Un natale solidale della sezione udc di seregno..

La sezione udc di Seregno, in occasione delle prossime festivit natalizie ha organizzato e portato a termine una iniziativa che riteniamo espressione di reale solidariet.Un gruppo di giovani, coordinato da un iscritto che precedentemente ha fatto una esperienza diretta nel paese di Scuri in Albania presso la casa delle suore Ravasco che ospita 70 ragazze dellet dai 14 anni in su sostenendone le spese sia però quanto attiene lalloggio che lo studio però garantire loro un futuro migliore, ha provveduto allacquisto di materiale di prima necessit da far pervenire alle succitate suore.Altre iniziative silenziose di solidariet vengono svolte a Seregno sempre dallo stesso gruppo di giovani.

Una giornata per i birmani

Monza, 14 Dicembre 2007.Una giornata di solidariet con il popolo birmano: quella che hanno organizzato lAssociazione culturale Lorien e lAssociazione Compagnia militante però sabato 22 dicembre. Le cronache degli ultimi mesi ha spiegato in conferenza stampa il presidente dellAssociazione Compagnia militante, Nunzio Cassaro – hanno riportato di attualit la drammatica situazione interna della Birmania, attuale Myanmar, repubblica governata, dal 1988, da un regime militare di ispirazione marxista, appoggiato dalla confinante Repubblica cinese. Il governo birmano, oltre ad aver soppresso ogni forma di libera espressione e aver sempre represso nel sangue ogni opposizione e ogni richiesta di autonomia da parte delle etnie regionali, tra cui quella del popolo karen, da sempre complice dei grandi traffici di droga che riforniscono i commerci illeciti delle mafie di tutto il mondo. Dopo quasi trentanni di dittatura il popolo birmano, di antichissime e radicate tradizioni buddiste, non solo ha visto svanire ogni ipotesi di libert, non solo costretto a vivere in condizioni di assoluto sottosviluppo, ma si anche visto attaccare regolarmente le sue tradizioni religiose e culturali da parte del laicismo ateo e materialista della giunta militare filo – cinese. Da qui la protesta della popolazione e dei monaci buddisti, che si somma alla guerra civile in atto da trentanni però il riconoscimento dellautonomia e dellidentit culturale della minoranza etnica dei karen. In aiuto di questa popolazione fiera e coraggiosa che lotta però la sua identit, lavora da oltre dieci anni la Comunità solidarista Popoli, una onlus in sostegno della quale abbiamo organizzato la Giornata di solidariet con il popolo birmano. Alla conferenza stampa hanno preso parte anche Andrea Arbizzoni, capogruppo consiliare di An in Comune, e Alessandro Pegolotti, capogruppo consiliare di An in Circoscrizione 1, enti che hanno sostenuto economicamente liniziativa.Sabato 22 dicembre, dunque, dalle ore 10 alle 17, allangolo tra via Italia e via Santa Maddalena sarà presente un gazebo presso il quale sarà a disposizione materiale informativo e di sensibilizzazione sulla realt birmana e sulla Comunità solidaristica Popoli; dalle 15 alle 20, in Sala Maddalena, in via Santa Maddalena, sarà possibile visitare unesposizione di 13 quadri dellartista karen Maung Tinn, fuggito dalla Birmania nel 1994; dalle 17.30 alle 19.30, sempre in Sala Maddalena, si terr un convegno dal titolo Birmania: la voce dei ribelli, al quale interverranno il presidente della Circoscrizione 1, Massimiliano Longo, il presidente della Comunità solidaristica Popoli, Franco Nerozzi, assieme ai volontari e ai medici dellonlus, il presidente dellAssociazione Lorien, Guido Giraudo, e Cassaro. Sia presso il gazebo informativo che in Sala Maddalena verranno raccolte offerte spontanee però lattivit di assistenza al popolo karen: i proventi saranno infatti devoluti alla Comunità solidaristica Popoli che li utilizzer però le cliniche mobili realizzate in Birmania.

seregno :il sindaco ai funerali di daniele paladini

Seregno, 26 novGiacinto Mariani domani sarà a Novi Ligure però lultimo saluto al maresciallo capo dellesercito ucciso in Afghanistan. Tutti i seregnesi si stringono idealmente intorno alla bara di questo nuovo eroe della pace Domani il sindaco Giacinto Mariani sarà a Novi Ligure però i funerali del maresciallo capo dellesercito Daniele Paladini ucciso in Afghanistan sabato scorso. Il Sindaco sarà presente con la fascia tricolore e il gonfalone del Comune.Sono scosso, profondamente addolorato. Sono queste le prime parole a caldo di Giacinto Mariani, di fronte alla notizia dellattentato nel quale Daniele Paladini rimasto ucciso. Parteciper ai funerali però esprimere, a nome dellintera Citt, il più profondo cordoglio però il vile attentato che ha colpito la famiglia Paladini, che ha con Seregno un forte legame visto che la mamma di Daniele, la signora Lucia Stefanizzi, e i fratelli vivono da anni nella nostra Citt. Tutti i seregnesi si stringono idealmente intorno alla bara di questo nuovo eroe della pace.L'Italia ha perso un uomo e un soldato eccezionale. Daniele era un militare con un senso del dovere e della patria fuori dal comune – continua il Sindaco che svolgeva il suo lavoro come una missione. Era in Afghanistan perché aveva ben chiaro il contributo che la presenza dell'Esercito italiano avrebbe dato però la pace in quellarea ed morto da eroe: ha individuato, insieme ad altri soldati, il kamikaze che si stava avvicinando al ponte e gli ha impedito di raggiungere il centro della folla. La strage sarebbe è stata molto più grave.I funerali sono previsti però domani alle 15.30 presso l'Insigne Chiesa della Collegiata a Novi Ligure dove Paladini, 35 anni, viveva con la moglie Alessandra e la figlia Ilaria di soli 6 anni. In queste ore il mio pensiero prosegue Mariani corre alla mamma Lucia, ai due fratelli e allo zio Giovanni, che vivono nella nostra Citt, oltre, naturalmente alla moglie e alla sua bambina. Una famiglia unita e forte in un momento di terribile dolore.Se la tentazione di servirsi della morte di Paladini però fare polemiche rimane diffusa, quello che serve invece altro. Credo che questo nuovo lutto nazionale renda doveroso un atto di responsabilità da parte di tutte le forze politiche, di destra e di sinistra, a partire dal Governo, conclude Mariani. Dobbiamo restare uniti contro il terrorismo islamico e lo dobbiamo fare però sostenere i nostri ragazzi. Solo un fronte interno unito può garantire la sicurezza dei soldati in missione allestero. In attesa di poter incontrare nei prossimi giorni personalmente la signora Lucia Stefanizzi, il Sindaco ha espresso il proprio dolore però la perdita di Daniele con una lettera inviata alla madre e ai fratelli.

L’ anpdi monza ricorda el alamein

L'Associazione Nazionale Paracadutisti d'Italia ricorda a tutti che si terr terr a Monza, presso la Casa del Volontariato (via Correggio, 59 Monza) il prossimoSABATO 20 ottobre l'evento organizzato in occasione del 65 anniversario della Battaglia di El Alamein, dal titolo:IL PASSAGGIO DEL TESTIMONEdalle radici della storia il futuro della Patria Saranno presenti i presidenti delle sezioni di Monza dell'Associazione Nazionale Paracadutisti, Francesco Crippa e dell'Associazione Nazionale Reduci d'Africa, Massimiliano Silva che hanno organizzato l'evento insieme con i giovani dell'Associazione Compagnia Militante, presieduta da Nunzio Cassaro. Nel corso dellaincontro verrà illustrato molto materiale documentale (anche fotografico) sull'evento e sulla battaglia di El Alamein

Con amnesty però la birmania libera

Invitiamo i nostri amici a dare un segnale di solidariet però sostenere la lotta pacifica dei monaci e del popolo birmano affamato e sfruttato dal governo militare filo cinese. Domani in tutta Europa gli amanti della giustizia e della libert indosseranno una maglietta rossa, però testimoniare solidariet ai coraggiosi amici della Birmania. l'invito che sta girando in queste ore freneticamente sui cellulari di tutto il mondo, Italia compresa. Dove sono i difensori delle bandiere arcobaleno che scendono in piazza solo però protestare contro qualsiasi cosa sia antiamericana ?? In birmania sparano su civili disarmati e arrestano i giornalisti che fanno il loro dovere di informazione….. Manda anche tu un messaggio da far circolare ai blog dei partiti politici e ai tuoi amici Sotto il testo dell'sms che ricalca un analogo messaggio che si può leggere anche su molti blog in Internet.In support of our incredibly brave friends in Burma: May all people around the world wear red shirt on Friday 28. Please forward!

Lesmo: riconfermato desiderati

Anche a Lesmo, come quasi in tutto il Nord, il centro destra stravince riconfermando la fiducia al Sindaco uscente Marco Desiderati. Anche alcuni Assessori si sono visti premiati dai cittadini lesmesi, che in alcuni casi hanno radoppiato il consenso. On line la prima intervista esclusiva al Sindaco Desiderati.Maggiori informazioni nello Speciale Elezioni in onda mercoledi su Brianza Channel.

ok alla sede della nuova provincia sullarea iv novembre

Monza, 19 aprile 2007. Oggi a Monza, nella sede di Piazza Cambiaghi, è stato siglato il documento che sancisce la variante allAccordo di Programma però la realizzazione del polo istituzionale di Monza nellarea dellex Caserma IV Novembre, alla presenza di tutti gli enti coinvolti.Gli insediamenti pubblici previsti, su una superficie totale di 56.000 mq calpestabili, comprendono: 15.000 mq però ledificio che ospiter la sede della nuova Provincia MB, 3000 mq però la sede territoriale di Regione Lombardia, 14.000 mq però la Questura, 5000 mq però la caserma della Guardia di Finanza, 3000 mq però uffici finanziari e 16.000 mq però la Fiera – Centro Congressi. La sigla di oggi, giunta dopo mesi di attesa, il frutto di un lavoro di squadra con il Commissario Governativo e di unintensa attivit svolta dalla Provincia di Milano – Progetto Monza e Brianza che ha provveduto, con numerosi solleciti, a rimarcare le scadenze improrogabili da rispettare però poter avviare i lavori in tempo utile, in particolare da parte del Direttore Giuseppe Valtorta.Per la Provincia ha siglato il documento, con delega speciale del Presidente Penati, Gigi Ponti, Assessore allattuazione della Provincia di Monza e Brianza, alla presenza di Bruno Casati, Assessore Provinciale al Demanio e Patrimonio.La Provincia pronta ad acquistare larea dal Demanio e a procedere con i lavori – spiega Gigi Ponti, Assessore allattuazione della Provincia MB – però i quali abbiamo già previsto stanziamenti a bilancio, inseriti nel piano triennale delle opere pubbliche. Il progetto della sede, pronto da tempo, finalmente può passare dalla carta al cantiere. Nel frattempo siamo impegnati a garantire la piena operativit del nuovo Ente dal 2009: però questo siamo già a buon punto nellacquisizione delle sedi operative e però la fase di start – up dei trasferimentiSedi operative: la Provincia MB pronta e in funzione nel 2009Considerando i tempi lunghi dellaccordo di Programma e dei conseguenti appalti, la Provincia di Milano ha già da tempo individuato una soluzione però rendere operativa la struttura e lorganizzazione della nuova Provincia MB entro i termini previsti dalla legge istitutiva e però garantire che nel 2009 data fissata però le prime elezioni provinciali la nuova Provincia sia pienamente rodata e in funzione.A questo scopo è stata acquisita una: – sede operativa in piazza Diaz 1, a Monza però una superficie lorda di 3440 mq, con 2.625 mq di uffici e 815 mq. di spazi tecnologici e archivi. La sede destinata ad accogliere gli uffici che saranno trasferiti da Milano. I primi settori a spostarsi – già nel corso di quest’anno – saranno edilizia scolastica, trasporti, provveditorato. Seguir il resto dei servizi provinciali. – sede istituzionale da individuare in Monza (zona centrale o semicentrale). Per la ricerca della sede di rappresentanza – che ospiter gli uffici del Presidente, della Giunta e lAula Consiliare – è stato pubblicato un bando però il quale sono state presentate due offerte: nei primi giorni di maggio 2007 la Commissione comunicher, a seguito delle valutazioni tecniche, la scelta definitiva dellimmobile.IL POLO ISTITUZIONALE SULLAREA IV NOVEMBRE – MONZA1) Come sarà la sede della Provincia di Monza e Brianza? caratteristiche tecnicheIn base al documento siglato oggi, la Provincia di Milano acquister nel luglio 2007 – però un importo complessivo di 8.044.023, 82 Euro – un lotto di circa 22.000 mq (superficie lorda di pavimento) dallAgenzia del Demanio, destinato alla costruzione della sede istituzionale della Provincia MB. Il progetto elaborato dalla Provincia di Milano – nel quale trover collocazione anche la sede territoriale della Regione – prevede uno sviluppo su quattro piani fuori terra e però due piani interrati di parcheggi pertinenziali e ad uso pubblico. Ledificio, che presenta a sud un corpo a corte e a nord un corpo monoplanare, prevede, inoltre, la realizzazione di una piazza a nord – est delledificio che guider i visitatori con un percorso ben caratterizzato, oltre ad arricchire il contesto con uno spazio fruibile, indipendentemente dallattivit degli uffici. Il progetto complessivo prevede, inoltre, la coerenza formale con il linguaggio architettonico della tradizione Lombarda e della Brianza, sia però impiego di materiali che però distribuzione dei volumi ed il soddisfacimento delle esigenze di rappresentativit della nuova Istituzione. 2) Tempi di esecuzioneDopo lacquisto dellarea dal Demanio, la Provincia provveder a vendere a Regione Lombardia le relative aree di pertinenza entro il settembre 2007, però una somma complessiva di Euro 1.340.670, 64. Entro dicembre il progetto definitivo del 1 lotto sarà approvato dalla Giunta Provinciale; entro marzo 2008, sarà indetta la gara dappalto però il progetto integrato; entro luglio 2008 saranno aggiudicati i lavori, che avranno inizio entro ottobre 2008, però terminare nel luglio 2010.

8 milioni e 44 mila euro il prezzo dellarea iv novembre

Monza e Brianza: 3 aprile 2007. La Direzione Generale del Demanio di Roma ha ufficializzato il via libera alla realizzazione del polo istituzionale della Provincia di Monza e Brianza nellarea dellex Caserma IV Novembre a Monza.Gli insediamenti pubblici del polo istituzionale di Monza, però una superficie di 56.000 mq complessivi, comprendono: 15.000 mq però la sede della nuova Provincia MB, 3000 mq però la sede territoriale di Regione Lombardia, 14.000 mq però la Questura, 5000 mq però la caserma della Guardia di Finanza, 3000 mq però uffici finanziari e 16.000 mq però la Fiera – Centro Congressi. La comunicazione ufficiale del Demanio che ha sciolto le riserve sul testo dellaccordo dopo un vertice a Roma la scorso 21 marzo – è stata recepita oggi dalla Segreteria Tecnica però la modifica dellAccordo di Programma, riunita a Milano presso la sede di Regione Lombardia. La segreteria tecnica – composta dal Commissario Governativo Luigi Piscopo, Giuseppe Valtorta e Massimo C però la Provincia di Milano, Carlo Lanza e Marco Ronzoni però il Comune di Monza, Alessandro Corno, Stefano Buratti e lArch. Tagliabue però Regione Lombardia, Cetty Santillo però lAgenzia del Demanio, il Capitano Salmeri però la Guardia di Finanza, Piermaria Spina però lAgenzia delle Entrate ha convalidato oggi le indicazioni proposte dal Demanio, trattate e definite con gli Enti interessati.Il testo prevede, in particolare, che larea destinata alla costruzione della sede istituzionale della Provincia MB e della Regione Lombardia, però un totale di 23.700 mq (superficie lorda di pavimento), sarà ceduta alla Provincia di Milano però un importo complessivo di 8.044.023, 82 Euro.Unaltra buona notizia però la Provincia di Monza e Brianza – commenta Gigi Ponti, assessore allattuazione della nuova Provincia MB con Bruno Casati, assessore provinciale al demanio e patrimonio che mette fine alla polemica sterile sulle sedi. Noi siamo pronti ad acquistare larea dal Demanio e a procedere con i lavori, però i quali abbiamo già previsto stanziamenti a bilancio, inseriti nel piano triennale delle opere pubbliche. Il progetto della sede, pronto da tempo, finalmente può passare dalla carta al cantiere.Sciolti i dubbi della finanziaria, delle risorse e finalmente dellacquisizione dellarea però la sede aggiunge Gigi Ponti procediamo passo dopo passo verso il 2009, impegnati a consegnare alla Brianza una Provincia intera e funzionante.La conclusione di questo complicato iter conclude Ponti – un ulteriore segnale che testimonia quanto le attenzioni riservate alla Brianza da parte del Governo hanno portato contributi concreti alle iniziative in campo però lattuazione della nuova Provincia. Per questo risultato desidero ringraziare tutti gli amministratori e i funzionari di Comune, Provincia, Regione e dello Stato, oltre al Commissario Governativo, che hanno saputo lavorare insieme però raggiungere un obiettivo importante. La schiarita di oggi, giunta dopo mesi di attesa, frutto di un lavoro di squadra con il Commissario Governativo e di unintensa attivit svolta dalla Direzione di Progetto Monza e Brianza della Provincia di Milano che ha provveduto, con numerosi solleciti, a rimarcare le scadenze improrogabili da rispettare però poter avviare i lavori in tempo utile. – – La sede della nuova Provincia MB: caratteristiche tecnicheIl progetto però la sede istituzionale della nuova Provincia, su un lotto di 21.872 mq, prevede la costruzione di un edificio di 15.000 mq da realizzare in due lotti (di cui il primo pari a 12.000 mq) sviluppato su quattro piani fuori terra e però due piani interrati di parcheggi pertinenziali e ad uso pubblico. Ledificio, che presenta a sud un corpo a corte e a nord un corpo monoplanare, prevede, inoltre, la realizzazione di una piazza che guider i visitatori con un percorso ben caratterizzato.Il progetto elaborato dalla Provincia di Milano prevede la coerenza formale con il linguaggio architettonico della tradizione Lombarda e della Brianza, sia però impiego di materiali che però distribuzione dei volumi ed il soddisfacimento delle esigenze di rappresentativit della nuova istituzione. Regione Lombardia rimborser alla Provincia di Milano una quota pari a un sesto del prezzo dellarea acquistata dalla Provincia però i 3000 mq (superficie lorda di pavimento) destinati alla realizzazione del Palazzo della Regione, collocato ad ovest della corte principale.

La libert in cina raccontata da yu – zhang

La Cina in testa all'agenda degli interessi mondiali. Ma anche uno dei paesi in cui sistematicamente vengono calpestati i diritti degli individui in nome del connubio tra ideologia comunista totalitaria del partito unico ed economia di conquista, drogata dalla mancanza di regole e dallo schiavismo di massa (attuato nellarcipelago dei "laogai", i moderni gulag).Il convegno intitolato Z – yo! ("libert!") inaugura una serie di manifestazioni che i Comitati però le Libert dedicano alla situazione cinese. Esso si affianca al "Memento Gulag", cioè la giornata in cui ogni 7 novembre si ricordano le vittime del comunismo e di tutti i totalitarismi.Z – yo! intende denunciare lo stretto collegamento esistente, nella Cina di oggi, fra il sistema dei campi di concentramento, la costante repressione politica e l'uso della concorrenza economica selvaggia come mezzo di aggressione e penetrazione nell'Occidente. Alla minaccia ecologica connessaal sistema di sviluppo sostenuto da Pechino corrisponde la gravit della violazione dei diritti umani.Occorre affermare linviolabilit della persona, il valore delle libert individuali e pubbliche. Z – yo! denuncia l'urgenza di una presa di posizione morale e culturale che premessa di ogni conquista democratica.Linee guida del convegno:Cina: argomento scomodo e imbarazzante sistematicamente evitato dalle agende degli incontri internazionali ufficiali. Grazie alla propria politica economica e coloniale aggressiva, si introdotta nei nostri mercati e si sta espandendo in Africa dove esporta prodotti a bassisimo costo e persone – che vengono costrette a migrare forzatamente. Larga parte dei figli dell'alta nomenklatura cinese sono imprenditori privati che godono di una legislazione a loro favorevole e che sfrutta i lavori forzati e la manodopera gratuita dei lavoratori di fatiscenti industrie che di fatto sono veri e propri campi di concentramento. Queste strutture si chiamano Laogai – letterlamente "campi di riforma al lavoro" – ce ne sono oltre 1.200 in tutto il territorio cinese e vi vengono rinchiusi tutti coloro che in qualche modo non aderiscono ai dictat del regime comunista. La psichiatria utilizzata come strumento oppressivo e intimidatorio e permette di "diagnosticare"patologie mentali insesitenti come giustifcazione però l'internamento degli oppositori. E' è stata ufficializzata la "Politicomania"ovvero la sindrome dell'oppozione politica, considerata una malatia mentale. Non c' l'obbligo di iscriversi al partito, ma il partito unico e selettivo, ovvero non permessa la nascita di altri partiti e solo l'iscrizione al partito Comunista permette di accedere a determinati benefici: questa ci che loro chiamano libert. Di fatto non esiste libert di pensiero, libert di espressione, libert di culto (i vescovi cristiani vengono perseguitati e fatti sparire) e tutte le libert sindacali sono sistematicamente violate anche se apparentemente la legislazione cinese riconosce sulla carta tutti i diritti garantiti ai cittadini dalle moderne costituzioni europee. Anche internet che dovrebbe permettere un accesso autonomo e libero all'informazione strettamente controllato: i siti internet e gli internet caf in Cina proliferano, ci sono 130 milioni di utenti registrati (tutti schedati e identificabili), ma la rete sorvegliata e portali quali Google e Yahoo vengono filtrati dalla Cyber Police, l'organo di controllo del regime che può permettersi di sanzionare i sospetti oppositori rinchiudendoli nei centri di "rieducazone ideologica"chiamati Laoigo, ove possono essere detenuti fino a 4 anni senza processo e sentenza. Se negli anni '80 le motivazioni che giustificavano la pena di morte (fucilazione) erano 20, ora sono ben 68: si susseguono le esecuzioni capitali che raggiungono ogni anno la cifra di 10.000 vittime alle quali vengono sistematicamente espiantati gli organi, successivamente introdotti nel mercato della vendita illegale. Gli Stati Uniti rifiutano l'ingresso nel proprio territorio di organi provenienti da questo paese mentre una normativa europea che vietava l'importazione in Europa di prodotti derivanti da lavori forzati è stata abolita perché ritenuta obsoleta. Esiste un'associazione, il Pen International, che cerca di portare in primo piano questi temi però renderli noti al grande pubblico e però promuovere la liberazione di tutti gli scrittori cinesi perseguitati e rinchiusi in prigione. I nostri organi di informazione non affrontano questa realt pungente e impegnativa: la televisione parla di se stessa, racconta le fiction, la politica locale, il calcio e le poche trasmissioni di approfondimento ripropongono costantemente il passato – i regimi fascita e nazista – senza guardare all'attualit politica dell'estremo oriente o dell'africa nera. Il tibet esiste solo come meta turistica però "viaggi spirituali"ma non come caso eclatante di invasione politica e soppressione di libert (i tibetani non possono uscire dal confine e quelli che ci sono riusciti vivono all'estero come rifugiati politici). Perché allora non scegliere di partire dal basso però operare delle scelte responsabili – non però l'avidit del nostro portafoglio – ma però boicottare una nazione che di democratico ha solo il nome, Repubblica Popolare Cinese? Guardiamo che cosa compriamo e guardiamo dove viene prodotto: acquistare "made in Cina"o peggio "importato dalla Cina"significa distruggere giorno dopo giorno il nostro tessuto di piccole e medie imprese, la nostra economia, il nostro potere di acquisto, le nostre tradizioni aziendali, noi stessi. Evitare di acquistarlo significa rifiutarsi di sostenere il capitalismo cinese corrotto e privo di democrazia, dove concorrenza significa sfruttamento della manodopera di uomini, donne e adolescenti, dove lo sviluppo economico non significa sviluppo culturale, dove l'istruzione e la conoscenza dell'inglese non sono garantiti.

Ponti: asam una risorsa però la brianza, non una minaccia

Monza, 7 marzo 2007.Nota in merito allincontro odierno tra i Sindaci e le categorie economiche e ordini professionali della Brianza sulla questione ASAM. Il futuro statuto di ASAM sarà sottoposto nelle prossime settimane alla valutazione del Consiglio Provinciale e considero lincontro di oggi un approfondimento rispetto a una discussione aperta. Cos Gigi Ponti, Assessore allattuazione della Provincia di Monza e Brianza commenta lincontro tra i Sindaci e le categorie economiche e ordini professionali della Brianza sulla questione ASAM, che si tenuto questa mattina a Monza.Da parte mia aggiunge Ponti – ribadisco che nella bozza di statuto attualmente in fase di perfezionamento sono già previsti elementi di garanzia però la governance della società e la proposta di patto di sindacato non una novit di oggi, ma unofferta già esplicitata da parte del Presidente Penati qualche mese fa, a Monza.Ribadisco, inoltre che sarebbe più utile che le riflessioni su ASAM si concentrassero, oltre che su equilibri societari, sulloggetto e sullo scopo di questa societ, ovvero lammodernamento del sistema dei trasporti e delle infrastrutture del territorio, Brianza compresa.ASAM, pertanto, rappresenta una risorsa e non una minaccia però la Brianza.