Raduno Nazionale Mobilità Elettrica Monza

Monza; Partita l’era della mobilità elettrica in Italia

Il più grande raduno europeo di veicoli elettrici con la presenza di oltre 100 veicoli vecchi, nuovi e modelli innovativi non ancora in commercio

Monza;  si è  svolto presso il punto vendita Iper, La Grande I,  in via della Guerrina, il “Raduno Nazionale della  Mobilità Elettrica . Evento organizzato dai possessori privati dei veicoli elettrici, con il supporto organizzativo dall’associazione Class Onlus  all’interno del progetto “Green Land Mobility” – selezionato dall’Autorità per l’Energia e il Gas con deliberazione ARG/elt 96/11 – e sostenuto dal Ministero dell’Ambiente e dalla Regione Lombardia per incentivare la mobilità elettrica sul territorio nazionale. Tra gli obiettivi del progetto, al quale ha aderito entusiasticamente anche Iper, La grande I, decidendo di installare le stazioni di ricarica in tutti i suoi ipermercati, vi è quello di creare una rete di stazioni di ricarica veloce di stazioni di ricarica veloce a  supporto di una mobilità sempre più ecosostenibile.  Sono oltre un centinaio i veicoli elettrici  iscritti al Raduno, rappresentativi di tutte le marche e modelli presenti sul mercato; pertanto è possibile affermare, che l’evento del 21 settembre è il più grande Raduno autogestito mai organizzato in Europa. L’evento si è svolto nell’arco della giornata, con l’organizzazione di tappe di avvicinamento luogo del Raduno; corteo elettrico da Carvico – Osio Sotto, curato dell’Agenda21 Isola Dalmine e Zingonia, a Monza, il ritrovo di tutti i Birò e dei quadri cicli leggeri dalle 9.30 presso il Pala K di Cinisello. Nel percorso di avvicinamento dalle terre dell’est (Carvico-Osio) passaggio delle autovetture presso tre luoghi simbolici dell’Isola bergamasca: Convento di Baccanello, Castello Colleoni, Castello di Marne. Tante le novità: modelli d’epoca elettrici (a partire della Ford T 1929), veicoli degli anni 50 e 60 trasformati in elettrico e la presentazione di tutti i modelli in circolazione e di quelli che saranno messi in strada nei prossimi anni.

Con questa iniziativa  inaugurato il “Corridoio 5″ della mobilità elettrica. Finalmente si potrà percorrere il tragitto da Udine a Torino senza consumare nemmeno un litro di benzina. Dal 21 settembre partita l’era della mobilità elettrica in Italia.

 

CICLISMO, MARONI E ROSSI PRESENTANO ‘TRITTICO’

ASSESSORE: NAZIONALE PER MONDIALI NASCERÀ SU TRAGUARDO VARESE

MARONI: LIETI DI SOSTENERE IL TRITTICO LOMBARDO

(Ln – Milano, 10 set) “Chiedo alla Rai di ripensare il proprio
palinsesto e mostrare ai tanti appassionati di ciclismo non solo
la ’94ª Tre Valli Varesine’, ma anche la ’68ª Coppa Ugo
Agostoni’ e la ’96ª Coppa Bernocchi’”. Così l’assessore allo
Sport e Politiche per i giovani Antonio Rossi alla presentazione
del ‘Trittico Regione Lombardia’ al Belvedere di Palazzo
Lombardia.

NAZIONALE PER I MONDIALI CONVOCATA A FINE TRITTICO – “Il
‘Trittico’ – ha sottolineato l’assessore Rossi – è una
manifestazione importante, con tre tracciati impegnativi che
tornano a essere gare premondiali”. “Al termine della ‘Tre Valli
Varesine’ che arriverà giovedì 18 a Varese – ha aggiunto – il
commissario tecnico del Ciclismo su strada Davide Cassani
diramerà l’elenco dei convocati per i mondiali di Ponferrada, in
Spagna, proprio come amava fare il compianto Alfredo Martini”.
La ‘Bernocchi’, invece, aprirà il ‘Trittico’ martedì 16 con il
traguardo a Legnano mentre, mercoledì 17, sarà Lissone a vivere
l’atto finale della ‘Agostoni’.

NOSTRA TERRA HA TANTI APPASSIONATI – “Il ciclismo – ha detto
l’assessore Rossi – è uno sport con tanti appassionati e tutta
la settimana abbiamo pensionati che girano per la nostra bella
Lombardia in bicicletta”. “A loro, sabato e domenica – ha
continuato – si aggiungono tanti appassionati, ragazzi e anche
molte donne, che lavorano ma che, appena possibile, prendono la
loro bicicletta e si tengono in allenamento”.

CICLISMO SPORT VIVO – “Regione Lombardia – ha concluso
l’assessore Rossi – è al fianco del ‘Trittico’ e delle società
che organizzano le tre competizioni che sono un ulteriore segno
del fatto che il ciclismo è vivo e, per me che sono di Lecco, ha
una sua grande casa al Ghisallo con il museo dedicato a questo
sport di fatica e passione”. (Ln)

Dopo GP: 144 mila spettatori in Autodromo, più di 40 iniziative in città

Bilancio positivo. Sindaco Scanagatti: “Bene sicurezza, viabilità e tutela del Parco. Spettacolo sotto il podio miglior spot per circuito di Monza”

Sono stati 144 mila gli spettatori che hanno assistito all’85esimo Gran Premio d’Italia che si è svolto dal 5 al 7 settembre nell’Autodromo nazionale di Monza, 80 mila nella sola domenica del GP. L’anno scorso furono complessivamente circa 160 mila. Il dato è stato riferito oggi nel corso di una conferenza stampa in Comune da Ivan Capelli, presidente di Aci Milano, alla presenza del sindaco Roberto Scanagatti, del prefetto di Monza,Giovanna Vilasi, dei responsabili delle forze dell’ordine e degli assessori al Turismo, Carlo Abbà e alla mobilità, Paolo Confalonieri. “E’ andato tutto bene – dichiara il sindaco Scanagatti -, sia dal punto di vista della sicurezza sia da quello della tutela ambientale del parco recintato più grande d’Europa. Il dato sugli spettatori del GP è positivo, nonostante la lieve flessione. Il grande afflusso, dichiarazioni di amore di numerosi campioni attuali e del passato e la grande festa che si è svolta sotto il podio nonostante la prestazione deludente delle Ferrari, dimostrano quanto Monza sia importante, e indispensabile, nel circus mondiale della Formula 1. Voglio ringraziare Sias e Aci Milano per l’ottima organizzazione e soprattutto le forze dell’ordine e i tanti volontari che hanno garantito che tutto si svolgesse in totale serenità per il numeroso pubblico”.

 Viabilità e trasporto pubblico

Alle ore 17.30 di domenica, cioè poco dopo la conclusione del GP, il deflusso dall’autodromo si è concluso e la viabilità intorno all’impianto è tornata alla normalità. La stragrande maggioranza degli spettatori si è recata all’interno del perimetro utilizzando il mezzo pubblico (treni, compreso il diretto Milano Monza – Autodromo, attivo la domenica, e le navette di collegamento tra i 3 maxiparcheggi posti a corona della città e il circuito): in totale sono state più di 82mila le persone trasportate. 64 i punti presidiati dalla Polizia locale con 250 agenti in servizio sia sabato che domenica (di cui 100 quelli di Monza, il resto dei comuni limitrofi).

Tutela del Parco

All’interno del parco oltre ai volontari della Protezione civile erano attive 17 squadre di Guardie ecologiche volontarie del Comune che hanno operato in collaborazione con quelle provinciali: le sanzioni comminate sono state la metà di quelle elevate nel 2013, cioè 47 rispetto a 110.

Nei pressi dell’Autodromo alle 10 di questa mattina sono state raccolte 90 tonnellate di rifiuti; altrettanti – stima il servizio ambiente del Comune – saranno raccolti all’interno dell’autodromo , tra cui: 18 tonnellate di cartone, 13 tonnellate di legno e 5 di alluminio (per lo più lattine).

MonzaGP

Durante la settimana del gran premio il Comune ha promosso MonzaGP, il contenitore di eventi per intrattenere cittadini e tifosi, in collaborazione con numerosi sponsor tra cui Enerxenia – gruppo Acsm Agam, Farmacom, Colombo Group di Merate. 40 le iniziative promosse in 25 location cittadine. Piazza Trento e Trieste è stata trasformata in un grande giardino, con 1200 metri quadri di verde, decine di alberi di medio fusto, 2700 girasoli e più di 200 pneumatici colorati – messi a disposizione dall’Autodromo – utilizzati come sedute. Decine di altalene, laboratori per bambini e, sempre per i più piccoli, una pista con macchinine con nozioni di sicurezza stradale a cura delle Scuderie Ferrari Club e Polizia locale. Non potevano mancare la gara di cambio gomme presso la postazione Ferrari e le gare simulate di F1. Particolare attenzione durante la manifestazione è stata data ai temi di Expo 2015, con il truck di AnciperExpo in piazza Roma, e all’apertura della Villa Reale. E poi visite guidate al patrimonio storico cittadino, nuovo Museo Civico Casa degli Umiliati aperto anche di sera e polo del gusto in piazza Carrobiolo, con la partecipazione anche degli studenti dell’istituto professionale Olivetti in piazza Carrobiolo. Il bilancio più nel dettaglio dell’iniziativa su www.comune.monza.it e  www.monzagp.org

85° Gran Premio d’Italia Roberto Scanagatti Sindaco di Monza

85° Formula 1 Gran Premio d’Italia Gian Luca Pellegrini Quattroruote

85° Formula 1 Gran Premio d’Italia Ivan Capelli Pres ACI Milano

85° Formula 1 Gran Premio d’Italia Andrea Dell’Orto Pres. SIAS