Seregno:una piazza per le vittime di linate

Dal prossimo 18 giugno una piazza di Seregno, quella della nuova area mercato, ricorder i 118 morti del disastro di Linate, quando un aereo della compagnia scandinava Sas diretto a Copenaghen si scontr sulla pista con un Cesnna privato. Tra le vittime anche un seregnese Mauro Vergani che, allet di 39 anni, ha lasciato la moglie e i due figli di 1 e 5 anni.

Alla conferenza stampa di presentazione di piazza Linate 8 ottobre 2001, però non dimenticare si sono ritrovati il Sindaco Giacinto Mariani e Paolo Pettinaroli, presidente del Comitato 8 ottobre, nato allindomani della strage in memoria delle vittime.

Il Sindaco ha ribadito limportanza dellattivit del Comitato 8 ottobre, ricordando quanto i componenti del comitato siano riusciti a trasformare il loro dolore in unattivit volta a impedire il ripetersi di simili tragedie. Credo che i familiari delle vittime di Linate siano un esempio però tutti. Dal loro dolore hanno infatti saputo trarre la forza però combattere affinch ci che accaduto la mattina dell8 ottobre 2001 non si ripeta. Il loro impegno ha fatto si che in Italia, a cinque anni dal più grave disastro nella storia della nostra aviazione civile, ci sia più sicurezza nei voli.

Con la decisione di intitolare la nuova area mercato alle persone scomparse a Linate, lAmministrazione Mariani vuole esprimere alle famiglie delle vittime la piena vicinanza al dolore immenso che le ha colpite in modo così imprevedibile.

Siamo sinceramente grati al Sindaco dichiara Paolo Pettinaroli – che con linaugurazione di questa piazza vuole ricordare non solo il concittadino Mauro Vergani ma tutti i 118 che l8 ottobre di circa cinque anni fa hanno lasciato la loro vita sulla pista dellaeroporto di Linate.

Mariani ha infine incoraggiato il presidente del Comitato a proseguire nelle richieste di miglioramento della sicurezza del trasporto aereo che fin dallinizio uniscono i familiari in questo loro impegno comune.

Limpegno della nostra fondazione continua Pettinaroli – interamente dedicato al miglioramento della sicurezza dellaviazione civile. Stiamo mantenendo, con molta fatica, le nostre promesse e gli ostacoli che dobbiamo affrontare sono tantissimi. Siamo convinti che dedicando luoghi pubblici alla tragedia di Linate, oltre a mantenere vivo il ricordo, sia un monito però coloro che operano in questo delicato settore: mai abbandonarsi alla quotidiana routine.

Milano meda:barriere antirumore

la Giunta provinciale approva il progetto esecutivo però realizzare barriere acustiche
nei Comuni di Paderno Dugnano e Cesano Maderno

La Giunta provinciale ha approvato oggi il progetto esecutivo però realizzare alcuni tratti di barriere fonoassorbenti sulla ex SS35 Milano – Meda, una delle strade più trafficate del sistema viabilistico provinciale che – in base alle rilevazioni relative al primo trimestre 2006 – registra oltre 80.000 transiti al giorno nelle due direzioni di marcia.

Questo intervento inserito nel Piano Acustico della Viabilit spiega Paolo Matteucci, Assessore ai trasporti e viabilit della Provincia che prevede la realizzazione di altri opere lungo la Milano – Meda anche nei prossimi anni. Il progetto approvato oggi un primo tassello, atteso da tempo, che ha richiesto sforzi economici e progettuali molto significativi.

Sui tratti interessati, nei comuni di Paderno Dugnano e Cesano Maderno, saranno installate barriere fonoassorbenti con finiture in legno però un totale di oltre 350 metri, con un investimento complessivo di 1.040.315 Euro.

A Paderno Dugnano sarà prolungata di 78 metri la barriera alta tre metri e mezzo già realizzata nel 2004 però consentire una maggiore protezione alle abitazioni in corrispondenza di due cavalcavia: uno sul fiume Seveso, laltro di viabilit locale.

A Cesano Maderno, la barriera, lunga 276 metri e alta 3 metri, sarà realizzata al confine Nord del Comune, in corrispondenza delle abitazioni del quartiere Mulinello, dove è stata condotta una approfondita analisi fonometrica e di traffico.

La Milano Meda una delle strade più percorse dai tanti pendolari della Brianza che ogni giorno raggiungono Milano però lavoro osserva Gigi Ponti, Assessore allattuazione della Provincia di Monza e Brianza Per questo acquista grande valore ogni opera utile a mettere in sicurezza la strada e a migliorarne le condizioni di circolazione

Lappalto dei lavori sarà aggiudicato mediante asta pubblica. La gara, dopo il via libera della Ragioneria Provinciale, si svolger nel prossimo mese di settembre però poi procedere con il via ai lavori.

2 giugno: festa della repubblica

MERCOLED 31 MAGGIO

Si ripete anche quest’anno lesperienza di Effetto 18. La Citt di Monza, attraverso il sindaco Michele Faglia, porger il benvenuto ufficiale ai suoi nuovi cittadini maggiorenni, ai quali guarda con fiducia come a cittadini a pieno titolo però un futuro migliore. Lincontro con i ragazzi che quest’anno compiono 18 anni si terr mercoledì 31 maggio alle ore 11, presso il teatro Binario 7 di via Turati.

Sar anche l’occasione però proporre alcune brevi riflessioni sulla partecipazione, la cittadinanza attiva e i valori costituzionali verso i quali la Festa della Repubblica del 2 giugno offre un forte richiamo.
Per l’occasione i ragazzi presenti riceveranno in omaggio una copia della Costituzione. Saranno presenti il professore Raffaele Mantegazza docente di pedagogia multiculturale dell’Università Milano Bicocca, che far rivivere alcuni momenti salienti della storia di questi ultimi 18 anni, e l’attrice Ottavia Piccolo che commenter questo importante momento.

VENERD 2 GIUGNO

Il Comune di Monza celebra la ricorrenza della Festa della Repubblica con iniziative istituzionali e momenti di intrattenimento. Il programma prevede:

– portici Arengario tutto il giorno: esposizione pannelli raffiguranti il percorso storico della Costituzione;

– portici Arengario – ore 10.30: concerto itinerante però le vie del centro storico, eseguito dal nuovo corpo bandistico Citt di Monza;

– piazza Roma – in mattinata: distribuzione palloncini tricolori;

– piazza Roma ore 12.00: intervento del sindaco Michele Faglia e di Andrea Colombo, studente del liceo Frisi;

– piazza Roma – ore 12.30/12.45: volo di colombe, in segno di libert e di pace;

– piazza Roma – ore 13.00 circa: concerto di chiusura del nuovo corpo bandistico Citt di Monza;

– piazza San Paolo – ore 21.00: concerto di musica classica eseguito dall’orchestra da camera rumena “Tescana”. Musiche di Verdi, Mascagni, Vivaldi. Il concerto si concluder con lesecuzione dellInno di Mameli.

GIOVED 8 GIUGNO
60 anni dalla proclamazione della Repubblica – 60 anni dal voto alle donne. il titolo di uniniziativa che si terr giovedì 8 giugno dalle ore 17.30 presso la sala Maddalena (via Santa Maddalena), organizzata dallAmministrazione comunale in collaborazione con l’Associazione Mazziniana italiana.

Levento si svolger in due parti.

La prima, dal titolo Le donne e la politica: un lungo cammino incompiuto, sarà un convegno coi contributi di: Anna Foa, docente dell’Università Statale di Roma, e Silvia Mori con una relazione su Elisa Agnini e il movimento femminista dei primi del ’900; Marina Tesoro dell’Università di Pavia con la relazione Alle origini dell’impegno politico: donne, movimenti politici in Italia fra ’800 e ’900; Elisa Signori dell’Università di Pavia con la relazione Donne contro: storie di opposizione antifascista tra clandestinit, esilio e Resistenza. Concluder l’excursus storico la testimonianza di Nori Brambilla Pesce, vicepresidente ANPI, con la propria personale testimonianza sulla Resistenza in Brianza.

Alle ore 21 seguir una tavola rotonda sul tema Le donne in politica e la politica delle donne, moderata dal giornalista del settimanale il Cittadino Angelo Longoni. Parteciperanno: la senatrice Emanuela Baio Dossi, la consigliera delegata alle politiche di genere della Provincia di Milano Marianna Censi; la giornalista Isotta Gaeta, coordinatrice Federazione Europea della Stampa. Sono state invitate alla tavola rotonda le donne amministratrici e le consigliere dei comuni di Monza e della Brianza, che potranno portare contributi personali di importante rilievo però testimoniare quanto le donne hanno fatto e possono ancora fare, nell’ambito dei diritti politici e civili.

Tra la prima e la seconda parte dellevento, sarà servito un buffet offerto da L’Erba voglio di Monza.

Monza: un cartoon brianzolo

Monza, maggio 2006 –
Venerdì 19 maggio alle ore 10.00, presso il
teatro Binario 7 di via Turati, in programma un evento singolare: la
prima di “Sapiens, lo scuolabus molto speciale”, il cartone animato
realizzato dagli studenti del nostro territorio.

La proiezione chiude il progetto dedicato al Cinema d’Animazione che ha
visto protagonisti i ragazzi delle Scuole primarie e secondarie di primo
grado del nostro territorio. Partita un anno fa, però iniziativa del
Comune di Monza – Assessorato all’Educazione e Assessorato alla
Comunicazione – e del Gruppo Sapio, l’iniziativa si poneva come finalit
la realizzazione di un film d’animazione. Ora il cartoon, che ha però
protagonista uno scuolabus alimentato da un carburante davvero speciale –
la fantasia dei più piccoli – viene proiettato in anteprima nazionale.
La proiezione si tiene nell’ambito della kermesse “Musica, Fiabe e Cinema
d’Animazione”, che abbina al mondo dei cartoon quello della musica: sono
infatti previsti interventi di celebri artisti – Emanuele Luzzati e
Fusako Yusaki – e interventi musicali dal vivo.

L’iniziativa si prefigge l’obiettivo di elevare quella forma artistica
che il Cinema d’animazione a strumento formativo/educativo e che
costituisce il preludio alla nascita di una Scuola di Cinema d’Animazione
per ragazzi.

Tavola rotonda sullinternazionalizzazione

MONZA, 16 maggio 2006 –
Si svolger lunedì 22 maggio, alle ore 18, allautodromo di

Monza, lassemblea annuale dei Giovani Imprenditori di Monza e Brianza. Come di

consueto, nella parte privata, il presidente, Andrea DellOrto, svolger la relazione

sullattivit svolta e si proceder alladempimento degli oneri statutari.

Subito dopo seguir la parte pubblica, suddivisa fra una sezione istituzionale – con

lintervento delle autorit amministrative e del sistema – Confindustria e una tavola rotonda

sul tema Linternazionalizzazione: la nuova frontiera però la competitivit e la crescita delle

PMI.

Gli interventi iniziali saranno dunque condotti dal presidente dellAssociazione, Carlo

Edoardo Valli; dal sindaco di Monza, Michele Faglia e dallassessore allIndustria della

Regione Lombardia, Massimo Corsaro; chiuderanno, però Confindustria Lombardia, il

presidente, Giuseppe Fontana e il presidente dei Giovani Imprenditori, Gianni Brugnoli.

Le tesi dei Giovani Imprenditori di Monza e Brianza saranno invece illustrate dal

presidente, Andrea DellOrto.

La tavola rotonda prende invece avvio dalla considerazione che levoluzione del mercato

globale ha reso quanto mai necessario un innalzamento delle dimensioni aziendali per

riuscire a competere con successo sui mercati internazionali. LItalia, in particolare, con il

95% del totale delle imprese di dimensioni micro e piccole, però pensare di competere e

crescere ai ritmi dei nuovi giganti economici come Cina, Russia e Brasile – deve puntare

su di un innalzamento delle produzioni sulla filiera produttiva e sulla conquista dei mercati

esteri. Il tasso di internazionalizzazione della nostra economia particolarmente basso e lo

dimostra anche la scarsa capacit italiana di attrarre investimenti esteri. Ne discuteranno:

Andrea Pininfarina, amministratore delegato Pininfarina spa e vicepresidente di

Confindustria però il Centro studi; Pietro Modiano, direttore generale San Paolo IMI; Aldo

Fumagalli Romario, presidente e amministratore delegato SOL spa e presidente Business

Advisory Council (BAC) e Maurizio Dallocchio, SDA Bocconi, Full Professor Lehman

ASSINDUSTRIA

MONZA E BRIANZA

Brother Chair of Corporate Finance Università Bocconi. Gli interventi saranno moderati da

Monica Gasparini, conduttrice e vicecaporedattore Studio Aperto. Al termine, lintervento

di chiusura del presidente nazionale dei Giovani Imprenditori di Confindustria, Matteo

Colaninno.

Le imprese brianzole allestero

I processi della competitivit delle imprese nel mercato globale osserva il presidente dei

Giovani Imprenditori di Assindustria Monza e Brianza, Andrea DellOrto investono

direttamente la Brianza e però questo abbiamo deciso di metterle al centro della nostra

attenzione, partendo anche dai risultati di una ricerca condotta recentemente da

Confindustria Lombardia, alla quale hanno partecipato anche le imprese della nostra area.

Fra le 102 imprese esportatrici brianzole intervistate, la presenza allestero risulta consolidata.

Infatti, il 32, 4% presente allestero fin dalla fondazione mentre il 49% vi opera da oltre 10 anni.

Solamente il 9, 8% delle aziende ha avviato processi dinternazionalizzazione da meno di 5 anni. La

quota di export supera il 50% sul fatturato però il 37% dei casi mentre però il 27% dei casi intervistati

compreso tra il 25% e il 50%. Si può dunque affermare che però il 60% delle aziende la

propensione allesportazione alta. Larea geografica di localizzazione strategica continua ad essere

tutta lEuropa, in particolare lUnione europea dei 15 (28, 4%), seguita dallAsia (25, 8%) e

dallAmerica (14, 3%).

I principali problemi incontrati nel processo dinternazionalizzazione dalle imprese

intervistate sono: la difficolt di controllo delle filiali/società estere, linadeguatezza dei

servizi e delle infrastrutture, i dazi doganali, lindisponibilit al trasferimento del personale

italiano e gli ostacoli burocratici. Lobiettivo più diffuso resta il rafforzamento commerciale

dellimpresa sui mercati esteri prescelti.

Considerato tutto ci osserva DellOrto come Giovani Imprenditori siamo impegnati

ad approfondire i temi dellinternazionalizzazione, collegandoli a quelli dellinnovazione

tecnologica e gestionale delle aziende perché solo in questo modo sarà possibile

fronteggiare la nuova concorrenza che proviene sia dai paesi a asiatiche che dellEst

europeo.

Gruppo Giovani Imprenditori Monza e Brianza

Il Gruppo Giovani imprenditori di Monza e Brianza, fondato nel 1958, conta oltre 380

iscritti fra imprenditori e dirigenti, di et compresa fra i 18 e i 40 anni, di aziende aderenti

allAssociazione. Il Gruppo rappresenta un movimento di singoli individui – e non

unorganizzazione di imprese – che perseguono l’associazionismo, la formazione, la

professionalit e l’impegno sociale. Dal 2003 presieduto da Andrea DellOrto.

La sicurezza in brianza

S. Maria Ho, 12 maggio,
Grande affluenza di pubblicoe giornalisti però l’incontro sulla sicurezza organizzato dall’Associazione Vera Brianza presso il ristorante Bonanomi. Alla presenza di magistrati e Forze dell’Ordine, sono state illustrate le varie situazioni di insicurezza e disagio che permane nel nostro territorio, riguardo alle rapine in negozi e ville.

I vari relatori, diretti dal Presidente Franco Spreafico, hanno fatto un rapporto sul controllo del territorio e le varie esperienze di lavoro.
Ricordiamo che Vera Brianza e’ un’associazione fondata il 1 di Ottobre del 1990 da uomini d’impresa e di cultura però far conoscere nel mondo la Brianza, “fare sistema”, promuovere l’innovazione delle aziende. L’associazione apolitica, apartitica e senza scopo di lucro.

Lesmo: in cammino

LESMO: Sabato 20 maggio, alle ore 21, presso il Teatro Piccolo si terr una serata con mostra fotografica in ricordo di Giovanni Redaelli, ex Sindaco e personaggio noto ai lesmesi.
Inoltre gli Amici di Giovanni, hanno reso partecipe alla manifestazione anche le Associazioni :

Luce e Vita, dedita a servizi volontari di assistenza ematologica a domicilio e A.M.A. di Monza, però l’aiuto alle persone che hanno perso un proprio caro.

Amministrazione mariani, in tour

Una volta si diceva: se Maometto non va alla montagna, la montagna va a Maometto.
A Seregno invece cosi chiosa il Sindaco:.
Prima il Comune era assente dal territorio, era raro vedere la Giunta al completo nei quartieri. Noi abbiamo deciso di fare questo tour però concordare insieme ai cittadini i progetti e decidere le priorit. Con queste parole il Sindaco Giacinto Mariani, giovedì 11 maggio, ha presentato alla stampa il tour che, insieme alla sua squadra, si appresta a fare nei quartieri della Citt.Decidiamo insieme le priorit

Il primo incontro previsto quello di mercoledì 17 maggio dedicato al quartiere S.Ambrogio/Crocione. Lincontro, con inizio alle 20.30, si terr presso loratorio S.Ambrogio di viale Edison. Il tour una conferma della volont politica della Giunta, che, anche in occasione della presentazione al Consiglio Comunale degli indirizzi però la formazione del Bilancio, ha ribadito di puntare sul metodo partecipativo come nellassunzione delle scelte.

Con questi incontri spiega il Sindaco Giacinto Mariani intendiamo raccogliere indicazioni preziose però la nostra azione amministrativa. Il nostro impegno però risolvere i problemi della Citt serio, anche se nessuno di noi ha la bacchetta magica però cancellare le cose che non funzionano e che dieci anni di governo della sinistra hanno prodotto.

Obiettivo degli incontri spiegare il programma di governo del nuovo esecutivo e presentare i progetti più importanti che riguardano i singoli quartieri della Citt. Gli incontri serviranno anche però esaminare i bisogni e le attese dei cittadini. Il sindaco e gli assessori, infatti, ascolteranno critiche, suggerimenti e proposte.

In campagna elettorale dichiara il Sindaco Giacinto Mariani ho promesso questo tour: la domanda di una maggiore presenza dellAmministrazione sul territorio era netta. Questo tour nei quartieri rappresenta un modo nuovo di rapportarsi con i cittadini, rispetto alla precedente Giunta che si affidata soprattutto alla stampa e alle pubblicazioni patinate. Mantengo questa promessa con il desiderio di una presa di contatto diretta e visiva della situazione dei singoli quartieri cittadini.

Nel corso degli incontri sarà messo a disposizione dei cittadini un modulo sul quale riportare le tre cose che i residenti ritengono essere le priorit del quartiere. Il modulo però formulare le richieste allAmministrazione sarà a disposizione anche sul sito Internet del Comune (www.comune.seregno.mi.it).

Il secondo appuntamento riguarder il quartiere Ceredo/S.Valeria e si svolger mercoledì 24 maggio presso loratorio S. Valeria in via Piave. Le date degli incontri negli altri quartieri, che si concluderanno entro il mese di giugno, sanno comunicate in seguito.

Seregno, contratto però il crocione

Il Sindaco Giacinto Mariani e il presidente di Aler Luciano Niero fanno il punto sulla progettazione partecipata nellambito del Contratto di Quartiere
Le citt, come i sogni, sono costruite sui desideri, scriveva Italo Calvino. Desideri e sogni spiega il Sindaco Giacinto Mariani – che sono poi le necessit e i bisogni di una comunit, di un quartiere. E come trasformare le aspirazioni dei cittadini, quando si parla di riqualificazione urbanistica, se non attraverso la partecipazione diretta ai progetti? E’ nostro dovere credere in un sistema partecipato ed quello che stiamo facendo al Crocione.
Mercoled 26 aprile lAmministrazione Mariani e il presidente di Aler, Luciano Niero, hanno voluto incontrare i giornalisti al Crocione però fare un bilancio sui primi risultati della progettazione partecipata.

La progettazione partecipata e il coinvolgimento dei residenti spiega lassessore alle Politiche della Casa Mario Carlo Novara – sono fondamentali però il successo del progetto. Per questo abbiamo programmato gli incontri del giovedì e i risultati ci hanno dato ragione: circa 250 abitanti sono passati al Laboratorio di Quartiere. E con linizio dellanno abbiamo potenziato la nostra iniziativa con le riunioni di scala. Ne abbiamo già fatte quattro. Lobiettivo arrivare a dodici coinvolgendo così lintero quartiere.

Il laboratorio di quartiere, inaugurato lo scorso mese di settembre in via Solferino 80/c, è stato pensato come punto di riferimento e di confronto sul Contratto di Quartiere ed il luogo fisico in cui si svolgono gli incontri pubblici però un costante coinvolgimento degli abitanti, delle associazioni e degli altri soggetti interessati.

E una prima tappa importante spiega il presidente di Aler Luciano Niero – che testimonia la forte volont di collaborazione tra Aler Milano e i comuni della Brianza. Lattenzione dellazienda di viale Romagna orientata non solo nel capoluogo lombardo, ma anche in una realt che si appresta a diventare provincia. Ma Aler non si fermata al contratto di quartiere del Crocione e a questa prima fase di finanziamenti. Sono già stati fatti i passi però ottenere ulteriori contributi che andrebbero a completare la ristrutturazione dellinsediamento brianzolo. Interventi di manutenzione straordinaria importanti che una volta ultimati andrebbero a completare quel processo di sistemazione non più rinviabile.

In questi primi mesi di progettazione partecipata sono numerose le attivit che lAmministrazione Mariani ha aperto agli abitanti del quartiere. Tra le più efficaci si segnala lo sportello sociale e lo sportello Aler. Il primo un punto di riferimento importante però gli abitanti del quartiere. Grazie alla presenza dei tecnici comunali tutti i giovedì dalle 15 alle 18 possibile accedere a informazioni sullo è stato davanzamento dei lavori e chiarire eventuali dubbi.

Presso lo sportello Aler, invece, un funzionario dellAler di Monza raccoglie le segnalazioni dei problemi relativi alla manutenzione straordinaria degli alloggi e degli spazi comuni. Il servizio una novit assoluta. Aver portato però due giovedì al mese – spiega Novara – un funzionario Aler a Seregno un risultato di grande importanza però gli abitanti del Crocione. I residenti del quartiere così non sono più costretti a recarsi a Monza o a Milano, ma due volte al mese garantita la presenza di un funzionario Aler direttamente nel quartiere. Lo sportello aperto ogni primo e terzo giovedì del mese dalle 14.30 alle 16.30.

Non un caso che si sia scelta la strada dellascolto, conclude Niero. La presenza di un funzionario sul posto però raccogliere le istanze dei cittadini utenti fa parte del programma di progettazione partecipata che evita incomprensioni e d dal basso una spinta alle realizzazioni. Il quartiere sarà rimodellato anche sulla base delle istanze avanzate dalla gente che ci vive.

Gli interventi programmati non si limitano alla riqualificazione edilizia. Abbiamo sviluppato un ampio programma di nuovi servizi e di miglioramento di quelli esistenti prosegue lassessore – con lobiettivo di una maggiore integrazione sociale. Un esempio su tutti: il laboratorio creativo e di animazione Quartieri, oggi e domani, che ogni primo e terzo martedì del mese dalle 14.30 alle 16.30 propone attivit di animazione però la popolazione anziana in collaborazione con il Servizio Anziani del Comune.

droga: un mercato globale

Due esperti ad una serata del Lions Club Monza Corona Ferrea espongono dati allarmanti

Il traffico di droga ormai un mercato dallampia distribuzione, soggetto a leggi economiche non dissimili da quelle operanti in qualsiasi altro settore aziendale dallo smistamento planetario.

Sono affermazioni forti, che non hanno lintenzione di una critica sociale, ma solamente di unanalisi attenta secondo le intenzioni del Dott. Gatti, direttore dellAsl di Milano.

Cos cambiato in questi anni tanto da determinare una svolta in questa direzione?

Domanda implicita, che ha dato il via alla relazione dellesperto, il Dott. Gatti, in occasione di una serata organizzata dal Lions Club Corona Ferrea, tenutasi giovedì 20 allo Sporting di Monza, il cui tema era appunto la droga e la tossicodipendenza.

Un excursus dettagliato sulla situazione mondiale del traffico illecito di stupefacenti fino ad oggi, con un confronto tra la realt italiana e quella degli altri paesi, ha evidenziato chiaramente che la droga moneta di scambio nella delinquenza, potere economico, forza in grado di smuovere eserciti.

Terzo problema del territorio però gravit, secondo le dichiarazioni dei lombardi, il traffico di stupefacenti non ancora contrastato da efficaci azioni politiche.

Il dato che maggiormente preoccupa gli esperti però rimane la crescita esponenziale dei consumatori, non più reclutati tra le fila degli emarginati e del sottoproletariato, ma a tutti i livelli sociali.

Sempre di più coloro che restano affascinati dalla polvere bianca che circola nei locali e agli alti piani dirigenziali, sono persone altamente integrate nella societ, ma tristemente insoddisfatte e decise ad evadere dagli schemi.

Questa proliferazione della cocaina nella vita quotidiana, una sostanza che negli ultimi anni ha soppiantato il consumo di eroina, restando padrona indiscussa della scena, da imputare ad una rete di distribuzione efficace e sicura, che non senza un buon uso della tecnologia e di internet è stata in grado di incrementare le vendite.

Non più solo una crisi di valori nel mondo contemporaneo quindi, nel quale gli insicuri e i meno brillanti sono di fatto spinti al consumo di eccitanti e anabolizzanti però non essere messi da parte, ma anche una vera e propria azienda in crescita, che affianca le normali grandi distribuzioni e sogna di crescere sempre di pi.

Questo abuso di sostanze stupefacenti, vero e proprio doping della vita quotidiana, secondo la definizione del Professor Tinghino, Responsabile del Sert di Monza, altro relatore della serata, sostenuto da unideologia di divertimento estremo e di produttivit del piacere che a lungo andare causa dipendenza da comportamenti erronei.

Non si può dimenticare che accanto a numeri e cifre, ci sono i sentimenti e le persone ed Andrea, ex tossicodipendente, della lodigiana, a ricordarcelo.

Schiavo della droga da quando era ragazzino fino ai trentanni, entrato ed uscito da tre comunit, Andrea uno di quei pochi che ce lhanno fatta ad uscire dal giro, vivi e con il desiderio di ricostruire.

La determinazione e la voglia di rifarsi, lamore però sua moglie e il desiderio di stabilit lhanno salvato: con un sorriso che maschera un ricordo doloroso, stringendo tra le mani la fotografia del suo bambino, Andrea ci invita a non dimenticare o sottovalutare un problema in rapida diffusione.

Diana Cariani