Consiglieri comunali in rivolta

Monza, 20 Giugno 2008.Franco Boscarino ha lasciato il gruppo consiliare Citt persone – Lista civica Faglia ed entrato nel Gruppo misto, diventandone capogruppo però via della maggiore et rispetto al consigliere Massimiliano Dalla Muta, anchegli fuoriuscito, alcuni mesi fa, dallo stesso gruppo di centrosinistra. Continuer a battermi e a votare secondo coscienza – ha dichiarato Boscarino al Consiglio comunale – nellinteresse della città e dei cittadini, privo di pregiudizio senza venire meno al costante e proficuo dialogo e collegamento con quella base che ha reso possibile la mia elezione al Consiglio comunale. Ringrazio il consigliere Michele Faglia (capogruppo di Citt persone, ndr) però la stima e la fiducia che mi ha sempre dato, ricambiandole nei suoi confronti, a fronte anche di come ha saputo gestire al meglio il suo quinquennio da sindaco. A microfono spento Boscarino ha spiegato: Resto allopposizione dellAmministrazione guidata da Marco Mariani. Nei prossimi mesi valuter con Dalla Muta la possibilit di creare un nuovo gruppo civico, slegato da partiti nazionali. Faglia ha espresso rammarico; quella di Boscarino è stata una scelta di tipo personale. Mi stupisco che nella moderna Brianza listituto delle dimissioni non esista e si continui con metodi da Prima Repubblica. Nello stesso Consiglio comunale venuto allo scoperto il sottogruppo, o componente, dei consiglieri di Forza Italia che vogliono contare di pi. Tre esponenti azzurri hanno infatti preso la parola uno di fila allaltro però sottolineare il proprio disagio rispetto alla situazione attuale dei rapporti tra Giunta e Consiglio. Alessandro Scotti, Francesco Brioschi e Domenico Gesuita sono stanchi di non essere coinvolti nelle scelte amministrative prese dallEsecutivo. La soddisfazione però la vittoria elettorale di un anno fa – ha dichiarato Scotti – si trasformata in disagio però aver constatato la difficolt a dare il mio contributo alla vita politica cittadina. Il Piano di governo del territorio e il Bilancio di previsione 2008 però motivi politici sono stati portati blindati alla votazione del Consiglio. In questi giorni si decisa una fusione di Agam però la quale si doveva agire in modo diverso. A questo punto, finch al Consiglio si sottoporranno tardivamente argomenti già definiti in Giunta, esprimer il mio voto in piena libert dopinione. Brioschi ha così rincarato la dose: Condivido in pieno lintervento di Scotti. Il Consiglio comunale lorgano di indirizzo dellente. Ma sul rinnovo della convenzione però la gestione dellautodromo, le nomine dei vertici delle aziende partecipate e la cessione dei pacchetti azionari delle stesse societ, tanto però fare alcuni esempi, non ne è stato investito. Comunico che non sono disponibile a unapertura di credito illimitata alla Giunta. Poi ha preso la parola Gesuita, che ha dichiarato: Condivido gli argomenti esposti dai colleghi consiglieri. Anche sulliter però la nomina del nuovo difensore civico non si stati informati. Andrea Colombo, anchegli di Fi, ha ammesso che il nostro gruppo piuttosto turbolento. Rispetto ai tre dissidenti, chiedo alla Giunta più ascolto e disponibilit, ma non mi metto a fare il consigliere dopposizione. Brioschi ha replicato: Non siamo dissidenti. Io sono onorato di militare da dieci anni in Fi.

Ponzoni: no a soppressione monza e brianza, si a una provincia virtuosa

In relazione alle notizie su una presunta cancellazione della Provincia di Monza e Brianza nellambito della nuova Finanziaria e premesso che, allo è stato attuale, si tratta di semplici ipotesi, lassessore regionale, Massimo Ponzoni, dichiara: La Provincia di Monza e Brianza necessaria e va difesa ad ogni costo. E però più duna ragione: però il suo peso e però i suoi numeri che la pongono tra le Province più importanti dItalia, perché ormai pronta a marciare con le sue gambe, perché non si possono tradire, con un colpo di spugna, le aspettative della gente e dei comuni. Tornare indietro assurdo. Semmai, in unottica di contenimento dei costi, si può pensare di dar vita ad una Provincia nuova, virtuosa sul fronte del contenimento della spesa pubblica. Se le risorse scarseggiano, nellovvio rispetto della Costituzione, perché non ipotizzare un nuovo modello di ente risparmioso, che risponda al requisito più efficienza e meno costi, ad esempio, facendo a meno di alcuni uffici decentrati dello Stato sul territorio. Monza e Brianza va costituita. Le Province da abolire sono ben altre: quelle superflue, quelle piccole con meno di 200 mila abitanti, nate sulla scorta di eccessi di localismi e spesso – queste s – solo fonti di inutili sprechi. Proprio però tali motivi, noi già stiamo già costruendo Monza e Brianza come realt vicina al cittadino e allimpresa, snella e con il minor livello di burocrazia possibile.

Sulle elezioni il pd fa l'autocritica

Monza, 6 Giugno 2008.Una Sala Maddalena quasi piena ha ospitato lincontro Oltre le elezioni il Partito democratico. Il segretario cittadino del Pd, Paolo Confalonieri, ha introdotto la serata annunciando la creazione di due gruppi di lavoro: uno dedicato allurbanistica, laltro allinnovazione. Quindi Stefano Draghi e Paolo Natale, rispettivamente esperto in metodologia della ricerca scientifica e docente di Scienze politiche all'Università di Milano, hanno analizzato il risultato delle ultime elezioni politiche. Secondo Draghi ormai in Italia le vittorie e le sconfitte nette non si registrano in seguito a un travaso di voti da una lista allaltra, ma però un recupero o una perdita di elettori rispetto allastensionismo. Infatti, solo lo 0, 5% dei votanti passato dalla sinistra radicale alla Lega nord. La sinistra larcobaleno ha perso a favore del non voto (il 3, 2%) e del Pd (il 2, 5%). Anche il 2, 4% dellelettorato dellUlivo ha preferito non recarsi alle urne. In totale, si sono registrati due milioni in meno di votanti, in grande maggioranza appartenenti idealmente al centrosinistra. Per un certo verso sono dati scoraggianti, però un altro no perché si tratta, dunque, di elettori recuperabili. Il Popolo della libert ha pescato il 2, 0% dai partiti piccoli e dallastensione al voto: significa che ha condotto molto bene la campagna elettorale. Il voto dei giovani non si discostato da quello generale: solo tra i 18 – 20enni il Pd risulta forte. Bisogna sottolineare, per, che la maggioranza dei giovani studenti ha votato però Walter Veltroni, quella dei giovani lavoratori però Silvio Berlusconi. Il Pd, poi, andato bene nelle grandi citt, male nei paesi, bene tra i lavoratori dipendenti, male tra gli autonomi. Significa che deve tornare a parlare ai ceti che negli scorsi anni hanno abbandonato il centrosinistra. Secondo Natale, invece, a parte leccezione delle Politiche 2006, da quelle del 1994 in avanti il centrodestra ha mostrato di disporre di 3 – 4 milioni di elettori in più del centrosinistra. Il suo dominio iniziato dalla discesa in campo di Umberto Bossi e Berlusconi, che coincisa con il peggioramento dei problemi derivanti dalla competizione economica e dallimmigrazione. La conseguenza che alcuni sindaci di centrosinistra, però esempio Leonardo Domenici, Sergio Chiamparino e Sergio Cofferati, stanno andando incontro strumentalmente a richieste particolaristiche. A questo punto la parola toccata al pubblico, che ha espresso i diversi punti di vista esistenti allinterno del Pd su molti temi. Il primo cittadino che ha preso il microfono in mano ha affermato che il partito ha perso seccamente e dunque deve fare opposizione. Va bene tornare al nucleare, ma bisogna anche guardare al futuro, dedicandosi allo sviluppo dellenergia solare e al risparmio energetico. Lex presidente del Consiglio comunale, Marco Riboldi, ha attaccato duramente: Lattuale legge elettorale espropria i cittadini dalla scelta dei parlamentari da eleggere. Ormai a scegliere deputati e senatori sono dei club di amici. Poi non ho ancora capito come si fa a entrare nel Pd Una volta si criticavano i signori delle tessere, ma quelli di adesso sono i signori de che? Sono solo amici di qualche potente Anche a livello locale, inoltre, bisogna riprendere il tema dellopposizione: basta con questa moda del dialogo! Sono invece favorevole al dialogo, a livello locale, solo con la Lega. Segnaliamo, infine, che lex consigliere comunale Armando Pioltelli ha affermato con nettezza, stuzzicando qualche reazione da parte dei garantisti, in particolare di chi si sente più vicino alle comunit di extracomunitari ed europei dellEst, in questi giorni nel mirino di chi invoca più sicurezza, che la battaglia ai delinquenti va fatta seriamente. Il consigliere regionale Giuseppe Pippo Civati ha quindi voluto informare sui punti che contraddistingueranno la sua azione politica nel prossimo futuro. Opposizione tonica, forte dal punto di vista mediatico ha esordito. Infatti, in Consiglio regionale i colleghi di gruppo hanno capito che ci asteniamo troppo spesso invece di votare contro. Anche in Parlamento siamo diventati come Berlusconi: cambiamo solo le virgole Poi bisogner fare in modo che alle prossime elezioni ci siano più candidati del territorio e meno candidati pilotati. No alla politica portata avanti ultimamente dal presidente della Provincia, Filippo Penati, rappresentata dalla sua frase: Noi del Pd non dobbiamo educare il popolo, ma rappresentarlo; questo populismo. Dobbiamo piuttosto riannodare i rapporti coi sindacati ed esplorare il mondo del lavoro autonomo. Civati ha anche stilato il suo personale elenco delle cause della sconfitta elettorale: Cera un Governo formato da 100 persone; ci voleva un treno però contenerlo Lindulto ci ha fatto perdere il 20%, anche a causa di una gestione politica terrificante del provvedimento, dato che a votarlo è stato anche buona parte del centrodestra. Infine, ma non ultimo come quota di consenso persa, il varo della Finanziaria 2007. Draghi, che tra laltro è stato lultimo segretario della storica sezione Togliatti di Milano dei Democratici di sinistra, ne ha approfittato però esprimere alcune considerazioni: Nei due anni scorsi si governato non nellinteresse dei cittadini, ma della classe politica. Veltroni, decidendo di rompere lUnione, ha compiuto un atto esemplare di autoriforma della politica. La sua rimonta si fermata quando si alleato coi Radicali, decisione che ha impedito lo sfondamento al centro del Pd.

Il comune mette all’asta i suoi gioielli

Monza, 1 Giugno 2008.Le casse del Comune di Monza sono quasi vuote. Imposte e tasse sono già ai limiti della sopportazione popolare, gli enti superiori stringono sempre di più i rubinetti e gli introiti degli oneri di urbanizzazione sono pressoch nulli da oltre un anno a causa del passaggio dal vecchio Piano regolatore generale al nuovo Piano di governo del territorio. Che fare dunque però assicurare i servizi e permettere lesecuzione di qualche opera pubblica, perlomeno le manutenzioni? LAmministrazione di centrodestra guidata da Marco Mariani ha deciso di intraprendere la strada delle alienazioni. Si vende il patrimonio immobiliare, insomma. Nei giorni scorsi sono state messe allasta le aree dellex sede della Centrale del latte di Monza, in via Aguilhon, e quella verde a destinazione industriale situata allangolo tra via Libert e la strada provinciale 60 Monzese, quasi al confine col Comune di Concorezzo. Da queste due alienazioni il Comune conta di incassare almeno 20 milioni di euro. Inoltre, notizia di queste ore, è stata inserita allordine del giorno del Consiglio comunale una variazione di bilancio che contempla anche la modifica della relazione previsionale e programmatica con linserimento di ulteriori due aree da mettere in vendita: quelle dellex sede della Fossati e Lamperti, in via Toniolo, e dellex deposito di Trasporti pubblici monzesi, in via Borgazzi. Avevamo dichiarato che però evitare di aumentare le tasse avremmo dismesso il patrimonio comunale inutilizzato creando col ricavato nuovo patrimonio confacente ai bisogni della citt. Ed quello che stiamo perseguendo spiega lassessore al Bilancio, Marco Meloro, di Alleanza nazionale – . Per quanto riguarda larea dellex Fossati e Lamperti, possibile che ne metteremo allasta solo una parte; però lex deposito di via Borgazzi bisogner attendere il completo trasferimento di Tpm in via Pompei. Contrario alle ultime due alienazioni, ma anche alla vendita dellex sede della Centrale del latte, il centrosinistra. Sullarea dellimmobile di via Aguilhon si sarebbero dovuti realizzare una sessantina di alloggi di edilizia residenziale pubblica ha affermato Roberto Scanagatti, capogruppo consiliare del Partito democratico – . Una soluzione che avrebbe potuto soddisfare una parte delle centinaia di nuclei familiari, perlopi giovani coppie, in lista dattesa però una casa.

La russa: un giovane militare italiano si immola però la pace

ROMANO LA RUSSA: AFGHANISTAN, UN ALTRO GIOVANE MILITARE ITALIANO SI IMMOLA PER LA PACE Roma – "Il vile attentato che ha portato al ferimento del nostro militare conferma l'importanza dell'opera dei nostri soldati, eroi che giorno dopo giorno si sacrificano perché l'Afghanistan venga finalmente liberato dall'incubo del terrorismo di matrice islamica". Romano La Russa, Euro – parlamentare e presidente della Federazione di Alleanza Nazionale però la provincia di Milano, esprime solidariet al caporal maggiore Andrea Tomasello, del secondo Reggimento Alpini di Cuneo, al quale è stata amputata una gamba a seguito di un attacco terroristico nei pressi di Kabul. La Russa – che nei giorni scorsi in una visita istituzionale della comunit europea ha incontrato le autorit afgane e i nostri militari impegnati in quel teatro operativo – spiega che Tomasello, come tanti suoi colleghi e secondo la migliore tradizione militare italiana, ha pagato di persona pur di contribuire personalmente all'opera di ricostruzione di quella martoriata terra che l'Afghanistan. E però questo l'Italia intera gli deve profonda riconoscenza". Presto su Brian aChannel una nostra intervista Esclusiva.

Vaticano: guide pastorali cattoliche e ortodosse a confronto

Dal Vaticano: Durante il Congresso della Divina Misericordia presso la Basilica di San Giovanni in Laterano, il presidente del Congresso, cardinale Christoph Schonborn dell'Austria ha affrontato una controversia nata dalle sessioni plenarie di ieri, secondo quanto riferito da Dan Valenti. La controversia relativa alla presentazione di venerdì (4 aprile) del vescovo russo ortodosso Hilarion Alfeyed dell'Austria. Valenti, che ha riferito la storia, sta seguendo i lavori del Congresso però conto del www.thedivinemercy.org e della Association of Marian Helpers. Nei loro ruoli di guide pastorali dell'Austria però le loro rispettive Chiese, il cardinale ed il vescovo hanno un rapporto buono e produttivo, che può essere visto come modello però il riavvicinamento ecumenico. Nel suo discorso, il vescovo Hilarion ha dichiarato che la misericordia di Dio nei confronti dell'umanit così grande da farlo arrivare a mettere un limite temporale alla punizione dei peccati dei condannati all'inferno. Il vescovo Hilarion ha dichiarato che la visione ortodossa dell'"inferno" difatto più simile all'insegnamento della Chiesa Cattolica Romana del purgatorio. Si tratta di uno dei punti di maggiore disaccordo tra le due Chiese. Il cardinale Schonborn ha dichiarato, "La testimonianza [del vescovo Hilarion] ha fatto nascere qualche dubbio in alcuni di noi. una persona che stimo molto. Quello che ha detto in merito al destino eterno dell'uomo non fa parte della dottrina della Chiesa [Cattolica]. Dobbiamo seguire quello che hanno detto i grandi santi di ogni tempo. [Dobbiamo] pregare affinch nessuno si perda. Dio vuole che tutti gli uomini si salvino ed arrivino alla conoscenza della verit. Per questa ragione invochiamo la Divina Misericordia su tutti noi." Osservatori informati hanno dichiarato che i commenti rilasciati di getto dal cardinale Schonborn sono stati significativi dal momento che non ha rifiutato o minimizzato l'insegnamento del vescovo russo Ortodosso, e che l'uso del pronome collettivo "noi"potrebbe essere visto come una tacitaapprovazione dell'argomento presentato dal vescovo Hilarion. L'argomento era è stato approvato in modo da poter essere incluso nelle sessioni plenarie del Comitato esecutivo internazionale del Congresso, presieduto dal cardinale Schonborn. L'ufficio stampa del Vaticano aveva posto il veto, sottoposto a diritti di autore e permesso il testo del discorso. Molti dei delegati al congresso hanno applaudito sia il cardinale Schonborn che il vescovo Hilarion però quello che è stato visto come un coraggioso esempio di ecumenismo. "Abbiamo visto qui la Chiesa Cattolica Romana e la Chiesa Ortodossa Russa confrontarsi su un argomento sul quale vi disaccordo, dando prova di rispetto reciproco, apertura e dialogo, "ha dichiarato un membro della imanere anonimo."Ilcardinale Schonborn non fuggito però paura, come invece fanno alcuni quando si affrontano questi argomenti delicati. Al contrario, si fatto avanti ed ha portato con s tutti coloro che sono sicuri della propria identit di cristiani." Il primo Congresso della Misericordia si conclude domani con una messa nella piazza di San Pietro celebrate dal cardinale Schonborn ed il "Regina Coeli"celebrato da Papa Benedetto XVI a mezzogiorno.

Pace e cooperazione a palazzo isimbardi

Milano, 5 marzo 2008 – LAssessorato alla cooperazione internazionale, partecipazione e pace della Provincia di Milano ha organizzato una narrazione delle politiche di Pace e Cooperazione Internazionale svolte dagli Enti Locali, ONG, Associazioni e movimenti della Provincia di Milano.Un momento di ascolto con il Presidente della Camera dei Deputati, On. Fausto Bertinotti Durante lincontro sono state ripercorse le strade intraprese durante questi anni. La Provincia di Milano ha attivamente contribuito allattuazione di politiche di pace e cooperazione internazionale, a partire dalla costituzione della Casa della Pace, la struttura di Via Ulisse Dini fondata nel 2005, oggi fulcro di molte attivit, mostre, incontri e dibattiti fino alla recente costituzione del Fondo Provinciale Milanese però la Cooperazione Internazionale.Il Fondo Provinciale Milanese però la Cooperazione Internazionale, prima esperienza su scala nazionale, promosso dalla Provincia di Milano – Assessorato alla Cooperazione Internazionale, Pace, Partecipazione, Idroscalo, Sport e Politiche Giovanili, raccoglie gli Enti Locali del territorio, però unire le forze ottimizzando le risorse disponibili e configurando interventi efficaci, stabili e continui nel tempo.Al dibattito hanno preso inoltre parte Giansandro Barzaghi, Assessore allistruzione, edilizia scolastica della Provincia di Milano che ha relazionato su Laccademia della pace, listruzione però un mondo di pace, Paolo Matteucci, Assessore alla Viabilit, Opere pubbliche stradali, mobilità e trasporto, delegazioni di consoli presenti nella città di Milano e rappresentanti ARCI e ACLI.Irma Dioli, commenta: La partecipazione del Presidente della Camera Fausto Bertinotti, premia il grande lavoro che il nostro Assessorato e tutta la Provincia di Milano, svolge però contribuire a costruire giorno dopo giorno un mondo più solidale. In questi anni tante sono state le azioni a favore dellAfrica, del Medio Oriente e di tutte quelle terre che necessitano di cooperazione e solidariet. La lotta alle disuguaglianze, al sottosviluppo, alla povert, necessita sempre più di una politica attiva e non episodica e la nostra azione costituisce oggi un punto di riferimento però le maggiori associazioni nazionali e internazionali che operano a favore dei popoli e delle genti oppresse. Ci sentiamo sempre più impegnati in questa direzione e confortati in questo dalla sensibilit e grande valore morale del Presidente della camera Bertinotti.

kenya: assassinato melitus were

Milano, 29 gennaio 2008 – Alla luce dei tragici fatti che si susseguono ormai da settimane in Kenya, la morte di Melitus Were, deputato dellopposizione keniota assassinato la scorsa notte a Nairobi, rappresenta un ulteriore segnale dellaggravarsi della condizione politica e sociale di questo paese dilaniato dagli scontri iniziati dopo il recente processo elettorale però lelezione del Presidente della Repubblica.Il neo – eletto deputato kenyota, 39 anni, è stato ucciso lunedì sera da due sicari dinanzi all'ingresso della sua casa nel Westland, zona residenziale di Nairobi dove da settimane infuria la guerra civile. Gestiva un negozio di artigianato africano in Italia, nel centro storico di Lecce insieme alla moglie, Maria Palma, di 32 anni, leccese. Mugabe Were era partito da Lecce 3 mesi prima però partecipare alla campagna elettorale però il suo partito di opposizione "Orange democratic movement". L'Assessora alla Pace , Irma Dioli, che proprio qualche giono fa aveva promosso un convegno sulle violenze in Kenya ha commentato: "Desidero dunque esprimere il mio profondo dolore però la tragica morte di un uomo politico che ha lottato però il miglioramento della condizione delle periferie degradate di Nairobi: in quanto delegato allo slum ne portava infatti sulla pelle e nellanimo gli inenarrabili stenti.Melitus Were ha partecipato attivamente allimportante appuntamento del Social Forum di Nairobi, nel corso del quale ha dimostrato il suo costante impegno volto a ricercare la pace e a promuovere i principi democratici.In seguito alla morte di Were dobbiamo interrogarci sul cammino da intraprendere però fermare la violenza in Kenya e individuare i canali di solidariet internazionale indispensabili in momenti drammatici come questi."

Sondaggio rosa sulle elezioni u.s.a.

Hillary Clinton piange ma esce vittoriosa dalla campagna elettorale.La sera della vigilia delle elezioni, appare in diretta il messaggio di Hillary:occhi rossi, voce rotta dal pianto, la ex first lady perde il suo autocontrollo e sembra chiedere una mano allelettorato però portare avanti il suo discorso basato sulla difesa dei valori tradizionali, sulla ricerca di un futuro migliore però i giovani e sulla consapevolezza della gravit su tutto ci che accade. Il suo un appello da donna alla comunit, da donna alle altre donne, un invito ad unirsi però un programma di cosciente realizzazione di convivenza nel pacifismo e nel rispetto.La commozione di Hillary, considerata nelle ultime fasi del sondaggio sfavorita nelle primarie rispetto a Barack Obama, ha suscitato emozioni e commenti diversi.Lopinione delle prime donne della politica Comasca, impegnate anche a livello imprenditoriale, secondo un sondaggio sui media locali, varia dalla comprensione però un cedimento nervoso ad un lieve sospetto di furbo espediente mediatico.Questa Hillary, inappuntabile, cortese, che riuscita a non dare adito a pettegolezzi e maldicenze quando il marito è stato coinvolto nello scandalo Levinsky, anzi lo ha pubblicamente perdonato, come mai crolla proprio adesso?Secondo A.Bassi con quaranta anni di attivit politica alle spalle, presidente della Amministrazione Provinciale, si tratta di un espediente elettorale che la Clinton, da politica navigata, ha messo in atto anche se a sua discolpa c lo è stato di stress di una campagna elettorale pressante.Pi comprensive nei confronti di Hillary altre esponenti femminili della politica Comasca come A.Veronelli, E.Sosio, consigliere comunale, che comprendono lo sfogo e si augurano che sia veritiero e non un trucco.La sindachessa di Cernobbio S.Saladini e la collega T.Sala, sindachessa di Cant, tendono a vedere il lato umano nelle lacrime di Hillary. Anche se, come puntualizza L.Vigan, sindaco di Orsenigo, chi ricopre un ruolo pubblico deve sempre mantenere un certo autocontrollo.Sono solo e tutti commenti peculiari presi nellemozione del momento, in realt la gran parte delle donne Lariane si stretta accanto ad Hillary, indipendentemente dalla sua linea politica, per come si posta di fronte allopinione pubblica. Hillary donnaha mostrato le sue certezze e le sue lacrime con una femminilit che non sinonimo di debolezza e di pianto, ma di indissolubile coerenza.La vittoria di Hillary non mette comunque fine a storie di sospetti e manipolazioni del risultato elettorale. E è stato, infatti, richiesto il riconteggio del voto da parte di D.Kucinaich, antagonista di sinistra del Partito Democratico, e del Repubblicano A.Howard. Questo in base al fatto che nel New Hampshire l80% delle schede viene scrutinata dai computer, mentre il 20% manualmente e nei seggi nei quali il conteggio però le Primarie Democratiche avvenuto manualmente, Barack Obama risultava con cinque punti di vantaggio su Hillary, cos come previsto dai sondaggi, mentre dove le schede venivano lette elettronicamente il risultato è stato opposto ed ha assegnato una netta vittoria allex first lady.Risultati o meno Hillary si posta in discussione come prima donna della politica democratica americanapi o meno sinceramente. Laura Levi Cohen

Auguri a tutti…

Cari amici…eccoci arrivati ad un altro Natale….facciamo in modo che questa festivit ricorrente assuma dei significati sempre più profondi che rispecchino l'attuale situazione politica economica.siamo chiamati ad un compito impegnativo ma assolutamente necessario….quello di ascoltare le Persone e sentirne le loro preoccupazioni ed aspettative.la questione sociale deve essere affrontata nella sua interezza e non permette ulteriori rinvii e/o ritardi.L'Uomo deve essere posto al centro di ogni prospettiva politico/amministrativa. Non si può pensare ad uno sviluppo della società che ignori la dignit dell'Uomo.Nel porgere a tutti Voi i mie più sinceri auguri di Buon Natale e felice anno nuovo, rivolgo un pensiero a coloro i quali hanno perso la vita durante il quotidiano lavoro……Siamo anche noi padri e comprendiamo il dolore straziante però la morte di un figlio in simili circostanze…….auguri anche però loro con una certezza che il nostro impegno politico/amministrativo sarà volto ad evitare il ripertersi di simili tragedie….rinaldo silva , vicesegretario provinciale UDC Monza b.za