In Villa Reale a Monza “L’Expo delle donne”

IL GIRO D’ITALIA DELLE DONNE  CHE FANNO IMPRESA FA TAPPA IN VILLA REALE A MONZA

“XXII Convention Mondiale delle Camere di commercio Italiane all’Estero”, promossa dalla Camera di commercio di Monza e Brianza con Assocamerestero.

Le imprenditrici resistono meglio alla crisi, soprattutto a Monza e Brianza, che si colloca tra le prime cinque province in Italia per tasso di variazione delle imprese rosa.

Registrando +1,96% in un anno, le imprese a conduzione femminile brianzole si collocano dopo Novara (2,6%), Prato (2,52%), Pescara (2,14%), Milano (2,04%). Sono alcuni dei dati presentati oggi in Villa Reale a Monza in occasione del “VI Giro d’Italia delle donne che fanno impresa – L’Expo delle donne”, promosso dal Comitato per l’Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Monza e Brianza con Unioncamere, all’interno della “XXII Convention Mondiale delle Camere di commercio Italiane all’Estero”, promossa dalla Camera di commercio di Monza e Brianza con Assocamerestero. Per la VI edizione del “Giro d’Italia delle donne che fanno impresa”, il roadshow annuale per la promozione dell’imprenditoria femminile, è stato individuato come filo conduttore il rapporto tra imprenditoria femminile e turismo, visto come macro-settore che attraversa l’artigianato, il Made in Italy, l’enogastronomia e l’economia sostenibile. Nove i territori che nel mese di novembre ospiteranno workshop, convegni e incontri di tutorship. Il programma completo delle iniziative è disponibile all’indirizzo www.imprenditoriafemminile.camcom.it Oggi in Villa Reale alla tappa di Monza hanno partecipato, tra gli altri, Carlo Edoardo Valli Presidente della Camera di Commercio di Monza e Brianza, Flavio Zanonato Ministro dello Sviluppo Economico, Mina Pirovano Presidente del Coordinamento Regionale dei Comitati lombardi e del Comitato per l’Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Monza e Brianza, Diana Bracco Presidente Expo 2015 Spa e Commissario Generale di Sezione per il Padiglione Italia, Ferruccio Dardanello Presidente Unioncamere nazionale, Monica Parrella Direttore Generale Ufficio per gli interventi in materia di pari opportunità Presidenza del Consiglio dei Ministri DPO e l’On. Alessia Mosca.

“Le donne “al comando”, nell’impresa e nell’economia, sono una realtà che si è andata sviluppando negli ultimi anni, non solo in termini di competitività economica, ma anche come motore e fattore accelerativo del cambiamento sociale – ha dichiarato Carlo Edoardo Valli Presidente della Camera di commercio di Monza e Brianza – E’ arrivato il momento di agire, supportando con politiche efficaci e strumenti mirati a quelle donne che ancora faticano ad emergere, e anche ad andare all’estero, dando loro la possibilità di mettere la loro professionalità e il loro valore al servizio del Paese.” “Sono convinta che il tema di Expo “Feeding the Planet, Energy for life” sia strettamente legato alle donne e renderà le donne vere protagoniste di questo evento. – ha dichiarato Mina Pirovano Presidente del Coordinamento Regionale dei Comitati lombardi e del Comitato per l’Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Monza e Brianza – Sono loro le protagoniste del vero cambiamento, capaci di mettere in atto il passaggio da un modello economico di sfruttamento delle risorse ad un atteggiamento protettivo nei confronti della terra. Questo perché mi sento di dire che la dimensione femminile è la più adeguata per affrontare le nuove sfide globali, a partire dallo sviluppo sostenibile.” “Il Paese, in questo momento, ha un estremo bisogno di tutte le sue migliori energie – ha detto il Presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello – e la risposta che le donne stanno dando alla crisi con il loro impegno nel fare impresa è un fatto che ci rassicura sul futuro dell’Italia. Abbiamo bisogno di persone che credano in se stesse, che abbiano una visione del loro domani e che si impegnino a realizzarlo mettendo insieme le forze, come accade spesso nelle imprese femminili. Nonostante tutto, le opportunità ci sono, soprattutto in settori come il turismo, l’accoglienza, la cultura, i servizi alla persona: per il nostro Paese questi sono veri e propri giacimenti di ricchezza ancora da scavare e da mettere a frutto. I dati ci dicono che le donne, probabilmente, lo hanno capito e si stanno dando da fare. E’ nostro dovere creare le condizioni per sostenerle, in particolare con politiche del credito attente alle loro esigenze.”

LOMBARDIA EXPO,SALA: STRAORDINARIA OPPORTUNITÀ PER IMPRESE

Expo 2015 rappresenta fin da ora “una straordinaria opportunità per le nostre imprese e per i nostri territori”. E’ necessaria tuttavia una “piena collaborazione tra istituzioni per la riuscita dell’evento” e una “piena sintonia, nel rispetto delle rispettive funzioni, anche con il mondo camerale, cosa che sta già avvenendo come dimostra la nascita della società Explora”. E’ quanto ha detto il sottosegretario della Regione Lombardia con delega a Expo 2015 Fabrizio Sala, a margine del convegno ‘Expo 2015, una opportunità e una sfida per le imprese sul territorio’ organizzato dalla Camera di Commercio di Monza e Brianza presso la Villa Reale di Monza. TURISMO – “‘Explora’ – ha aggiunto Sala – nata con il contributo fondamentale della Camera di Commercio di Milano, deve essere un hub di interconnessione tra tutti gli operatori del turismo, per sfruttare al massimo le strutture e il patrimonio, di cui la nostra regione dispone. La Lombardia si propone di innalzare il livello dell’offerta turistica attraverso la formazione degli operatori, la qualificazione dei servizi di accoglienza e la creazione di nuovi prodotti turistici in linea con le richieste del mercato mondiale”. Da ricordare anche le partnership con le altre Regioni (cabina di regia della Conferenza delle Regioni e accordi con Liguria, Veneto, Emilia Romagna, Piemonte), con il Padiglione Italia e con le Regioni europee (Quattro Motori per l’Europa e Macroregione alpina). IMPRESE – “Expo 2015 – ha sottolineato Sala – sarà un ulteriore strumento di traino per l’internazionalizzazione delle nostre imprese e sarà il turning point per il futuro della Lombardia, il momento decisivo per la creatività artigianale lombarda e per la nostra produzione agricola, che sarà al centro di ‘Nutrire il pianeta. Energia per la vita’”. INFRASTRUTTURE – “Sarà molto importante – ha detto ancora Sala – arrivare all’appuntamento con un sistema infrastrutturale che sia pronto e che duri oltre l’evento, per dare ai visitatori e ai nostri cittadini un servizio all’altezza delle nostre potenzialità”. Tra le opere più strategiche su cui si sta lavorando Sala ha ricordato la Rho-Monza, il collegamento Zara-Expo, la viabilità di accesso Molino Dorino-A8 e il parcheggio di Cascina Merlata. Di grande interesse anche l’iniziativa del “Fondo dedicato alle infrastrutture per Expo, che raccoglierà le risorse già disponibili per opere che non sarà possibile realizzare in tempo per Expo, per destinarle a opere necessarie, che sono in una fase più avanzata di realizzazione”. (Ln)

Allevi a Roma per l’Assemblea Nazionale delle Province Italiane

“Immolare le Province è un sacrificio controproducente”

Sì a mantenere il governo di area vasta per ridurre gli sprechi

Sacrificare le Province in nome della spending review è un’operazione folle, antieconomica, solo demagogica: non sappiamo più come spiegarlo ai nostri rappresentanti romani”. Così Dario Allevi, Presidente della Provincia MB, Vicepresidente dell’UPL – Unione delle Province Lombarde – e del CAL – Consiglio delle Autonomie Locali – commenta, rientrando a Monza, i lavori dell’UPI ai quali ha preso parte da questa mattina.

“In questo senso il provvedimento presentato dal Ministro Delrio ci sta portando sull’orlo del baratro, pronti a fare un salto nel buio – continua Allevi - Che ne sarà delle scuole superiori, dei centri per l’impiego, della programmazione formativa, della pianificazione territoriale che abbiamo avviato in questi anni?”.

Allevi fa riferimento, in particolare, alla realtà della Brianza, una Provincia giovane, nata solo nel 2009, per la quale sono stati investite risorse, energie e progetti “che ora rischiano di fermarsi al palo, senza neanche stimare quale spreco comporterebbe una simile operazione e quale aggravio arriverebbe dal 2014 nelle casse comunali”.

 Tutto per un semplice e banale spot elettorale, al quale è sempre più difficile dare credito”, ha concluso il Presidente.

prova sociale Gilera Club Arcore

Buona la prima per l’inedita prova sociale di enduro organizzata, domenica 3 novembre, dal Gilera Club Arcore in collaborazione con il Registro Storico SWM. Sul terreno privato di Cernusco Lombardone reso scivoloso dalla pioggia battente della notte, una sessantina di piloti si sono confrontati percorrendo una serie di giri liberi lungo il fettucciato allestito per l’occasione. Sotto l’egida della Federazione Motociclistica Italiana (FMI), l’iniziativa ha messo a dura prova soprattutto la tenuta dei più giovani piloti del Gilera Club, su cui il sodalizio presieduto da Giancarlo Mondonico punta molto in vista della prossima stagione agonistica. Imbrattate di fango le moto (sia d’epoca, sia moderne) e immersi nel fango i piloti, alla fine tutti si sono comunque divertiti, tanto da trattenersi anche nel pomeriggio dopo una pausa pranzo a base di pasta e pollo. Il Gilera Club ringrazia in modo particolare i soci che hanno dato una mano per la buona riuscita dell’evento, i propri piloti partecipanti e quelli degli altri moto club presenti (soprattutto la nutrita rappresentanza del Moto Club Valsassina); un sentito ringraziamento va inoltre agli sponsor, sostenitori del sodalizio arcorese e, molta apprezzata, è stata infine la presenza di Giorgio Mazzilli, costruttore e fondatore dell’omonima Casa motociclistica degli anni Settanta.

Daniela Confalonieri

Gilera Day 2013

Una giornata per Arcore e la ‘sua’ Gilera. Per il secondo anno consecutivo, il Registro Storico Gilera e il Gilera Club Arcore hanno proposto, nell’ambito del Settembre arcorese, l’iniziativa intitolata ‘Gilera Day’, andata in scena domenica 22: e come sempre capita quando protagonista di giornata è la Casa motociclistica dei due anelli incrociati, Arcore e gli arcoresi hanno risposto ‘presente’. Soci, amici e simpatizzanti dei due sodalizi locali hanno infatti aderito con entusiasmo alla kermesse affollando, per tutta la mattinata, l’ingresso del parco della Villa Borromeo, sia per ammirare le due ruote d’epoca messe in esposizione, sia per assistere alla conferenza dedicata, quest’anno, agli stabilimenti della Gilera d’Oltremare, di Tripoli e in Argentina. Una conferenza introdotta da Adolfo Brioschi e da Massimo Lucchini Gilera, con un gradito intervento da parte del Sindaco Rosalba Colombo che ha colto l’occasione per annunciare che la via Ferruccio Gilera sarà intitolata anche al padre Giuseppe, fondatore della Casa motociclistica arcorese. L’incontro è poi entrato nel vivo grazie alle ricche e suggestive testimonianze di chi ha vissuto anni lontano da casa per far crescere la Moto Gilera di Arcore anche oltreoceano. Quattro i relatori d’eccezione: Roberto Galliani, Mario Motta, Fernando e Amanda Penati, questi ultimi sposati da ben 57 anni e conosciutisi proprio nel Paese d’origine di lei, quell’Argentina dove Fernando ha trascorso un ventennio della sua vita lavorativa trovando anche l’amore. Al termine della seguitissima conferenza tenutasi nella Sala del camino (adiacente alla quale è stata allestita una mostra di documenti e di fotografie provenienti da Tripoli e dall’Argentina), per le strade di Arcore hanno sfilato sidecar, Saturno, Nettuno, Marte, Giubileo, scooter, 125, 150, 175, 300, da strada e fuoristrada, assistiti dalla Polizia stradale e dal Gruppo Protezione civile di Arcore. Tornati all’ingresso del parco, i centauri vintage hanno concluso l’edizione 2013 del ‘Gilera Day’ condividendo un ricco buffet. Daniela Confalonieri

Pesca didattica sul battello – Lago Pusiano Egirent

CHE SUCCESSO LA BATTUTA DI PESCA IN BATTELLO!
EGIRENT REGALA UNA MATTINA DA SOGNO AI BAMBINI

Tutti a bordo! Il battello salpa del molo di Bosisio Parini e punta in direzione Lambrone. Si ferma al largo, nel cuore del Lago, da dove si ammirano le vette del Cornizzolo e del Resegone. Il sole fatica a trovare spazio fra le nuvole, la mattina deve ancora sbocciare. Ma i provetti pescatori sono lì, ognuno al proprio posto: la battuta di pesca può iniziare. Egirent è riuscita nel proprio obiettivo: avvicinare i più piccoli alla passione per la pesca, far conoscere loro i segreti di uno specchio d’acqua distante solo pochi chilometri da casa, avvicinarli al mondo nascosto dallo specchio blu. Domenica 21 luglio, in collaborazione con la Pro Loco di Bosisio Parini, si è tenuto il primo di una serie di eventi dedicati ai bambini. Una battuta di pesca didattica in battello, un’iniziativa senza precedenti nella storia del Lago Pusiano! Armati di amo, filo, pesi e galleggiante, il battello della Econavigazione ha portato al largo 50 persone per vivere una mattinata fuori dal comune e permettere anche ai bambini di provare ad agganciare qualche pesce che vive in mezzo al Lago, restio ad avvicinarsi alla riva. Battello pieno in ogni ordine di posto, bambini e genitori hanno sperimentato l’emozione di una pescata con acque profonde oltre 15 metri, trovando l’aiuto del personale specializzato della Egirent che ha fornito tutti i trucchi del mestiere per riuscire a catturare il maggior numero possibile di pesci. E, naturalmente, a rilasciarli subito dopo così come prescrive il Regolamento in vigore sul Lago Pusiano per tutelare tutte le specie che abitano le acque. Una mattinata diversa, emozionante ed entusiasmante, inframmezzata da una merenda a base di pane e Nutella che Egirent e Pro Loco Bosisio Parini hanno voluto offrire a tutti i partecipanti, dimostrando ancora una volta di saper operare in maniera congiunta per far vivere il Lago. Al termine della battuta di pesca, Egirent ha rilasciato ad ogni bambino uno speciale diploma di pescatore provetto, con l’invito a tornare a pescare sulle rive del Lago Pusiano!Poche parole e tanti fatti, come hanno specificato i genitori dei bambini che hanno ringraziato Egirent per il lavoro svolto sul Lago e per la straordinaria iniziativa voluta congiuntamente dal Responsabile della Gestione dei Diritti esclusivi di pesca e navigazione, Diego Biella, coadiuvato dal Presidente della Pro Loco di Bosisio Parini, Rita Castelnuovo. Egirent ha voluto fortemente l’evento scegliendo di organizzare l’iniziativa in maniera totalmente GRATUITA. E gratuita sarà anche la manifestazione in programma sabato 10 agosto in concomitanza con la I^ Giornata del Pescatore nell’ambito del programma per l’edizione 2013 della Festa estiva della Pro Loco di Bosisio Parini. Anche in quel pomeriggio, i bambini avranno la possibilità di pescare gratuitamente dal battello e divertirsi per alcune ore lontani dalla riva e ammirando il panorama da una prospettiva eccezionale! Per il 10 agosto, il programma prevede: Ore 17.00: Battuta di pesca gratuita dal battello per ragazzi e bambini fino ai 12 anni con la supervisione di personale Egirent qualificato; In contemporanea (dalle ore 17.00) presso Area Precampell: laboratori per conoscere meglio il lago e il suo ambiente; Dalle ore 19.30: cena a base di pesce Tutte le informazioni sono disponibili sul sito: www.lagopusiano.com o sulla pagina Facebook Egirent Lago Pusiano

Siglata intesa con i florovivaisti per il corretto smaltimento degli sfalci verdi protocollo all’avanguardia in Lombardia

meno costi e meno burocrazia per gli operatori

E’ stata siglata oggi, presso la sede istituzionale della Provincia a Monza, un’intesa innovativa tra l’Amministrazione rappresentata dal Presidente Dario Allevi e l’Associazione Florovivaisti dei territori di Milano, Lodi e Monza Brianza, rappresentata dal Presidente Marcello Doniselli. L’accordo riguarda lo smaltimento degli sfalci verdi pubblici e privati, quantificabili in circa 1000 quintali annui per ciascuna azienda, classificati fino a ieri come un vero e proprio ‘rifiuto’ e dunque sottoposti alla normativa in vigore per il relativo conferimento presso le piattaforme ecologiche. Grazie all’intesa oggi, invece, gli sfalci diventano un vero e proprio “prodotto di lavorazione” che potrà essere gestito in modo autonomo e destinato a compost individuale: un materiale, dunque, riciclabile al 100% che ciascuna azienda agricola potrà valorizzare quale componente prezioso all’interno della filiera delle attività florovivaistiche. Il cambiamento produrrà una semplificazione evidente nella gestione degli sfalci, con una riduzione netta dei passaggi burocratici finora necessari per il corretto smaltimento degli stessi. Significativo, inoltre, anche il risparmio economico a carico delle aziende che stimano in circa 4000 – 6000 euro i costi annui sostenuti in precedenza per il conferimento dei rifiuti alla piattaforma attraverso i cosiddetti “formulari”. L’accordo – che al momento riguarda circa 100 aziende complessive iscritte all’Associazione in Brianza – ha ricevuto il necessario avallo dagli uffici regionali. L’obiettivo complessivo è realizzare “circuiti controllati di gestione dei residui produttivi di provenienza agricola”, anche attraverso la definizione di modalità tecniche di gestione di alcune categorie di scarti produttivi, per consentirne “l’impiego nel ciclo produttivo aziendale o, in ogni caso, la valorizzazione per l’impiego successivo in altri cicli produttivi, prevenendo ogni possibile forma di smaltimento incontrollato o inidoneo di tali rifiuti”. In base all’accordo spetta alla Provincia redigere il documento tecnico con i criteri e le modalità di impiego dei residui di potatura e di manutenzione del verde pubblico e privato derivanti dalle attività agricole. Spetta all’Associazione far sottoscrivere e far rispettare le norme tecniche ai propri associati ed effettuare i controlli necessari per il rispetto delle stesse. Soddisfatti l’Assessore Provinciale all’Ambiente Martina Sassoli e il Consigliere referente per l’Agricoltura Daniele Petrucci, entrambi presenti oggi, al momento della sottoscrizione: “Ridurre la quantità di rifiuti e promuovere buone pratiche in materia ambientale sono gli obiettivi di questo accordo – spiegano – a cui si aggiunge un grande sforzo di sburocratizzazione per agevolare ulteriormente il comparto agricolo e florovivaistico che, come altri settori, è fortemente colpito da questa interminabile crisi”.

l’ ASD RONIN MONZA al World Master Games a Torino dal 2 all’11 Agosto

l’ ASD RONIN MONZA partecipera’ con la squadra Master di Judo ai prossimi World Master Games che si terranno a Torino dal 2 all’11 Agosto.

I partecipanti saranno Contento Fabio, Contento Stefano, Colaianni Marco, Melzi Marco, Valli Sergio e Frullani Emanuele.

http://www.torino2013wmg.org/

 I World Masters Games sono una manifestazione multisportiva per atleti master (con range d’età minimo dai 25 ai 35 anni a seconda dello sport), organizzata, con cadenza biennale (ogni quattro anni l’edizione estiva e quella invernale, sfalsate di due anni esattamente come avviene per i Giochi olimpici), dalla International Masters Games Association(IMGS), associazione internazionale membro di SportAccord.

1985 Toronto Canada Canada 22 61 8,305 The year of the Masters
1989 Aalborg, Aarhus e Herning Danimarca Danimarca 37 76 5,500 Sport for life
1994 Brisbane Australia Australia 30 74 24,500 The challenge never ends
1998 Portland Stati Uniti Stati Uniti 28 102 11,400 The global celebration of sport for life
2002 Melbourne Australia Australia 26 98 24,886 The biggest multi-sport festival on Earth
2005 Edmonton Canada Canada 25 89 21,600 A festival of sport in the city of festivals
2009 Sydney Australia Australia 28 95 28,676 Fit, fun and forever young
2013 Torino Italia Italia