza,ha ricordato Grazia Deledda,dicendo che lui giovane studente,il 15 agosto del 1936,senti per la prima volta il Nome di Grazia Deledda alla Radio EIAR,che annunciava la sua scomparsa.

Da li poi ad elencare tante sue opere,con una lucidità sorprendente,tra gli applausi del pubblico.Da Cenere a la Madre,da Canne al vento a Marianna Sirca a Colombi e sparvieri.

E’ molto suggestivo,sentire come gli anziani si ricordino di Grazia Deledda,mentre nei giovani è quasi totalmente sconosciuta……durante la distribuzione dei mille inviti,molti giovani chiedevano “…ma chi è Grazia Deledda?….è forse quella giovane sarda volontaria che hanno rapito in Algeria?…..facendo confusione con Rossella Urru.D’altronde,c’era da aspettarselo,dopo che sia Grazia Deledda,sia Teodolinda Regina di Monza e dei Longobardi,sono state quasi tolte dai libri di scuola…Sarebbe auspicabile che le istituzioni,facessero pressione verso la commissione cultura del Parlamento Italiano,affinchè queste due celebri donne,che tanto lustro hanno dato alla propria terra di Sardegna e Lombardia,venissero reinserite nei testi scolastici,al fine di poter essere studiate e conosciute, dalle nuove generazioni….e non spariscano del tutto dai libri di testo.

Il Professor Francesco Dettori,Docente di Letteratura Italiana nei licei Milanesi,nativo di Tres Nuraghes in provincia di Oristano,ha sottolineato questa mancanza di conoscenza,tra gli studenti,ma anche nei giovani docenti ed ha proposto di organizzare un convegno ad hoc tra docenti e studenti delle scuole,dal quale potrebbero scaturire preziose proposte in merito,per onorare al meglio,sia Grazia Deledda,sia Teodolinda o altri scrittori dimenticati.

Bello e appassionato l’intervento di Neria De Giovanni,che ha scritto ben 11 libri su Grazia Deledda ed ha citato numerosi anedotti,sconosciuti della vita di G.D. Come quando ricevuta da Mussolini dopo il Nobel,il Duce le chiese cosa poteva fare per ringraziarla.Grazia Deledda non esitò e chiese la liberazione di un prigioniero politico sardo.Cosa che fecero ma poi le chiesero subito cosa avrebbe potuto fare per il fascio.Lei rispose che non poteva fare niente in quanto la cultura non è al servizio della politica,ma è neutra.Di li a poco girò una velina con l’ordine di non esporre i suoi libri. Neria De Giovanni è nata a Sestri Levante, è giornalista, dirige ad Alghero, il periodico di cultura Salpare e le collane della Casa editrice Nemapress. Presidentessa dell’ Associazione internazionale dei critici letterari, con sede a Parigi. Coordinatrice europea e referente per l’Italia della Rete europea F.A.M. (Femme Arts Mediterranèe) con sede in Grecia. Esperta della Unione Europea per il settore della nuova tecnologia della comunicazione. Tiene seminari e conferenze presso istituti di cultura e Università straniere. È ideatrice e conduttrice del Premio nazionale di letteratura e giornalismo “Alghero donna”, e presidentessa della giuria del Premio “Donna – Città di Martina”. Ha ideato e condotto rassegne culturali di successo come “Incontriamo le scrittrici” in Campidoglio a Roma, “La scrittura nel cassetto” con la Commissione parità della regione Molise; “Scrittori sardi a Milano”. Grazie Neria,siamo orgogliosi di averti a Monza,per ricordare assieme questa nostra conterranea sarda,che tra l’altro ci ha lasciato un prezioso insegnamento,quello di impegnarci per fare del bene alla propria terra di origine e alla Terra ospitante,sia la Sardegna,sia la Lombardia,sia le altre Regioni.

Il neo Assessore alla Cultura del Comune di Monza Francesca Dell’Aquila,ha portato i saluti suoi e del nuovo Sindaco Roberto Scanagatti e si è promessa in un prossimo incontro di continuare a programmare gli scambi culturali e d’amicizia tra Monza,la Brianza- Lombardia e la Sardegna,anche per il prossimo anno.Vorremo proporre come Circolo Sardegna di Monza,una mostra del Comune di Galtellì e una conferenza,su Grazia Deledda in Lombardia e in Sardegna,per celebrare i 100 anni del libro Canne al Vento,di Grazia Deledda, scritto nel 1913 e che fu insignito del Premio Nobel per la letteratura dall’Accademia Svedese,ricevendo la preziosa onorificenza dal re di Svezia il 10 Dicembre 1927.

A conclusione il Presidente del Circolo Sardegna Salvatore Carta ha consegnato ai relatori e all’Assessore alla Cultura una pergamena di benemerenza a ricordo dell’iniziativa.

Ringraziamo inoltre anche la giunta di Monza uscente con il Sindaco Marco Mariani e gli Assessori alla cultura Prof. Alfonso Di Lio e Andrea Arbizzoni ,Assessore al Turismo,nonchè il Presidente della circoscrizione 3 di Monza Pietro Zonca,per le preziose iniziative realizzate insieme e con il loro patrocinio in questi 5 anni passati e che si possono vedere nel sito

www.circolosardegna.brianzaest.it – Grazie per l’attenzione e cordiali saluti,dal Circolo Culturale Sardegna di Monza – Concorezzo – Vimercate – Tel. 3389504767