Desio: soppressione tribunali lombardi…

Presidente Cecchetti: “Governo ignora appello Lombardia”

SOPPRESSIONE SEDI DISTACCATE TRIBUNALI

PRESIDENTE CECCHETTI AL PRESIDIO DI DESIO (MB):

“Governo ignora appello Consiglio regionale contro chiusura”.

Il Presidente del Consiglio regionale Fabrizio Cecchetti (Lega Nord) ha partecipato questa mattina a Desio al presidio contro la chiusura della sede distaccata del tribunale di Monza.

A margine dell’ iniziativa ha dichiarato:

“Sono molto preoccupato per questa situazione che non tocca solo Desio ma anche altri comuni della nostra regione. La decisione del governo di sopprimere le sedi distaccate dei tribunali rappresenta un danno per il nostro territorio. Questa mattina – ha aggiunto Cecchetti - ho incontrato diversi cittadini e operatori del settore che si sono lamentati e hanno protestato contro questa scelta che toglie un importante servizio e che rischia di danneggiare ulteriormente l’economia locale. Tra l’altro, il 10 luglio scorso ho inviato una lettera al Premier Monti, al Ministro della Giustizia Severino e ai Presidenti della Commissioni giustizia di Camera e Senato Bongiorno e Berselli in cui ho evidenziato, sulla base di dati oggettivi, le criticità del provvedimento. Dopo quasi tre mesi non ho ancora ricevuto una risposta. Sono molto dispiaciuto per questo atteggiamento del Governo che purtroppo, ancora una volta, dimostra di essere lontano dai cittadini e da chi li rappresenta nelle Istituzioni”.

“La battaglia contro la chiusura dei nostri tribunali va comunque avanti – ha concluso il Presidente Fabrizio Cecchetti - la voce del Consiglio regionale lombardo, che ha approvato ben quattro mozioni in aula su questo tema, non può cadere nel vuoto. Il Governo ritorni sui suoi passi, siamo stufi che Regione Lombardia sia penalizzata”.

 

GIOVANI PADANI: STOP AL RAZZISMO DI ROMA

Sabato 22 settembre ’12 i giovani padani della provincia di Monza e della Brianza volantineranno  fuori da numerosi istituti del territorio per manifestare il loro pieno dissenso rispetto alla scelta fatta  dal ministro Profumo di destinare migliaia di tablet agli istituti scolastici di Puglia, Calabria, Sicilia
e Campania.
“Riteniamo inaccettabile che il ministro Profumo abbia deciso di spendere 31,8 milioni di € per  l’acquisto di un’ingente quantità di tablet destinati solo ed esclusivamente a 2.128 scuole del sud,  questo è il vero razzismo e si consuma contro i padani!
Ci hanno raccontato che sono fondi destinati alle regioni in crisi, ma noi ci chiediamo quali  regioni non siano in crisi in questo momento, i dati economici ci dicono che ogni giorno chiudono  moltissime imprese qui al nord, è ora di dire BASTA, è ora di dire PRIMA IL NORD!” spiega  Federico Arena, coordinatore provinciale del Movimento studentesco padano.
Sulla stessa linea il coordinatore provinciale dei giovani padani Andrea Villa, che
avverte: “Saremo fuori da tutte le scuole della Padania per raccontare cosa succede a Roma con i  nostri soldi. Ringraziamo il ministro Profumo che ha tolto la maschera al Governo, mostrandolo per  quello che è: una banda di principianti attenti solo alle banche e all’assistenzialismo meridionale.
La dichiarazione del Ministro Profumo è solo l’ultimo schiaffo che gli studenti del Nord ricevono  da questo Governo. Oltre a pagare tasse scolastiche più alte rispetto alla media nazionale, lo  studente lombardo merita una discriminazione del genere?”

VIOLENZA SESSUALE IN BRIANZA?

Grimoldi (Lega): “Massimo della pena e rivedere Codice penale”

“Auspico il massimo della pena per il trentenne marocchino arrestato dai carabinieri e ritenuto l’autore del bestiale e ripetuto stupro denunciato ad Aicurzio lo scorsa aprile. Se certi fenomeni continuano a ripetersi è perché la
nostra società è purtroppo ancora piena di vergognosi retaggi medioevali. Ma la colpa è in buon parte anche del nostro Codice penale: lo stupro equivale
all’omicidio di una donna, che non si riprenderà mai dallo shock. Bisogna inasprire le pene e usare condanne esemplari. Mi congratulo con i carabinieri di Bernareggio per aver identificato l’autore di questa orribile violenza: quando i giudici emettono le sentenze, dovrebbero pensare anche al lavoro delle Forze dell’ordine, troppo spesso mortificato per motivi ideologici”.

FORNERO ARMATA AL GP, Grimoldi: “Certe sparate vadano a farle a Roma”

“Roma è per Monza una vergogna infinita. Prima il tentativo di scippo del Gp, ora il far west scatenato dalle guardie del corpo del ministro Fornero. Se il rappresentante del Governo italiano ritiene di dover girare con persone che
usano la pistola per entrare in autodromo, allora forse è meglio che non si faccia più vedere in Padania. Dopo la tirata d’orecchie di Ecclestone, ora
penseranno che i metodi del Sud hanno contagiato anche il Nord. Esprimo la massima solidarietà ai vertici del nostro autodromo nazionale e annuncio una interrogazione urgente alla Camera: chi ha sbagliato umiliando il nome del nostro autodromo deve assumersi le proprie responsabilità, le parole del ministro sulla correttezza della sua scorta fanno solo ridere. Certe
sparate, in tutti i sensi, vadano a farle a Roma”.

Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e presidente federale del
Movimento giovani padani

Link utili BrianzaChannel

http://www.youtube.com/user/MedicHanneltv

http://www.youtube.com/user/brianzachanneltv

http://www.youtube.com/blogs/id/sDM7RkqV6z8

http://www.youtube.com/user/BrianzaTvHistory

http://www.youtube.com/user/InsubriaChannel

 

 

 

Monza: Celebrazione 112 anni dall’assassinio del Re Umberto I d’Italia

 

Umberto nacque il 14 marzo 1844 a Torino, a Palazzo Moncalieri, da Vittorio Emanuele II, allora duca di Savoia ed erede al trono sabaudo (il quale, quello stesso giorno, compiva 24 anni), e da Maria Adelaide d’Asburgo-Lorena, sua cugina di primo grado. Fu battezzato con i nomi di Umberto Ranieri Carlo Emanuele Giovanni Maria Ferdinando Eugenio: il primo in onore del fondatore della dinastia sabauda, Umberto I Biancamano, l’ultimo a ricordo del più illustre esponente del ramo cadetto dei Savoia-Carignano, di cui anche lui faceva parte.

sursa http://it.wikipedia.org/wiki/Umberto_I_d%27Italia

Duomo di Monza

Monza

 

La Cappella Espiatoria a Monza

La Cappella Espiatoria a Monza

La Cappella Espiatoria a Monza

La Cappella Espiatoria a Monza

Chiesa Padri Carmelitani Scalzi Monza

Chiesa Padri Carmelitani Scalzi Monza

http://it.wikipedia.org/wiki/Umberto_I_d%27Italia

Umberto I (Umberto Rainerio Carlo Emanuele Giovanni Maria Ferdinando Eugenio di Savoia; Torino, 14 marzo 1844Monza, 29 luglio 1900) fu Re d’Italia dal 1878 al 1900. Figlio di Vittorio Emanuele II, primo re d’Italia e di Maria Adelaide d’Asburgo-Lorena, regina del Regno di Sardegna, morta nel 1855. Il suo regno fu contrassegnato da diversi eventi, che produssero opinioni e sentimenti opposti. Il monarca viene ricordato positivamente da alcuni per il suo atteggiamento dimostrato nel fronteggiare sciagure quali l’epidemia di colera a Napoli del 1884, prodigandosi personalmente nei soccorsi (perciò fu soprannominato “Re Buono”), e la promulgazione del cosiddetto codice Zanardelli che apportò alcune innovazioni nel codice penale, come l’abolizione della pena di morte. Da altri fu aspramente avversato per il suo duro conservatorismo, il suo coinvolgimento nello scandalo della Banca Romana,[1] l’avallo alle repressioni dei moti popolari del 1898 e l’onorificenza concessa al generale Fiorenzo Bava Beccaris per la sanguinosa azione di soffocamento delle manifestazioni del maggio dello stesso anno a Milano, azioni e condotte politiche che gli costarono vari attentati[2], fino a quello fatale a Monza, il 29 luglio 1900, per mano dell’anarchico Gaetano Bresci. Proprio dagli anarchici, Umberto I ricevette il soprannome di “Re Mitraglia”.[3] Fu anche il destinatario di uno dei biglietti della follia di Friedrich Nietzsche.

 

 

Autodromo: rivelazioni shock dalla SIAS

Watch live streaming video from brianzachanneltv at livestream.com

Sindaco Monza su inchiesta autodromo
“Da Acm mi aspetto precise garanzie su svolgimento Gp di F1. Tutelerò immagine della città e i suoi interessi”

Monza, 4 giugno 2012 – “Farò di tutto per impedire che ciò che emerge dall’inchiesta
sull’autodromo metta a repentaglio il buon nome e gli interessi, anche economici, di Monza, il futuro del circuito e di manifestazioni importanti per la nostra città, a cominciare dal Gran Premio di Formula 1. Confido nel lavoro degli inquirenti, che ringrazio, e mi aspetto dall’Automobil Club di Milano precise garanzie sul fatto che si stia facendo tutto quanto è necessario per assicurare lo svolgimento del Gp di settembre”.

Lo dichiara il Sindaco di Monza Roberto Scanagatti, commentando l’inchiesta avviata dalla
Procura di Monza sulla gestione dell’autodromo da parte di dirigenti della Sias, la società
controllata dall’Automobil Club Milano che gestisce il circuito.

ATTENZIONE! AUTOVELOX!

“Ieri hanno acceso gli Autovelox fissi a Paderno, questa mattina a Cesano Maderno era
piazzato un autovelox mobile, sono sbalordito e davvero preoccupato per i cittadini brianzoli, questa è una via crucis ormai, non una superstrada, questa mattina scriverò al Prefetto.
Prendo atto che la nuova Amministrazione di Cesano non ha perso l’occasione per presentare il proprio biglietto da visita alla cittadinanza, dal Commissario Prefettizio al neo Sindaco Gigi Ponti la solfa non cambia” con queste parole l’Assessore della Provincia MB Andrea Monti commenta le indiscrezioni di stampa uscite ieri, in cui si enfatizzavano i risultati della prima giornata di test dei temuti autovelox installati sulla Milano-Meda. A quanto si apprende, il solo impianto in direzione Milano avrebbe rilevato circa un’infrazione ogni 18 secondi, ovvero 200 ogni ora di funzionamento! “Questi numeri sono davvero impressionanti” continua Monti “ci danno modo di cominciare a fare due conti per dare una dimensione di questa operazione che ha il solo scopo di mungere gli automobilisti, in gran parte pendolari”.

E i conti sono presto fatti, 200 multe/ora di media, si traducono in circa 4.500 multe al giorno.
Ora, volendo stimare una media contravvenzione di 100€, probabilmente sottostimata data il limite di 80 km/h, parliamo di un incasso giornaliero di 450.000€! L’Assessore De Nicola ha precisato ieri che solo in una prima fase il funzionamento verrà limitato a qualche ora giornaliera, già per la fine del mese si arriverà al funzionamento 24h su 24h.
“Questi numeri sono scandalosi!” ha sbottato Monti, “significa che a regime si rischia di
arrivare ad un prelievo forzoso nelle tasche dei cittadini di oltre 13 milioni di euro al mese.
Stiamo scherzando? Sono cifre che la nostra economia già sotto la pressione di una forte crisi non può sopportare.”
Non solo la Provincia di Milano farà “cassa” con questi impianti, gli autovelox, alla luce di
questi numeri, sono un ottimo business anche per l’azienda privata che si é aggiudicata
l’appalto.
Prosegue Monti: “Sottolineare, come fa De Nicola, che gli introiti derivanti da queste sanzioni saranno investiti in sicurezza stradale, è una presa in giro, in quanto trattasi di un obbligo di legge! Forse volutamente tralascia un particolare interessante, ovvero che c’è chi incasserà circa 10€ per ogni infrazione, sto parlando dell’azienda che fornisce a noleggio questi impianti.
Se fossero confermati questi numeri, si tratterebbe di un business da 45.000 € al giorno! E stiamo parlando del gettito derivante da un solo impianto! La Provincia di Milano ne ha piazzati ben dieci sul proprio territorio.”
Monti tiene comunque a precisare: “La mia non è una battaglia per liberalizzare le velocità,
qui si stratta di difendere gli automobilisti da politiche vessatorie mascherate da iniziative volte ad aumentare la sicurezza stradale. Bisogna investire con maggiore efficacia nell’educazione stradale e nel caso della MI-MEDA servono investimenti nella manutenzione del manto stradale, riparare le buche, curare il verde a bordo strada. Qui nessuno vuole difendere gli automobilisti spericolati, né ostacolare le misure di prevenzione. Qui il problema é un altro, sia chiaro a tutti, e sta nel limite ridicolo degli 80 km/h, su un tratto di strada in cui vigeva un limite di 110 km/h” aggiunge Monti “Io non amo la dietrologia, ma a questo punto viene da pensare che l’abbassamento inspiegabile dei limiti di velocità, avvenuto lo scorso anno, rispondesse a un disegno predeterminato per “mungere” gli automobilisti. Lancio un appello ai cittadini che prenderanno le multe, di mandare una segnalazione al mio indirizzo di posta elettronica a.monti@provincia.mb.it “.
Conclude Monti: “Ho letto che De Nicola ha dichiarato che la gestione sarà affidata alla Polizia Provinciale. A questo punto mi appello al collega Stefano Bolognini, Assessore alla Sicurezza, amministratore sensibile ai bisogni dei cittadini e di assoluto buon senso, che sono sicuro si adopererà per fermare questa vergognosa operazione”.

Lega Nord – Segr. Prov. Monza e Brianza

Magia e Fantasia alle Groane

Il Parco delle Groane,
grande polmone verde lombardo che comprende i comuni di Arese, Barlassina,
Bollate, Bovisio-Masciago, Ceriano Laghetto, Cesano Maderno, Cesate, Cogliate,
Garbagnate Milanese, Lazzate, Lentate sul Seveso, Limbiate, Misinto, Senago,
Seveso e Solaro, sarà la location di un evento di grande interesse per adulti e
bambini. L’Associazione Culturale  Punto su Milano con l’agenzia di comunicazione ELIBA Editore e la partecipazione  dell’Ente Parco delle Groane e la Confcommercio e il Patrocinio della Regione  Lombardia organizzano la prima edizione di “Fantasy Horse” una manifestazione
ludico-culturale in tema medievale e fantasy, nei giorni 19 e 20 maggio 2012
presso il Parco delle Groane in località Solaro via della Polveriera 1, con
ingresso gratuito.

Nella giornata di sabato 19 maggio dalle ore 15 circa avrà inizio la manifestazione con la visita al mercatino degli artigiani e hobbisti, con commercio di prodotti artigianali
dell’epoca.Inoltre, bancarelle di
articoli fantasy, abbigliamento, oggettistica e tanto divertimento.L’Associazione Harry
Potter Never Ends proporrà per i bambini in entrambe le giornate:

Area Stand:

-Mielandia e I Tre
Manici di Scopa (Cioccorane, Gelatine Tuttigusti+1, Zuccotti di Zucca e molto
altro…oltre che la dolcissima Burrobirra!)

-Ollivander e altri
Manufatti Magici (Bacchette magiche, maglie a tema e cofanetti….)

Area Attività:

-Magic Quiz (le domande
verteranno sui 7 libri della saga, al 1° classificato verrà regalata una
riproduzione di un mantello, al 2° la cravatta della Casa desiderata, al 3° la
maglia ufficiale “Harry Potter Never Ends”. Tali premi verranno spediti ai
vincitori la settimana successiva a quella dell’evento).

-Club dei Duellanti:
sfide a colpi di bacchetta. Passi di rito, 1…2…3…VIA! Il primo che
pronuncia l’Incantesimo vince!

-Lezione di Divinazione:
lettura delle foglie di the, con la guida di “Svelare il futuro”. Possedete
l’Occhio Interiore? Scopriamolo insieme!

-Torneo di Quidditch: il
Quidditch prende vita, a cavallo di scope che, per motivi di sicurezza nei
confronti dei Babbani non potranno volare! Forma la tua squadra o iscriviti
individualmente per provare un’esperienza indimenticabile!

La Corte Fatata con
tutti i suoi personaggi sarà presente nelle due giornate per intrattenere grandi
e piccini, con i suoi travestimenti e trucchi colorati. Cento storie fantastiche
vi aspettano.

Anche due truccatori
speciali saranno con noi sabato e domenica per farvi immedesimare nell’anima
della festa. I “Truccatori del Drago” vi trasformeranno da semplici spettatori
ad attori partecipanti al nostro gioco, con trucchi medievali e
fantasy.

Guide equestri
certificate, proporranno il “Battesimo della Sella” per i bambini a offerta
libera. Un giro all’interno di un circuito protetto, dove i bambini potranno
salire sui pony accompagnati da istruttori in totale sicurezza. Ai bambini verrà
rilasciato un certificato del “Battesimo della Sella”.

Lo spettacolo equestre
avverrà nella giornata di domenica 20 maggio in due orari: alle 15 e alle 19
circa, in costume medievale dove quattro cavalieri si esibiranno in giochi
medievali e sfide avvincenti che coinvolgeranno anche il pubblico presente, che
potrà decretare il vincitore del torneo.

All’interno dello stesso
spettacolo ci sarà un momento ludico, dedicato soprattutto ai bambini dove un
pony si esibirà con il suo istruttore travestito in uno sketch divertente e
coinvolgente.

In seguito verranno
proposti, nella medesima area, volteggi a cavallo con una cavallerizza provetta
che si esibirà in una sorta di ginnastica artistica sul cavallo

Con brevi soste per
rifocillare i cavalli al lavoro, verrà riproposto il “Battesimo della Sella” per
i bambini.

Al termine domenica 20
maggio alle ore 20,00 concerto Jazz con Madamzajj Swingin’ Band, 24 musicisti
che proporranno dal vivo una ricca serie di brani famosi con performance sia su
un repertorio composto dalle più belle melodie dei grandi compositori americani
del 900 ( George Gershwin, Cole Porter, Duke Ellington, Hoagy Carmichael) sia
sui meravigliosi e intramontabili standard Jazz e Swing.

E non finisce
qui…

Per
informazioni:

fantasyhorse@libero.it