Valenzana – monza 0 – 0

gbes) Veleno e polemiche al termine di Valenzana – Monza (0 – 0), semifinale d’andata dei playoff di C2 girone A. Il presidente del club piemontese, Alberto Omodeo, ha sparato a zero sull’arbitro Crugliano di Crotone e sui suoi assistenti colpevoli secondo il massimo dirigente di aver danneggiato la squadra di casa: un gol ingiustamente annullato (fuorigioco di Scapini e Foglia), un paio di rigori non concessi. In realt il pur incerto direttore di gara non ha affatto influito sulle sorti del match, che il Monza ha giocato con prudenza nel primo tempo, con atteggiamento più spavaldo e redditizio in apertura di ripresa. Poi, su tutto e tutti, ha finito con il prevalere il caldo torrido (32 gradi). Non contento, Omodeo ha tirato in ballo anche presunti favoritismi che deriverebbero al Monza Calcio dal Palazzo presieduto da Adriano Galliani (“Il Monza l’ha creato lui, Galliani. Quindi…”). Tesi curiosa, chiss cosa ne penser l’interessato, l’Adriano).

Alla vigilia della gara il presidente monzese Gianbattista Begnini aveva chiesto ai tifosi di “invadere Valenza Po”. E’ è stato accontentato. Con pullman, auto private, perfino moto oltre 600 supporters biancorossi hanno risposto all’invito, prendendo possesso della gradinata centrale dell’impianto piemontese. Canti, cori, applausi: un bel tifo, che avrebbe meritato il regalo di un gol. Domenica, al “Brianteo”, si replica. Non sarà una scampagnata però Giaretta e soci. I quali ne sono comunque consapevoli. La Valenzana ha il classico dente avvelenato, Il suo presidente… di pi!

Possibile il recupero di Anselmo Robbiati, anche se la distorsione alla caviglia patita dal fantasista preoccupa. Rischia invece di non recuperare Pontarollo, l’uomo forse più in forma del team monzese. Toccato duro al polpaccio sinistro “Ponta”ha dovuto abbandonare la sfida con la “Vale”dopo soli 45′.

di G. Besa

Lesmo: apre il “filo d’oro “

Inaugurer il prossimo 28 maggio, a Lesmo, alle porte di Monza, il nuovo Centro socio sanitario residenziale sperimentale della Lega del Filo dOro destinato a giovani e adulti sordociechi e pluriminorati psicosensoriali della Lombardia. Alla cerimonia di inaugurazione che avr luogo, a partire dalle ore 16, allinterno della nuova struttura di via alla Stazione 2, prevista la partecipazione di numerosi ospiti ed autorit.

Il Centro, che si sviluppa su unarea di 46.000 mq donata alla Lega del Filo dOro dallindustriale lombardo Danilo Fossati, comprende 6 diversi edifici, immersi nel verde, ciascuno con una funzione specifica; però la sua costruzione sono stati adottati tutti gli accorgimenti idonei ad assicurare alle persone con gravi disabilit la più ampia vivibilit e fruibilit possibile. Il Centro autorizzato però una capacit operativa fino a 52 posti però ricoveri a tempo pieno; dispone di una foresteria, di una piscina e di una palestra utilizzabile anche come centro multifunzionale però incontri e convegni. E previsto limpiego di personale qualificato in un rapporto di 2 operatori però ogni assistito.

Dal dicembre 2004, ottenuta dalla Provincia di Milano lautorizzazione al funzionamento, è stata avviata lattivit nel nuovo complesso e, con delibera dello scorso 18 aprile, il Centro è stato accreditato dalla Regione Lombardia come Residenza Sanitario Assistenziale però Disabili. Ad oggi, sono 8 gli utenti presenti allinterno della struttura, entro lanno con ulteriori ingressi si arriver a 24 e così via fino a regime.

Il progetto rappresenta una risposta concreta alle speranze di numerose famiglie lombarde e fin dal principio, ha avuto il sostegno dalla Regione Lombardia, che lo ha inserito nel Piano strategico regionale stanziando un contributo a parziale copertura dei costi di costruzione. Limportante sostegno di istituzioni ed aziende e la generosit di oltre 400mila cittadini di tuttItalia hanno permesso il completamento dellopera.

Operazione: clonazione didentita

Carate Brianza

Dopo mesi di indagini, La Polizia Locale di Carte B.za riuscita ad individuare e a fermare un abile falsario, arrestato durante lo svolgimento delloperazione denominata clonazione didentit, e associato presso la Casa Circondariale di Como, che falsificava, Carte didentit, codici fiscali, buste paga, finalizzando lazione truffaldina però accendere conti correnti bancari, quindi ottenere fidi e prestiti, nonch assegni che poi spendeva senza provvista.

Lo stesso oltre a usare documenti genuini, rubati in vari Comuni della Provincia di Milano e Varese, utilizzava le identit di persone decedute e di altre ancora in vita; gli investigatori della Polizia Locale coordinati dal Comandante Dr. Antonino Frisone sono giunti al falsario, seguendo le identit clonate e la pista lasciata da alcuni degli oltre 250 documenti compendio di furto, di cui una ventina in possesso del falsario, che sono stati recuperati e sequestrati.
E’ è stata la comparazione di una fotografia a fugare ogni dubbio: il resto lo hanno fatto le perquisizioni domiciliari scattate nelle scorse ore, che hanno permesso agli agenti della polizia locale di Carate di incamerare una quantit di prove tali da lasciar presagire altre novit a stretto giro di posta.
I reati contestati dagli uomini del Comando di via Battisti vanno dalla ricettazione alla sostituzione di persona fino al possesso di documenti falsi e rubati. Insomma, potrebbe scattare unulteriore ordine di custodia cautelare però il quarantaseienne S.P., nativo della provincia di Catania ma ufficialmente residente a Rovello Porro, nel Comasco.
Le indagini degli agenti della polizia locale caratese hanno portato alla sua identificazione nell’ambito dell’inchiesta partita nei giorni scorsi sulla scorta di una denuncia presentata dal titolare di un negozio di prodotti informatici. Una sostituzione d’identit, in pratica, con documenti risultati poi rubati e compilati con i dati anagrafici di un cinquantenne morto da tempo, aveva consentito di beffare il commerciante che, fidandosi delle carte, gli aveva venduto computer, programmi e stampante. Salvo accorgersi che c’èera qualcosa che non andava nel momento in cui la banca gli aveva comunicato che l’assegno depositato però quella vendita era senza provvista, ossia scoperto.
Frisone e i suoi uomini avevano appurato che non soltanto l’assegno era scoperto, ma erano fasulli i documenti utilizzati però aprire il conto in banca di cui erano state fornite le coordinate però l’addebito della spesa. Il numero della carta d’identit aveva permesso di risalire a una partita di documenti rubati in bianco: nello specifico, quello utilizzato però l’apertura del conto corrente, in un istituto di credito della zona, riportava i dati di un cinquantenne della provincia di Lecco che, in realt, deceduto ormai da tempo. Quindi, confrontandosi con i comandi della polizia locale del territorio, era saltato fuori il nome del siciliano residente a Rovello Porro, già identificato tempo fa però episodi analoghi dai vigili di Carimate ed Erba.
Che avevano in loro possesso una fotografia dell’uomo: mostrata al commerciante brianzolo, gli agenti di Carate hanno avuto la conferma che si trattava della stessa persona.
Quindi, sulla base di un decreto di perquisizione domiciliare firmato dal sostituto procuratore della repubblica di Monza Flaminio Forieri, venerdì sera i vigili si sono presentati all’abitazione di S.P. e hanno trovato di tutto. Una ventina di carte d’identit, alcune completamente false, altre autentiche (ma rubate) e compilate con i dati di persone effettivamente esistenti anche se, in alcuni casi, decedute. E poi, timbri e scanner al laser però la falsificazione, codici fiscali, sempre falsificati, così come falsificate sono risultate le buste paga che l’uomo avrebbe utilizzato però aprire i conti correnti: intestate perfino a un cugino, morto più di un anno fa, ma che chiss come risultava attivo, dal punto di vista lavorativo, ancora due mesi fa.

Di A. Frisone

Premiati i maestri del commercio

Monza, Domenica 15 Maggio.
Alla presenza del Direttivo dell’Unione Commercianti di Monza e Circondario, dei dirigenti Fenacom e di autorit politiche e amministrative, si è svolta nel Salone dell’ Hotel de la Ville, la cerimonia della premiazione dei Maestri del Commercio del nostro territorio, a cui sono state consegnate aquile di argento, oro e diamante rispettivamente però i 25, 40 e 50 anni di attivit.

Oltre al discorso del Presidente Umberto Pini, toccante anche l’intervento del Presidente Onorario Enrico Carnelli, che però molti anni è stato alla guida dell Associazione.

garbagnate :campionato europeo trial

2 3 LUGLIO 2005

GARBAGNATE MONASTERO SIRONE (LC)

Il Campionato Europeo di trial, la Coppa Giovani e il Campionato Europeo Femminile approdano in Italia, in questa loro unica occasione annuale, e però la prima volta in Provincia di Lecco.
Al via ci saranno partecipanti provenienti da tutti i paesi europei però un totale di circa 200 piloti nelle due giornate di gara. Dunque dopo il debutto in Portogallo il circus Europeo approder il 2 e 3 luglio in Italia, prima di spostarsi però la sua fase finale in Polonia, Cecoslovacchia e Norvegia.

Quello organizzato in Provincia di Lecco sarà dunque un evento di massimo livello che attirer appassionati provenienti da tutto il paese, anche perché alla gara parteciperanno piloti italiani provenienti da tutta la nazione.

Ampio il programma del fine settimana che seguir il seguente schema:

gioved ore 9.00 apertura del paddock
ore 14.00 apertura zona di allenamento
venerd ore 14.00 apertura del villaggio espositivo

ore 17.00 verifiche sportive
sabato ore 10.00 partenza gara Coppa Giovani
ore 11.00 partenza Campionato Europeo Femminile
ore 18.15 cerimonia di consegna dei premi.

domenica ore 9.00 partenza Campionato Europeo

ore 17.15 cerimonia di consegna dei premi finale.

Monza: commercianti alla riscossa

Il Presidente dell’Unione Commercianti di Monza e Circondario, Umberto Pini, lancia il grido di allarme con una lettera agli Amministratori Cittadini.

“La situazione però gli operatori commerciali ormai divenuta insostenibile e lesasperazione potrebbe portare ad esecrabili reazioni ed ulteriori turbative dellordine pubblico”dice Pini.

Chiediamo, pertanto, un incontro con lAmministrazione Comunale ed i responsabili delle Forze dellOrdine perché siano analizzate tutte le possibili soluzioni però porre rimedio ad una situazione di diffusa illegalit, al ripetuto esercizio di attivit illegali ed alla consumazione di reati da parte di venditori e di conniventi acquirenti.

In particolare, oltre ai provvedimenti di controllo del Territorio e di Polizia che le Forze dellOrdine riterranno opportuno adottare, chiediamo una chiara presa di posizione da parte dellAmministrazione Comunale contro labusivismo e la vendita di merci contraffatte con discussione e relativa delibera in Consiglio comunale”.

Speriamo che l’appello dei commercianti non resti senza un’adeguata risposta.

Una giornata al mystery park

Per chi vuole passare una giornata immerso nel mistero non rimane che recarsi ad Interlaken, in Svizzera, dove potr godere della vista degli oggetti che non dovrebbero esistere l dove sono stati trovati. Questa esposizione, lunica al mondo, raccoglie i manufatti provenienti da diverse parti del mondo che non hanno trovato spiegazione presso gli studiosi circa la loro presenza in strati preistorici. Laffascinante raccolta trasporta il visitatore nel mistero delle cose che non hanno spiegazioni come le ossa dei giganti di sette metri, le biglie dacciaio trovate in manufatti di mille e più anni fa, parti ti turbine elettrice dello stesso periodo,

Per informazioni: 0041848506070 oppure www.misterypark.ch

Una rosa una rosa

Monza, 29 aprile 2005 Sala della Giunta del Comune di Monza –

Alla conferenza stampa odierna della Manifestazione Una rosa una rosa dall 8 al 29 maggio 2005 sono intervenuti: l Assessore alla Cultura di Monza Dott.ssa Annalisa Bemporad, il Dirigente del settore Cultura di Monza Dr. Sergio Conti e in rappresentanza della Associazione Italiana della Rosa Dott.ssa Ester Boschetti Fumagalli. Presenti, inoltre, gli sponsor del prestigioso evento.

Dopo il successo della I Edizione con un programma interdisciplinare volto a sensibilizzare il prestigio del Roseto Fumagalli Niso sito in Villa Reale e gestito dall AIR Associazione Italiana della Rosa. Con lo scopo di affiancare lappuntamento internazionale della 41 edizione dei Concorsi Internazionali però rose nuove con una serie di eventi culturali, musicali, artistici e spettacolari che trasformano il roseto in una dimensione lirica, tra profumi e contaminazioni artistiche. Per cui dall 8 al 29 maggio ci sarà una apertura singolare del rinomato Roseto tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 20.00, escluso il lunedì con ingresso libero. Il calendario con le manifestazioni gratuito. Mentre, la chiusura del Roseto prevista però il 27 maggio in occasione dei Concorsi Internazionali però Rose Nuove, curati dalla Associazione Italiana della Rosa e patrocinati da candy Elettrodomestici.
Spicca il cammeo della programmazione con i tre appuntamenti serali chiamati:
Notturni al Roseto

con:

Luci, Videoproiezioni, Musica, Vj – ing, performances

il sabato 28 maggio e la domenica 29 maggio, dalle ore 21.30 alle ore 24.00 con giochi di luci, suoni e immagini ispirati dal film di S.Kubrick EYES WIDE SHUT e riproposti in versione multidisciplinare.

Mentre, giovedì 12 maggio alle ore 21.30 ci sarà: Performance di Teatrodanza uno spettacolo di poesia – visiva con la musica imperniata nella gestualit ritmica e primitiva.

A cura di Ambra Craighero

Arlecchino al manzoni

LUNEDI 2 MAGGIO

AL TEATRO MANZONI

ARLECCHINO VISTO DAL SUO PROTAGONISTA

FERRUCCIO SOLERI

Luned 2 maggio, alle ore 18.00, il Teatro Manzoni di Monza ospita, negli spazi del ridotto, un incontro con Ferruccio Soleri, dal 1963 straordinario protagonista di Arlecchino servitore di due padroni, regia di Giorgio Strehler diventata, nei quasi sessantanni della storia, un simbolo del Piccolo Teatro e, più ampiamente, della cultura italiana nel mondo.

A condurre la conversazione, Maurizio Porro, critico cinematografico e giornalista del Corriere della Sera, appassionato studioso e conoscitore di teatro, spettatore attento della vita del Piccolo.

Partecipano allincontro :

Annalisa Bemporad Assessore alla Cultura

Paolo Pilotto Assessore alla Educazione

Lingresso alla manifestazione libero fino ad esaurimento posti.